Vietate le pedofoto anche se fasulle

Lo vuole la Camera dei Rappresentanti americana che ha votato in modo quasi unanime una legge che entrerà in vigore entro pochi mesi. Ma non si risolvono i problemi sollevati dalla Corte Suprema. Obiettivo: controllo del pensiero

Vietate le pedofoto anche se fasulleWashington (USA) - Chi distribuirà o verrà trovato in possesso di immagini che dipingano minorenni in atti sessuali, anche se si tratta di immagini realizzate con il computer e in nessun modo attinenti alla realtà, sarà punibile con pene severe. Questo il profilo di una legge che ieri è passata alla Camera dei Rappresentanti con una votazione quasi unanime (413 a 8) e che è stata studiata per superare i "no" della Corte Suprema.

Qualcuno ricorderà infatti che nei mesi scorsi il massimo organo giudiziario degli Stati Uniti aveva bocciato una legge proprio perché equiparava le immagini pedopornografiche a quelle fasulle nelle sanzioni relative alla produzione, distribuzione e possesso.

La legge votata alla Camera passerà rapidamente al Senato che già sta analizzando una proposta molto simile ed è dunque probabile che entro pochi mesi diverrà effettiva.
Il nuovo "Child Obscenity and Pornography Prevention Act" (COPPA) descrive come sanzionabile qualsiasi immagine realizzata al computer che "sia virtualmente indistinguibile da quella di un minore coinvolto in una condotta sessualmente esplicita". Si tratta di una definizione più specifica di quella bocciata dalla Corte Suprema, che aveva ritenuto incostituzionale la definizione vaga con cui si sanzionava, nella precedente normativa,qualsiasi immagine "che sembra essere" quella di un minore.

Eppure non tutti sono convinti che la nuova legge passerà lo scrutinio della Corte. Megan Gray di EPIC (Electronic Privacy Information Center) ha dichiarato ai giornalisti di non capire "perché pensano che questa norma possa superare i problemi delineati dalla Corte Suprema nella sua recente decisione".

La Corte, infatti, aveva specificamente bocciato la legge sostenendo che sanzionare immagini fasulle significava punire non un atto ma il pensiero. "Le libertà del Primo Emendamento - avevano scritto i massimi magistrati americani - si trovano nel più grave pericolo quando il Governo cerca di controllare il pensiero o giustificare le proprie leggi per quello scopo che non può essere permesso. Il diritto di pensare è l'inizio della libertà e la sua espressione deve essere protetta dalle azioni del Governo perché è l'inizio del pensiero".
TAG: censura
96 Commenti alla Notizia Vietate le pedofoto anche se fasulle
Ordina
  • MI piacerebbe capire come si possa appoggiare una
    legge che condanni qualcuno senza che questo non
    abbia nemmeno fatto il minimo danno alla società!
    Io nella mia camerella mi faccio un disegnino osceno, e zac eccomi in galera x pedopornografia!
    Ma si... ma a questo punto, se faccio un immagine
    in cui qualcuno è ucciso, mandiamo in galera
    anche lui! Se dobbiamo applicare una idea
    facciamola sul serio!
    Quanti delle persone che parlano qui hanno visto
    Traffic?? bene lo sapete che se passa questa
    legge se andate in america rischiate il carcere?
    C'è una minorenne (Dichiarata tale!!) che fa
    sesso dopo esser stata drogata dal suo
    spacciatore, e che si prostituisce anche!
    Evviva! mettiamo la polizia davanti ai cinema
    cosi li arrestiamo tutti questi maledetti
    pedofili!

    Ma x carità! Dove è finito il principio che uno
    possa essere accusato solo di quello che ha fatto
    lui? Se iniziamo a mettere in forse questo principio non arrabbiamoci quando ci vedremo
    privati di tutte le nostre libertà!

    Saluti e un grazie a chiunque sia arrivato fin
    qui a leggere!Sorride
    non+autenticato
  • Ok,volete censurare i fotografi con David Hamilton,Michail Rusinov etc,etc.....
    I pedofili indisturbati,mentre i fotografi come David Hamilton verranno censurati:siamo alla frutta!
    C'è una grossa lobby pedofilica che resiste:quelli della gente "bene"!
    Fuck Usa!
    non+autenticato
  • ..."Chi distribuirà o verrà trovato in possesso di immagini che dipingano minorenni in atti sessuali, anche se si tratta di immagini realizzate con il computer e in nessun modo attinenti alla realtà, sarà punibile con pene severe."

    Ma secondo voi si parla anche di disegni realizzati con il PC?
    Beh, allora vorrei proprio vedere su cosa si basa un perito che per conto dell'accusa cerca di capire se il soggetto in esame (un disegno realizzato al computer) al momento del fatto contestato aveva raggiunto la maggiore età...mah!

    non+autenticato

  • > Ma secondo voi si parla anche di disegni
    > realizzati con il PC?

    Leggi bene
    non+autenticato
  • Libertà assoluta di scambio di foto fasulle e quant'altro, però quando beccano uno che fa foto vere lo si ammazza sul posto come un cane senza tante storie.
    non+autenticato
  • sono d'accordo. questo si che è un discorso serio.
    non+autenticato
  • D'accordo, però se per caso ci si accorge di essersi sbagliati, si uccide anche il giudice che ha condannato il presunto pedopornografo...

    Tutto questo per la precisione...

    - Scritto da: AlessandroVisintini
    > sono d'accordo. questo si che è un discorso
    > serio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ingenuo 2001
    > D'accordo, però se per caso ci si accorge di
    > essersi sbagliati, si uccide anche il
    > giudice che ha condannato il presunto
    > pedopornografo...
    >
    > Tutto questo per la precisione...
    >
    > - Scritto da: AlessandroVisintini
    > > sono d'accordo. questo si che è un
    > discorso
    > > serio.

    in effetti potrebbe essere una soluzione

    un'altra soluzione potrebbe essere quella di tenere la proposta iniziale, sostituendo la morte con un paio di ergastoli, cosi' se ci si e' sbagliati si fa in tempo a rimediare, almento parzialmente.

    e possibilmente il tutto mantenendo la privacy sulla persona accusata, almeno fino a quando non si ha l'assoluta certezza della sua colpevolezza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ingenuo 2001

    > giudice che ha condannato il presunto
    > pedopornografo...

    A questo punto ci vuole l'atomica su tutto il paese del pedofilo e si fa prima.
    non+autenticato
  • Facciamo un po' d'ordine.
    mi sembra che il discorso abbia presodue direzioni:
    una che fa verso la censura assoluta di un tipo di comportamento senza distinguere tra il pensiero e l'azione
    l'altra che, tenendo distinte le due fasi, è disposta a tollerare i pensieri (ancorchè contro la legge) finchè riamangono tali.

    Ora, da che mondo è mondo, i costumi sessuali dei vari popoli sono cambiati parecchie volte e cio' che in certi momenti è ritenuto osceno e contro la morale, in altri era considerato pratica comune. vi faccio due esempi: nell'antica grecia rapporti omosesuali con ragazzini erano pratica comune, nell'età vittoriana venivano coperte anche le gambe dei tavoli perchè potevano richiamare pensieri osceni; e ancora oggi, nel mondo, abbiamo esempi di comportamenti che definirei "assurdi" tipo l'infibulazione.

    Questi esempi non vogliono portarvi OT ma solo farvi pensare che non esiste "IL" comportamento, e ciò che è immorale per qualcuno può non esserlo per qualcun altro.
    E' per questo che le società civili si danno delle leggi (in genere approvate da maggioranze) che cercano di tutelare il pensiero comune di quel popolo.
    Ma le leggi, per fortuna, vogliono regolamentare o impedire che "avvengano certi episodi", e non sono fatte per impedire ai popoli di pensare (il che porterebbe ad un oscurantismo medievale).
    Come ho scritto in un altro intervento, la libertà di pensiero è, per nostra fortuna, un diritto inalienabile e dobbiamo lottare per difenderla, proprio come dobbiamo lottare per difendere le leggi che ci siamo dati proprio con quel pensiero.
    E' inamissibile però impedire a chi ha pensieri diversi di continuare a farli.
    Un conto è il pensiero un conto è andare contro le leggi.
    L'evoluzione di una società si basa sempre sull'incontro e sugli scontri di pensieri diversi.

    Comunque se dovessi trovare qualcuno che importuna i miei figli lo ucciderei, e non perchè viola una legge, ma perchè sono i miei figli.

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)