Podcasting, una cosa di nicchia

L'autorevole osservatorio Pew sputa fuori nuovi dati sul reale utilizzo del download di trasmissioni in mp3. E scopre che è questione che interessa pochi. Ma che rimane interessante e in crescita

Roma - Siti web che pullulano di podcast ce ne sono molti, intere "radio amatoriali" sono nate proprio grazie al podcasting e vista la popolarità di questo mezzo, assume un certo rilievo l'ultimo report in materia sviluppato da Pew Internet & American Life Project.

Secondo l'autorevole società di analisi, solo l'1 per cento degli utenti internet scarica ad ogni sessione almeno un podcast, che viene perlopiù ascoltato subito oppure tenuto per un ascolto successivo, e in qualche caso anche per "archiviazione" di una certa trasmissione.

Più in generale, il 12 per cento degli utenti dichiara di aver scaricato un podcast. Si tratta di un dato importante per chi utilizza il podcasting per i propri contenuti: nel report precedente, pubblicato ad aprile, questa percentuale era del 7 per cento, il che implica una veloce accelerazione nella popolarità di questa tecnica.
Va detto che il rapporto periodico sull'argomento sviluppato da Pew si basa su un campione di circa 3mila persone che, intervistate telefonicamente, vengono considerate "rappresentative" della popolazione statunitense.

Il PDF del rapporto si trova qui
10 Commenti alla Notizia Podcasting, una cosa di nicchia
Ordina
  • ... cdo ...

    ... forse ci vorrebbero più podcaster ... mi sembra che si stia andando avanti ...


    Salut!
  • Idem



    Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: manfrys
    > ... cdo ...
    >
    > ... forse ci vorrebbero più podcaster ... mi
    > sembra che si stia andando avanti
    > ...

    Se ti limiti alla lingua italiana sono pochi, in lingua inglese invece c'è tantissima scelta. Io comunque uso ancora il mio vecchio lettore mp3 da 256 mega su cui diversi show che durano circa 90 minuti l'uno.
    non+autenticato
  • Il podcasting ha interessato per anni una notevole percentuale di popolazione. Si chiamava "scambiarsi le cassette (o mixtape o mix cd)".

    Il termine podcast, casomai e' un po' di nicchia.

    Ma visto che come si legge un mp3 singolo si puo' leggere un podcast e che lo Lo streaming ha la notevole limitazione del dipendere dal tempo, che crea grattacapi in fase di trasmissione, e di fruizione.

    Quindi mi sa che il futuro per il podcasting dipende principalmente da quanto DRM e societa' autori romperanno le scatole.

  • - Scritto da: Solvalou
    > Il podcasting ha interessato per anni una
    > notevole percentuale di popolazione. Si chiamava
    > "scambiarsi le cassette (o mixtape o mix
    > cd)".

    Il podcasting non è limitato alla musica, anzi la maggiorparte dei podcast non ne contengono.
    I podcasting sono in genere dei talk show tematici, ci sono anche quelli musicali ma sono una netta minoranza.
    Sono talk show dove si può parlare di piante, fotografia o fare comicità demenziale ecc... Su internet esistevano ben prima dell'esistenza della parola podcast. Li chiamavano show e buonanotte, poi qualcuno ha voluto creare la buzzword per racchiudere il concetto di blog+feed rss con enclosures che linkano a ->mp3/ogg.
    In questo modo si possono fare software appositi che semplificano la ricerca e il download degli show (Democracy è uno di quest, ma c'è anche jpodder ecc...).

    Io ad esempio oggi mi sono scaricato questo show sui videogiochi presenti su linux:
    http://linuxgames.com/podcast.php
    e lo ascolterò domani
    non+autenticato
  • essendo il podcasting tutto e contemporaneamente niente vi dico io cos'è:

    un termine vuoto.

    Quel concetto esisteva prima del "podcasting" e adesso è diventato un termine troppo stretto per designare quel che si faceva già prima.

    Blah.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > essendo il podcasting tutto e contemporaneamente
    > niente vi dico io
    > cos'è:
    >
    > un termine vuoto.
    >
    > Quel concetto esisteva prima del "podcasting" e
    > adesso è diventato un termine troppo stretto per
    > designare quel che si faceva già
    > prima.
    >
    > Blah
    .
    Sono quello a cui hai risposto e ti do ragione. A me il termine non piace perché poi la gente lo associa con l'ipod e questo genera confusione.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > Io ad esempio oggi mi sono scaricato questo show
    > sui videogiochi presenti su
    > linux:
    > http://linuxgames.com/podcast.php

    ho guardato i dati del file audio sui videogiochi per linux:
    sono ben 3k vista la penuria di materiale ludico per i linari è anche troppo!
    Vabbè consolatevi con il fruscio del podcast...

    Fan Windows
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ho guardato i dati del file audio sui videogiochi
    > per
    > linux:
    > sono ben 3k vista la penuria di materiale ludico
    > per i linari è anche
    > troppo!
    > Vabbè consolatevi con il fruscio del podcast...
    >
    > Fan Windows

    Ah forse Windows ha un baco anche per leggere le dimensioni dei file, perché tutti gli mp3 fanno insieme 255 megabye.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > Io ad esempio oggi mi sono scaricato questo show
    > > sui videogiochi presenti su
    > > linux:
    > > http://linuxgames.com/podcast.php
    >
    > ho guardato i dati del file audio sui videogiochi
    > per
    > linux:
    > sono ben 3k vista la penuria di materiale ludico
    > per i linari è anche
    > troppo!
    > Vabbè consolatevi con il fruscio del podcast...
    >
    > Fan Windows

    Gia'... Neanche per QNX ci sono giochi, sicuramente e' un SO di schifo che non usa nessuno... Rotola dal ridere
    non+autenticato