UE verso la licenza obbligatoria per i video web

Il governo inglese si sta adoperando per tentare di impedire il colpaccio che finirebbe per imporre oneri e richieste di autorizzazione a qualsiasi sito che riproduca i contenuti video degli utenti

Londra - L'allarme lo ha lanciato il Times: l'autorevole quotidiano britannico ha dedicato un approfondimento ad una proposta di direttiva europea che, a detta di Londra, potrebbe mettere nell'angolo i siti di video sharing, quelli realizzati con i contributi video inviati dagli utenti.

La proposta di direttiva, nota come TWF - Television Without Frontiers, spiega al Times il ministro del Broadcasting britannico Shaun Woodward, è pericolosa: "Supponiamo che qualcuno metta su un sito web amatoriale dedicato al proprio club rugbystico, che vi carichi sopra dei video e poi aggiunga un link pubblicitario al locale negozio di articoli sportivi. In quel momento diverrebbe un fornitore di immagini in movimento e avrebbe bisogno di una licenza nonché di aderire ai regolamenti europei".

Il nocciolo del problema sta nel fatto che il concetto di televisione viene esteso, nella proposta redatta dalla Commissione europea, anche ai videoclip realizzati con i cellulari piuttosto che a qualsiasi servizio di video-on-demand.
Londra sta quindi perorando una controproposta che verte su una ridefinizione del concetto di televisione. "Si tratta di buon senso - dichiara Woodward - Se si guarda un programma televisivo, e ci appare come un programma televisivo, probabilmente si tratta di un programma televisivo. Una trasmissione realizzata da una emittente sulla rete può essere coperta da una estensione delle leggi che già esistono in materia. Ma i videoclip caricati da chiunque in rete non sono televisione. YouTube e MySpace non dovrebbero subire regolamentazioni".

Tra i rischi individuati dal governo londinese c'è anche quello di spingere al di fuori dell'Unione Europea i progetti di video sharing, visto che altrove non sarebbero appesantiti da oneri ingiustificati. Senza contare che i costi di licenza e l'adesione a certi standard regolamentari potrebbero rivelarsi troppo pesanti per una nuova iniziativa concorrente a quelle già esistenti.

Le perplessità del Governo sono peraltro condivise anche in Parlamento. La House of Lords proprio in questi giorni ha attivato un primo approfondimento sulla proposta di direttiva. Se ne occuperà la Commissione che veglia sui rapporti con l'Unione Europea e, a detta del suo chairman, Lord Woolmer, "il Regno Unito è tra i pionieri dei nuovi media e delle trasmissioni alternative in Europa e noi tendiamo ad assicurarci che le proposte non danneggino questa industria emergente cercando di ingabbiarla in regolamenti comunitari".

Al momento, Londra sta cercando consenso tra i partner europei perché la direttiva sia modificata e ha fin qui trovato una rispondenza solo nella Repubblica Slovacca. Ma Woodward si dice certo che con l'approssimarsi del 13 novembre, quando della faccenda discuterà il Consiglio dei Ministri europei, le posizioni "contro" si moltiplicheranno.
38 Commenti alla Notizia UE verso la licenza obbligatoria per i video web
Ordina
  • qualcuno dovrebbe pubblicare i video dei parlamentari europei nel momento in cui propongo questo tipo di leggi insulse.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > qualcuno dovrebbe pubblicare i video dei
    > parlamentari europei nel momento in cui propongo
    > questo tipo di leggi
    > insulse.

    si manco avessero bombe carta e passamontagna.A bocca aperta
    non+autenticato
  • "Supponiamo che qualcuno metta su un sito web amatoriale dedicato al proprio club rugbystico, che vi carichi sopra dei video e poi aggiunga un link pubblicitario al locale negozio di articoli sportivi. In quel momento diverrebbe un fornitore di immagini in movimento e avrebbe bisogno di una licenza nonché di aderire ai regolamenti europei"


    praticamente sono in questa condizione anche i siti che hanno un banner e che pubblicano materiali di altri anche se in creativecommons se sono in non-commercial

    Triste

    dipende tutto dalla "magnanimità" di chi ha la possibilità di denunciare.

    è uno strumento in mano a chi vuol far chiudere gli altri , se questi non hanno soldini alla mano
    non+autenticato
  • Ennesima idiozia, ennesimo balzello burocratico senza senso.
    I siti web moriranno tutti nell' UE. Dopo questa passeranno a vietare le immagini senza autorizzazione, poi l'audio e quindi di fare citazione di articoli. Il tutto ovviamente per difendere i diritti d'autore, eh!

    Siamo in pieno medioevo. L' UE socialista è proprio la nuova URSS, in mano a drogati '68ini.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Ennesima idiozia, ennesimo balzello burocratico
    > senza senso.
    >
    > I siti web moriranno tutti nell' UE. Dopo questa
    > passeranno a vietare le immagini senza
    > autorizzazione, poi l'audio e quindi di fare
    > citazione di articoli. Il tutto ovviamente per
    > difendere i diritti d'autore, eh!
    >
    >
    > Siamo in pieno medioevo. L' UE socialista è
    > proprio la nuova URSS, in mano a drogati
    > '68ini.

    No, è in mano alla cricca finanziaria composta dalle banche, dalle assicurazioni e dagli speculatori di borsa.
    Cioè a tutta quella gente che è diventata stramiliardaria senza aver mai lavorato un giorno e che, quindi, per affinità "fancazzista" è più vicina ai vari partiti della sinistra (hai mai visto un "sinistro" lavorare?), ma non solo.
    Queste trovate non nascono nelle zucche vuote di chi ci governa.
    Nascono, invece, tra una tirata di coca e l'altra nei club esclusivi della city, piuttosto che nelle salette riservate del Billionare (paese che vai, troiaio che trovi)....
    non+autenticato
  • Ma questa gente non si rende conto di essere seduta sopra ad una bomba ad orologeria??
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > Ennesima idiozia, ennesimo balzello burocratico
    > > senza senso.

    > > Siamo in pieno medioevo. L' UE socialista è
    > > proprio la nuova URSS, in mano a drogati
    > > '68ini.
    >
    > No, è in mano alla cricca finanziaria composta
    > dalle banche, dalle assicurazioni e dagli
    > speculatori di
    > borsa.
    > Cioè a tutta quella gente che è diventata
    > stramiliardaria senza aver mai lavorato un giorno
    > e che, quindi, per affinità "fancazzista" è più
    > vicina ai vari partiti della sinistra (hai mai
    > visto un "sinistro" lavorare?), ma non solo.
    >
    > Queste trovate non nascono nelle zucche vuote di
    > chi ci governa.
    >
    > Nascono, invece, tra una tirata di coca e l'altra
    > nei club esclusivi della city, piuttosto che
    > nelle salette riservate del Billionare (paese che
    > vai, troiaio che
    > trovi)....

    quoto quanto sopra e aggiungo:
    il fatto che a "preoccuparsi" di cose del genere sia la Camera dei Lord inglese, l'ultimo retaggio feudale in tutta Europa, ovvero chi legiferava (ora ha solamente poteri consultivi) per diritto di nascita;

    mi fa riflettere e preoccupare il fatto che le loro proposte siano più sensate di quelle dei deputati eletti democraticamente che non sanno cosa sia la consob oppure pensano che il Darfur sia una nuova catena di ristoranti mordi e fuggi ....

    no so voi ma io sono rattristato...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > Siamo in pieno medioevo. L' UE socialista è
    > > proprio la nuova URSS, in mano a drogati
    > > '68ini.

    Te vedi i socialisti e i comunisti dappertutto. Ma lo sai che nel parlamento europeo la maggioranza ce l'ha il partito popolare, che non sono proprio di sinistra.

    >
    > No, è in mano alla cricca finanziaria composta
    > dalle banche, dalle assicurazioni e dagli
    > speculatori di
    > borsa.
    > Cioè a tutta quella gente che è diventata
    > stramiliardaria senza aver mai lavorato un giorno
    > e che, quindi, per affinità "fancazzista" è più
    > vicina ai vari partiti della sinistra (hai mai
    > visto un "sinistro" lavorare?)

    Si. (ovviamente non parlo dei fricchettoni figli di papà)
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > - Scritto da:
    > > > Siamo in pieno medioevo. L' UE socialista è
    > > > proprio la nuova URSS, in mano a drogati
    > > > '68ini.
    >
    > Te vedi i socialisti e i comunisti dappertutto.
    > Ma lo sai che nel parlamento europeo la
    > maggioranza ce l'ha il partito popolare, che non
    > sono proprio di
    > sinistra.

    Considerando che nel PPE ci sono anche i partiti di sinistra cattolica come la Margherita...


    non+autenticato
  • Veramente ci si mettono pure gli USA, che non sono socialisti, con la messa al bando dei siti di scommesse online (che possono operare invece in Europa) e infatti i titoli delle società quotate sono crollati....

    E poi non dimentichiamoci che in Europa non esiste la libertà di espressione (hate speech) a differenza degli USA, quindi il problema è di fondo ed è precedente alla direttiva sulle TV.

    non+autenticato
  • Ma perchè si cerca di criminalizzare qualsiasi attività sul Web, P2P, Messa in rete di Blog, Link, gli stessi siti che vorrebbero parificarli ad una attività editoriale.
    Mai possibile che si debba asfizziare sempre il cittadino con regole e impedimenti burocratici anche dove non sia necessario?
    Siamo proprio sicuri che questa concezione di Europa sia utile allo sviluppo economico e culturale dell'Italia?
    A me sembra solo di assistere ad un raddoppio delle norme e dei vincoli legislativi, ad una stagnazione economica ed aumenti progressivi dell'imposizione fiscale. Prima della famigerata convergenza monetaria per la moneta unica mi sembrava che le cose per l'ITALIA andassero meglio e a vedere l'Inghilterra che ne è rimasta fuori è ha da anni indici di crescita che Noi ci sogniamo, viene da pensare che i cosiddetti euroscettici avessero ragione.

  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Ma perchè si cerca di criminalizzare qualsiasi
    > attività sul Web, P2P, Messa in rete di Blog,
    > Link, gli stessi siti che vorrebbero parificarli
    > ad una attività
    > editoriale.
    > Mai possibile che si debba asfizziare sempre il
    > cittadino con regole e impedimenti burocratici
    > anche dove non sia
    > necessario?
    > Siamo proprio sicuri che questa concezione di
    > Europa sia utile allo sviluppo economico e
    > culturale
    > dell'Italia?
    > A me sembra solo di assistere ad un raddoppio
    > delle norme e dei vincoli legislativi, ad una
    > stagnazione economica ed aumenti progressivi
    > dell'imposizione fiscale. Prima della famigerata
    > convergenza monetaria per la moneta unica mi
    > sembrava che le cose per l'ITALIA andassero
    > meglio e a vedere l'Inghilterra che ne è rimasta
    > fuori è ha da anni indici di crescita che Noi ci
    > sogniamo, viene da pensare che i cosiddetti
    > euroscettici avessero
    > ragione.

    D'accordo sulla prima parte, in completo disaccordo sulla seconda.

    L'Italia non è l'Inghilterra, e la lira non è la sterlina.

    Con i vari scandali economici, tra cui Cirio e Parmalat, e non meno importante quello calcistico, con le società sportive quotate in borsa, senza l'euro oggi la lira italiana probabilmente varrebbe quanto il peso argentino.
    non+autenticato
  • Si l'Italia non e' l'inghilterra.Quest'ultima e' una vera potenza mondiale nel commercio,eredita' dell'antico Impero coloniale.....l'italietta del resto ha sempre finanziato la sua competitivita' sulla svalutazione monetaria,anche se bisogna essere onesti,nel dopoguerra si era messa sulla retta via dal punto di vista industriale.L'unica cosa che di "finanziario" e' rimasto sono le scalate fatte da personaggi senza nemmeno un soldo.....
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > Ma perchè si cerca di criminalizzare qualsiasi
    > > attività sul Web, P2P, Messa in rete di Blog,
    > > Link, gli stessi siti che vorrebbero parificarli
    > > ad una attività
    > > editoriale.
    > > Mai possibile che si debba asfizziare sempre il
    > > cittadino con regole e impedimenti burocratici
    > > anche dove non sia
    > > necessario?
    > > Siamo proprio sicuri che questa concezione di
    > > Europa sia utile allo sviluppo economico e
    > > culturale
    > > dell'Italia?
    > > A me sembra solo di assistere ad un raddoppio
    > > delle norme e dei vincoli legislativi, ad una
    > > stagnazione economica ed aumenti progressivi
    > > dell'imposizione fiscale. Prima della famigerata
    > > convergenza monetaria per la moneta unica mi
    > > sembrava che le cose per l'ITALIA andassero
    > > meglio e a vedere l'Inghilterra che ne è rimasta
    > > fuori è ha da anni indici di crescita che Noi ci
    > > sogniamo, viene da pensare che i cosiddetti
    > > euroscettici avessero
    > > ragione.
    >
    > D'accordo sulla prima parte, in completo
    > disaccordo sulla
    > seconda.
    >
    > L'Italia non è l'Inghilterra, e la lira non è la
    > sterlina.
    >
    > Con i vari scandali economici, tra cui Cirio e
    > Parmalat, e non meno importante quello
    > calcistico, con le società sportive quotate in
    > borsa, senza l'euro oggi la lira italiana
    > probabilmente varrebbe quanto il peso
    > argentino.

    Guarda che scandali del genere ne hanno avuti anche altri paesi, ad esempio gli USA con il caso Envron (spero si scriva così), non credo proprio che due casi tipo Cirio e Parmalat siano tali da mettere in crisi il paese, inoltre senza la contrazione dei consumi che si ha dal 1995 (Quando è incominciata questa scellerata convergenza sull'Euro) forse tante crisi aziendali sarebbero state meno gravi e controllabili in modo meno traumatico.
  • ... no grazie!
    FORZA FRANCIA (quando blocca una certa costituzione EU)!!!!

    Ciao
    P.S.
    EURO SI. EUROPA NO!
    non+autenticato
  • detto tra noi...
    l'europa (minuscolo) è una perfetta porcheria, messa in piedi unicamente per poter ravanare nei vari stati con una sola legge, anziché pressarli tutti uno ad uno. Altri non è, sempre secondo il mio modesto punto di vista, che un ammasso quasi totale di massoni ed assoldati vari, quindi un'istituzione inutile, costosa e dannosa.
    Però anche l'euro non scherza, sempre per le motivazioni di cui sopra.
    Chi in altri post ha fatto l'esempio del Regno Unito ha centrato il punto.

    ...che amarezza...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 ottobre 2006 13.56
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)