In Italia Internet al nord e al sud

Il gap digitale è ormai praticamente un ricordo del passato. Ad affermarlo è una ricerca presentata a Catania. Lo squilibrio si è azzerato, o quasi. I numeri

Roma - La distanza nel grado di alfabetizzazione informatica tra nord e sud d'Italia si è ridotta enormemente in questi anni ed oggi non supera il 3 per cento. Questo il dato più significativo della ricerca presentata dalla Fondazione Roberto Debenedetti e realizzata da Demoskopea. Una ricerca che sembra dunque disegnare uno scenario per alcuni versi sorprendente.

Dell'arretratezza tecnologica del Meridione si è parlato a lungo ma, secondo gli esperti, a fronte del 8,35 per cento di "divario" registrato nel 1999 oggi si può parlare quasi di percentuale "fisiologica".

Secondo Demoskopea, il 33 per cento degli italiani si collega ad internet e in questa porzione occorre inserire il 64 per cento della popolazione tra i 14 e i 24 anni. Tra i 45 e i 54 anni, invece, il 24 per cento naviga mentre il dato scende all'11 per cento sopra i 50 anni.
Nonostante una situazione dunque incoraggiante, gli autori dello studio hanno comunque messo in guardia dal rilassarsi sugli allori. Per competere con lo sviluppo della rete nei paesi più avanzati, infatti, l'Italia ha ancora molta strada da fare, soprattutto nella direzione della formazione e del sostegno all'economia digitale. Al centro, naturalmente, l'alfabetizzazione informatica.
TAG: italia