L'Opteron quad-core si mette in mostra

AMD ha mostrato all'opera la CPU di prossima generazione, che ritiene il primo processore x86 ad integrare quattro core sullo stesso pezzo di silicio. I futuri server AMD-based potranno supportare fino a 32 core

San Francisco (USA) - Se nel settore desktop AMD ha risposto alle soluzioni quad-core di Intel con il lancio della propria piattaforma Quad FX, in quello dei server non ha attualmente alcun prodotto commerciale da contrapporre agli Xeon quad-core dell'avversaria. AMD spera però di tenere alto l'interesse di media e industria attorno a Barcelona, la prima generazione di Opteron a quattro core che il chipmaker prevede di lanciare sul mercato intorno alla metà del 2007.

AMD ha mostrato un server basato su prototipi di Barcelona al suo "Industry Analyst Forum" di San Francisco, in occasione del quale non ha mancato di ribadire che l'Opteron di prossima generazione sarà il primo processore x86 per server al mondo ad avere quattro core sullo stesso die di silicio. Come noto, gli attuali processori quad-core di Intel sono invece composti da due CPU dual-core integrate sullo stesso package.

Barcelona, il cui nome commerciale sarà Opteron 8000 Series, verrà prodotto con un processo silicon-on-insulator a 65 nanometri, avrà un path di esecuzione delle istruzioni estese a 128 bit, e integrerà due controller di memoria indipendenti in grado di supportare moduli DDR2, DDR3 e Fully Buffer DIMM (FB-DIMM): quest'ultimo tipo di memorie sarà però utilizzato solo più avanti nel tempo, probabilmente con l'arrivo della seconda generazione di Opteron quad-core.
Ciascun core del nuovo Opteron potrà disporre di 64 KB di cache L1, 512 KB di cache L2 e di 2 MB di cache L3 condivisa (che potrà essere anche maggiore). Il chip estenderà poi la massima quantità di memoria RAM indirizzabile dall'attuale 1 terabyte a 256 terabyte: più che sufficiente per supportare anche i server di fascia più alta.

Per velocizzare la virtualizzazione, Barcelona supporterà la tecnologia AMD-V e alcuni accorgimenti pensati per ridurre gli accessi alla memoria e i cicli di clock tipicamente necessari per passare "il comando" del processore dal sistema operativo guest all'hypervisor, ossia il gestore di macchine virtuale.

Il server su cui AMD ha mostrato all'opera i prototipi di Opteron 8000 conteneva quattro CPU, per un totale di 16 core. Il chipmaker ha spiegato che la propria piattaforma supporterà fino a 8 processori, e dunque un massimo di 32 core, e che l'uso di Barcelona sulle attuali schede madri che supportano gli Opteron dual-core richiederà un semplice upgrade del BIOS.

Il chipmaker di Sunnyvale sta tentando di convincere le aziende che una soluzione quad-core nativa, come quella di Barcelona, sia migliore rispetto ad una "ibrida", come quella di Intel. Il problema è che mentre l'architettura a 2+2 core di Intel è già sul mercato da circa un mese, quella "pura e dura" di AMD debutterà tra non meno di sei mesi: un arco di tempo, fra l'altro, in cui anche Intel svilupperà i suoi primi processori con 4 core sullo stesso die.

Lo scorso fine settimane AMD ha ridotto il prezzo di alcuni suoi processori, ed in particolare di certi modelli di Athlon 64 X2 e di quelli con Socket 939. Il nuovo listino prezzi aggiornato è consultabile qui.
12 Commenti alla Notizia L'Opteron quad-core si mette in mostra
Ordina
  • Niente male rispetto ai miei 2 giga...Occhiolino
    non+autenticato
  • è piccolo e potente... consumerà anche poco!!

    E' perfetto... altro che piattaforme a mille processori!!

    www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scienzaetecnologia/microchip/1.html
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > è piccolo e potente... consumerà anche poco!!
    >
    > E' perfetto... altro che piattaforme a mille
    > processori!!
    >
    > www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scienzaetecnolo

    Interessante, conoscevo la HYNIX solo per le memorie ma questa CPU che architettura ha? Ci gira? Roba molto custom....? Se s' una CPU ma a me pare piu' un chip di memoria... non mi risulta che HYNIX produca CPU...
  • Che c'entrano le RAM? L'articolo parla di microprocessori.
    non+autenticato
  • Vabè tutto fa brodo...

    o brodA... ma questa è un'altra storia
    non+autenticato
  • Gli attuali quad core di intel, sfornati in fretta e furia a fini propagandistici, sono in realtà due dual core sullo stesso pezzo di silicio e collegati dal FSB.
    Per sfornare i quad-core ad alte prestazioni, intel deve trovare sui wafer coppie di dual core adiacenti in grado di reggere entrambi senza problemi le alte prestazioni, la resa quindi inizialmente sarà molto bassa e probabilmente consentirà ad AMD di colmare almeno parte dello svantaggio accumulato.
    non+autenticato
  • Sono collegati con un tunnel superveloce... non è proprio la stessa cosa...

    quasi, ma non la stessa cosa
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Sono collegati con un tunnel superveloce... non è
    > proprio la stessa
    > cosa...
    >
    > quasi, ma non la stessa cosa

    Be', è equivalente ad un FSB molto veloce fra i due dual-core, più veloce di un FSB sulla mobo, meno veloce di un quad-core puro.
    D'altra parte intel aveva più bisogno di lustrare l'immagine arrivando prima al quad-core, piuttosto che ricavarne grandi guadagni, quelli sono comunque garantiti dalla enorme capacità produttiva nelle altre linee di prodotti.
    non+autenticato
  • il punto è che intel è forte proprio sul processo produttivo, quindi se ne frega allegramente... non solo riesce a produrre tutto nelle sue fonderie, mentre AMD si deve appoggiare allegramente su fonderie di terzi (da TMSC a IBM), ma è al top per quanto concerne il processo produttivo... riesce a esser sempre avanti sia con la miniaturizzazione (ai 65 nm è arrivata con 1 anno di anticipo rispetto ad AMD) sia con le rese, e conseguentemente ci si può aspettare abbia dei costi di produzione molto più bassi...

    oltre al fatto che dal punto di vista delle rese avere 2 pezzi di silicio al posto di uno grande il doppio è meglio, perchè se c'è un difetto in uno dei due ne butti via solo metà: con l'approccio monolitico di AMD, molto più valido sul piano tecnico, invece in caso di problemi su un core si buttano via anche gli altri tre...

    il punto di forza di intel, oltre alla posizione predominante è proprio la capacità produttiva
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > il punto è che intel è forte proprio sul processo
    > produttivo, quindi se ne frega allegramente...
    > non solo riesce a produrre tutto nelle sue
    > fonderie, mentre AMD si deve appoggiare
    > allegramente su fonderie di terzi (da TMSC a
    > IBM), ma è al top per quanto concerne il processo
    > produttivo... riesce a esser sempre avanti sia
    > con la miniaturizzazione (ai 65 nm è arrivata con
    > 1 anno di anticipo rispetto ad AMD) sia con le
    > rese, e conseguentemente ci si può aspettare
    > abbia dei costi di produzione molto più
    > bassi...
    >
    > oltre al fatto che dal punto di vista delle rese
    > avere 2 pezzi di silicio al posto di uno grande
    > il doppio è meglio, perchè se c'è un difetto in
    > uno dei due ne butti via solo metà: con
    > l'approccio monolitico di AMD, molto più valido
    > sul piano tecnico, invece in caso di problemi su
    > un core si buttano via anche gli altri
    > tre...
    >
    > il punto di forza di intel, oltre alla posizione
    > predominante è proprio la capacità
    > produttiva

    Non parliamo di difetti, ma semplicemente della selezione in base alla velocità massima sostenibile, col quad-core intel, per fare i quad-core più veloci devi trovarne due molto veloci adiacenti, cosa che all'inizio li renderà più rari da realizzare in volumi significativi.
    Quanto ai 65nm, non scordiamoci però che le prime CPU a 65nm sfornate da intel avevano consumi spaventosi, non sempre a intel le ciambelle riescono col buco alla prima, anzi, dal Pentium I bacato fino ai sette anni in cui ha subito la supremazia dell'Athlon terminati solo da poco, passando per il fiasco totale di Itanium I, ha rimediato non pochi scivoloni e figuracce, salvata solo dal fatto che la capacità produttiva di AMD non era sufficiente
    ad approfittarne pienamente.
    non+autenticato
  • Inhell fin'ora ha vissuto della rendita del marchio Pentium e "Inside", oltre che dal jingle pubblicitario. Nonostante la linea Pentium 4 sia già stata quasi da un anno avvicendata con i "Core" tutti i conoscenti mi chiedono, indicandomi un PC, "che Pentium avrà?". I Pentium, grazie al loro costo rasoterra sono ancora installati in diverse nuove linee di PC aziendali invece dei più performanti e energeticamente "risparmiosi" Athlon 64. Molte persone sono talmente abituate al marchio Pentium che di fronte a due PC, uno con Core e uno con Athlon64 non vedendo il bollino "Pentium 4" scelgono quello con cpu AMD, dal costo un filino più basso. Ironia vuole che attualmente le cpu "Core 2" sono più performanti di quanto offra la AMD, ma il rapporto prestazioni/costo/consumo tornerà a breve a vantaggio di AMD che farebbe bene a pubblicizzare adeguatamente i suoi prodotti.
    non+autenticato
  • siamo lieti che amd ci abbia presentato la nuova cpu, molto piacere

    ma dirci come va no?
    non+autenticato