TIME: la rete è la vera rivoluzione

Nel giorno in cui RSF celebra Guillermo Farinas e la sua lotta per una rete libera a Cuba, TIME annuncia: sono gli utenti il Personaggio dell'anno

Roma - Cyber-dissidente 2006: questo il premio di cui è stato insignito lo psicologo cubano Guillermo Farinas, a capo dell'agenzia di stampa indipendente Cubanacán Press.

Il motivo? Il regime di Cuba ha mutilato le attività dell'agenzia impedendo ai suoi reporter di usare Internet. Farinas, come sanno i lettori di Punto Informatico, ha reagito, manifestando il suo impegno con un clamoroso sciopero della fame durato più di sei mesi, per chiedere al governo una Rete libera per i giornalisti. E una Rete più libera per Cuba. È così che Reporters Sans Frontières gli ha riconosciuto il premio 2006 per la libertà di stampa, per essersi battuto in prima persona, per aver dimostrato al resto del mondo le violazioni dei diritti umani che il regime castrista esercita nei confronti delle voci indipendenti.

Internet è un efficace mezzo di denuncia, accessibile a molti e capace di garantire visibilità su una scala enorme. È un medium attraverso cui i giornalisti, e in generale il popolo cubano, potrebbero testimoniare quel che il regime maschera con il filtraggio e la selezione delle notizie.
Ma Cuba, uno dei tredici paesi "nemici di Internet", fa di tutto per arginare la diffusione delle notizie digitali "controrivoluzionarie" di giornalisti e netizen. Nessuno dei reporter dell'agenzia di Farinas può usare uno strumento come il fax per comunicare con l'estero: si devono arrangiare con i telefoni pubblici.
Con la scusante dell'embargo da parte degli USA, ai cittadini non è consentito inviare allegati nelle email, è permesso navigare soltanto sui siti vagliati dal governo, banditi i siti esteri. Le connessioni a Internet private sono pressoché inesistenti: l'accesso alla Rete è consentito presso le postazioni nei locali pubblici. Postazioni controllate da sistemi di alert e filtering.

C'è chi si batte per rendere libera la Rete, chi la usa come un medium di denuncia, c'è chi ogni giorno dà il suo contributo per arricchirla di contenuti. Ma non sono solo pochi, eroici singoli ad influenzare le sorti di Internet. Sono tutti coloro che compongono la Rete a plasmarla, arricchirla di contenuti e idee. Se la Rete fosse più libera questa dinamica potrebbe coinvolgere più voci e acquisire un valore ancora maggiore.

Per questo motivo TIME ha deciso che i protagonisti delle notizie del 2006, coloro che più hanno influenzato le vite di tutti siamo Noi, anzi Voi: Voi siete la "Persona dell'Anno". Voi che siete assidui produttori di contenuti, voi che siete cittadini attivi della nuova democrazia digitale, voi che siete utenti di blog, che condividete immagini e video, che vi legate nelle social network su Internet.

TIME parla della Rete come di un assemblatore di contenuti provenienti dalle fonti più disparate, di uno strumento per condividerli e diffonderli, dando loro valore. Uno strumento del quale ha approfittato anche l'autorevole magazine: ha pubblicato su YouTube un video su questo riconoscimento, invitando tutti a intessere una rete di dialogo e di contributi (vedi a fondo pagina).

"Una volta erano i giornalisti ad avere il compito di portare le persone nei luoghi a cui non potevano accedere. Ma ora una madre a Baghdad può, con un video, mostrare le immagini dei bombardamenti" ha osservato Lev Grossman, giornalista di TIME. Ognuno in Rete può scambiare e condividere idee, ognuno in Rete è un potenziale reporter: attraverso i media personali e, ora, anche attraverso i servizi Reuters e Yahoo!, si può portare testimonianza delle realtà con cui si viene a contatto.

Il magazine descrive il Web 2.0 come un esperimento sociale di massa sul quale costruire solidarietà, grazie al quale le persone potrebbero imparare ad abbracciare l'alterità che si cela dietro lo schermo di un computer, a comprendere i problemi reali della persone che si esprimono liberamente in Rete.

Ammesso e non concesso, appunto, che la Rete sia libera. A Cuba, e non solo a Cuba, si rischiano vent'anni di carcere per la pubblicazione su siti esteri di articoli controrivoluzionari.

Ma ecco il video di TIME:



Gaia Bottà
17 Commenti alla Notizia TIME: la rete è la vera rivoluzione
Ordina
  • il video , se clicco e lo vado a vedere su Youtube si carica e si vede fluidamente, mentre dentro PI non lo vedo... booooh
    non+autenticato
  • una dichiarazione del 2004:

    "L'idea che la Rete potesse sovvertire i meccanismi nel mondo dell'informazione e' ormai tramontata. L'informazione resta alta, legata a grandi testate e alla vecchia guardia. Il mito di giornali fatti dal basso, cosi' come il tentativo di far passare i contenuti indistinti come informazione di qualità, sono falliti".
    (Lucia Annunziata, giornalista)

    Muahahahahahahaahaaaaa !

    Complimenti, grande intuito, scusa giacchè ci sei, mi passi il biglietto vincente della lotteria di capodanno ?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > una dichiarazione del 2004:
    >
    > "L'idea che la Rete potesse sovvertire i
    > meccanismi nel mondo dell'informazione e' ormai
    > tramontata. L'informazione resta alta, legata a
    > grandi testate e alla vecchia guardia. Il mito di
    > giornali fatti dal basso, cosi' come il tentativo
    > di far passare i contenuti indistinti come
    > informazione di qualità, sono
    > falliti".
    > (Lucia Annunziata, giornalista)
    >
    > Muahahahahahahaahaaaaa !
    >
    > Complimenti, grande intuito, scusa giacchè ci
    > sei, mi passi il biglietto vincente della
    > lotteria di capodanno
    > ?

    D'altronde non ci si può aspettare altro da giornalisti così scadenti
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > una dichiarazione del 2004:
    > >
    > > "L'idea che la Rete potesse sovvertire i
    > > meccanismi nel mondo dell'informazione e' ormai
    > > tramontata. L'informazione resta alta, legata a
    > > grandi testate e alla vecchia guardia. Il mito
    > di
    > > giornali fatti dal basso, cosi' come il
    > tentativo
    > > di far passare i contenuti indistinti come
    > > informazione di qualità, sono
    > > falliti".
    > > (Lucia Annunziata, giornalista)
    > >
    > > Muahahahahahahaahaaaaa !
    > >
    > > Complimenti, grande intuito, scusa giacchè ci
    > > sei, mi passi il biglietto vincente della
    > > lotteria di capodanno
    > > ?
    >
    > D'altronde non ci si può aspettare altro da
    > giornalisti così
    > scadenti

    soprattutto da quelli che battono ancora con la macchina da scrivere...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > una dichiarazione del 2004:
    > >
    > > "L'idea che la Rete potesse sovvertire i
    > > meccanismi nel mondo dell'informazione e' ormai
    > > tramontata. L'informazione resta alta, legata a
    > > grandi testate e alla vecchia guardia. Il mito
    > di
    > > giornali fatti dal basso, cosi' come il
    > tentativo
    > > di far passare i contenuti indistinti come
    > > informazione di qualità, sono
    > > falliti".
    > > (Lucia Annunziata, giornalista)
    > >
    > > Muahahahahahahaahaaaaa !
    > >
    > > Complimenti, grande intuito, scusa giacchè ci
    > > sei, mi passi il biglietto vincente della
    > > lotteria di capodanno
    > > ?
    >
    > D'altronde non ci si può aspettare altro da
    > giornalisti così
    > scadenti

    quindi il times è detentore di verità?
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > Complimenti, grande intuito, scusa giacchè ci
    > sei, mi passi il biglietto vincente della
    > lotteria di capodanno
    > ?

    scusa, ma credi che un giornalista ti dirà mai che da oggi il suo lavoro è totalmente inutile/ridondante?
    non+autenticato
  • TIME ha suggellato una verità: il popolo del Web ha cambiato e sta cambiando il Mondo.

    Iniziando dal modo e dalla libertà di comunicare e di esprimersi (cfr. art.19 la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo), ciò sta costringendo le Aziende a cambiare al loro interno e nel modo di approcciare il mercato, ciò costringe e costringerà i Politici e i Governi a cambiare il modo di concepire le Leggi.

    Io ci conto e conto su tutti voi, amici del popolo della Rete !

    E grazie del Premio, sono commosso !
    _________________
    Articolo 19
    Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.
    __________________

  • - Scritto da: Sparrow

    > _________________
    > Articolo 19
    > Ogni individuo ha il diritto alla libertà di
    > opinione e di espressione, incluso il diritto di
    > non essere molestato per la propria opinione e
    > quello di cercare, ricevere e diffondere
    > informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza
    > riguardo a
    > frontiere.
    > __________________

    Tutti gli animali sono uguali. (ma alcuni sono più uguali degli altri)

    k1
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Sparrow
    >
    > > _________________
    > > Articolo 19
    > > Ogni individuo ha il diritto alla libertà di
    > > opinione e di espressione, incluso il diritto di
    > > non essere molestato per la propria opinione e
    > > quello di cercare, ricevere e diffondere
    > > informazioni e idee attraverso ogni mezzo e
    > senza
    > > riguardo a
    > > frontiere.
    > > __________________
    >
    > Tutti gli animali sono uguali. (ma alcuni sono
    > più uguali degli
    > altri)
    >
    > k1

    Ma non capisco, mi stai molestando per le mie opinioni ?
    LOL

  • - Scritto da: Sparrow
    > - Scritto da:
    > > - Scritto da: Sparrow

    > > > Articolo 19
    > > > Ogni individuo ha il diritto alla libertà

    > > Tutti gli animali sono uguali. (ma alcuni sono
    > > più uguali degli
    > > altri)

    > Ma non capisco, mi stai molestando per le mie
    > opinioni
    > ?

    Hm? Nope. Mi spiace ti sia sfuggito il nesso.

    Cmq, semplificando, si possono fare tutte le leggi che si vogliono, tanto appena la cosa non gli garba piu', ai governanti, ti fanno una modifica o una leggina o un emendamento, e chissenefrega se e' in contrasto con quanto legiferato prima, adesso quella che bisogna far rispettare e' la legge nuova, ovvero quella che gli fa i comodi loro.

    Spero che adesso che "siamo venuti incontro alle vostre ridotte capacita' mentali" (tanto per citare qualcun altro (notare l'assenza di apostrofo tra "qualcun" e "altro", tanto per restare in tema)) la cosa sia piu' chiara.

    :D

    k1
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Sparrow
    > > - Scritto da:
    > > > - Scritto da: Sparrow
    >
    > > > > Articolo 19
    > > > > Ogni individuo ha il diritto alla libertà
    >
    > > > Tutti gli animali sono uguali. (ma alcuni sono
    > > > più uguali degli
    > > > altri)
    >
    > > Ma non capisco, mi stai molestando per le mie
    > > opinioni
    > > ?
    >
    > Hm? Nope. Mi spiace ti sia sfuggito il nesso.
    >
    > Cmq, semplificando, si possono fare tutte le
    > leggi che si vogliono, tanto appena la cosa non
    > gli garba piu', ai governanti, ti fanno una
    > modifica o una leggina o un emendamento, e
    > chissenefrega se e' in contrasto con quanto
    > legiferato prima, adesso quella che bisogna far
    > rispettare e' la legge nuova, ovvero quella che
    > gli fa i comodi
    > loro.
    >
    > Spero che adesso che "siamo venuti incontro alle
    > vostre ridotte capacita' mentali" (tanto per
    > citare qualcun altro (notare l'assenza di
    > apostrofo tra "qualcun" e "altro", tanto per
    > restare in tema)) la cosa sia piu' chiara.
    >
    >
    >A bocca aperta
    >
    > k1

    Hai proprio ragione sulle leggi "ad personam" (o dovremmo dire ad minchiam), era chiaro il senso, scusami. Però anch'io ero sull'ironico ...
    ;- )

    Ogni volta che cito l'Articolo 19 della D.U dei Diritti dell'Uomo sono tutti scettici, ma purtroppo è una delle dichiarazioni più belle e meno attuate della Storia !
    In lacrime

  • - Scritto da: Sparrow

    > > Hm? Nope. Mi spiace ti sia sfuggito il nesso.

    > Hai proprio ragione sulle leggi "ad personam" (o
    > dovremmo dire ad minchiam), era chiaro il senso,
    > scusami. Però anch'io ero sull'ironico
    > ...
    > ;- )

    Tipico problema da mancanza di contesto, ossia da mancato uso di faccine/emoticons. ^_^;;

    > Ogni volta che cito l'Articolo 19 della D.U dei
    > Diritti dell'Uomo sono tutti scettici, ma
    > purtroppo è una delle dichiarazioni più belle e
    > meno attuate della Storia
    > !
    > In lacrime

    Forse perche' e' troppo faticoso comportarsi da esseri umani...

    Cito a braccio:
    "che splendida creatura e' l'uomo, cosi' simile a un angelo nell'aspetto, cosi' simile a un dio nel pensiero".

    Peccato che la similitudine si fermi all'apparenza, nella maggior parte dei casi.

    k1
    non+autenticato
  • Clicca per vedere le dimensioni originali

    ...però io a parte scrivere scemate qua sopra non ho fatto.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > [img]http://img.timeinc.net/time/magazine/archive/
    >
    > ...però io a parte scrivere scemate qua sopra non
    > ho
    > fatto.


    Per il Time è sufficiente, welcome to the so called Web 2.0.

    Vorrei tanto non usare la parola, ma insomma.....spero non sia la nuova bolla speculativa di Internet, anche se lo sospetto fortemente.

    Troppo bella la prospettiva di una democrazia digitale interclassista e internazionalista, il tempo dirà la verità a riguardo....

  • - Scritto da: AlfonsoMaruccia


    > Vorrei tanto non usare la parola, ma
    > insomma.....spero non sia la nuova bolla
    > speculativa di Internet, anche se lo sospetto
    > fortemente.
    >
    > Troppo bella la prospettiva di una democrazia
    > digitale interclassista e internazionalista, il
    > tempo dirà la verità a
    > riguardo....

    Considerando quanto i vari governi stanno spingendo per mettere morso e redini alla rete, il tuo timore ha basi fondate.

    Facendo leva sulla tipica paura del nuovo, stanno cercando di ottenere l'avallo per limitare e controllare chi cosa come quanto e quando si fa su internet.

    L'articolo parla della possibilita' che ognuno ha di portare una testimonianza, cosa improponibile per qualunque politico/governante: presentare un quadro falsato della realta', senza possibilita' di verifica, comporta poter giustificare qualunque azione.

    Il pericolo e' _molto_ concreto.

    k1
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > [img]http://img.timeinc.net/time/magazine/archive/
    >
    > ...però io a parte scrivere scemate qua sopra non
    > ho
    > fatto.
    Si è sempre in tempo per dire qualcosa di buono e intelligente... Angioletto Idea!
    non+autenticato
  • > ...però io a parte scrivere scemate qua
    > sopra non ho fatto.

    Forse è proprio per questo che ti/ci premiano Triste