Kurzweil: il cyborg è vicinissimo

Non ci vorranno più di 15 anni prima che le intelligenze umana ed informatica trovino forme di convivenza, che porteranno a nuovi traguardi, ad esempio una vita molto più lunga, magari eterna. Le previsioni del più celebrato futurologo

Roma - Un futuro descritto fin qui solo dalla fantascienza secondo Raymond Kurzweil è ormai alle porte: in non più di 15 anni l'uomo avrà unito la propria intelligenza a quella dei computer e avrà trovato nuove soluzioni a problemi antichi, in un processo dagli esiti sorprendenti, ad esempio un tempo di vita molto più lungo.

Scienziato, inventore, saggista e futurologo di fama, Kurzweil (nella foto) è tornato su questioni che gli stanno a cuore in occasione di una conferenza sul supercomputing, sostenendo ancora una volta che il segreto di una vita eterna è la nanotecnologia.

Sarà questa, attraverso nanosonde che vivranno anche all'interno dell'organismo umano, a consentire a uomini e intelligenza artificiale di dialogare in un domani in cui le capacità delle macchine avranno superato di gran lunga quelle umane, in un tempo che Kurzweil prevede non superi i prossimi 25 anni. Queste nanosonde avranno molti compiti, tra cui quello di monitorare in tempo reale lo stato di ogni tessuto del corpo ospite, potendo intervenire per ripararlo, sostituirlo, prolungando ad libitum le capacità di sopravvivenza.
E ci sono patologie comuni, come il raffreddore, che pur potendo venire curate dalle future nanotecnologie, saranno risolte ancor prima grazie alle biotecnologie, scienze che saranno essenziali anche per consentire, con l'ausilio dei supercomputer di domani, di approfondire in modo del tutto inedito i meccanismi più intimi del funzionamento della "macchina biologica", in primo luogo l'uomo.

Lo scienziato premiato dall'ex presidente americano ClintonNon sono tesi nuove per Kurzweil, che le ha approfondite anche in un controverso saggio (The Singularity is near), ma la novità è nei tempi in cui tutto questo accadrà: a suo dire, chi vivrà altri 15 o 30 anni potrà aspirare ad una vita eterna.

Come? Ancora una volta la risposta è nell'intelligenza artificiale. "Una capacità di calcolo da 1000 dollari nel 2020 sarà 1000 volte più potente del cervello umano. Tra 15 anni il mondo sarà molto diverso. Avremo curato il cancro e l'infarto, o almeno avremo capito come gestire condizioni critiche in modo che non siano più una minaccia alla vita. Arriveremo ad un punto in cui potremo fermare il processo di invecchiamento e allontanare la morte". Il futuro comprenderà una continua accelerazione: le capacità di calcolo nel 2045 supereranno di miliardi di volte le capacità dell'intera intelligenza umana.
165 Commenti alla Notizia Kurzweil: il cyborg è vicinissimo
Ordina
  • la Natura, come ha sempre dimostrato, troverà una soluzione radicale al problema.

    Non sorprendetevi se un giorno non esisterà piu' il sesso Newbie, inesperto

    Direi che sia ora di scendere dal mondo delle nuvole e pensare a cose piu' terra terra. Per esempio come tirare a campare giorno dopo giorno Fantasma
    non+autenticato
  • Vita eterna significa:

    Socialmente:
    - sovrappopolamento e controllo demografico
    - limiti nell'aver figli (o dover scegliere tra averli e morire)
    - lavorare in eterno (altrimenti prenderemmo la pensione in eterno e non è sostenibile)
    - Ergastolani da mantenere in eterno
    - pene da scontare per 10.000 anni
    - mancanza di rinnovamento della specie e quindi:
    - maggior vulnerabilità alle malattie
    - stabilizzazione e mancato rinnovo del pensiero e delle idee (teoricamente, un possibile medioevo eterno... perché la testa delle persone non si può rinnovare in eterno)
    - Crisi delle famiglie eterne (si dovranno passare gli alimenti in eterno...)
    - Guerre eterne (tra popolazioni che si odiano. Chi sostiene che sparirebbe la religione e quindi le guerre non capisce niente. Bush ha attaccato l'iraq non per motivi religiosi)


    Economicamente:
    - scarsità di lavori
    - scarsità di risorse per vivere
    - Immondizia ovunque

    Se ne avete altre da aggiungere alla lista siete i benvenuti



    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Vita eterna significa:
    >
    > Socialmente:
    > - sovrappopolamento e controllo demografico
    > - limiti nell'aver figli (o dover scegliere tra
    > averli e
    > morire)

    Ecco, una cosa elimina l'altra.


    > - lavorare in eterno (altrimenti prenderemmo la
    > pensione in eterno e non è
    > sostenibile)

    La pensione la prendi perchè sei decrepito. Non preferisci essere giovane e lavorare? Potrai comunque migliorare la tua posizione perchè avrai MOLTO TEMPO per lavorarci.


    > - Ergastolani da mantenere in eterno
    > - pene da scontare per 10.000 anni

    Bisognerebbe abolire l'ergastolo perchè sarebbe un'assurdità. Max pena: 30 anni.


    > - mancanza di rinnovamento della specie e quindi:
    > - maggior vulnerabilità alle malattie

    E' una contraddizione. E' ovvio che se la genetica potrà cancellare l'invecchiamento potrà anche intervenire sulle malattie.

    > - stabilizzazione e mancato rinnovo del pensiero
    > e delle idee (teoricamente, un possibile medioevo
    > eterno... perché la testa delle persone non si
    > può rinnovare in
    > eterno)

    Tu pensi che se oggi un Mozart o un Leonardo Da Vinci fossero vivi non si adatterebbero ai nostri tempi e non sarebbero in grado di dare un contributo altrettanto geniale all'umanità come quello che diedero nella loro epoca?

    > - Crisi delle famiglie eterne (si dovranno
    > passare gli alimenti in
    > eterno...)

    Quale famiglia? Partiamo dal presupposto immortalità genetica = niente figli. Modifica in provetta. Sei per sempre giovane ma anche sterile. Controllo demografico alla fonte.

    > - Guerre eterne (tra popolazioni che si odiano.

    Secondo me no. Oggi c'e' gente che ammazza e si lascia ammazzare perchè da' poco valore alla vita. Con la prospettiva di un'esistenza virtualmente indeterminata la vita sarebbe piu' preziosa di oggi e molti rinuncerebbero alla violenza. Peraltro ti faccio presente che sei solo immune all'invecchiamento, non alla morte, quindi se tutti i violenti si sterminano a vicenda la guerra non dura in eterno.

    > Economicamente:
    > - scarsità di lavori
    > - scarsità di risorse per vivere
    > - Immondizia ovunque

    E' un problema demografico piu' che genetico. Si risolve col controllo delle nuove nascite.


    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Vita eterna significa:
    > >
    > > Socialmente:
    > > - sovrappopolamento e controllo demografico
    > > - limiti nell'aver figli (o dover scegliere tra
    > > averli e
    > > morire)
    >
    > Ecco, una cosa elimina l'altra.
    >
    >
    > > - lavorare in eterno (altrimenti prenderemmo la
    > > pensione in eterno e non è
    > > sostenibile)
    >
    > La pensione la prendi perchè sei decrepito. Non
    > preferisci essere giovane e lavorare? Potrai
    > comunque migliorare la tua posizione perchè avrai
    > MOLTO TEMPO per
    > lavorarci.
    >
    >
    > > - Ergastolani da mantenere in eterno
    > > - pene da scontare per 10.000 anni
    >
    > Bisognerebbe abolire l'ergastolo perchè sarebbe
    > un'assurdità. Max pena: 30
    > anni.
    >
    >
    > > - mancanza di rinnovamento della specie e
    > quindi:
    > > - maggior vulnerabilità alle malattie
    >
    > E' una contraddizione. E' ovvio che se la
    > genetica potrà cancellare l'invecchiamento potrà
    > anche intervenire sulle
    > malattie.
    >
    > > - stabilizzazione e mancato rinnovo del pensiero
    > > e delle idee (teoricamente, un possibile
    > medioevo
    > > eterno... perché la testa delle persone non si
    > > può rinnovare in
    > > eterno)
    >
    > Tu pensi che se oggi un Mozart o un Leonardo Da
    > Vinci fossero vivi non si adatterebbero ai nostri
    > tempi e non sarebbero in grado di dare un
    > contributo altrettanto geniale all'umanità come
    > quello che diedero nella loro
    > epoca?
    >
    > > - Crisi delle famiglie eterne (si dovranno
    > > passare gli alimenti in
    > > eterno...)
    >
    > Quale famiglia? Partiamo dal presupposto
    > immortalità genetica = niente figli. Modifica in
    > provetta. Sei per sempre giovane ma anche
    > sterile. Controllo demografico alla
    > fonte.
    >
    > > - Guerre eterne (tra popolazioni che si odiano.
    >
    > Secondo me no. Oggi c'e' gente che ammazza e si
    > lascia ammazzare perchè da' poco valore alla
    > vita. Con la prospettiva di un'esistenza
    > virtualmente indeterminata la vita sarebbe piu'
    > preziosa di oggi e molti rinuncerebbero alla
    > violenza. Peraltro ti faccio presente che sei
    > solo immune all'invecchiamento, non alla morte,
    > quindi se tutti i violenti si sterminano a
    > vicenda la guerra non dura in
    > eterno.
    >
    > > Economicamente:
    > > - scarsità di lavori
    > > - scarsità di risorse per vivere
    > > - Immondizia ovunque
    >
    > E' un problema demografico piu' che genetico. Si
    > risolve col controllo delle nuove
    > nascite.
    >
    >
    lo scenario che prospetti è comunque terribile. non voglio la vita eterna se devo vivere in un mondo di sterili, senza figli, senza famiglia, con lavoro eterno.... ah beh, però sarei giovane, allora...
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > lo scenario che prospetti è comunque terribile.
    > non voglio la vita eterna se devo vivere in un
    > mondo di sterili, senza figli, senza famiglia,
    > con lavoro eterno.... ah beh, però sarei giovane,
    > allora...

    Piu' che altro dovresti pensare ad un tipo diverso di famiglia, basato solo sul rapporto di coppia.
    non+autenticato
  • Capisco il tuo punto ma non credo sia uno scenario terribile come dici, l'importante è fare salva la libertà di scelta. Una vita lunga deve essere un'opportunità, una scelta, non un'obbligo, ma come tutte le scelte che ti danno un genere specifico di libertà (in questo caso dalla morte) dovrebbe essere sottoposta a regole che la delimitino.

    Non si puo' vivere una vita lunghissima e figliare come conigli contemporaneamente, le risorse del pianeta non lo permettono. Però postresti scegliere. Potresti interrompere definitivamente una eventuale terapia di allungamento vitale e avere un figlio.

    Personalmente fra le due cose non avrei dubbi su quale sceglierei ma qualcuno potrebbe non essere d'accordo con me.
    non+autenticato
  • Parlo da cattolico non praticante,
    ma mi sento di ricordare che Dio
    ha concesso agli uomini di progredire
    solo con la scienza
    , negando al contempo
    la vita eterna.

    nemo
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Parlo da cattolico non praticante,
    > ma mi sento di ricordare che

    Perche' ti senti di ricordare? Siamo la tua parrocchia?
    Non hai rispetto per i non credenti?

    > Dio
    > ha concesso agli uomini di progredire
    > solo con la scienza
    , negando al contempo
    > la vita eterna.

    Cio' che credi che i tuo dio abbia detto o fatto, non ha alcuna influenza, fattene una ragione.
    non+autenticato

  • > Cio' che credi che i tuo dio abbia detto o fatto,
    > non ha alcuna influenza, fattene una
    > ragione.

    Non fregarmi le battute: trollare concludendo con "fattene una ragione" é un mio TM. Fattene una ragione.

    PS: Dio o non Dio, morirai come tutti gli altri. Fattene una ragione.

  • - Scritto da: borg_troll
    >
    > > Cio' che credi che i tuo dio abbia detto o
    > fatto,
    > > non ha alcuna influenza, fattene una
    > > ragione.
    >
    > Non fregarmi le battute: trollare concludendo con
    > "fattene una ragione" é un mio TM. Fattene una
    > ragione.
    >
    > PS: Dio o non Dio, morirai come tutti gli altri.
    > Fattene una
    > ragione.

    E' ora di dare da mangiare a parrocchetto.
    Ivan Danko

    Al parrocchetto, non al parroco.
    non+autenticato

  • > E' ora di dare da mangiare a parrocchetto.
    > Ivan Danko


    Dove é Viktor Roszta?
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > > E' ora di dare da mangiare a parrocchetto.
    > > Ivan Danko

    >
    > Dove é Viktor Roszta?

    Stava nel gabbio, poi è andato a veder crescere le radici dell'erba
    non+autenticato
  • - Scritto da: borg_troll
    >
    > > Cio' che credi che i tuo dio abbia detto o
    > fatto,
    > > non ha alcuna influenza, fattene una
    > > ragione.
    >
    > Non fregarmi le battute: trollare concludendo con
    > "fattene una ragione" é un mio TM. Fattene una
    > ragione.
    >
    > PS: Dio o non Dio, morirai come tutti gli altri.
    > Fattene una
    > ragione.

    moriremo per il momento

  • - Scritto da:
    > Parlo da cattolico non praticante,
    > ma mi sento di ricordare che Dio
    > ha concesso agli uomini di progredire
    > solo con la scienza
    , negando al contempo
    > la vita eterna.
    >
    > nemo

    Ti rispondo con la frase scritta sulla maglietta di Sarah Connor: No Fate
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Parlo da cattolico non praticante,

    Parlo da uno cui stai pesantemente sul cu10 per il fatto di aver intitolato il post così

    > ma mi sento di ricordare che

    Ricordati di ricordare che non tutti possono ricordare quello che ricordi tu!

    >Dio
    > ha concesso agli uomini di progredire
    > solo con la scienza
    , negando al contempo
    > la vita eterna.

    Il tuo, forse. Il mio, invece no. Il mio dice "Tu provaci, se ci riesci tanto meglio per te. Io non metto paletti, ho fatto del mio meglio per farvi così, ma più di tanto non posso neanche io" Parola di dIO - Mi autorendo grazie!

    >
    > nemo
    >

    Nome appropriato, vista la cerchia di cui fai parte!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 novembre 2006 16.00
    -----------------------------------------------------------
  • ...la resitenza è inutile.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Borg

    Gene Roddenberry era un profeta!
    non+autenticato
  • Roddenberry non ha inventato i Borg. E' stato Maurice Hurley.

    E prima, molto prima, c'erano i Cybermen... http://en.wikipedia.org/wiki/Cyberman
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Roddenberry non ha inventato i Borg. E' stato
    > Maurice
    > Hurley.
    >
    > E prima, molto prima, c'erano i Cybermen...
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Cyberman

    E ancora prima c'era la mia fotocamera cybershot! Gnegnè!
    non+autenticato

  • > E ancora prima c'era la mia fotocamera cybershot!
    > Gnegnè!

    Prima del 1963? Andava a valvole? Spero avesse le ruote per scarriorarla in giro.
    non+autenticato
  • Mmmm non mi piace per niente l'idea che le macchine penseranno per noi,sa un po' di matrix,ma effettivamente una guerra macchine-uomini(che avranno integrate macchine per cazzate varie tipo erezione del pene e ringonfiamenti del seno e bla bla)sara' una guerra impari...e ci faranno il c**o per benino
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Mmmm non mi piace per niente l'idea che le
    > macchine penseranno per noi

    Dipende se pensano di lavarmi la schiena, si accomodino.

    > sa un po' di
    > matrix, ma effettivamente una guerra
    > macchine-uomini (che avranno integrate macchine
    > per cazzate varie tipo erezione del pene e
    > ringonfiamenti del seno e bla bla)sara' una
    > guerra impari...e ci faranno il c**o per
    > benino

    Dai per scontato che si facciano macchine non solo pensanti, ma con autocoscienza, e istinto. dovrebbero avere VOGLIA e MOTIVO per sterminarci, ti pare che una macchina possa aspirare al dominio? Per cosa, soldi? Successo politico? Sesso? Case? Scommessa? Essere adorato e sepolto in sepolcro eterno?
    Certe caratteristiche sociali sono legate all'uomo, a causa della sua natura, ovvro siamo vivi, e abbiamo necessita' (calore, cibo), ci riproduciamo e moriamo.
    Una macchina no. Anche pensassero, svilupperebbero - se la sviluppassero - una "cultura" ben diversa.

    Insomma ti fai la classica raffigurazione dl robot malvagio della fantascienza, che di fatto pero' e' solo uno nemico molto umano in tutto, vestito di ferraglia e chip per dare spettacolo. Gli unni al cinema ormai non sono attuali come problema e non sbancano il botteghino, per cui gli sceneggiatori ricorrono ai robot, umanizzandoli.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Mmmm non mi piace per niente l'idea che le
    > > macchine penseranno per noi
    >
    > Dipende se pensano di lavarmi la schiena, si
    > accomodino.
    >
    > > sa un po' di
    > > matrix, ma effettivamente una guerra
    > > macchine-uomini (che avranno integrate macchine
    > > per cazzate varie tipo erezione del pene e
    > > ringonfiamenti del seno e bla bla)sara' una
    > > guerra impari...e ci faranno il c**o per
    > > benino
    >
    > Dai per scontato che si facciano macchine non
    > solo pensanti, ma con autocoscienza, e istinto.
    > dovrebbero avere VOGLIA e MOTIVO per sterminarci,
    > ti pare che una macchina possa aspirare al
    > dominio? Per cosa, soldi? Successo politico?
    > Sesso? Case? Scommessa? Essere adorato e sepolto
    > in sepolcro
    > eterno?
    > Certe caratteristiche sociali sono legate
    > all'uomo, a causa della sua natura, ovvro siamo
    > vivi, e abbiamo necessita' (calore, cibo), ci
    > riproduciamo e
    > moriamo.
    > Una macchina no. Anche pensassero,
    > svilupperebbero - se la sviluppassero - una
    > "cultura" ben
    > diversa.
    >

    Il tuo ragionamento sembra filare, però nel momento in cui dovessero "pensare" potrebbero sviluppare istinto di conservazione e autocoscenza e molte altre peculiarità umane.
    Anche gli animali hanno istinto di conservazione, e se hanno fame ti sbranano. Se un robot non volesse morire, e ha bisogno di energia, chi ti dice che non la prende sottomettendoti?


    > Insomma ti fai la classica raffigurazione dl
    > robot malvagio della fantascienza, che di fatto
    > pero' e' solo uno nemico molto umano in tutto,
    > vestito di ferraglia e chip per dare spettacolo.
    > Gli unni al cinema ormai non sono attuali come
    > problema e non sbancano il botteghino, per cui
    > gli sceneggiatori ricorrono ai robot,
    > umanizzandoli.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 26 discussioni)