TiVo per Mac e Linux dopo il bypass del DRM

La possibilità di trasferire i contenuti registrati con il sistema DVR americano non è più un esclusiva dei Windows-user. Ma il trick non funziona con l'ultima generazione del celeberrimo box

Roma - TiVo, il Digital Video Recorder prediletto dagli americani, è sempre stato avaro di supporto alle piattaforme Apple e del Pinguino. La funzionalità TiVoToGo, introdotta a partire dal gennaio 2005 con lo scopo di permettere agli utenti di trasferire i contenuti televisivi registrati dal set-top-box al PC, o di vedere la Tv in differita senza sorbirsi la pubblicità, è sempre stata appannaggio esclusivo dei sistemi Windows. Engadget ora annuncia la raggiunta maturità del progetto TiVo File Decoder, grazie al quale anche gli utenti di Mac e Linux potranno fruire di questa ghiotta possibilità. Che non funziona però con l'ultima versione commerciale del TiVo.

Il software, attualmente ospitato sul portalone dell'open source SourceForge.net, permette di decodificare i file .TiVo creati con TiVoToGo convertendoli in comuni filmati in formato MPEG. Per quanto TiVo File Decoder non sia in grado di crackare la protezione DRM dei file.TiVo, consente lo stesso livello di accesso garantito a Windows attraverso i filtri DirectShow, rimanendo nel contempo portabile su sistemi operativi diversi. Il programma, che attualmente gira a riga di comando (il caro vecchio prompt, per i più attempati fra i lettori), nei fatti aggira la protezione, e restituisce il pieno controllo del dispositivo a chi predilige Linux o Mac OS X rispetto all'OS di Redmond.

Il sistema ha, come accennato, un'unica invalidante limitazione: come segnalato da Punto Informatico lo scorso ottobre, la nuova generazione del DVR, per quanto porti in dote la nuova, discussa porta di interconnessione digitale iper-veloce e iper-protetta HDMI, ha eliminato la funzionalità TiVoToGo. Non è più quindi possibile generare file.TiVo, e trasferire i propri contenuti audiovisivi preferiti su computer o su dispositivi diversi quali DVD-R, iPod, PSP.
TiVo File Decoder, insomma, sembra un progetto nato morto. Di certo, fintantoché i possessori del TiVo versione 2 non aggiorneranno la propria dotazione, avranno a disposizione uno strumento prezioso per avere un maggiore controllo sul proprio DVR.

Alfonso Maruccia
16 Commenti alla Notizia TiVo per Mac e Linux dopo il bypass del DRM
Ordina
  • Ormai che senso ha prendere un TiVO? Il TC ha un impatto devastante sulla versatilità e la convenienza dell' acquisto di tali prodotti.

    Dimostrano solo che fidarsi di tali costruttori è male, dato che l' ultimo aggiornamento, sega le gambe ad un' utilissima funzionalità, senza poter ripiegare in nulla.

  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    > Ormai che senso ha prendere un TiVO? Il TC ha un
    > impatto devastante sulla versatilità e la
    > convenienza dell' acquisto di tali
    > prodotti.

    Il TiVo non si può acquistare da un pezzo, te lo danno gratis e paghi una quota mensile per i servizi. Se uno vuole un TiVo più figo paga una spesa in più quando attiva il contratto.
    non+autenticato
  • ...è sempre stata appannaggio esclusivo dei sistemi Windows

    ma il tivo no è una GNU+Linux Box?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 dicembre 2006 12.31
    -----------------------------------------------------------
  • Il tivo è un blocco di drm e TC. Il fatto che ci giri linux non significa in sè che sia un buon apparecchio versatile e desiderabile.

  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    > Il fatto che ci
    > giri linux non significa in sè che sia un buon
    > apparecchio versatile e
    > desiderabile.

    L'hai provato? Immagino di no. Io sì ed è comodissimo. Infatti non è diventato popolare per caso in america.
    Alla fine questi apparecchi sono degli strumenti per fare determinate cose e quelle cose le fanno. Il resto è solo dietrologia.
    non+autenticato
  • Ottima argomentazione, non cè che dire: un tuo giudizio (di cui non so che farmene) e il fatto che sia diffuso solo negli states (diffuso molto meno di una console qualsiasi e magari proprio per tivotogo)...


  • - Scritto da: MandarX
    > ...è sempre stata appannaggio esclusivo dei
    > sistemi
    > Windows

    >
    > ma il tivo no è una GNU+Linux Box?

    Non saprei. Penso che il S.O. usato dal tivo sia irrilevante, dato che tutto dipende dal supporto (driver+appplicazioni) destinato ad essere installato nel computer che col tivo dovrà comunicare. Se il software che insegni al pc come "parlare" col tivo è disponibile solo per Windows, solo PC con Windows potranno essere collegati al tivo.

  • - Scritto da: Cobra Reale
    >
    > - Scritto da: MandarX
    > > ...è sempre stata appannaggio esclusivo dei
    > > sistemi
    > > Windows

    > >
    > > ma il tivo no è una GNU+Linux Box?
    >
    > Non saprei. Penso che il S.O. usato dal tivo sia
    > irrilevante, dato che tutto dipende dal supporto
    > (driver+appplicazioni) destinato ad essere
    > installato nel computer che col tivo dovrà
    > comunicare. Se il software che insegni al pc come
    > "parlare" col tivo è disponibile solo per
    > Windows, solo PC con Windows potranno essere
    > collegati al
    > tivo.
    In pratica è l'ennesima "chiavata" fatta per spillare quattrini dalle tasche dei winari americani.
    Che branco di craniolesi....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Cobra Reale
    > Non saprei. Penso che il S.O. usato dal tivo sia
    > irrilevante

    Se non sai allora non rispondere. Sì il sistema usato da Tivo è GNU/Linux, ormai lo sanno anche i sassi. E non è irrilevante perché è l'ennesima prova che Linux può essere usato anche in ambito commerciale.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Cobra Reale
    > > Non saprei. Penso che il S.O. usato dal tivo sia
    > > irrilevante
    >
    > Se non sai allora non rispondere. Sì il sistema
    > usato da Tivo è GNU/Linux, ormai lo sanno anche i
    > sassi. E non è irrilevante perché è l'ennesima
    > prova che Linux può essere usato anche in ambito
    > commerciale.

    Scusami tanto, ma è evidente che non hai capito un c***o (scusa la volgarità; ma quando ce vò, ce vò) del senso del thread. Basta leggere il messaggio postato da MandarX e la mia risposta (*per intero*, non solo la misera parte che hai quotato) per rendersene conto.
    MandarX si domandava come mai il software per usare il tivo col computer fosse disponibile solo per Windows, nonostate dentro il tivo vi fosse Linux. Io gli ho risposto che non avevo la certezza assoluta (penso che sulla Terra vi siano miliardi di sassi che ne sanno meno di me) che dentro il tivo vi fosse Linux, ma che tal senso ("in tal senso" era sottinteso, ma evidente a chiunque avesse seguito la discussione) il sistema operativo usato nel tivo era irrilevante. Il motivo è spiegato nel mio messaggio, che hai ingiustamente tagliato (come ingiuste sono state le tue critiche).
    Naturalmente, il seguente ragionamento:
    non è irrilevante perché è l'ennesima prova che Linux può essere usato anche in ambito commerciale è sbagliato nel senso della discussione. Comunque, sul fatto che che Linux possa essere usato anche in ambito commerciale mi trovo d'accordo con te. Dobbiamo dirlo a quei troll che scrivono che Linux sia solo un'ideologia senza alcun valore sul piano pratico.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 dicembre 2006 19.44
    -----------------------------------------------------------
  • Il TiVo usa Linux come sistema operativo per il suo apparecchio. Quindi non ha senso dire che i file non possono essere trasferiti su Linux, perché ci stanno già!

    Certo non potevano essere trasferiti su ALTRI pc con Linux, però c'è differenza.
    non+autenticato
  • Linux nell'articolo è inteso come sistema operativo utilizzabile per gli scopi più disparati, tra cui appunto la conversione di contenuti audiovisivi e il loro trasferimento su fonti diverse (DVD-R o PSP, ad esempio).

    La piattaforma di TiVo è blindata, così come il formato proprietario .TiVo. In questo senso non c'è nessuna libertà di utilizzo, il fatto che ci giri sopra Linux non ha molta importanza: non è un sistema operativo completo, ma solo una build personalizzata per gli scopi del produttore.

  • - Scritto da: AlfonsoMaruccia
    > Linux nell'articolo è inteso come sistema
    > operativo utilizzabile per gli scopi più
    > disparati, tra cui appunto la conversione di
    > contenuti audiovisivi e il loro trasferimento su
    > fonti diverse (DVD-R o PSP, ad
    > esempio).
    >

    Linux è il kernel e TiVo lo usa, c'è poco da discutere. E leggendo l'articolo questo andava evidenziato o spiegato in altro modo. Perché dire che la TiVo non ama supportare Linux è sbagliato, visto che lo usa lei stessa e fornisce anche i sorgenti con le modifiche.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: AlfonsoMaruccia
    > > Linux nell'articolo è inteso come sistema
    > > operativo utilizzabile per gli scopi più
    > > disparati, tra cui appunto la conversione di
    > > contenuti audiovisivi e il loro trasferimento su
    > > fonti diverse (DVD-R o PSP, ad
    > > esempio).
    > >
    >
    > Linux è il kernel e TiVo lo usa, c'è poco da
    > discutere. E leggendo l'articolo questo andava
    > evidenziato o spiegato in altro modo. Perché dire
    > che la TiVo non ama supportare Linux è sbagliato,
    > visto che lo usa lei stessa e fornisce anche i
    > sorgenti con le
    > modifiche.

    Certo che gira con una versione embedded di linux, ma potrebbe usare anche altri kernel, tentendo sempre una filosofia di TC/drm piu' totale.

    La GPL3 è nata proprio per evitare l' uso di software open in questo modo, ma sembra che Torvalds non sia molto d'accordo..

  • - Scritto da: AlfonsoMaruccia
    > Linux nell'articolo è inteso come sistema
    > operativo utilizzabile per gli scopi più
    > disparati, tra cui appunto la conversione di
    > contenuti audiovisivi e il loro trasferimento su
    > fonti diverse (DVD-R o PSP, ad
    > esempio).
    >
    > La piattaforma di TiVo è blindata, così come il
    > formato proprietario .TiVo. In questo senso non
    > c'è nessuna libertà di utilizzo, il fatto che ci
    > giri sopra Linux non ha molta importanza: non è
    > un sistema operativo completo, ma solo una build
    > personalizzata per gli scopi del
    > produttore.

    no, ti sbagli tu...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Il TiVo usa Linux come sistema operativo per il
    > suo apparecchio. Quindi non ha senso dire che i
    > file non possono essere trasferiti su Linux,
    > perché ci stanno
    > già!
    >
    > Certo non potevano essere trasferiti su ALTRI pc
    > con Linux, però c'è
    > differenza.

    No, non gira su linux e basta, gira su una versione embedded di linux protetta da drm su architettura TC.