MS Virtual Earth ora è tutta 3D

Microsoft Live Search lancia mappe 3D delle maggiori città americane. Altre si aggiungeranno, condite da cartelloni pubblicitari sui palazzi. Google rilancia subito con la beta 4 di Google Earth

Roma - Immagini tridimensionali di quindici città USA per Microsoft Virtual Earth, il discusso corrispettivo marchiato Microsoft di Google Earth, integrato in Microsoft Live Search. Questo l'annuncio con cui il big di Redmond ha assestato una spallata a Google Earth nella guerra per il predominio nei servizi Internet. Los Angeles, Las Vegas, San Francisco, Boston, Seattle, Philadelphia, sono alcune delle città tridimensionali già disponibili.

L'attacco sferrato da Microsoft si inserisce nei tentativi di calamitare l'attenzione degli utenti verso Live Search e verso il suo servizio local, potenziato dalle mappe satellitari e ora dalle vedute tridimensionali. Lo conferma Steve Berkowitz, vice presidente dei servizi online di Microsoft: "Il local search è una delle categorie online che cresce maggiormente, e aggiungendo caratteristiche come le mappe 3D si aiuterà a spingerne lo sviluppo, e ad attirare sempre più utenti e inserzionisti su Windows Live".

Le panoramiche 3D si aggiungono alle due opzioni di visualizzazione già esistenti, aerial (dall'alto) e bird's eye (angolata di 45 gradi, sempre bidimensionale). Grazie all'acquisizione di Vexcel, lo scorso anno, per Microsoft Virtual Earth è possibile costruire le panoramiche 3D riducendo al minimo l'intervento umano. Nuove città 3D verrano presto aggiunte all'inventario.
Una vista del sistema MSMicrosoft gonfia il petto, e guarda altezzosa Google: gli edifici delle mappe 3D di Virtual Earth sono tutt'altro che parallelepipedi grigi, e il download si limita a cinque mega e mezzo, a fronte degli oltre 14 mega di Google Earth. Ma Microsoft Virtual Earth è accessibile solo mediante Internet Explorer, il che potrebbe allontanare molti utenti.

Google Earth non sta a guardare e risponde nelle stesse ore dell'annuncio Microsoft con una versione beta della sua quarta release. Non solo nuove iconcine e sveltimento dei processi di rendering, ma un servizio che consente di disegnare poligoni e tracciati sulle mappe, per poi condividerli.

Per i detentori della versione Pro del software, la possibilità di stampare mappe ad alta risoluzione, di importare, e sovrapporre alle mappe, informazioni geometriche, topologiche e altri dati, quali, ad esempio, quelli relativi alla densità demografica (funzione simile a quella offerta da Map Cruncher in Virtual Earth). E consente di esportare file wmv di zoom e navigazioni, molto sfruttati in servizi giornalistici e video artigianali.
65 Commenti alla Notizia MS Virtual Earth ora è tutta 3D
Ordina
  • Basta andare su pannello di controllo, "opzioni internazionali e della lingua" mettere come lingua inglese, stati uniti riavviare, installare virtual earth rimettere italiano e riavviare di nuovo.
    non+autenticato
  • pensavo peggio
  • Parliamoci chiaro: da quanto tempo è che Microsoft continua a copiare?

    - C# = Java
    - MS Virtual Earth = Google Earth
    - MSN Search = Google
    - Zune.net = iTunes Store
    ...
    E potrei continuare per ore...Mi viene in mente
    anche la nuova interfaccia grafica di Vista, che tenta di essere simile a quella in OpenGL di MacOS.

    Ciò che veramente mi infastidisce è che moltissime persone pensano che tutte queste siano idee sue.

    La verità è che da decenni M$ è sempre indietro con il passo.
    L'unica cosa che sa fare è prendere prodotti già collaudati da altre aziende, clonarli con lo stampino e metterci il suo solito banale nome del c***o.

    non+autenticato
  • La verità è che sta perdendo colpi, quel monopolio non è più tanto mono.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > L'unica cosa che sa fare è prendere prodotti
    > già collaudati da altre aziende, clonarli con lo
    > stampino e metterci il suo solito banale nome del
    > c***o.

    >

    Ahahaha ma non farmi ridere!!! Lo sai cos'è il terraserver? Guarda un pò su wikipedia e scoprirai da dove è venuto fuori live local.
    non+autenticato
  • Live local non è un competitore di google earth, è un competitore di GOOGLE LOCAL.
    non+autenticato
  • Ho avuto l'impressione che tu possa sottovalutare le potenzialità dei servizi di cui parli nell'articolo: ben distante dal fornire una mera esperienza di turismo virtuale dall'alto o da offrire la possibilità di pubblicare pubblicità, Google Earth e l'analogo servizio Microsoft puntano a ben altro: dall'integrazione con i GPS ai servizi di routing, dal potenziamento delle ricerche con integrazione dei contenuti geografici per fornire dal motore di ricerca risposte che per l'utente siano locali a molto altro. E' abbastanza evidente, inoltre, che il grosso delle potenzialità non risieda nel software di interfaccia di Google Earth, quanto nella mole di informazioni sui cui questo si appoggia: Google non avrebbe investito miliardi solo per offrire uno strumento per gironzolare nel mondo dall'alto; piuttosto, mira a raccogliere informazioni che permettano di collegare i contenuti del web alle posizioni geografiche, per lo sviluppo di una serie di servizi che oggi è difficile immaginare (penso a strumenti di indagine statistica, ai servizi di social network, ai servizi che verranno lanciati sul crescente mercato dell'elettronica portatile)...

    Olmo
    non+autenticato
  • Gentile Olmo, ho indagato, nel mio articolo dal taglio ludico, forse "frivolo", la meraviglia che suscita la visione del mondo dall'alto. Aspetto che ritengo sia quel che ha fatto conoscere e ha fatto diffondere servizi come Google Earth e MS Virtual Earth presso il grande pubblico.

    Concordo però con te nel ritenere che le potenzialità di Google Earth e MS Virtual Earth si spingano ben oltre il "turismo digitale" e i "manifesti virtuali", offrendo la possibilità di fruire dei servizi che hai elencato. Semplicemente, l'articolo verteva su un aspetto diverso. Sorride

    Ti ringrazio e ti saluto,
    Gaia



    non+autenticato
  • Io non ci sono riuscito.
  • > Io non ci sono riuscito.

    No, non funziona perché per il rendering 3D usa un ActiveX. Purtroppo facendo la stessa cosa con un'applet Java o un'estensione di Firefox (basata su XUL) non si otterrebbero le stesse prestazioni.
    L'unica possibilità per avere la stessa funzionalità in FireFox sarebbe un plugin Netscape, sarebbe anche una soluzione cross-browser ma comunque non cross-platform.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 novembre 2006 15.53
    -----------------------------------------------------------

  • - Scritto da: Athlon64
    > > Io non ci sono riuscito.
    >
    > No, non funziona perché per il rendering 3D usa
    > un ActiveX. Purtroppo facendo la stessa cosa con
    > un'applet Java o un'estensione di Firefox (basata
    > su XUL) non si otterrebbero le stesse
    > prestazioni.
    > L'unica possibilità per avere la stessa
    > funzionalità in FireFox sarebbe un plugin
    > Netscape, sarebbe anche una soluzione
    > cross-browser ma comunque non
    > cross-platform.

    bene, allora non serve ad un hazzo.
    ne farò a meno...

    Anonimo

    ah, sono proprio furbissimi alla M$...come minimo mangiano bistecche di volpe per uscirsene con queste...deiezioni.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Athlon64
    > > > Io non ci sono riuscito.
    > >
    > > No, non funziona perché per il rendering 3D usa
    > > un ActiveX. Purtroppo facendo la stessa cosa con
    > > un'applet Java o un'estensione di Firefox
    > (basata
    > > su XUL) non si otterrebbero le stesse
    > > prestazioni.
    > > L'unica possibilità per avere la stessa
    > > funzionalità in FireFox sarebbe un plugin
    > > Netscape, sarebbe anche una soluzione
    > > cross-browser ma comunque non
    > > cross-platform.
    >
    > bene, allora non serve ad un hazzo.
    > ne farò a meno...
    >
    > Anonimo
    >
    > ah, sono proprio furbissimi alla M$...come minimo
    > mangiano bistecche di volpe per uscirsene con
    > queste...deiezioni.

    Fino a prova attuale IE ha l'85% del mercato dei browsers quindi non vedo perchè gliene dovrebbe fregare.
    non+autenticato
  • > Fino a prova attuale IE ha l'85% del mercato dei
    > browsers quindi non vedo perchè gliene dovrebbe
    > fregare.

    Ammesso e non concesso, sputare su un 15% non è una mossa molto furba.
    Firefox qui, chiudo e passo al prossimo articolo ^^
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)