Ritorna Vola con Internet, bonus PC ai 16enni

Ieri la conferma del Governo: pronto lo sconto di 175 euro per l'acquisto di un PC da parte dei nati nel 1990. Una novità attesa da tempo. Costerà all'Erario 8 milioni di euro

Roma - Con un annuncio ufficiale ieri il Governo ha dato il via ad una nuova edizione dell'iniziativa Vola con Internet, che prevede l'erogazione di uno sconto da 175 euro per l'acquisto di PC desktop o portatili a favore dei cittadini italiani che sono nati nel 1990.

Già in questi giorni i 16enni d'Italia iniziano a ricevere le lettere con cui il ministro per l'Innovazione nella PA fa sapere loro come ottenere il bonus per il computer, che dovrà disporre di una configurazione minima standard: processore, hard disk, sistema operativo (non si specifica quale) e modem per la connessione ad Internet.

I promotori dell'iniziativa, i ministri Nicolais e Melandri, informano che la nuova tornata di sconti ha richiesto uno stanziamento di 8 milioni di euro, rivolto ad un "pubblico potenziale" di 600mila 16enni. Ciò significa che non ce n'è per tutti: per questo il Governo avverte che, una volta esaurito il fondo, non vi saranno ulteriori erogazioni, anche se ciò dovesse accadere prima del prossimo 20 marzo, data di scadenza dell'iniziativa.
La nota informa anche oggi "solo il 66% degli studenti italiani utilizza abitualmente, e cioè, almeno una volta alla settimana, la rete (e il 19% non l'ha mai usata) a fronte del 98% di studenti islandesi e svedesi e di una media dei Paesi dell'Unione pari all'79% (dati Eurostat relativi all'anno 2005)".

"Alle ragazze e ai ragazze" - recita letteralmente la nota - viene quindi proposto per la quarta volta un bonus che, al contrario di quanto accaduto con le prime edizioni, non prevede ulteriori sconti per corsi di alfabetizzazione informatica, già all'epoca controversi e contestati. La cosa comunque dovrebbe essere superata dalla prossima edizione, quando il Governo "aggiornerà i suoi obiettivi affrontando anche il tema della diffusione dell'alfabetizzazione informatica come ulteriore strumento di contrasto del digital divide. Nelle prossime edizioni, infatti, è intenzione del Governo utilizzare il bonus per diffondere tra i ragazzi le conoscenze necessarie ad utilizzare al meglio le nuove tecnologie. Perché, come i giovani ben sanno, si tratta di competenze che se non sono aggiornate rapidamente, rapidamente decadono".

Tutte le info sul progetto, sulle modalità dello sconto e sui rivenditori convenzionati possono essere ottenute al numero 840.000.160, il cui primo scatto - specifica la nota - "è a carico di chi chiama". Per evitare addebiti si può ricorrere alle pagine dedicate sul portale Italia.gov.
48 Commenti alla Notizia Ritorna Vola con Internet, bonus PC ai 16enni
Ordina
  • La sospensione di Vola con internet (legge dello Stato) era fino al 30 settembre. In uno stato di diritto, dal 1 ottobre sarebbe ripreso automaticamente. In una repubblica delle banane, invece, la sospensione viene prorogata de facto. A questo si aggiunga che, approssimandosi una stangata, si _ANNUNCIA_ che sarà ripresa l'iniziativa. Si annuncia e basta, dato che nessun rivenditore può, anche a fronte di PIN regolarmente rilasciato, applicare lo sconto. Che vergogna!
    non+autenticato
  • Scusate, ma non sarebbe meglio che i finanziamenti venissero dati in base al reddito?
    Una famiglia che sta bene economicamente non ha bisogno di aiuti statali per comprare il pc al figlio, mentre quei soldi sarebbero più utili per pagare pc+connessione internet ad un ragazzino di una famiglia dal reddito basso.

    Dato che lo stato italiano è messo molto male economicamente, non sarebbe meglio evitare gli sprechi da qualsiasi parte, finanziando solo chi ne ha realmente bisogno?

    Lo dico io che sono benestante.
    non+autenticato
  • In Italia un gioielliere dichiara 15.000 euro lordi l'anno e su livelli inferiori di reddito sono gli altri commercianti.

    Secondo i redditi dichiarati, un commesso guadagna meno del titolare di un esercizio.

    In Italia se si usa il reddito dichiarato come metro non si fa altro che perpetrare ulteriori ingiustizie.

    Ora scusatemi, ma sono un dipendente con un buon stipendio (e quindi ricco secondo il governo): devo andare sul mio panfilo da 20 milioni di euro (quello del manifesto di Rifondazione Comunista).
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > In Italia un gioielliere dichiara 15.000 euro
    > lordi l'anno e su livelli inferiori di reddito
    > sono gli altri
    > commercianti.
    >
    > Secondo i redditi dichiarati, un commesso
    > guadagna meno del titolare di un
    > esercizio.
    >
    > In Italia se si usa il reddito dichiarato come
    > metro non si fa altro che perpetrare ulteriori
    > ingiustizie.
    >
    > Ora scusatemi, ma sono un dipendente con un buon
    > stipendio (e quindi ricco secondo il governo):
    > devo andare sul mio panfilo da 20 milioni di euro
    > (quello del manifesto di Rifondazione
    > Comunista).

    Hai ragionissima, purtroppo! Triste
    Hai visto anche tu il servizio delle Iene? Occhiolino
    non+autenticato
  • non tutti gli autonomi sono gioiellieri, non tutti guadagnano meno dei propri dipendenti, motli guadangnao coem un dipendente realmente e pagano tutte le tasse, l'evasione è solo per una parte degli autonomi, le grandi aziende non pagano mai tasse perchè sono sempre in perdita o pareggio, gli insegnanti fanno lezioni a nero per 30/35 euro l'ora, molti muratori, decoratori, elettricisti ecc hanno un secondo lavoro a nero oltre a quello da dipendente. alcuni, coem visto ieri su porta a porta hanno la barca e sonod ipendneti pubblici (1 barca da 60 mila euro da 8 mt = un camper che può costare anche 80 mila euro, però se ha la barca sei ricco se hai il camper sei un poveraccio che risparmia sulle vacanze... insomma in italia si evade molto (ma si ha anche una delle più pesanti tassazioni europee a fronte di servizi tra i peggiori) ma lo fanno tutti gli italiani, le casilinghe che fanno pulizie a ore sono evasori totali ecc.. per cui per favore basta con l'assioma evasore=autonomo. l'evasione è = a italiano. forse meno tasse per tutti e tutti pagano le tasse sarebbe più equo ora come ora colpire l'evasione va bene ma tutta l'evasione non solo quella che non è operaia
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > non tutti gli autonomi sono gioiellieri, non
    > tutti guadagnano meno dei propri dipendenti,

    Appunto: molti (grande maggioranza, ma purtroppo non posso portarti prove ufficiali ISTAT perchè sarebbero falsate dalle dichiarazioni non veritiere...) guadagnano di più dei dipendenti.

    > motli guadangnao coem un dipendente realmente e
    > pagano tutte le tasse,

    Sei un autonomo, vero?

    > l'evasione è solo per una
    > parte degli autonomi, le grandi aziende non
    > pagano mai tasse perchè sono sempre in perdita o
    > pareggio,

    Deluso

    > gli insegnanti fanno lezioni a nero per
    > 30/35 euro l'ora,

    Allora potrei anche io obiettarti che non tutti lo fanno... e, comunque, uno stipendio medio di un insegnante è ben diverso da uno stipendio medio *reale* di un autonomo...

    > molti muratori, decoratori,
    > elettricisti ecc hanno un secondo lavoro a nero
    > oltre a quello da dipendente.

    Se sono autonomi -> guadagnano, guadagnano. Proprio perchè molte volte non dichiarano o dichiarano molto poco.
    Se sono dipendenti -> avrano un reddito basso (non certo come quello *reale* di un autonomo medio) quindi arrotondano con i lavori in nero.

    > alcuni, coem visto
    > ieri su porta a porta hanno la barca e sonod
    > ipendneti pubblici (1 barca da 60 mila euro da 8
    > mt = un camper che può costare anche 80 mila
    > euro, però se ha la barca sei ricco se hai il
    > camper sei un poveraccio che risparmia sulle
    > vacanze...

    Sarà *intestata* a loro che, se dipendenti, risultano con reddito medio-basso. In realtà avranno qualche parente (marito/moglie? figli? genitori?) con uno stipendio elevato/una cospicua eredità/una buona pensione... Prendi l'insegnnate che ha lo stipendio medio di 1400€/mese e vedi che anche arrotondando la barca non la compra

    > insomma in italia si evade molto (ma
    > si ha anche una delle più pesanti tassazioni
    > europee a fronte di servizi tra i peggiori) ma lo
    > fanno tutti gli italiani, le casilinghe che fanno
    > pulizie a ore sono evasori totali ecc..

    Stesso discorso di sopra: basta adattarlo al contesto.

    > per cui
    > per favore basta con l'assioma evasore=autonomo.

    Per dire davvero "basta" bisognerebbe che gli autonomi che evadono dimostrassero un pò più di corretteza. Ormai, si sa, gran parte degli autonomi non dichiara il reale. Non chiedermi link perchè se ufficilamente, appunto, dichiarano meno le statistiche risultano falsate...

    > l'evasione è = a italiano.

    aggiungo: solitamente facente parte della categoria "autonomo medio" con lavoro in proprio

    > forse meno tasse per
    > tutti e tutti pagano le tasse sarebbe più equo
    > ora come ora colpire l'evasione va bene ma tutta
    > l'evasione non solo quella che non è
    > operaia

    Certo! Però capisci che chi ha un reddito alto può pagare più tasse rispetto ad un operaio... la ruota però non gira se gli autonomi dichiarano un guadagno davvero inferiore rispetto al reale...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > non tutti gli autonomi sono gioiellieri, non
    > > tutti guadagnano meno dei propri dipendenti,
    >
    > Appunto: molti (grande maggioranza, ma purtroppo
    > non posso portarti prove ufficiali ISTAT perchè
    > sarebbero falsate dalle dichiarazioni non
    > veritiere...) guadagnano di più dei
    > dipendenti.
    >
    > > motli guadangnao coem un dipendente realmente e
    > > pagano tutte le tasse,
    >
    > Sei un autonomo, vero?
    >
    > > l'evasione è solo per una
    > > parte degli autonomi, le grandi aziende non
    > > pagano mai tasse perchè sono sempre in perdita o
    > > pareggio,
    >
    > Deluso
    >
    > > gli insegnanti fanno lezioni a nero per
    > > 30/35 euro l'ora,
    >
    > Allora potrei anche io obiettarti che non tutti
    > lo fanno... e, comunque, uno stipendio medio di
    > un insegnante è ben diverso da uno stipendio
    > medio *reale* di un
    > autonomo...
    >
    > > molti muratori, decoratori,
    > > elettricisti ecc hanno un secondo lavoro a nero
    > > oltre a quello da dipendente.
    >
    > Se sono autonomi -> guadagnano, guadagnano.
    > Proprio perchè molte volte non dichiarano o
    > dichiarano molto
    > poco.
    > Se sono dipendenti -> avrano un reddito basso
    > (non certo come quello *reale* di un autonomo
    > medio) quindi arrotondano con i lavori in
    > nero.
    >
    > > alcuni, coem visto
    > > ieri su porta a porta hanno la barca e sonod
    > > ipendneti pubblici (1 barca da 60 mila euro da 8
    > > mt = un camper che può costare anche 80 mila
    > > euro, però se ha la barca sei ricco se hai il
    > > camper sei un poveraccio che risparmia sulle
    > > vacanze...
    >
    > Sarà *intestata* a loro che, se dipendenti,
    > risultano con reddito medio-basso. In realtà
    > avranno qualche parente (marito/moglie? figli?
    > genitori?) con uno stipendio elevato/una cospicua
    > eredità/una buona pensione... Prendi l'insegnnate
    > che ha lo stipendio medio di 1400€/mese e
    > vedi che anche arrotondando la barca non la
    > compra
    >
    > > insomma in italia si evade molto (ma
    > > si ha anche una delle più pesanti tassazioni
    > > europee a fronte di servizi tra i peggiori) ma
    > lo
    > > fanno tutti gli italiani, le casilinghe che
    > fanno
    > > pulizie a ore sono evasori totali ecc..
    >
    > Stesso discorso di sopra: basta adattarlo al
    > contesto.
    >
    > > per cui
    > > per favore basta con l'assioma evasore=autonomo.
    >
    > Per dire davvero "basta" bisognerebbe che gli
    > autonomi che evadono dimostrassero un pò più di
    > corretteza. Ormai, si sa, gran parte degli
    > autonomi non dichiara il reale. Non chiedermi
    > link perchè se ufficilamente, appunto, dichiarano
    > meno le statistiche risultano
    > falsate...
    >
    > > l'evasione è = a italiano.
    >
    > aggiungo: solitamente facente parte della
    > categoria "autonomo medio" con lavoro in
    > proprio
    >
    > > forse meno tasse per
    > > tutti e tutti pagano le tasse sarebbe più equo
    > > ora come ora colpire l'evasione va bene ma tutta
    > > l'evasione non solo quella che non è
    > > operaia
    >
    > Certo! Però capisci che chi ha un reddito alto
    > può pagare più tasse rispetto ad un operaio... la
    > ruota però non gira se gli autonomi dichiarano un
    > guadagno davvero inferiore rispetto al
    > reale...

    Ma non è così, i tuoi sono solo i soliti luoghi comuni!!!
    Tu intendi come autonomo, BERLUSCONI!!!
    Ebbene, non tutti gli autonomi sono BERLUSCONI!!!
    Forse non conosci le microimprese!
    Le microimprese, sono quelle di coloro che non avendo trovato mai in vita loro "santi in paradiso" che offrissero loro il posto fisso, per non morire di fame, sono stati costretti ad aprirsi un'attività in proprio, andando ad elemosinare soldi in giro fra i parenti (non le banche, perchè se sei un morto di fame, le banche non ti guardano neanche in facci) per le spese iniziali, e che ogni mese riescono a prendere netti, esattamente quello che prende un dipendente, con la differenza, che il dipendente prende ciò che gli spetta, pulito e senza rogne, l'autonomo microimprenditore, invece deve andare dal commercialista per sapere quanto ha guadagnato, e pagarlo profumatamente!!!
    Considera, anche, che a coloro in questa situazione, non vengono neanche date le stesse condizioni e garanzie che ha un dipendente, e cioè, malattia, assicurazione, pensione, prestiti, ecc.
    Se stai male o vai lavorare malato o non guadagni, l'INPS, non ti paga nulla; al dipendente l'INPS paga dopo 3 giorni il 50% dello stipendio, un altro 25% lo paga il datore di lavoro, ed il restante 25 lo perde, ma meglio di il 75% di niente. Se sei donna in maternità non prendi nulla!
    Se ti fai male, l'INAIL non ti paga gl'infortuni, ma ti risarcisce solo in casi gravi o se muori.
    Quando vai in pensione, prendi poco più della minima sociale.
    Se vai in banca o devi acquistare qualcosa con un finanziamento o un mutuo, essendo un microimprenditore, non ti danno nulla, perchè, a differenza del dipendente al quale può essere aggredito lo stipendio alla fonte tramite decreto ingiuntivo del Giudice, al microimprenditore, no, proprio perchè privo di garanzie. Pertanto, si è costretti addirittura a prensersi un'automobile usata in contanti, e non nuova a rate come il dipendente.
    Inoltre, sappi che le microimprese, sono almeno il 60% delle imprese, quindi non sono tutti BERLUSCONI!
    Prima di fare determinate affermazioni, almeno dovete sapere di cosa si parla.
    Smettiamola con il paragonare obbligatoriamente il titolare di partita I.V.A. con un evasore, perchè non è detto che sia sempre così!!!
    Se si vuole evadere davvero, sai come si fa? E' molto semplice!
    Ci si apre una società di capitali S.R.L. o S.p.A., con un capitale sociale minimo, si evade totalmente, e si fa risultare il minimo obbligatorio per le imposte, ma anche se non si paga nulla, dichiari fallimento, e più del capitale sociale, non possono prendersi, perchè il fallimento colpisce solo la società, dato che vi è la responsabilità limitata al capitale sociale! Nel frattempo hai fatto in tempo a portarti i soldi in SVIZZERA!!!
    Quindi, ribadisco smettiamo di dire autonomo=evasore, perchè così, non è!!!
    Nickmio
    non+autenticato
  • > Ma non è così, i tuoi sono solo i soliti luoghi
    > comuni!!!
    > Tu intendi come autonomo, BERLUSCONI!!!
    > Ebbene, non tutti gli autonomi sono BERLUSCONI!!!
    > Forse non conosci le microimprese!
    > Le microimprese, sono quelle di coloro che non
    > avendo trovato mai in vita loro "santi in
    > paradiso" che offrissero loro il posto fisso, per
    > non morire di fame, sono stati costretti ad
    > aprirsi un'attività in proprio, andando ad
    > elemosinare soldi in giro fra i parenti (non le
    > banche, perchè se sei un morto di fame, le banche
    > non ti guardano neanche in facci) per le spese
    > iniziali, e che ogni mese riescono a prendere
    > netti, esattamente quello che prende un
    > dipendente, con la differenza, che il dipendente
    > prende ciò che gli spetta, pulito e senza rogne,
    > l'autonomo microimprenditore, invece deve andare
    > dal commercialista per sapere quanto ha
    > guadagnato, e pagarlo
    > profumatamente!!!
    > Considera, anche, che a coloro in questa
    > situazione, non vengono neanche date le stesse
    > condizioni e garanzie che ha un dipendente, e
    > cioè, malattia, assicurazione, pensione,
    > prestiti,
    > ecc.
    > Se stai male o vai lavorare malato o non
    > guadagni, l'INPS, non ti paga nulla; al
    > dipendente l'INPS paga dopo 3 giorni il 50% dello
    > stipendio, un altro 25% lo paga il datore di
    > lavoro, ed il restante 25 lo perde, ma meglio di
    > il 75% di niente. Se sei donna in maternità non
    > prendi
    > nulla!
    > Se ti fai male, l'INAIL non ti paga gl'infortuni,
    > ma ti risarcisce solo in casi gravi o se
    > muori.
    > Quando vai in pensione, prendi poco più della
    > minima
    > sociale.
    > Se vai in banca o devi acquistare qualcosa con un
    > finanziamento o un mutuo, essendo un
    > microimprenditore, non ti danno nulla, perchè, a
    > differenza del dipendente al quale può essere
    > aggredito lo stipendio alla fonte tramite decreto
    > ingiuntivo del Giudice, al microimprenditore, no,
    > proprio perchè privo di garanzie. Pertanto, si è
    > costretti addirittura a prensersi un'automobile
    > usata in contanti, e non nuova a rate come il
    > dipendente.
    > Inoltre, sappi che le microimprese, sono almeno
    > il 60% delle imprese, quindi non sono tutti
    > BERLUSCONI!
    > Prima di fare determinate affermazioni, almeno
    > dovete sapere di cosa si
    > parla.
    > Smettiamola con il paragonare obbligatoriamente
    > il titolare di partita I.V.A. con un evasore,
    > perchè non è detto che sia sempre
    > così!!!
    > Se si vuole evadere davvero, sai come si fa? E'
    > molto
    > semplice!
    > Ci si apre una società di capitali S.R.L. o
    > S.p.A., con un capitale sociale minimo, si evade
    > totalmente, e si fa risultare il minimo
    > obbligatorio per le imposte, ma anche se non si
    > paga nulla, dichiari fallimento, e più del
    > capitale sociale, non possono prendersi, perchè
    > il fallimento colpisce solo la società, dato che
    > vi è la responsabilità limitata al capitale
    > sociale! Nel frattempo hai fatto in tempo a
    > portarti i soldi in
    > SVIZZERA!!!
    > Quindi, ribadisco smettiamo di dire
    > autonomo=evasore, perchè così, non
    > è!!!
    > Nickmio

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/1...

    ma ovviamente è la stampa strumentalizzata e corrotta, vero??!
    non+autenticato

  • http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/1
    >
    > ma ovviamente è la stampa strumentalizzata e
    > corrotta,
    > vero??!
    No, non è la solita stampa strumentalizzata e corrotta, bensì, la tua testa è corrotta, dato che non hai letto minimamente, ciò che ti ho risposto!!!
    Ma, allora, dato che secondo te, il lavoro autonomo, è bello, perchè, invece di fare il dipendente, magari con un bel posto avuto tramite raccomandazione di ferro, non ti dimetti, ed inizi a fare l'autonomo anche tu?
    Che, mancano i diritti e le garanzie che hai come dipendente?
    Hai paura, vero?!?
    Eh, è proprio vero, per fare il lavoro autonomo, o si deve essere proprio disperati, o ci vogliono gli attributi cubici!!!
    E tu, mi dispiace per te, non sei né l'uno, né l'altro!!!
    Nickmio
    non+autenticato
  • A breve una petizione per sbloccare i 9 milioni di euro necessari per far partire Vai con Internet 2006 - pc alle famiglie - www.fdambrosio.net
    non+autenticato
  • Sono finiti i soldi.. www.italia.it
    non+autenticato
  • Non credo, visto che al Cinema vengono regalati 60 milioni di euro.
    http://www.fdambrosio.net/archives/263
    non+autenticato
  • dall'articolo: "non prevede ulteriori sconti per corsi di alfabetizzazione informatica"

    però su italia.gov si afferma

    "Il progetto "Vola con Internet 2006" consente, come negli anni passati, ai ragazzi nati nel 1990 di usufruire di un bonus di 175 euro, erogato sotto forma di sconto sul prezzo finale, per l'acquisto di un pc con connessione a Internet e di conseguire una certificazione delle conoscenze informatiche di base a prezzi agevolati."

    negli anni scorsi, le agevolazioni per l'acquisizione della certificazone sono state stabilite e attivate alcuni mesi più tardi del lancio di "vola con iternet".

    ciao
    roberto
    non+autenticato
  • dare un bonus per l'acquisto di un pc e non quello per la certificazione informatica....

    Tanto vale regalare una PS2 o una XBOX...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > dare un bonus per l'acquisto di un pc e non
    > quello per la certificazione
    > informatica....
    >
    > Tanto vale regalare una PS2 o una XBOX...

    certificazioneSorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride Sorride

    l'importante è l'astrezzo, poi per i corsi qualcosa si trova, hai mai visto lezionionline.net ?...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)