Il cellulare non provoca tumori

Lo afferma un nuovo studio condotto in Danimarca, basato su un'osservazione di lunghissimo periodo su un campione molto esteso

Roma - Assolto per insufficienza di prove, al cellulare non sarebbe imputabile un aumento del rischio-tumore. Ad esprimere questa ennesima sentenza è una ricerca del Danish Institute of Cancer Epidemiology di Copenhagen.

Questo studio si differenzia da altre precedenti ricerche per la vastità del campione e il periodo analizzato: il gruppo coordinato dal professor Joachim Schuz ha "lavorato" sui dati rilevati da ben 420.095 utenti (di cui 357.553 uomini e 62.542 donne), seguendone l'anamnesi e rilevandone periodicamente lo stato di salute a più riprese, fra il 1982 e il 1995, e ripetendo successivamente analisi ed osservazioni nel 2002. Il periodo inquadrato è quindi pari a vent'anni e potrebbe fornire una prima risposta, almeno parziale, alle obiezioni di coloro che contestano l'attendibilità di ricerche analoghe ma condotte in un intervallo di tempo più breve.

Lo studio, pubblicato in un articolo del Journal of the National Cancer Institute non evidenzia alcuna correlazione tra l'esposizione alle radiazioni elettromagnetiche derivanti dall'utilizzo del telefono cellulare e l'insorgere di tumori o altre patologie gravi, né nel breve né nel lungo periodo.
"Credo che i risultati di questa ricerca siano piuttosto confortanti" ha dichiarato Schuz, riconoscendo comunque che il lavoro ha risentito di alcuni limiti: primo fra tutti, l'assenza di una chiara linea di demarcazione nell'insieme degli utenti, che ne avrebbe consentito la differenziazione tra quelli più "intensivi" e quelli meno dipendenti dal cellulare. Questo ha comportato, di conseguenza, l'impossibilità di capire se un utilizzo frequente del telefonino potesse essere messo in relazione ad un aumento del rischio di manifestare tumori.

Non si tratta certo della prima volta che la telefonia mobile viene scagionata dall'accusa di essere foriera di problemi di salute. La ricerca medica ha accumulato, negli ultimi anni, studi con pareri contrastanti, a cui certamente seguiranno ulteriori evoluzioni.

Ma visti i risultati conseguiti dalla ricerca, o meglio dato ciò che la ricerca non ha evidenziato, il professor Schuz dirotta l'attenzione su un altro aspetto: "Esiste effettivamente un rischio derivante dall'uso del telefonino, che deve preoccupare tutti. È l'utilizzo mentre si è alla guida di un'auto". Ma per questo la medicina può fare ben poco.

D.B.
7 Commenti alla Notizia Il cellulare non provoca tumori
Ordina