La pirateria informatica nella scuola

Aumenta la presenza di supporti informatici alla didattica ma la scelta cade perlopiù su prodotti proprietari che in ambito scolastico soffrono di molte mancanze. Perché non ricorrere al software libero?

Roma - La Riforma Moratti prevede l'utilizzo di strumenti informatici fin dalla scuola dell'infanzia, che vengono effettivamente impiegati almeno a partire dalla scuola primaria.

A causa degli alti interessi in gioco da parte dei venditori di computer e software applicativo, vengono spesso utilizzati programmi commerciali che determinano un alto costo di acquisto del software, necessità di istruire pratiche burocratiche per accedere a finanziamenti, periodica necessità di controllo della validità delle licenze e spesso impossibilità nel fruire delle ultime versioni del software stesso per mancanza di fondi.

L'utilizzo del software commerciale determina inoltre un aspetto sociale molto negativo, inducendo lo studente alla pirateria informatica qualora voglia, giustamente, utilizzare a casa gli stessi strumenti software appresi a scuola.
Software liberi come TuxPaint e OpenOffice.org, uniti ad altri giochi didattici disponibili sia per piattaforma Linux sia per Windows, consentono di coprire tutte le esigenze della Scuola senza richiedere il pagamento di licenze e garantendo elevati standard qualitativi.

Per tali motivi ritengo che la Scuola debba liberarsi dalle pressioni dei venditori per focalizzare l'attenzione solo ai fini didattici, iniziando effettivamente ad impiegare il Software Libero il quale consente ai docenti di non preoccuparsi del problema delle licenze, degli aggiornamenti a pagamento, della necessità di istruire pratiche burocratiche per l'acquisto, della legittimità delle copie dei lavori da distribuire a famiglie e studenti, ma di concentrarsi sulla didattica e sui traguardi cognitivi degli alunni.

Un docente che utilizza il Software Libero è un docente libero!

Paolo Subiaco
298 Commenti alla Notizia La pirateria informatica nella scuola
Ordina
  • Qui si parla di insegnare ad allievi a capire metodi, logiche e concetti, che nulla hanno a che vedere con Windows, Apple, Oracle, IBM, Red Hat, Sun o chissenefrega altro.

    Nell'articolo si parla di altro, non della solita stupidaggine di quale os è meglio o di quale azienda faccia cosa in che modo o con che successo ( che oltretutto dipende SEMPRE dalle capacità delle persone, non dalle tecnologie adottate ).

    Semplicmente si cerca di far capire che con i sw open gli allievi hanno le migliori possibilità di apprendimento di come qualcosa "FUNZIONA" e i processi mentali e logici che ci stanno dietro.

    Avranno poi le basi per imparare velocemente e con maggiore successo coem si "USA" la tecnologia di questo o quel produttore a prescindere.

    Ho visto numerosissime realtà, e gli episodi che citate di competenza/incompetenza supporto/nonsupporto efficenza/inefficenza successo/insuccesso si applicano indifferentemente a TUTTE le realtà, la differenza sono le persone coinvolte e basta.

    Il modo migliore di affrontare questa realtà è puntare sulla formazione mentale di chi verrà, non sulla capacità di utilizzare un sistema od un'altro, quello viene dopo, è agevolato dalle basi acquisite, e dipende da scelte occasionali e mutevoli nel tempo, se oggi sei il numero 1 di Windows Server (o Linux o Apple) ma non hai solide basi che ti permettano di estendere la tua professionalità flessibilmente, un giorno saresti facilmente un nessuno completamente inutile.

    LOL
    non+autenticato
  • http://www.studentoptions.com/DRHM/servlet/Control...

    Esempio Microsoft® Office Professional Edition 2003 a 79,98EUR IVA incl.
    Normalmente il costo supera i 300EUR.

    Vi riporto altri software utili e a prezzo scontato per studenti.

    Visual Studio 2005 Express Edition:
    sviluppo Web, sviluppo in ambiente Windows e sviluppo su Database.
    http://www.microsoft.com/italy/msdn/prodotti/vs200...

    Adobe Photoshop CS2 215EUR
    Adobe Studio 8 a 85EUR
    http://tinyurl.com/gcrzm
  • Il problema delle licenze Educational è che sono valide solo se si possiedono i requisiti.
    Un ragazzo in quinta superiore che non deve proseguire gli studi dovrebbe acquistare quelle licenze solo per un anno perché una volta diplomato la sua licenza scade.

    Lascio perdere i riferimenti ad alternative prive di vincoli di licenza. Per me sono validissime, per altri no, parlarne per l'ennesima volta non servirebbe a niente.
    gian_d
    10466

  • - Scritto da: vista2007
    > http://www.studentoptions.com/DRHM/servlet/Control
    >
    > Esempio Microsoft® Office Professional Edition
    > 2003 a 79,98EUR IVA
    > incl.
    > Normalmente il costo supera i 300EUR.
    >
    > Vi riporto altri software utili e a prezzo
    > scontato per
    > studenti.
    >
    > Visual Studio 2005 Express Edition:
    > sviluppo Web, sviluppo in ambiente Windows e
    > sviluppo su
    > Database.
    > http://www.microsoft.com/italy/msdn/prodotti/vs200
    >
    > Adobe Photoshop CS2 215EUR
    > Adobe Studio 8 a 85EUR
    > http://tinyurl.com/gcrzm

    A parte il fatto che la licenza scade quando non sei più in possesso dei requisiti richiesti (tradotto: non sei più studente/insegnante), ti sembra comunque poco spendere 80€ per Office pro? Se io fossi uno studente universitario, per esempio, non andrei certo a spendere 80€ in software. Già mancano i soldi per altre cose: la mia priorità non è certo avere Office!
    Piuttosto scarico OpenOffice e uso quello.

    Oppure, come del resto molta gente fa ed è inutile negare, viene crackato il software e via.

    non+autenticato
  • Lasciali perdere tanto non vogliono sentirci da quell'orecchio... da una parte sono d'accordo che la preparazione informatica dovrebbe essere fatta con prodotti free ma purtroppo il mondo del lavoro vuole altre cose. Quindi bisogna prima cambiare questa mentalità ma farlo a spese di intere generazioni di studenti spinte al macello perchè non posseggono le basi richieste è sbagliato più che obbligare a comprare anche a prezzo pieno certi software
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Lasciali perdere tanto non vogliono sentirci da
    > quell'orecchio... da una parte sono d'accordo che
    > la preparazione informatica dovrebbe essere fatta
    > con prodotti free ma purtroppo il mondo del
    > lavoro vuole altre cose.

    Già, gliene frega qualcosa al principale se la segretaria non fa le pompe ma sa ricompilare il kernel...

    > Quindi bisogna prima
    > cambiare questa mentalità ma farlo a spese di
    > intere generazioni di studenti spinte al macello
    > perchè non posseggono le basi richieste è
    > sbagliato più che obbligare a comprare anche a
    > prezzo pieno certi
    > software
    gian_d
    10466
  • Da risposta, capisci il tipo... i criceti... dagli un po' d'olio a quella ruota...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Da risposta, capisci il tipo... i criceti...
    > dagli un po' d'olio a quella
    > ruota...

    Ma chi sarebbe il criceto?
    non+autenticato
  • quelli girano nella testa di ogni persona ma se la ruota cigola o peggio deraglia...
    non+autenticato
  • Windows ed Office si pagano ma è possibile chiedere licenze per studenti e scuole.

    Esiste Visual Studio Express che è gratuito e comprende anche SQL Server Express

    Con una spesa minima fornisci ai ragazzi qualcosa con cui possono subito inserirsi in un contesto attuale. Potreste ispezionare un intero quartiere e non trovare una copia di linux. I ragazzi si eserciterebbero a scuola ma rimarrebbe fine a se stessa questa esercitazione perchè a casa non potrebbe applicare facilmente le nozioni apprese e si troverebbero comunque disallineati con il resto dell'umanità.
    Con questi prodotti invece avrebbero meno problemi perchè più comuni e semplici. Ricordiamo che saranno poi i genitori a tenere sotto controllo la situazione e già con windows se la cavano male.
    Se poi sostituiamo Office ad Open Office magari non potranno mai sperimentare certe cose ma almeno avranno un sistema già pronto.

    Una ottima configurazione sarebbe:
    Windows XP (a pagamento)
    gratis:
    Visual Studio Express (C++ o meglio C#)
    SQL Server Express
    Open Office

    finito il problema, i ragazzi possono fare anche i programmi ed i DB e non bisogna impazzire con nulla.
    non+autenticato
  • a questo puntoo meglio dev-c++ , o shardevelop , anc'essi gratis . inoltre il vantaggio di sapere usare un programma open source e' che te lo puoi portare appresso dovunque tu vada a lavorare ...
    hai mai chiesto al principale ... mi compra la licenza perchè so usare solo SQlserver /autocad/office ? vedrai cosa ti risponde ... quello che fai tu e' un discorso ad alto rischio .
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > a questo puntoo meglio dev-c++ , o shardevelop ,
    > anc'essi gratis . inoltre il vantaggio di sapere
    > usare un programma open source e' che te lo puoi
    > portare appresso dovunque tu vada a lavorare
    > ...
    > hai mai chiesto al principale ... mi compra la
    > licenza perchè so usare solo SQlserver
    > /autocad/office ? vedrai cosa ti risponde ...
    > quello che fai tu e' un discorso ad alto rischio
    > .
    >
    ma perchè usare prodotti così inferiori quando visual studio express ha molto di quello che si usa in ambito professionale.
    Dev C++ non ha un cavolo. Ma l'hai provato il visual studio express?
    Il mio capo neanche me lo chiede, siamo una azienda di 6 piani dove si usa anche linux ma principalmente microsoft perchè dopo anni di testate si è scoperto che effettivamente conviene usare i prodotti Microsoft.
    Tu non immagini nemmeno i problemi a cui si va incontro quando bisogna lavorare a progetti seri. Cambiano i consulenti in continuazione, ogni progetto arrivano consulenti e bisogna configurargli la macchina per lavorare, e mettili in rete, ed spiegagli come funziona sourcesafe. Almeno arrivano con portatili con XP. Con linux sarebbe un inferno.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > a questo puntoo meglio dev-c++ , o shardevelop ,
    > > anc'essi gratis . inoltre il vantaggio di
    > sapere
    > > usare un programma open source e' che te lo puoi
    > > portare appresso dovunque tu vada a lavorare
    > > ...
    > > hai mai chiesto al principale ... mi compra la
    > > licenza perchè so usare solo SQlserver
    > > /autocad/office ? vedrai cosa ti risponde ...
    > > quello che fai tu e' un discorso ad alto rischio
    > > .
    > >
    > ma perchè usare prodotti così inferiori quando
    > visual studio express ha molto di quello che si
    > usa in ambito
    > professionale.
    > Dev C++ non ha un cavolo. Ma l'hai provato il
    > visual studio express?
    >
    no , visto che devo comprarlo per provarlo mi sembra un po stupido .. poi io lavor con java e quando mi serve un IDeuso eclipse
    > Il mio capo neanche me lo chiede, siamo una
    > azienda di 6 piani dove si usa anche linux ma
    > principalmente microsoft perchè dopo anni di
    > testate si è scoperto che effettivamente conviene
    > usare i prodotti Microsoft.
    >
    dipende cose devi fare... se sviluppi SOLO per win puo' essere
    > Tu non immagini nemmeno i problemi a cui si va
    > incontro quando bisogna lavorare a progetti seri.

    ne ho una vaga idea ... una soloa parola : RUP
    > Cambiano i consulenti in continuazione, ogni
    > progetto arrivano consulenti e bisogna
    > configurargli la macchina per lavorare, e mettili
    > in rete, ed spiegagli come funziona sourcesafe.

    subversion fa schifo , eh

    > Almeno arrivano con portatili con XP. Con linux
    > sarebbe un
    > inferno.
    mah .. alla finel la legge di brooke e' indipendete da quale S.O si usa .
    non+autenticato
  • legge di brooks, pardon
    non+autenticato

  • > Con una spesa minima fornisci ai ragazzi qualcosa
    > con cui possono subito inserirsi in un contesto
    > attuale. Potreste ispezionare un intero quartiere
    > e non trovare una copia di linux. I ragazzi si
    > eserciterebbero a scuola ma rimarrebbe fine a se
    > stessa questa esercitazione perchè a casa non
    > potrebbe applicare facilmente le nozioni apprese
    > e si troverebbero comunque disallineati con il
    > resto dell'umanità.
    dipende da cosa si vuole ottenere dalla scuola:
    La preparazione di persone competenti e flessibili, in grado di adattarsi a qualunque situazione, propositivi e con senso critico o dei meri operatori su prodotti MS che vanno in crisi al primo problema tecnico.

    Comunque nessuno impedirebbe loro di installare Linux sul computer di casa e chissa' magari anche i genitori ne avrebbero giovamento.
    non+autenticato
  • Dunque vediamo:
    Open office per scrivere far calcoli, presentazioni e data base - Gratis
    Firefox per connettersi a Internet - gratis
    Thunderbird per la posta- gratis
    VLC - per la musica e film - gratis
    Scribus per publishing - gratis
    NVU per fare siti internet - gratis
    Gimp per ritocco fotografico e disegno- gratis
    My SQL data base avanzati - gratis

    e decine di altri tutti open source, gratis e tutto per windows naturalmente.
    Non e' proprio necessario il SW proprietario

    Le scuole una volta comperto il computer potrebero spendere 0 euro e fare comunque qualunque cosa.
    e comunque vengono gestiti tutti i formati proprietari, Doc, Xls, DWG, JPG, pps,
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Dunque vediamo:
    > Open office per scrivere far calcoli,
    non è sufficiente per gli ambienti di lavoro dove serve condividere documenti in modo ottimale o creare fogli di calcolo excel

    > presentazioni e data base -
    i migliori sono quelli Oracle, seguiti da SQL Server

    > Firefox per connettersi a Internet - gratis
    anche IE

    > Thunderbird per la posta- gratis
    anche outlook express ma le aziende uniformano tutto tramite Exchange

    > VLC - per la musica e film - gratis
    > Scribus per publishing - gratis

    > NVU per fare siti internet - gratis
    nelle aziende il sito HTML è cosa sconosciuta ormai

    > Gimp per ritocco fotografico e disegno- gratis
    neanche lontanamente sufficiente per il lavoro serio

    > My SQL data base avanzati - gratis
    limitato rispetto alle esigenze

    > e decine di altri tutti open source, gratis e
    > tutto per windows
    il software ad uso gratuito c'è n'è tanto ma non basta mai. Poi nelle scuole date anche il sw gratuito ma è una cosa che sarà inutile

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Dunque vediamo:
    > > Open office per scrivere far calcoli,
    > non è sufficiente per gli ambienti di lavoro dove
    > serve condividere documenti in modo ottimale o
    > creare fogli di calcolo
    > excel

    A parte il fatto che io sto dimostrando qui da me in ufficio come posso fare a meno di Office e sto volutamente lavorando con OO da qualche mese, che c'entrano gli ambienti di lavoro?
    Qui si parla di scuola.
    La scuola deve insegnare ad usare un computer e al massimo un foglio elettonico. Il che non significa insegnare Excel.


    >
    > > presentazioni e data base -
    > i migliori sono quelli Oracle, seguiti da SQL
    > Server
    >
    > > Firefox per connettersi a Internet - gratis
    > anche IE

    Gratis IE un par di balle.
    Per far girare IE mi serve averci sotto windows che e' molto costoso.
    FF gira tranquillamente sotto linux.


    > > Thunderbird per la posta- gratis
    > anche outlook express ma le aziende uniformano
    > tutto tramite
    > Exchange

    Arridaje con ste aziende.
    La posta elettronica e' posta elettronica.
    e per la gratuita' di OE vale il discorso di IE

    > > VLC - per la musica e film - gratis
    > > Scribus per publishing - gratis
    >
    > > NVU per fare siti internet - gratis
    > nelle aziende il sito HTML è cosa sconosciuta
    > ormai

    Ammazza quante aziende conosci tu... devi essere un consulente richiestissimo e tutto fare.

    > > Gimp per ritocco fotografico e disegno- gratis
    > neanche lontanamente sufficiente per il lavoro
    > serio

    Pure di fotografia ti intendi?
    Mi prostro: sto dialogando con DioInTerra!

    > > My SQL data base avanzati - gratis
    > limitato rispetto alle esigenze

    Qui da noi si usa Oracle.
    Puoi anche dire che mySQL sia limitato, purche' non me lo paragoni con Access, che in qual caso vengo li' e ti vomito in testa.

    > > e decine di altri tutti open source, gratis e
    > > tutto per windows
    > il software ad uso gratuito c'è n'è tanto ma non
    > basta mai. Poi nelle scuole date anche il sw
    > gratuito ma è una cosa che sarà
    > inutile

    Amen.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > purche'
    > non me lo paragoni con Access, che in qual caso
    > vengo li' e ti vomito in
    > testa.

    Maddai, sei ingiusto! MS ha dimostrato chiaramente che con A'cess ci puoi gestire tutta la Northwind.
    gian_d
    10466

  • - Scritto da: gian_d
    >
    > - Scritto da:
    > > purche'
    > > non me lo paragoni con Access, che in qual caso
    > > vengo li' e ti vomito in
    > > testa.
    >
    > Maddai, sei ingiusto! MS ha dimostrato
    > chiaramente che con A'cess ci puoi gestire tutta
    > la
    > Northwind.
    access è il peggiore database che esiste.
    Ma ai primi posti c'è Oracle e SQL Server.
    MySql è un prodotto di serie B (access probabilmente neanche da C ma almeno ha il vantaggio che è più probabile trovare Access sul pc del fornaio piuttosto che MySql)
    non+autenticato

  • > access è il peggiore database che esiste.
    > Ma ai primi posti c'è Oracle e SQL Server.

    ma la smettiamo con sto sql server? oracle e mssql non dovrebbero neanche stare nella stessa frase
    non+autenticato
  • Pippo, "aridaje con le aziende" lo dici se hai un vitalizio da svariati milioni di euro, diversamente non lo dici con quell'aria scazzata perchè le aziende sono quelle che ti danno lavoro e quindi il pane sulla tavola.
    Vivi d'aria ? I ringraziamenti sui forum linari/open source sostituiscono un bel piatto di pasta ? L'acqua, vai avanti con quella del rubinetto che ti riempie di calcare che neppure il calfort ti può recuperare o bevi quella inquinata del fiume ?
    Le aziende obbligano alla conoscenza ed all'uso di determinati strumenti. La scuola è solamente il passaggio precedente al trovare lavoro e deve fornire la preparazione richiesta dalle aziende.
    Queste hanno dimostrato negli anni una brutta realtà e cioè che nessuno è indispensabile e tutti sono sacrificabili.
    E' già dura trovare lavoro presentando fior di competenze sugli strumenti richiesti: con gli altri ci si può tranquillamente risparmiare di presentarsi.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Dunque vediamo:
    > > Open office per scrivere far calcoli,
    > non è sufficiente per gli ambienti di lavoro dove
    > serve condividere documenti in modo ottimale o
    > creare fogli di calcolo
    > excel

    Cosa intendi per condividere documenti in modo ottimale? Nelle scuole è sufficiente una directory condivisa con accesso riservato ad una classe o a un gruppo di lavoro. Cosa che puoi fare con OpenLDAP e NFS. Riesci a farlo con tutti i vecchi sistemi Win98 diffusissimi nelle scuole italiane? Ah già, è ora di buttare quei catorci e comprare nuovi pc per installare Vista.

    Dimenticavo: da noi la quarta l'anno scorso, per Economia agraria, ha lavorato tutto l'anno sui fogli di calcolo. OpenOffice.org su Linux Slackware. L'insegnante interessato è quello che mi rompe più i co***oni perché ho installato GNU Linux e non "clono" le due licenze Office 97 che abbiamo. Eppure mi ha detto che ha lavorato bene.
    Excel? ma per favore....


    >
    > > presentazioni e data base -
    > i migliori sono quelli Oracle, seguiti da SQL
    > Server
    >
    > > Firefox per connettersi a Internet - gratis
    > anche IE

    Si, nel 2003 quando ho allestito la LAN, nel giro di una settimana mi sono ritrovato tutte le home page predefinite indirizzate a siti di gambling o i vari suoneriegratis.schif. Ho installato Firebird (ora Firefox) e eliminato fisicamente tutti i collegamenti a Internet Explorer. Da allora ho eliminato il 90% dei problemi.

    >
    > > Thunderbird per la posta- gratis
    > anche outlook express ma le aziende uniformano
    > tutto tramite
    > Exchange

    di cui si può tranquillamente fare a meno. In compenso se installi un server di posta Linux-based puoi permetterti di usare Spamassassin e ClamAV. Exchange ti protegge su gran parte di spam e worm?

    >
    > > VLC - per la musica e film - gratis
    > > Scribus per publishing - gratis

    niet alternative valide proprietarie? Deluso


    >
    > > NVU per fare siti internet - gratis
    > nelle aziende il sito HTML è cosa sconosciuta
    > ormai

    su questo ti do ragione, ma nelle scuole FrontPage e Dreamweaver (spesso clonati fino all'inverosimile) sono usatissimi

    >
    > > Gimp per ritocco fotografico e disegno- gratis
    > neanche lontanamente sufficiente per il lavoro
    > serio

    Ma... Rotola dal ridere

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/31...

    A titolo d'informazione si tratta di una mappa ricostruita lavorando con screenshot di Maps.Google lavorando sui livelli con Gimp.
    La mappa è ridotta in scala e risoluzione, 2 mega mi sembravano un po' eccessivi per una semplice mappa da postare su Wikipedia. cmq se vuoi l'originale...

    e non tirarmi in ballo la solita solfa dei canali


    >
    > > My SQL data base avanzati - gratis
    > limitato rispetto alle esigenze

    Quali esigenze? nel 90% delle scuole Access è inutilizzato perché ad usarlo sono 4 gatti, la gestione dati di solito è affidata a database proprietari predisposti con relative interfacce o a Excel. O vuoi dirmi che nelle scuole italiane SQL Server e Oracle sono strumenti indispensabili?

    Ma per favore, smettiamo di avere la testa tra le nuvole


    >
    > > e decine di altri tutti open source, gratis e
    > > tutto per windows
    > il software ad uso gratuito c'è n'è tanto ma non
    > basta mai. Poi nelle scuole date anche il sw
    > gratuito ma è una cosa che sarà
    > inutile
    >

    Si, certo. Entraci in una scuola e ne riparliamo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 06 ottobre 2006 15.52
    -----------------------------------------------------------
    gian_d
    10466
  • > Cosa intendi per condividere documenti in modo
    > ottimale? Nelle scuole è sufficiente una
    > directory condivisa con accesso riservato ad una
    do you know Sharepoint? no? aiaiaiaiai

    > Dimenticavo: da noi la quarta l'anno scorso, per
    > Economia agraria, ha lavorato tutto l'anno sui
    > fogli di calcolo.
    cioè, tu stai al quarto anno di economia agraria e parli di informatica con uno che ci lavora da anni? oh mio dio. Capisco che ai vecchiacci come me fa sempre bene stare attenti a quello che dicono i ragazzi ma se dovessi sostituire tutto il sistema con le tue idee altro che licenziarmi.

    > Excel? ma per favore....
    eccone un altro che crede che Excel serve per scrivere 2 formulette nelle celle e fare i grafici a torta.


    > Si, nel 2003 quando ho allestito la LAN, nel giro
    > di una settimana mi sono ritrovato tutte le home
    accidenti, ha allestito una LAN, complimenti, mandami un CV, proporrò la tua canditatura immediatamente


    > Da
    > allora ho eliminato il 90% dei
    > problemi.
    da quando qualche dipendente ha messo firefox ricevo continuamente richieste di macchine più potenti da parte dei dipendenti che dicono che il pc non c'è la fa.

    > di cui si può tranquillamente fare a meno.
    si vabbè

    > In
    > compenso se installi un server di posta
    > Linux-based puoi permetterti di usare
    > Spamassassin e ClamAV. Exchange ti protegge su
    > gran parte di spam e
    > worm?
    eccone un altro, lasciamo perdere.
    Sono sicuro che non avrai problemi a trovare lavoro nel settore informatico, ma stai attento, mi sembra che vuoi passare per grande esperto. Fatti un pò di gavetta, sai i nomi, ma non il senso delle cose


    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > Capisco che ai vecchiacci come
    > me fa sempre bene stare attenti a quello che
    > dicono i ragazzi

    Ma... Rotola dal ridere

    Grazie per avermi dato del ragazzo Con la lingua fuori
    gian_d
    10466

  • - Scritto da:
    > > Cosa intendi per condividere documenti in modo
    > > ottimale? Nelle scuole è sufficiente una
    > > directory condivisa con accesso riservato ad una
    > do you know Sharepoint? no? aiaiaiaiai
    >

    e lo usiamo a scuola dove su dei PII forse PIII ci carichiamo un office 2000 e ci abbracciamo la croce?

    No, infatti, compriamoci un Office xp, 2003 pagando un botto per avere funzionalità che nella scuola non servono ad alcunché...

    che volpi che siamo con i soldi degli altri (che poi sono i nostri)

    non+autenticato
  • Accaduto al sottoscritto nel 2001 in un istituto tecnico industriale statale

    Prof: cos'hai preparato?
    io: ho scritto questo programma in visualbasic
    prof: cos'è viscale besik?
    io: uhm? com'è cos'è? è un compilatore, serve per scrivere programmi.
    prof: ma che cavolo stai dicendo! dev'essere qualche americanata della malora, vattene via! dovevi studiare turbopascal e invece stai a perdere tempo con i videogiochi. vattene cosa ci fai ancora qua?

    La professoressa era una neolaureata, Quindi non
    aveva neppure la scusa di essere un dinosauro.
    AH! dimenticavo: presi un 2Sorride
    non+autenticato

  • > prof: ma che cavolo stai dicendo! dev'essere
    > qualche americanata della malora, vattene via!
    > dovevi studiare turbopascal e invece stai a
    > perdere tempo con i videogiochi. vattene cosa ci
    > fai ancora
    > qua?
    >
    > La professoressa era una neolaureata, Quindi non
    > aveva neppure la scusa di essere un dinosauro.
    > AH! dimenticavo: presi un 2Sorride

    Eh beh... Lo avrei fatto anche io al posto suo! Occhiolino

    Il turbo pascal è vecchio, ma ha un potenziale didattico stupefacente, specialmente se paragonato a quell'orrore chiamato VB.

    Scusa eh, ma insegnare il Visual Basic a scuola è un atto scellerato che andrebbe punito.

    TAD
  • Gli unici basic che meritano di esistere sono il qbasic (fino alla 5° elementare) ed il vecchio ma efficacissimo OPL su psion
    non+autenticato
  • tanto è vero che il turbo pascal è fallito morto sepolto magari qualcosa in Delphi e la concezione del sistema a procedure.
    Vb assomiglia a veri programmi OOO funziona e se vai in tutti i posti di lavoro trovi software in VBA
    non+autenticato

  • > Vb assomiglia a veri programmi OOO

    Che cosa??? VB assomiglia a programmi Object Oriented? E' questo quello che vuoi dire??? Dire che VB è Object Oriented è una cazzata di livello colossale.

    > funziona e se
    > vai in tutti i posti di lavoro trovi software in
    > VBA

    E' proprio questo il danno, ma ora capisco chi ha fatto questi meravigliosi programmi in VBA, gente che dice che il VBA è un linguaggio object oriented... DelusoDelusoDelusoDelusoDelusoDeluso

    TAD

  • - Scritto da: TADsince1995
    >
    > > Vb assomiglia a veri programmi OOO
    >
    > Che cosa??? VB assomiglia a programmi Object
    > Oriented? E' questo quello che vuoi dire??? Dire
    > che VB è Object Oriented è una cazzata di livello
    > colossale.
    >
    > > funziona e se
    > > vai in tutti i posti di lavoro trovi software in
    > > VBA
    >
    > E' proprio questo il danno, ma ora capisco chi ha
    > fatto questi meravigliosi programmi in VBA, gente
    > che dice che il VBA è un linguaggio object
    > oriented... DelusoDelusoDelusoDelusoDeluso
    >Deluso
    >
    > TAD
    VB.Net è un linguaggio OO.
    Nella versione 2005 ha anche i generics.
    Personalmente preferisco il C#, ha una sintassi più pulita ma VB.Net è adesso un vero linguaggio anche se purtroppo ci sono molti programmatori che non hanno ancora capito che significa programmare ad oggetti (anche in java comunque, le classi le usano solo per contenere i metodi, il concetto di ereditarietà la gente se lo dimentica sempre)
    non+autenticato

  • > VB.Net è un linguaggio OO.

    Infatti mi riferivo a VB6/VBA.

    > Nella versione 2005 ha anche i generics.
    > Personalmente preferisco il C#, ha una sintassi
    > più pulita ma VB.Net è adesso un vero linguaggio
    > anche se purtroppo ci sono molti programmatori
    > che non hanno ancora capito che significa
    > programmare ad oggetti

    E la causa è proprio la massa critica di programmatori abituati al punta-clicca-copia-incolla di VB, alla sua sintassi anni 80 e alla sua struttura che spinge più sulla velocità massima che sulla bontà del codice.

    > (anche in java comunque,
    > le classi le usano solo per contenere i metodi,
    > il concetto di ereditarietà la gente se lo
    > dimentica
    > sempre)

    E' vero. Ho visto codici agghiaccianti, di classi lunghe decine di migliaia di righe con centinaia di metodi tutti public static...

    Al solito vale la regola che il buon codice non lo fa il linguaggio ma il programmatore, ma se il linguaggio è un orrore che di certo non aiuta...

    TAD
  • > > VB.Net è un linguaggio OO.
    >
    > Infatti mi riferivo a VB6/VBA.

    Perché VBA non sarebbe un linguaggio OO?
    (chiedo) Newbie, inesperto

  • - Scritto da:
    > Accaduto al sottoscritto nel 2001 in un istituto
    > tecnico industriale
    > statale
    >
    > Prof: cos'hai preparato?
    > io: ho scritto questo programma in visualbasic
    > prof: cos'è viscale besik?
    > io: uhm? com'è cos'è? è un compilatore, serve per
    > scrivere
    > programmi.
    > prof: ma che cavolo stai dicendo! dev'essere
    > qualche americanata della malora, vattene via!
    > dovevi studiare turbopascal e invece stai a
    > perdere tempo con i videogiochi. vattene cosa ci
    > fai ancora
    > qua?
    >
    > La professoressa era una neolaureata, Quindi non
    > aveva neppure la scusa di essere un dinosauro.
    > AH! dimenticavo: presi un 2Sorride

    non oso immaginare che laurea avesse Sorride

    ps. il visualbasic è un interprete e l'ho usato per farci la tesi.
    non+autenticato

  • > prof: ma che cavolo stai dicendo! dev'essere
    > qualche americanata della malora, vattene via!
    > dovevi studiare turbopascal e invece stai a
    > perdere tempo con i videogiochi. vattene cosa
    > ci fai ancora qua?

    Io ci avrei detto, perche' il TurboPasquale chi lo fanno? I Genovesi con il pesto?

    >
    > La professoressa era una neolaureata, Quindi
    > non aveva neppure la scusa di essere un
    > dinosauro. AH! dimenticavo: presi un 2Sorride

    Io non avrei ceduto facilmente, anzi..

    Caso limite avrei preso il turbo pasquale e avrei fatto il programma nel modo piu' incasinato possibile, a costo di metterci istruzioni in assembler, unit a catena, piu' tutto quello che mi capitava in mente....
    Correggo, e' proprio quello che facevo..... Sorride

    Il primo assistente di informatica, mi diceva che ero l'ufficio complicazioni affari semplici.

    Non so se era corretto, ma prendevo questo come uno stimolo a fare ancora di piu' Sorride.

CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)