Office 2007 ora è completo

Con il rilascio della versione release to manufacturing, Microsoft ha posto la parola fine al lavoro di sviluppo e testing di Office 2007. Ora il colosso è pronto a lanciare sul mercato la sua nuova suite

Redmond (USA) - A conclusione di quello che Microsoft definisce il più imponente programma di beta testing della propria storia, Office 2007 è stato rilasciato nella versione release to manufacturing (RTM), ed è dunque pronto per la stampa in serie su CD e DVD.

Microsoft afferma che il beta testing ha coinvolto tre milioni e mezzo di persone, generando "una quantità di feedback senza precedenti" che ha aiutato il team di sviluppo a "migliorare la qualità e le performance del software".

Come Windows Vista, la cui versione RTM è attesa a giorni, anche Office 2007 sarà ufficialmente lanciato sul mercato business il prossimo 30 novembre. Nei negozi la nuova suite per l'ufficio è invece attesa per l'inizio del prossimo anno: i mesi più probabili sono gennaio, lo stesso mese in cui dovrebbero debuttare le edizioni consumer di Vista, e febbraio.
Microsoft definisce Office 2007 "il più significativo miglioramento ad Office degli ultimi 10 anni", ponendo la nuova suite sullo stesso piano di importanza di Windows Vista. Quello che Microsoft chiama Office system non è più semplicemente una suite di applicazioni per l'ufficio, ma un "ecosistema" di applicazioni client, server e per il back-office strettamente integrate tra loro. Nel business di Microsoft un prodotto come SharePoint Server, ad esempio, riveste ormai la stessa importanza del celebre trio di applicazioni Word, Excel e PowerPoint.

In previsione del lancio di Office 2007, Microsoft ha profondamente rinnovato il proprio sito Office Online, una risorsa disponibile anche in lingua italiana su cui verranno progressivamente pubblicati news, demo, corsi di formazione online, template, tool gratuiti, contenuti extra, e migliaia di articoli tecnici e how-to per il nuovo Office.
128 Commenti alla Notizia Office 2007 ora è completo
Ordina
  • non riesco a scariacrlo
    non+autenticato
  • ...le sue uniche due vacche da soldi.
    Mentre quasi tutte le altre divisioni MS o sono in perdita, o al massimo in risicato pareggio, solo gli enormi utili di Windows e Office mantengono prospera MS, ma Office è a rischio.

    E intanto PS3, mesi e mesi prima del lancio europeo, pur essendo ancora una presenza virtuale sta già danneggiando le vendite di XBox360, tanto che EBGames sta offrendola scontata di 100 euro e la riprenderà indietro supervalutata a 300 euro per l'acquisto di PS3.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ...le sue uniche due vacche da soldi.
    > Mentre quasi tutte le altre divisioni MS o sono
    > in perdita, o al massimo in risicato pareggio,
    > solo gli enormi utili di Windows e Office
    > mantengono prospera MS, ma Office è a
    > rischio.

    La divisione Server in perdita? Mi dici dove trovo i dati a riguardo?


    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > ...le sue uniche due vacche da soldi.
    > > Mentre quasi tutte le altre divisioni MS o sono
    > > in perdita, o al massimo in risicato pareggio,
    > > solo gli enormi utili di Windows e Office
    > > mantengono prospera MS, ma Office è a
    > > rischio.
    >
    > La divisione Server in perdita? Mi dici dove
    > trovo i dati a
    > riguardo?
    >
    >

    www.informazioniinventate.com
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > ...le sue uniche due vacche da soldi.
    > > Mentre quasi tutte le altre divisioni MS o sono
    > > in perdita, o al massimo in risicato pareggio,
    > > solo gli enormi utili di Windows e Office
    > > mantengono prospera MS, ma Office è a
    > > rischio.
    >
    > La divisione Server in perdita? Mi dici dove
    > trovo i dati a
    > riguardo?
    >
    >
    Noooo, la divisione Server la conto assieme alla divisione SO... SO, sia desktop che server e suite Office sono le principali "cash cow" di MS.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > E intanto PS3, mesi e mesi prima del lancio
    > europeo, pur essendo ancora una presenza virtuale
    > sta già danneggiando le vendite di XBox360, tanto
    > che EBGames sta offrendola scontata di 100 euro e
    > la riprenderà indietro supervalutata a 300 euro
    > per l'acquisto di
    > PS3.

    http://pc.ign.com/articles/744/744458p1.html

    conta quanti titoli PS3 ci sono nella top 10 dei giochi più attesi. Quanti? ZEROOOOOOOOOOOOO? Tutti Wii e 360! Ahahahaahhahahah!!!

    Oh sì tesoro, la tua PS3 sarà un fiasco colossale. Rosica quanto vuoi! E mi raccomando corri a trovarti un doppio lavoro per pagare i tuoi bei 599 euro dell'economica PS3 che avrà loading times degni della ultraveloce" PSP.

    Intanto gli utili di MS continuano a salire:

    http://www.ansa.it/tlc/ticker/2006-10-27_1277070.h...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    [...]
    >
    > E intanto PS3, mesi e mesi prima del lancio
    > europeo, pur essendo ancora una presenza virtuale
    > sta già danneggiando le vendite di XBox360, tanto
    > che EBGames sta offrendola scontata di 100 euro e
    > la riprenderà indietro supervalutata a 300 euro
    > per l'acquisto di
    > PS3.
    Ah, sì, ho notato questa offerta in un centro commerciale...
  • Come da oggetto, è desolante vedere quanti mentecatti saputelli e spocchiosi ci siano.

    Al di là da Office o OpenOffice, io non posso credere che in Italia stiamo veramente a questo livello sconsolante.
    O meglio a leggere questo foro forse capisco meglio il perché staimo col le pezze nel di dietro.

    Gente che si definisce "amministratore" mentre evidentemente il lavoro che fa è il cacciavitaro da help desk telefonico per le segretarie che non riescono ad aprire il file tal dei tali. Amministratori? Ridimensionatevi mentecatti...

    Gente che parla a vanvera facendo intendere che tutta Italia usi qualsiasi programma da ufficio per scrivere letterine e fare le somme con i fogli di calcolo. Sempre a vomitare le solite favolette: "la casalinga di Voghera che scrive la lista della spesa", "tanto si sa che gli utenti usano solo il 10% delle caratteristiche di Office", "i dipendenti che devono farsi un mese di corso per localizzare l'icona del grassetto", "i file che non si aprono"... e via andare... Non è vero nulla! Solo preconcetti e una cronica ignoranza e incapacità di presunti "esperti/amministratori" che non hanno mai saputo che:
    - Office in un'azienda può essere customizzato per utilizzare un particolare formato di file, una interfaccia ben definita (se avete dipendenti cerebrolesi che sanno solo cliccare lì, fategli trovare l'icona sempre lì... o non siete abbastanza amministratori da riuscire a farlo?) e svariate altre customizzazioni.

    Ancora... capisco che un limite mentale preoccupante e diffuso induce parecchi "espertoni" di questo foro ad avere una concezione dell'Office Automation ferma al 1997.. Tuttavia non riuscire a comprendere la natura di Office 2007 quale strumento collaborativo per la produttività individuale e aziendale (tanto più che valanghe di documentazione MS e gli articoli stessi di PI non fanno altro che citare queste funzionalità, che, correggetemi se sbaglio, nessuna suite per ufficio attualmente offre) dimostra esclusivamente l'incapacità di una persona di comprendere:
    1 - Dove va il mercato di questo tipo di prodotti software
    2 - Quale direzione (ma da anni ormai eh) ha preso la gestione e produzione delle informazioni un un'azienda degna di essere chiamato tale
    3 - Che le tanto bistrattate e snobbate nuove funzionalità sia grafiche (perché una UI è espressione di una funzionalità software oltre che essere gradevole da vedere) che collaborative in realtà una volta provate o messe in pratica concretamente riducono il tempo necessario a reperire informazioni, produrne di nuove, raggiungere i colleghi... eliminano problemi di versioning, migliorano la sicurezza delle informazioni aziendali, aprono nuovi scenari produttivi per ciò che riguarda la creazione e gestione di progetti...

    Il colpo di grazia viene dal fatto che quando uno parla di queste cose, gli si da addosso dandogli del prezzolato MS, del fuffologo per non dire peggio.

    Qui tutto si riduce alle solite 4 banalità italiote... ed è desolante, non c'è altro termine.
    Se non si è in grado di vedere un'utilità delle cose, un'applicabilità delle features di un prodotto.. se non si é in grado di controllare l'ambiente operativo di un utente, se non si è in grado di formare un utente, se non si è in grado di offrirgli strumenti utili per il proprio lavoro... sappiate che è solo colpa vostra!

    Poi è anche possibile che tante cose, applicate a un dato scenario, non siano poi così utili per cui investire in nuovo software/funzionalità non giustifichi la spesa... ma è ben diverso dire che questo valga per tutti con una saccenza che rasenta il ridicolo... specie se in aggiunta si ha anche l'arroganza di proporsi come salvatori del mondo e unici depositari di saggezza.

    La cosa che più mi amareggia è che questi "signori" si definiscano "esperti", "amministratori"... Macche! Se è realmente è così, si spiega presto il perché l'IT in Italia è stagnante nella mediocrità e arretratezza.

    DESOLANTE!!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ancora... capisco che un limite mentale
    > preoccupante e diffuso induce parecchi
    > "espertoni" di questo foro ad avere una
    > concezione dell'Office Automation ferma al 1997..
    > Tuttavia non riuscire a comprendere la natura di
    > Office 2007 quale strumento collaborativo per la
    > produttività individuale e aziendale (tanto più
    > che valanghe di documentazione MS e gli articoli
    > stessi di PI non fanno altro che citare queste
    > funzionalità, che, correggetemi se sbaglio,
    > nessuna suite per ufficio attualmente offre)

    Ti correggo volentieri, parli di SharePoint Server? Ogni ambiente operativo multiutenza ha ormai un sistema similie, guarda ad esempio l'utima versione di Acrobat.
    Solo che secondo me dovrebbero essere basati su standard aperti per favorire ulteriormente la collaborazione, invece si vanno a costruire di continuo sistemi che lasciano dialogare solo chi ha comprato il pacco (ops) pacchetto.
    non+autenticato
  • > Ti correggo volentieri, parli di SharePoint
    > Server?

    Anche, Groove Server 2007, Project Server 2007 e Forms Server 2007.

    > Solo che secondo me dovrebbero essere basati su
    > standard aperti per favorire ulteriormente la
    > collaborazione, invece si vanno a costruire di
    > continuo sistemi che lasciano dialogare solo chi
    > ha comprato il pacco (ops)
    > pacchetto.

    Beh che sia un pacco è da vedere... potrebbe essere.
    Secondo me non si può dire a priori che una soluzione proprietaria sia un pacco... Dipende, alcune aziende sono non sono disposte ad adattarsi a un modello e preferiscono investire in un software customizzato/bile; altre aziende invece valutano che un dato prodotto offre tutto quello che a loro serve e ci investono volentieri prché in aggiunta approfitterebbero di una soluzione chiavi in mano, pronta all'uso con un impiego minimo di risorse e tempi.

    Il mondo è bello perché è vario anche in questo senso...Sorride

    Il fatto che poi tu veda un limite il legarsi a un prodotto/fornitore/tecnologia... beh anche quello può essere una scelta deliberata nell'ottica di avere la certezza che quel software sarà aggiornato/supportato/certificato.
    Del resto anche una tecnologia sviluppata in ambito open può diventare obsoleta ed essere abbandonata... in un caso del genere dover rifare tutto da zero o realizzare un porting verso altre soluzioni non è che sia un gran vantaggio.

    Saluti.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Ti correggo volentieri, parli di SharePoint
    > > Server?
    >
    > Anche, Groove Server 2007, Project Server 2007 e
    > Forms Server
    > 2007.
    >
    > > Solo che secondo me dovrebbero essere basati su
    > > standard aperti per favorire ulteriormente la
    > > collaborazione, invece si vanno a costruire di
    > > continuo sistemi che lasciano dialogare solo chi
    > > ha comprato il pacco (ops)
    > > pacchetto.
    >
    > Beh che sia un pacco è da vedere... potrebbe
    > essere.
    > Secondo me non si può dire a priori che una
    > soluzione proprietaria sia un pacco... Dipende,
    > alcune aziende sono non sono disposte ad
    > adattarsi a un modello e preferiscono investire
    > in un software customizzato/bile; altre aziende
    > invece valutano che un dato prodotto offre tutto
    > quello che a loro serve e ci investono volentieri
    > prché in aggiunta approfitterebbero di una
    > soluzione chiavi in mano, pronta all'uso con un
    > impiego minimo di risorse e
    > tempi.
    >
    > Il mondo è bello perché è vario anche in questo
    > senso...
    >Sorride

    Hai ragione e sono io il primo ad adottare soluzioni proprietarie (http://www.apple.com/it/server) ma se ho modo di appoggiare servizi su standard aperti non ci penso due volte e lo faccio, anche per garantire la logevità del servizio.

    > Il fatto che poi tu veda un limite il legarsi a
    > un prodotto/fornitore/tecnologia... beh anche
    > quello può essere una scelta deliberata
    > nell'ottica di avere la certezza che quel
    > software sarà
    > aggiornato/supportato/certificato.
    > Del resto anche una tecnologia sviluppata in
    > ambito open può diventare obsoleta ed essere
    > abbandonata... in un caso del genere dover rifare
    > tutto da zero o realizzare un porting verso altre
    > soluzioni non è che sia un gran
    > vantaggio.
    >
    Se il formato .doc fosse stato reso pubblico in passato, non avremmo dovuto aspettare Office 2007 che garantisse la retrocompatibilità, ma avremmo fior di programmi che lo leggono e scrivono senza problemi.
    non+autenticato
  • In alcune cose hai ragione, ma per l'utente home che usa il programma tale quale nell'installazione di default e probabilmente ne utilizza attivamente quasi solo il Word Processor, mentre Spreadsheet e prog. di presentazione li usa quasi solo per aprire file che gli hanno inviato o ha trovato in rete, ha senso spendere per Office? Direi proprio di no.
    Ben venga Office per chi ha necessità delle sue funzioni, ma che chi lo vuole se lo paghi per intero e MS non scarichi su utenti home che pagano tanto per avere poche garanzie e pochissimi servizi post vendita in cambio, parte dei costi per renderlo più competitivo e appetibile per gli utenti "corporate".
    non+autenticato
  • A parte che esiste anche Works, un Office Basic non costa poi così tanto. E per visualizzare ci sono anche i visualizzatori.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > A parte che esiste anche Works, un Office Basic
    > non costa poi così tanto. E per visualizzare ci
    > sono anche i
    > visualizzatori.
    Works? C'è di meglio.
    Office Basic? Per poco che costi, se mi basta Office Basic probabilmente non ho bisogno delle features orientate al lavoro di gruppo nelle grandi aziende che Office offre, tanto vale usare OOo.
    Intendiamoci, il mio discorso lo faccio partendo dal presupposto di essere un utente "singolo", home o piccolissima impresa che sia: per tali esigenze OOo è più che sufficiente.
    Qualsiasi azienda o ente che abbia beneficio superiore all'investimento dalle features avanzate di Office 2007, lo prenda, sarebbe stupido non farlo.
    non+autenticato
  • Premesso che anche io uso OpenOffice principalmente per due motivi:

    - E' gratis, Se openoffice, mi costava 500 euro, col cavolo che lo usavo ( siamo realisti ).

    - Il programma di disegno, per quello che mi serve e' il migliore che conosco, non e' perfetto in tutto, pero' dopo averne provati vari, continuo ad usarlo.

    Se molti continuano ad usare MSOffice, comunque ci sono anche i motivi...

    - molti programmi girano in realta' dentro MsOffice stesso, quindi....

    - Molti documenti girano ancora in formato Word ( anche se si sta diffondendo il PDF), qualcuno di voi si mette come garante per la compatibilita' di .DOC con OpenOffice.

    - Avete mai visto le lettere scritte in Excel?

    - Il correttore grammaticale ( per quei pochi che lo usano, da una mano e non da poco)
    Dite che non serve, allora togliete anche quello ortografico, vero che non azzeccano tutto, ma sono li solo per dare una mano, altrimenti tanto valore tornare al programma "Lettera 32".



    Per quelli che parlano del costo,
    MsOffice e' orientato piu' alle ditte, per casa forse e' meglio MsWorks.
    Al lavoro, molte volte basta OpenOffice, ma dire che il problema e' il costo...... Se non si spende per prendere gli utensili che servono.
    L'importante e' prendere quello che serve e non il superfluo e qui dipende da ogni singolo caso.
  • ed ecco allora che quando fai vedere che installando openoffice non hai rogne con la finanza e soprattutto risparmi cifre a 3 zeri (in euro), non so cosa deciderà il boss della ditta....

  • - Scritto da: emulman
    > ed ecco allora che quando fai vedere che
    > installando openoffice non hai rogne con la
    > finanza e soprattutto risparmi cifre a 3 zeri (in
    > euro), non so cosa deciderà il boss della
    > ditta....

    Dipende se utilizza o no le possibilità che Office offre in più.

    non+autenticato

  • - Scritto da: emulman
    > ed ecco allora che quando fai vedere che
    > installando openoffice non hai rogne con la
    > finanza e soprattutto risparmi cifre a 3 zeri
    > (in euro), non so cosa deciderà il boss della
    > ditta....

    Se non ha motivi che lo tengono ad usare MsOffice, come ad esempio

    - programmi che si basano su office.

    - necessita' di aprire documenti formato MSOffice.

    - altro che richiede MsOffice

    allora non ci sono problemi.

    Digli che se poi apre in Cina oppure in India vedrebbe calare le cifre del costo del personale di altrettanti zero.

  • - Scritto da: pippo75
    > - Scritto da: emulman
    > > ed ecco allora che quando fai vedere che
    > > installando openoffice non hai rogne con la
    > > finanza e soprattutto risparmi cifre a 3
    > > zeri (in euro), non so cosa deciderà il
    > > boss della ditta....

    > Se non ha motivi che lo tengono ad usare
    > MsOffice, come ad esempio

    > - programmi che si basano su office.

    E su questo ti do' ragione...

    > - necessita' di aprire documenti formato
    > MSOffice.

    Su questo no !!! Pensa che stiamo usando opeoffice in ufficio per convertire dei files fatti con office 97 che office 2003 altrimenti non legge bene....
    Questo ha frantumato nei miei superiori ogni idea di affidabilita' da parte della "grande ditta" microsoft.

    > - altro che richiede MsOffice

    Varie ed eventuali, come dire tutto e niente.

    > allora non ci sono problemi.

    > Digli che se poi apre in Cina oppure in India
    > vedrebbe calare le cifre del costo del
    > personale di altrettanti zero.

    Come stanno facendo molti del resto.
    non+autenticato

  • > > - necessita' di aprire documenti formato
    > > MSOffice.
    >
    > Su questo no !!! Pensa che stiamo usando
    > opeoffice in ufficio per convertire dei files
    > fatti con office 97 che office 2003 altrimenti
    > non legge
    > bene....

    Non so cosa dirti, credevo che Office aprisse io suoi documenti
    Visto che non lo possiedo andavo sulla fiducia, al tempo avevo parlato con uno consigliandogli OpenOffice, mi aveva detto che teneva office aggiornato proprio per il problema dei file ( gli mandano gli ordini in formato .DOC ) e con Word mi diceva che non aveva problemi ad aprirli.
    Se gli garantivano che anche OO permetteva di aprirli...

    >
    > Varie ed eventuali, come dire tutto e niente.

    Avere mille modelli per MsOffice ( Word, Powerpoint, Publihser), potrebbe essere un vario che ti frena nel cambio.....


  • - Scritto da: pippo75
    [...]
    > Per quelli che parlano del costo,
    > MsOffice e' orientato piu' alle ditte, per casa
    > forse e' meglio
    > MsWorks.

    Non ho idea se Works sia molto o poco migliorato dal '97, ma dopo averlo preso OEM col PC ho quasi subito sborsato altre palanche per prendermi Wordperfect Suite a causa delle limitazioni di Works che lo rendevano eccessivamente limitato pure per l'uso domestico, poi anni dopo sono passato a OOo, ma devo dire che l'assistenza offerta da Corel era veramente ottima, gentile e sollecita ai suoi tempi e perfino verso chi come me aveva sborsato una cifra decisamente bassa per la versione Academic.
    > Al lavoro, molte volte basta OpenOffice, ma dire
    > che il problema e' il costo...... Se non si
    > spende per prendere gli utensili che
    > servono.
    > L'importante e' prendere quello che serve e non
    > il superfluo e qui dipende da ogni singolo
    > caso.
    Concordo, ben vengano i formati aperti per l'intercomunicabilità e ben venga la massima scelta per gli strumenti, che una volta garantita l'intercomunicabilità possono essere scelti con più libertà tenendo conto più dei propri gusti ed esigenze specifiche che per fattori cogenti imposti a danno dell'utente.
  • Ottima analisi!

    Sono pienamente d'accordo con te.

    non+autenticato
  • Parlo di PowerPoint che paragonato a Keynote http://www.apple.com/it/iwork/keynote/
    rimane comunque indietro.
    Forse con la versione 2007 arriverà vicino alla versione '06 di Keynote (Live preview, temi e stili) http://en.wikipedia.org/wiki/Office_2007#New_featu... ma nel 2007 cosa presenterà Apple?

    Guardatevi una presentazione in Keynote ed una in PowerPoint, la seconda sembra fatta da dinosauri… neanche l'antialiasing dei testi Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Parlo di PowerPoint che paragonato a Keynote
    > http://www.apple.com/it/iwork/keynote/
    > rimane comunque indietro.

    Forse si capisce meglio da qui http://www.apple.com/it/iwork/quicktour/keynote/
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Parlo di PowerPoint che paragonato a Keynote
    > > http://www.apple.com/it/iwork/keynote/
    > > rimane comunque indietro.
    >
    > Forse si capisce meglio da qui
    > http://www.apple.com/it/iwork/quicktour/keynote/

    forse non avete idea di cosa state dicendo
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > - Scritto da:

    > > > Parlo di PowerPoint che paragonato a Keynote
    > > > http://www.apple.com/it/iwork/keynote/
    > > > rimane comunque indietro.

    > > Forse si capisce meglio da qui

    http://www.apple.com/it/iwork/quicktour/keynote/

    > forse non avete idea di cosa state dicendo

    Tu li hai provati entrambi ?
    Che versioni ?
    Parlacene se li conosci cosi' bene.
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > Guardatevi una presentazione in Keynote ed una
    > in PowerPoint, la seconda sembra fatta da
    > dinosauri… neanche l'antialiasing dei testi
    > Rotola dal ridere

    Balle!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    >
    > > Guardatevi una presentazione in Keynote ed una
    > > in PowerPoint, la seconda sembra fatta da
    > > dinosauri… neanche l'antialiasing dei testi
    > > Rotola dal ridere
    >
    > Balle!

    Quoto. I macachi pensassero ai loro files di sistema criptati, che è meglio.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > - Scritto da:
    > >
    > > > Guardatevi una presentazione in Keynote ed
    > una
    > > > in PowerPoint, la seconda sembra fatta da
    > > > dinosauri… neanche l'antialiasing dei testi
    > > > Rotola dal ridere
    > >
    > > Balle!
    >
    > Quoto. I macachi pensassero ai loro files di
    > sistema criptati, che è
    > meglio.

    ad esempio?
    dai be8ino ce lo fai un esempio?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)