Chi festeggerà il wIndependence Day?

Per i linuxofili il prossimo 4 luglio avrà una nuova valenza simbolica: la conquistata indipendenza da Windows. Lo sostiene un noto sito pro-Linux

Palo Alto (USA) - Il Pinguino non è nato il 4 luglio né è stato partorito su suolo americano, tuttavia quale giorno migliore di questo - si devono essere detti quelli di DesktopLinux.com - per celebrare il "wIndependence Day"?. E' questo un giorno in cui, a partire dal prossimo 4 luglio, la comunità di Linux festeggerà non solo la nota ricorrenza dell'indipendenza americana, ma anche il simbolico affrancamento degli utenti del Pinguino da Windows.

L'idea è venuta a DesktopLinux.com, una nota risorsa informativa dedicata all'utilizzo di Linux come sistema operativo desktop, che ha saputo coinvolgere nell'iniziativa diversi soggetti di primo piano del mondo open source e di Linux, fra cui Ximian, SuSE, Sun, Opera Software, Mandrake e Lindows.com. Tutto è buono ormai per evidenziare il profilo irresistibile del Pinguino ai danni, possibilmente, di Microsoft e del suo Windows.

"Coincidendo con l'Indipendence Day americano, il wIndependence Day celebra il crescente utilizzo di Linux all'interno delle imprese, dei governi, delle istituzioni accademiche e dei personal computer degli utenti finali, come un'alternativa alla dipendenza del sistema operativo Windows di Microsoft e dei relativi prodotti", si legge in un comunicato di DesktopLinux.com.
In occasione dell'evento i lettori di DesktopLinux.com potranno inviare storie in cui descrivano come si siano "liberati di Windows" o come abbiano implementato, all'interno della loro azienda, soluzioni basate su Linux e alternative a Windows. In palio vi sono premi forniti dagli sponsor dell'iniziativa: Lindows.com mette ad esempio a disposizione un computer basato sul proprio sistema operativo, mentre Sun regala un cofanetto contenente la versione completa di StarOffice 6.0.

"La rapida maturazione di Linux ha fatto sì che esso sia divenuto una valida alternativa anche per le applicazioni desktop", ha affermato MandrakeSoft, uno degli sponsor dell'iniziativa. "MandrakeSoft supporta con orgoglio la celebrazione del wIndependence Day e continuerà a sviluppare tecnologie open source".
24 Commenti alla Notizia Chi festeggerà il wIndependence Day?
Ordina
  • Un'idea: travestiamoci da pinguini, assaltiamo un magazzino MS, gettiamo in mare le confezioni dell'odiato Windows... sto scherzando ovviamente!-- l'idea è quella del Boston Tea Party, quando una nave inglese alla fonda a Boston fu assalita da patrioti travesti da indiani che gettarono a mare il carico di té per protestare contro la tassa sulla bevanda -

    Secondo me tutto questo "odio" verso Windows non fa altro che fare ulteriore pubblicità a mr. Gates. A me MS non piace, più che altro per l'arroganza con la quale aggredisce il mercato e cerca di eliminare la concorrenza, che per i suoi prodotti, nessuno è perfetto. ma le "guerre sante" non servono. E le pagliacciate neppure.
    non+autenticato
  • deheheee ecco un altra testimonianza della nostra sudditanza verso gli stati uniti ma non dobbiamo dimenticare che linux e kde sono progetit europei e quindi non si capisce cosa dobbiamo festeggiare infatti linux si festeggia ogni giorno facendo apt-get su debian/gnu/linux/stable oppure anche unstable
    non+autenticato
  • Perchè debbono sempre appropriarsi dei meriti altrui ed omologarli ai loro valori?
    Piuttosto, perchè non l'indipendenza della Finlandia dal giogo russo, visto che il buon Linus è finnico????
    non+autenticato


  • - Scritto da: Ce
    > Perchè debbono sempre appropriarsi dei
    > meriti altrui ed omologarli ai loro valori?


    gia'.

    Potete star certi che io NON festeggero' il wIndependece day.


    E pi,, dai, con un titolo del genere mi ricorda il peggior film di fantascienza degli ultimi 20 anni!!!
    non+autenticato
  • Iniziative come queste fanno solo sorridere e andrebbero prese senza dargli valore. Fare una cosa del genere sta asignificare che chi usa linux e open source e' inferiore a microsoft?
    Inoltre tutto questo aspetto assai poco "corporate" danneggia solo l'immagine di linux nel mondo IT
    non+autenticato
  • Festeggerò il windipendence day come l'ho festeggiato nei tre anni passati, ma quest'anno con maggiore soddisfazione, perché la libertà si è estesa ancora più degli altri anni.

    Il valore della libertà può essere festeggiato e ed è utile e auspicabile che sia sbandierato e propagato: la libertà è di tutti o non è di nessuno, ed è importante che tutti sappiano che possono conoscere i vantaggi che ne deriva e gli impegni che sono richiesti per mantenere tale libertà.

    Così come è importante per la Francia cantare la Marsigliese, per l'Italia cantare l'inno di Mameli, o per gli USA lo sventolìo della bandiera a stelle e strisce, per chi sente comunanza di valori libertari nella diffusione delle tecnologie informatiche ora esiste uno STATO virtuale che permette ai suoi cittadini di non dipendere da un Sovrano onnipossente e invadente, e di non dovergli NULLA (perché nulla gli deve).

    I cittadini della Rete che ne abbiano la volontà ora *possono* avere accesso a una maggiore libertà e ad una indipendenza da chi ha oppresso (e opprime tuttora) le libertà di mercato.

    ORA POSSIAMO DAVVERO !

    Buon giorno dell'Indipendenza (dal monopolio microsoft) a tutti coloro che la sentono come una vera ricorrenza da valorizzare e propagare.

    www.linux.org
    www.openoffice.org
    www.mozilla.org

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)