La prima guerra politica del metamondo

L'estrema destra francese apre una sezione virtuale del proprio movimento all'interno di Second Life. La reazione dei residenti elettronici è immediata. Cyberwar offresi

Roma - Aziende, istituzioni, professionisti e gente comune affollano il mondo in continua espansione di Second Life e da qualche settimana tra la folla di avatar elettronici, circolano anche quelli dell'estrema destra francese, che nel metamondo virtuale più gettonato che ci sia ha aperto una propria sezione con finalità propagandistiche.

Una mossa che secondo i rapporti dal fronte di New World Notes, non è proprio piaciuta a molti dei residenti di Second Life, catturati in una spirale di proteste e manifestazioni elettroniche di piazza (vedi immagine qui sotto) conclusesi con quella che si può definire la prima guerra politica nel metamondo, combattuta con "armi surreali" come raccontano le cronache.

Un'immagine delle protesteIntrigante la cronaca: "Quando sono giunto alle proteste contro la sede del Fronte Nazionale francese in Second Life la prima notte, dappertutto c'erano manifestanti con cartelli e dichiarazioni politiche da distribuire ai passanti. La seconda notte il tutto era divenuto un conflitto, e molti residenti si erano armati. Esplosioni dai molti colori e un continuo scoppio di armi da fuoco irrompevano nell'aria di Porcupine, un'isola sulla quale il Fronte a dicembre ha scelto di costruire la propria sede virtuale".
"Il server - continua il blogger inviato di guerra - era assaltato da così tanta gente che sparava all'impazzata da rallentare la battaglia ad uno scontro in slow motion".

Una battaglia surreale, come spiega New World Notes, tanto più che Porcupine è un'area di Second Life dove non è possibile far danni, e dunque le sparatorie non hanno avuto alcun tipo di effetto, se non quello, dicono i blogger, di aver causato problemi al server.
62 Commenti alla Notizia La prima guerra politica del metamondo
Ordina
  • e tanta publicity.

    Comunque e' credibile che la gente se le dia anche in un mondo virtuale.
    Abbiamo fatto tanti passi avanti dal punto di vista tecnologico ma umanamente siamo rimasti quelli che con le clave andavano a spaccare la testa a quelli dell'altra tribu'.
    non+autenticato
  • Non se ne può più.
    Non ci lasciano in pace neanche nel mondo virtuale.

    Che schifo di società, che schifo di umanità.

    Maledetti tutti coloro che credono di credere in qualcosa.

    non+autenticato
  • ma che scheda grafica ci vuole per fare girare sto second life?

    ma ci saranno migliaia di persone 3d

    qualcuno lo conosce bene?
  • A giudicare dalle immagini, non credo nulla di potentissimo. E' tutto molto poligonale e stilizzato e la luce è semplificata, i giochi meno potenti in confronto sono assai più raffinati. E credo che cmq questo aiuti a far sopportare scenari complessi. Poi il server potrebbe inviare elementi di second life (persone, case, oggetti) limitate al luogo attorno a sè.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MandarX
    > ma che scheda grafica ci vuole per fare girare
    > sto second
    > life?
    >
    > ma ci saranno migliaia di persone 3d
    >
    > qualcuno lo conosce bene?

    so che le richieste per farlo girare non sono altissime.
    non ho mai provato le versioni per pc, solo quella per mac… che invece è un porting fatto coi piedi: lentissimo e tendente al crash.
  • premetto che non conosco bene Second Life, a cui "ho giocato" forse 10 volte, anche perché all'inizio non si capisce letteralmente una mazza.

    Si vagola in giro per bizzarri ambienti incontrando strani esseri, che spesso non ti rivolgono neppure la parola, ridono senza una ragione apparente oppure scompaiono di bottoSorride

    La cronaca del pezzo mi pare molto fantasiosa: credo che la maggioranza degli utenti non abbia la minima idea, per dire, di come si fa un cartello o qualsiasi altro oggetto in Second Life, figuriamoci fare una manifestazione di protesta magari gridando slogan. EssùSorride

    http://www.aghost.wordpress.com/
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 17 gennaio 2007 07.42
    -----------------------------------------------------------
  • Stavo per scriverlo io, in effetti mi chiedo com'è possibile che se io - che faccio il programmatore per hobby da parecchi anni - di 2nd Life non ho capito una mazza, ci riesca invece tutta questa gente che, a rigor di logica, NON è interamente formata da programmatori, sistemisti, grafici 3D, etc... E se questi sono i presupposti allora sono veramente incredulo quando sento dire che 2nd Life è il futuro, e che in capo a qualche anno anche la casalinga di Voghera sarà in 2nd LifeDeluso
  • - Scritto da: architect
    > Stavo per scriverlo io, in effetti mi chiedo
    > com'è possibile che se io - che faccio il
    > programmatore per hobby da parecchi anni - di 2nd
    > Life non ho capito una mazza, ci riesca invece
    > tutta questa gente che, a rigor di logica, NON è
    > interamente formata da programmatori, sistemisti,
    > grafici 3D, etc... E se questi sono i presupposti
    > allora sono veramente incredulo quando sento dire
    > che 2nd Life è il futuro

    secondo me indubbiamente si esagera nei racconti, magari anche a bella posta per spingere più gente possibile a partecipare.

    Ma è anche indubbio che la via è segnata: il progresso tecnologico, ovvero la semplificazione dei modi d'uso e delle interfacce, permetterà a tutti di creare cose nel metamondo.

    Le implicazioni sono fantastiche: si potranno, ad esempio, creare oggetti di design, case virtuali, palazzi, esporre e vendere quadri, organizzare eventi e spettacoli... Insomma la creatività di ciascuno avrà libero sfogo... Vi pare poco?

    Forse è proprio questo che attrae del metamondo: l'eguaglianza anzitutto, tutti sono uguali e non ci sono ricchi e potenti, perlomeno in partenza.

    Tutti possono fare potenzialmente quello che nella vita reale sarebbe molto difficile se non impossibile. E' un gioco affascinante che stimola quella cretività che nella vita reale è spesso compressa da altre esigenze più contingenti e forse meno edificanti.

    http://www.aghost.wordpress.com/
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 gennaio 2007 09.09
    -----------------------------------------------------------
  • Ma in second life, visto che non conosco niente di quel gioco (che sta pure diventando una follia per alcuni), sono previste azioni criminali? Vi sono i crimini? Vi sono pure i terroristi e gli antiterroristi?
  • - Scritto da: EdGreen
    > Ma in second life, visto che non conosco niente
    > di quel gioco (che sta pure diventando una follia
    > per alcuni), sono previste azioni criminali? Vi
    > sono i crimini? Vi sono pure i terroristi e gli
    > antiterroristi?

    esistono azioni non ammesse dalla comunità (poi, dipende anche dalla zona un cui sei). il rischio maggiore che corri, è di venire bannato.

    non è propriamente un gioco, ma un cosiddetto metamondo, ovvero una pesudo-simulazione di realtà. non esiste nessuno scopo prestabilito (questo lo differenzia da un gioco): vengono dati degli strumenti ed i partecipanti possono fare ciò che vogliono. eventuali scopi o missioni emergono per via dell'interazione con altre persone e con l'ambiente.

  • - Scritto da: EdGreen
    > Ma in second life, visto che non conosco niente
    > di quel gioco (che sta pure diventando una follia
    > per alcuni), sono previste azioni criminali? Vi
    > sono i crimini? Vi sono pure i terroristi e gli
    > antiterroristi?

    Che cosa hai in mente di prciso?

  • > Che cosa hai in mente di prciso?

    Mettiamo che un giocatore si mette in testa per divertimento di fare il terrorista o il criminale in Second Life, lo si può fare? Chiedevo solo questo.
  • - Scritto da: EdGreen
    >
    > > Che cosa hai in mente di prciso?
    >
    > Mettiamo che un giocatore si mette in testa per
    > divertimento di fare il terrorista o il criminale
    > in Second Life, lo si può fare? Chiedevo solo
    > questo.

    non so essere preciso su questa cosa, dato che la mia conoscenza di second life è abbastanza limitata e non ho mai provato a fare quello che dici.
    so solo che ci sono zone apposite in cui si può combattere, altre nelle quali le armi sono semplicemente inibite. in generale, un utente che si comporta contro alle regole di quella particolare zona, solitamente viene espulso.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)