Lo stato del DTT in Italia

Molti sanno cosa sia, non molti lo utilizzano, ma molti credono che possa essere il futuro della televisione. Vorrebbero fosse utilizzato per lo Sport e per il Cinema e non danno molto credito allo sviluppo di servizi per il cittadino

Milano - Il 25 per cento degli italiani non sa cosa sia esattamente la Televisione Digitale Terrestre (DTT), il 9,5 per cento è incerto su una definizione precisa mentre il 60 per cento dichiara di conoscere questa tecnologia. Ma la sua diffusione è solo del 26,1 per cento tra gli italiani di fascia socioeconomica medio-alta, ovvero il principale mercato per gli operatori DTT, pur in crescita rispetto al 17,2 per cento registrato nel 2004.

Sono questi alcuni dei dati emersi dal rapporto DTT people Italia realizzato dall'Osservatorio dttCOM e da Fondazione Università IULM, un rapporto basato su un campione di 2mila persone di età compresa tra i 18 e i 60 anni e, spiegano gli autori, "appartenenti a segmenti di popolazione di fascia socioeconomica medio-alta, proprio per conoscere e mettere a fuoco attese, giudizi e prospettive all'interno del principale bacino di utenza e di mercato per le tecnologie digitali".

In questa fascia di popolazione, i nuovi media più diffusi sono Internet a banda larga (43,8 per cento), Tv satellitare (39,8 per cento), telefonini UMTS (21,6 per cento) e infine DTT (26,1 per cento). Quest'ultimo dato viene segnalato in crescita del 9 per cento negli utimi due anni rispetto ai dati del rapporto Broadband People del 2004 dello IULM.
Ad ogni modo secondo gli intervistati le prospettive del DTT sono interessanti. Il 63 per cento ritiene che il DTT sia "una tecnologia ancora immatura ma ad alto potenziale" e il 52 per cento che rappresenti "il futuro della televisione". Inoltre il 51 per cento non vede il DTT come un duplicato di tecnologie esistenti.

Secondo il 54 per cento degli intervistati la comunicazione istituzionale realizzata sul tema della DTT risulta nsufficiente (il livello è giudicato "buono" solo dal 7,6 per cento), e il 43,5 per cento assegna lo stesso giudizio negativo anche all'informazione fornita dalla pubblicità messa in campo dagli operatori commerciali, che comunque sembra prevalere ed essere più significativa rispetto a quella istituzionale, ed è giudicata "buona" dal 9,7 per cento.

Sul DTT gli italiani di questa fascia socio-economica vorrebbero vedere Sport ("priorità alta" per il 38,3 per cento) e Cinema ("alta" per il 13,5 per cento). Solo l'11 per cento considera interessanti i servizi interattivi. Addirittura il 57,6 per cento dà una bassa priorità allo sviluppo dei servizi al cittadino, come i collegamenti con la pubblica amministrazione e le informazioni di servizio e di pubblica utilità. Un dato che fa riflettere, vista la centralità assunta da questi servizi nella giustificazione degli investimenti pubblici nel DTT in questi anni.

"In generale - rileva Andrea Carignani, docente ICT allo IULM e direttore dell'Osservatorio - dai risultati della nostra ricerca emerge una ancora scarsa comunicazione istituzionale e commerciale su questi temi e al riguardo sembra prevalere comunque una forte influenza degli operatori commerciali. Nelle percezioni e nelle attese dei consumatori, invece, si ritiene che la Tv Digitale Terrestre sia una tecnologia ancora immatura ma ad alto potenziale, e che essa rappresenti il futuro della televisione, ma non sono note le sue potenzialità. In particolare, risulta poco conosciuto l'ambito di applicazione per i servizi al cittadino". La scarsa conoscenza, osserva inoltre Carignani, "dipende anche dal fatto che non è evidente e chiaro cosa la tecnologia possa fare. I mercati stessi non hanno prospettive certe di cosa potrà essere sviluppato".
61 Commenti alla Notizia Lo stato del DTT in Italia
Ordina
  • Martedì sera, dopo molte settimane serata poltrona e film in tv... danno Twister su rete 4.
    Rete 4 da me si vede malissimo (da me hanno rubato le frequenze sbagliateOcchiolino ) quindi rinnovo il decoder DTT regalato dai miei...

    Deprimente, so che la tecnologia alle spalle in realtà è abbondantemente superata, non credevo a questi livelli: bitrate indecente, nelle scene più animate lo schermo si riempie di quadrati enormi e sgranati.

    Non pretendevo una qualità dvd ma nemmeno avrei immaginato di rimpiangere la buona vecchia tv analogica...
    non+autenticato
  • Mah ... Mediaset trasmette su DVB-T in 544 X 576 ad un buon bitrate, con audio a 192 Kbps. Il canale più pietoso è La7, che acchiappa i 720 X 576, con audio a 128, ma a bitrate *penoso*.

    Ciao,
    Piwi
    non+autenticato
  • Immagina invece bello, un mondo senza terrestre, tutto via satellite. Tutti dotati di un decoder con una sim fornita dallo stato che certifica che sei italiano e che le partite e le cose criptate le puoi vedere perché risiedi in italia. Liberi tutte le frequenze terrestri e copri tutta l'italia in un colpo solo. Ma a Silvio e mangiapane ad ufo la cosa non scompiffera... e poi devono venderci il telefonino per vedere le partite con il pallone grosso un pixel...
  • - Scritto da: carobeppe
    > Immagina invece bello, un mondo senza terrestre,
    > tutto via satellite. Tutti dotati di un decoder
    > con una sim fornita dallo stato che certifica che
    > sei italiano e che le partite e le cose criptate
    > le puoi vedere perché risiedi in italia. Liberi
    > tutte le frequenze terrestri e copri tutta
    > l'italia in un colpo solo. Ma a Silvio e
    > mangiapane ad ufo la cosa non scompiffera... e
    > poi devono venderci il telefonino per vedere le
    > partite con il pallone grosso un
    > pixel...


    Ahah,poi glielo spieghi tu a Murdoch.....Rotola dal ridere

    Vik
    non+autenticato
  • > Deprimente, so che la tecnologia alle spalle in
    > realtà è abbondantemente superata, non credevo a
    > questi livelli: bitrate indecente, nelle scene
    > più animate lo schermo si riempie di quadrati
    > enormi e sgranati.

    Beata ignoranza.
    Il bitrate non è male già ora.
    E sicuramente aumenterà ancora.
    Ma il punto è che questo sarà possibile SOLO a switch off avvenuto. Non prima.
    Ecco perché l'UE spinge per avere al più presto il digitale.
    non+autenticato
  • > Il bitrate non è male già ora.
    > E sicuramente aumenterà ancora.
    > Ma il punto è che questo sarà possibile SOLO a
    > switch off avvenuto. Non
    > prima.

    A parte il fatto che, nel caso, dalle ultime notizie che ho trovato il switch off è previsto nel 2015... perché tecnicamente non è possibile aumentarlo prima?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Il bitrate non è male già ora.
    > > E sicuramente aumenterà ancora.
    > > Ma il punto è che questo sarà possibile SOLO a
    > > switch off avvenuto. Non
    > > prima.
    >
    > A parte il fatto che, nel caso, dalle ultime
    > notizie che ho trovato il switch off è previsto
    > nel 2015... perché tecnicamente non è possibile
    > aumentarlo
    > prima?

    Perchè gli investimenti restano inferiori al necessario finchè non è il momento del passaggio ufficiale in massa.
    non+autenticato
  • Ma di che parli ?
    Hai problemi alla tua antenna privata o condominiale o il firmware del tuo decoder fa schifo.
    Con la Hauppauge Nova-T su un PC, una HVR-1300 su un altro ed una HVR-1100 su un altro ancora Rete4 si vede perfettamente in case e città diverse, il bitrate è più che buono e non ci sono quadrettoni con schede Nvidia e PureVideo attivato con WinDVD7



    - Scritto da:
    > Martedì sera, dopo molte settimane serata
    > poltrona e film in tv... danno Twister su rete 4.
    >
    > Rete 4 da me si vede malissimo (da me hanno
    > rubato le frequenze sbagliateOcchiolino ) quindi rinnovo
    > il decoder DTT regalato dai
    > miei...
    >
    > Deprimente, so che la tecnologia alle spalle in
    > realtà è abbondantemente superata, non credevo a
    > questi livelli: bitrate indecente, nelle scene
    > più animate lo schermo si riempie di quadrati
    > enormi e sgranati.
    >
    >
    > Non pretendevo una qualità dvd ma nemmeno avrei
    > immaginato di rimpiangere la buona vecchia tv
    > analogica...
    non+autenticato
  • Purtroppo hai ragione..
    L'unico DTT guardabile è quello RAI, il canale ha solo 4 programmi, con bitrate VBR che raggiunge anche 8 Mb/s in scene con molto movimento.
    Rete 4 invece condivide il canale con altre 8 programmi, molti dei quali Mediset Premium a pagamento, per cui non ha a disposizione più di 3-4 Mb disponibili...per fare spazio alla spazzatura di Mediaset Premium. L'attuale sistema DTT è già obsoleto (nonostante i finanziamenti governativi per la "nuova" tecnologia) e finche non sarà adottato anche in Italia il nuovo codec MPEG4/H.264-AVC in sostituzione del oramai vecchio MPEG2, la qualità di un canale DTT gonfiato con 10 programmi sarà di PESSIMA qualità. Per avere una qualità discreta "broadcast", ogni programma ha bisogno di almeno 7-8 Mb in MPEG2, mentre per avere la stessa qualità in MPEG4/H.264-AVC ne bastano 3-4 Mb, ed ogni canale UHF da 8 MHz ha un limite massimo teorico di 31,5 Mb/s (in QAM64-FEC 7/8)
    I vari emittenti dovranno sostituire i loro encoder per passare al nuovo codec... e gli utenti dovranno gettate nella spazzutura gli attuali decoder DTT, che riescono a gestire solo il codec MPEG2. NON è possibile l'upgrade del firmware per ricevere l'MPEG4, purtroppo l'hardware non ha la potenza di calcolo per gestirlo.
    Quando sarà fatto il passaggio al MPEG4, sicuramente MEDIASET cambierà politica: inserendo non 10, ma maggari 25 programmi spazzatura di MEDIASET Premium in ogni canale da 31,5 Mb.
    Qualità?....Punto a capo.........Sorride


    - Scritto da:
    > Martedì sera, dopo molte settimane serata
    > poltrona e film in tv... danno Twister su rete 4.
    >
    > Rete 4 da me si vede malissimo (da me hanno
    > rubato le frequenze sbagliateOcchiolino ) quindi rinnovo
    > il decoder DTT regalato dai
    > miei...
    >
    > Deprimente, so che la tecnologia alle spalle in
    > realtà è abbondantemente superata, non credevo a
    > questi livelli: bitrate indecente, nelle scene
    > più animate lo schermo si riempie di quadrati
    > enormi e sgranati.
    >
    >
    > Non pretendevo una qualità dvd ma nemmeno avrei
    > immaginato di rimpiangere la buona vecchia tv
    > analogica...
    non+autenticato
  • ...di informatica e tecnologia capiscono ben poco... dimostrano quanto siamo indietro rispetto al resto del mondo...
    non+autenticato
  • pensi che nel resto del mondo invece ne capiscano?
    non+autenticato
  • > ...di informatica e tecnologia capiscono ben
    > poco... dimostrano quanto siamo indietro rispetto
    > al resto del
    > mondo...
    Quando capirai che il dtt è europeo e non italiano?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > ...di informatica e tecnologia capiscono ben
    > > poco... dimostrano quanto siamo indietro
    > rispetto
    > > al resto del
    > > mondo...
    > Quando capirai che il dtt è europeo e non
    > italiano?

    Ma il MAGNA-MAGNA è slo Italiano.
    non+autenticato
  • > > > ...di informatica e tecnologia capiscono ben
    > > > poco... dimostrano quanto siamo indietro
    > > rispetto
    > > > al resto del
    > > > mondo...
    > > Quando capirai che il dtt è europeo e non
    > > italiano?
    > Ma il MAGNA-MAGNA è solo Italiano.
    No. È il continuare a parlare di magna-magna e di fuffa che appartiene solo all'Italia.
    non+autenticato
  • (ovviamente riferito a chi di dovere, non mi aspetto che leggano questo post.. vorrei sapere le opinioni di altri)

    coprite con adsl l'intero paese

    portate al più presto anche la fibra

    create delle wireless distribuite in tutte le città e trasmettete i film attraverso quelle, lasciate che siano i nuovi meccanismi del p2p a permettere agli utenti di scegliere e scaricare cosa vogliono visionare

    il digitale terrestre è una tecnologia già superata e la stanno tirando fuori solo per spillare soldi alla gente

  • Diciamo che del settore qualcosa ne capisco, sopratutto la parte tecnica, e sono pronto ad affermare che se la tecnologia non fosse nata sotto le stelle dei soldoni tutti maledetti e subito la cosa sarebbe stata decisamente interessante.

    Il decoder top di gamma del mercato che oggi viene veduto a 150€ al supermercato, è il più grosso pezzo di chincaglieria che si possa pensare di mettersi in casa. Ha un buon chip per la decompressione audio/video (dal costo davvero limitato) e un chip in grado di far girare una JVM 1.1 ad una lentezza che ha dell'imbarazzante, soprattutto dopo che sopra il firmware di quel chip ci hanno appoggiato senza un minimo di ottimizzazione il codice per decripare nagra ed irdeto (le due codifiche che sono alla base della pay tv).
    Lo stesso standard MHP si traduce in pratica con una JVM 1.1, quindi qualcosa di estremamente obsoleto, e le applicazioni, teoricamente interattive, non possono superare il paio di mega altrimenti il decoder inizia a funzionare male e/o non riesce ad aprirle.
    Il software installato ad oggi in questi decoder non riesce nemmeno a leggere o scrivere dati da una carta con chip, carta di credito o la futura CNS, quindi non è ancora pensabile di identificare una persona mediante l'uso di un badge.
    Da questo ne consegue che le applicazioni interattive sono davvero molto poco interattive sia per i tempi di risposta esagerati che per i limiti che sono costrette a rispettare.

    Detto questo, forse si riesce a rendersi conto che stanno mettendo in casa della gente un oggetto obsoletissimo facendolo pagare tantissimo.

    Se invece di nascere sotto questa cattiva stella un decoder fosse stato il cavallo di troia per far entrare un pc in casa della gente senza che lo sapesse, molto probabilmente oggi le cose andrebbero molto meglio per il DDT e le aziende che stanno fallendo dopo aver investito nel DTT non starebbero li a lamentarsi (a ragione dico io) per le false speranze che in passato hanno ricevuto.

    Credo e spero che il DTT possa crescere e migliorare a patto di mettere in casa della gente un elettrodomestico degno dei tempi moderni e non con le prestazioni inferiori ad un PC del 1996.

    Scusate le lunghezza, Ebolo.
  • ... la televisione in generale,analogica o DTT,
    propone sempre più MERDA e PUBBLICITA'!
    Questo è il vero grosso problema,
    non certo la qualità del segnale o l'interattività che sia!
    Se mi facessero vedere un bel film alle 21 piuttosto che all'una di notte, magari acquistandolo x 1 paio di eurozzi dal tabaccaio, senza l'assillo continuo della pubblicità, le previsioni del fottuto tempo e il tgcom del ca..o, forse mi sentire meno imbecille x aver comprato quell'inutilissimo decoder dei me' kojoni!



  • - Scritto da: teobaz
    > ... la televisione in generale,analogica o DTT,
    > propone sempre più MERDA e PUBBLICITA'!
    > Questo è il vero grosso problema,
    > non certo la qualità del segnale o
    > l'interattività che
    > sia!
    > Se mi facessero vedere un bel film alle 21
    > piuttosto che all'una di notte, magari
    > acquistandolo x 1 paio di eurozzi dal tabaccaio,
    > senza l'assillo continuo della pubblicità, le
    > previsioni del fottuto tempo e il tgcom del
    > ca..o, forse mi sentire meno imbecille x aver
    > comprato quell'inutilissimo decoder dei me'
    > kojoni!

    Ci sono gestori in Italia con TV on demand? Se anche l' IPTV è uguale alla TV normale anche quello non vale una mazza, pero' si puo' sperare in altri gestori, dato che non servono costossissimi ripetitori, come invece richiede l'analogico/DT/SAT.

    Sul SAT ci sarebbe SKY a 11€/mese (34€ in piu' all' anno del canone RAI, ma putroppo il canone è obbligatorio e non si puo' non pagarlo. Bah...
  • > Sul SAT ci sarebbe SKY a 11€/mese (34€ in piu'
    > all' anno del canone RAI, ma putroppo il canone è
    > obbligatorio e non si puo' non pagarlo.
    Canone obbligatorio e pubblicità pari a quella di Mediaset. E cmq il minimo è di 22 euro, non di 11.
    non+autenticato

  • - Scritto da: teobaz
    > Se mi facessero vedere un bel film alle 21
    > piuttosto che all'una di notte, magari
    > acquistandolo x 1 paio di eurozzi dal tabaccaio,
    > senza l'assillo continuo della pubblicità, le
    > previsioni del fottuto tempo e il tgcom del
    > ca..o, forse mi sentire meno imbecille x aver
    > comprato quell'inutilissimo decoder dei me'
    > kojoni!
    >
    Giù da me c'è un distributore automatico di dvd a noleggio, 2 euro a film... ma in effetti è solo una soluzione di ripiego.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Ebolo
    > Diciamo che del settore qualcosa ne capisco,
    > sopratutto la parte tecnica, e sono pronto ad
    > affermare che se la tecnologia non fosse nata
    > sotto le stelle dei soldoni tutti maledetti e
    > subito la cosa sarebbe stata decisamente
    > interessante.
    >
    > Il decoder top di gamma del mercato che oggi
    > viene veduto a 150€ al supermercato, è il più
    > grosso pezzo di chincaglieria che si possa
    > pensare di mettersi in casa. Ha un buon chip per
    > la decompressione audio/video (dal costo davvero
    > limitato) e un chip in grado di far girare una
    > JVM 1.1 ad una lentezza che ha dell'imbarazzante,
    > soprattutto dopo che sopra il firmware di quel
    > chip ci hanno appoggiato senza un minimo di
    > ottimizzazione il codice per decripare nagra ed
    > irdeto (le due codifiche che sono alla base della
    > pay
    > tv).
    > Lo stesso standard MHP si traduce in pratica con
    > una JVM 1.1, quindi qualcosa di estremamente
    > obsoleto, e le applicazioni, teoricamente
    > interattive, non possono superare il paio di mega
    > altrimenti il decoder inizia a funzionare male
    > e/o non riesce ad
    > aprirle.
    > Il software installato ad oggi in questi decoder
    > non riesce nemmeno a leggere o scrivere dati da
    > una carta con chip, carta di credito o la futura
    > CNS, quindi non è ancora pensabile di
    > identificare una persona mediante l'uso di un
    > badge.
    >
    > Da questo ne consegue che le applicazioni
    > interattive sono davvero molto poco interattive
    > sia per i tempi di risposta esagerati che per i
    > limiti che sono costrette a
    > rispettare.
    >
    > Detto questo, forse si riesce a rendersi conto
    > che stanno mettendo in casa della gente un
    > oggetto obsoletissimo facendolo pagare
    > tantissimo.
    >
    > Se invece di nascere sotto questa cattiva stella
    > un decoder fosse stato il cavallo di troia per
    > far entrare un pc in casa della gente senza che
    > lo sapesse, molto probabilmente oggi le cose
    > andrebbero molto meglio per il DDT e le aziende
    > che stanno fallendo dopo aver investito nel DTT
    > non starebbero li a lamentarsi (a ragione dico
    > io) per le false speranze che in passato hanno
    > ricevuto.
    >
    > Credo e spero che il DTT possa crescere e
    > migliorare a patto di mettere in casa della gente
    > un elettrodomestico degno dei tempi moderni e non
    > con le prestazioni inferiori ad un PC del
    > 1996.
    >
    > Scusate le lunghezza, Ebolo.

    Tra un paio d'anni i cinesi aggiungeranno ad ogni tv (non solo a quelle costose come adesso) un cippetto del menga che costerà 3 dollari, e tra i loghi delle caratteristiche ci sarà quello che il ricevitore DTT integrato.
    Fine del buisness dei decoder venduti su mediashopping.


    non+autenticato

  • >
    > Tra un paio d'anni i cinesi aggiungeranno ad ogni
    > tv (non solo a quelle costose come adesso) un
    > cippetto del menga che costerà 3 dollari, e tra i
    > loghi delle caratteristiche ci sarà quello che il
    > ricevitore DTT
    > integrato.
    > Fine del buisness dei decoder venduti su
    > mediashopping.
    >
    >

    Beh, io comprerei il decoder solo per mediashopping: vendono dei caxxo di articoli cinesi rimarkiati al triplo di quanto lo trovi su internet (perchè probabilmente anche loro l'hanno comprati dallo stesso cinese): MI SPANZO DALLE RISATE QUANDO QUELLE FACCE DI PIOMBO FANNO I SORRISINI E CERCANO DI VENDERTI UNA CAXXO DI SCOPA ELETTRICA CHE SU INTERNET LA TROVI A 20 EURO E LORO LA PROPINANO A 80 EURO! CHE COXXIONI!!! HAHAHAHHAHAHAHHAH!!!
    non+autenticato
  • Normale speculazione italiana, tanto paga lo stato e il cliente non si lamenta, dato che non sa nemmeno cosa stà comprando.
  • - Scritto da: Ebolo
    >
    >
    > Scusate le lunghezza, Ebolo.

    Senza contare che Ti sei fermato solo al giudizio tecnico del "coso".
    Quindi da un lato abbiamo il digitale terrestre per vedere:
    1) calcio
    2) grande fratello
    3) boh....?
    le televisioni che possono permettersi di investire del digitale terrestre solo le solite leggasi mediaset e rai.....e lo fanno con i soldi dei contribuenti rifilando poi gli stessi spettacoli che potrebbero benissimo rifilare sull'analogico ma guarda caso a pagamento.....
    qualcuno mi spiega perchè nel nostro paese ci si livella sempre verso il basso mai verso l'alto...?
  • > Il decoder top di gamma del mercato che oggi
    > viene veduto a 150€ al supermercato
    Sarai informato, ma trovi il top a meno di 100 euro. Fatti un giro per i supermercati.
    non+autenticato
  • Semplicemente perchè agli Italiani non frega una mazza della TV fuffa.
    Interessa solo a quella parte di bovari attaccati alle più o meno isole dei famosi, dei quizzaroli RINCO, e dei debosciati guardoni delle mutandine delle veline che le TV monnezza spargono quotidianamente a piene mani.

    Per il resto, .......home-banking, ricerca, studio, acquisti on line, c'è Internet.
    non+autenticato
  • concordo...

    se vogliamo, può essere una alternativa all'analogico, ma non è un servizio in più... perché devo pagare per vedere le stesse cose?

    comincino a produrre televisori con decoder DTT incorporato che costino come (se no meno) degli altri.. e fra qualche anno, quando tutti avranno questi apparecchi, si faccia lo switch...
    ma non devo finanziarli io questiprogetti.. altrimenti mi va bene anche quello che c'è adesso, anche se ha effetto neve... per quello che c'è da vedere... basta e avanza!
    non+autenticato
  • Non ha attecchito perchè non allo stato attuale offre nulla di più rispetto alla tv tradizionale.

    Fortuna che si sono resi conto (e non poteva essere altrimenti) del flop e intanto hanno spostato l'ipotetico switch al 2012...per allora lo sposteranno ancora in avanti o abbandoneranno del tutto lo standard perchè state sicuri che per allora ci sarà qualcosa di meglio del DTT.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non ha attecchito perchè non allo stato attuale
    > offre nulla di più rispetto alla tv
    > tradizionale.

    Sarà intanto col digitale terrestre mi vedo GRATIS l'NBA su SportItalia. Canale che sul satellite è criptato e a pagamento.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Non ha attecchito perchè non allo stato attuale
    > > offre nulla di più rispetto alla tv
    > > tradizionale.
    >
    > Sarà intanto col digitale terrestre mi vedo
    > GRATIS l'NBA su SportItalia. Canale che sul
    > satellite è criptato e a
    > pagamento.

    Sai che prima L'NBA su SI era gratis in chiaro? Se non ci fosse stato il digitale sarebbe rimasta dov'era.

    J
    non+autenticato
  • > Sai che prima L'NBA su SI era gratis in chiaro?
    > Se non ci fosse stato il digitale sarebbe rimasta
    > dov'era.
    Ma su dtt possono trasmettere NBA e condividere le proprie frequenze con altri operatori, in modo da guadagnarci affittando porzioni di banda. È meglio. E in prospettiva potranno offrire anche altri canali.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Non ha attecchito perchè non allo stato
    > attuale
    > > > offre nulla di più rispetto alla tv
    > > > tradizionale.
    > >
    > > Sarà intanto col digitale terrestre mi vedo
    > > GRATIS l'NBA su SportItalia. Canale che sul
    > > satellite è criptato e a
    > > pagamento.
    >
    > Sai che prima L'NBA su SI era gratis in chiaro?
    > Se non ci fosse stato il digitale sarebbe rimasta
    > dov'era.
    >
    > J

    Guarda che il digitale è in chiaro e i canali sportivi sono aumentati....
    non+autenticato
  • io SI lo vedo con la parabola, senza SKY
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non ha attecchito perchè non allo stato attuale
    > offre nulla di più rispetto alla tv
    > tradizionale.

    Vero.
    Il problema grosso, come evidenziato da piu' parti e come vado ripetendo, e' che oramai si va imponendo un'esigenza di controllo primario sui contenuti e sulla loro fruizione, ovverosia la gente vuole guardarsi quello che desidera quando lo desidera, non quello che viene proposto/imposto e all'ora indicata in palinsesto.
    Eventi live particolari a parte.
    (Ci sarebbe poi un argomento di tipo sociale, ma qui deborderei...)

    > Fortuna che si sono resi conto (e non poteva
    > essere altrimenti) del flop e intanto hanno
    > spostato l'ipotetico switch al 2012...per allora

    Lo "switch off" e' il passaggio integrale dall'analogico al digitale, ossia lo spegnimento delle trasmissioni analogiche.

    I tempi sono 2008 per il primo test (erano previste Sardegna e Valle d'Aosta (Vallée d'Aoste) per le loro caratteristiche orografiche) e nel 2012 il passaggio nazionale.
    Il tutto in linea con le tabelle di marcia europee.


    > lo sposteranno ancora in avanti o abbandoneranno
    > del tutto lo standard perchè state sicuri che per
    > allora ci sarà qualcosa di meglio del
    > DTT.

    Purtroppo temo proprio di no.
    Perlomeno sulla banda di frequenze dedicate alla televisione terrestre, non c'e' spazio per altro, a meno di penalizzare qualcosa o qualcuno.

    Le vere alternative a qualita' maggiore sono il cavo e il satellitare.
    In mezzo c'e' la rete telefonica, quindi Internet.

    Altre due alternative potrebbero essere la fibra ottica e il wireless (ricordo a tutti che WiFi e' solo il marchio di un consorzio che certifica l'armonizzazione tra gli apparecchi e non un nuovo acronimo per il trasporto wireless di dati; vedi http://it.wikipedia.org/wiki/Wi-Fi), ma la prima richiede altre spaccature di marciapiedi (ma non dovevano farle passare per le condutture fognarie?) e il secondo manca di copertura (802.11g) o di certezze (802.11e).

    Il DTT arrivera', il problema e' che arrivera' azzoppato dagli interessi dei soliti noti.

    k1
    non+autenticato
  • > la
    > gente vuole guardarsi quello che desidera quando
    > lo desidera, non quello che viene
    > proposto/imposto e all'ora indicata in
    > palinsesto.
    La gente?
    La gente si guarda la tv generalista e se ne sbatte altamente dei contenuti personalizzati.
    Chi si crea il proprio palinsesto è una minoranza molto piccola (sebbene in aumento).

    > Il tutto in linea con le tabelle di marcia
    > europee.
    In linea sì. Chiaro no. Se si dice una data, quella deve essere, non si può pensare di posticiparla più e più volte. Altrimenti nessuno ci crede più.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non ha attecchito perchè non allo stato attuale
    > offre nulla di più rispetto alla tv
    > tradizionale.
    Questo è falso.
    Ha consti inferiori, qualità superiore.
    Telefilm in lingua originale gratis.
    Più informazione e qualche canale in più.
    Più ovviamente tutta l'offerta a pagamento.
    non+autenticato