Siae: paghi chi pubblica online foto di opere

di Alessandro Biancardi - Il caso di un sito non profit che proponeva foto di quadri riaccende i riflettori sulle norme italiane. Ecco cosa attendersi se si pubblica qualche immagine di troppo senza fini di lucro

Roma - Finire sul lastrico per amore dell'arte e dopo tanto tempo dedicato al proprio sito culturale-didattico. Tutta colpa di alcune fotografie (74) che rappresentano appunto le opere d'arte di artisti viventi - o morti da meno di 70 anni - utilizzate per 54 mesi. Già, perché secondo la legge sul diritto d'autore (Legge 22/4/1941, n. 633) si può essere puniti in maniera molto pesante se si "sfrutta" l'opera d'arte altrui.

Anche se si utilizza soltanto una sua riproduzione. Anche se spesso serve per illustrare l'opera e l'ingegno di quell'artista, che poi delega la Siae per riscuotere quasi 5mila euro da un proprietario di un sito amatoriale e non commerciale. Per la precisione: "L'utilizzazione, anche parziale, di un'opera costituisce lesione del diritto morale dell'autore" e "la riproduzione non autorizzata delle opere in questione lede gli esclusivi diritti patrimoniali che la legge riconosce agli autori".

Contro questa utilizzazione non autorizzata l'autore, e i suoi aventi causa, ha il diritto di far valere le proprie ragioni sia in sede penale che civile. E tutto questo vale anche per le foto sparpagliate nel web.
Una storia tanto inverosimile quanto eclatante quella accaduta ad Enrico Galavotti titolare del sito www.homolaicus.com, pagine sparse tra arte e cultura, nel quale il malcapitato utilizzava le sue conoscenze per parlare di numerosi artisti (pittori e scultori) contemporanei presentando le loro opere. Oltre, spesso, a parlarne bene, aveva pensato di farle vedere attraverso comuni riproduzioni fotografiche.

E qui sta l'inghippo; perché la Siae sembra mettere sullo stesso piano l'opera d'arte (il quadro, la scultura e quant'altro) con la sua riproduzione (se è vero però che la fotografia di un quadro può essere molto simile all'originale è anche vero che è ben altra cosa la fotografia di una scultura, solo per fare un esempio). Eppure, nonostante sia morto da più di 70 anni (non vi sono più diritti d'autore) l'opera più famosa di Leonardo, La Gioconda, riprodotta ovunque, attira ancora milioni di persone al Louvre di Parigi. Vorrà pur dire qualcosa.

Ma la legge italiana non può badare a queste simili sottigliezze e così utilizzare la foto di un'opera d'arte è vietato e si rischia di "sfruttare indebitamente l'ingegno altrui". Questo in sintesi l'amara scoperta dell'"ingenuo" amante dell'arte.

La raccomandata Siae: totale 4.700 euro
"Abbiamo rilevato all'interno del vostro interessante sito - scrive un funzionario Siae - la riproduzione di opere dell'arte figurativa protette in base alla legge italiana sul diritto d'autore (Legge 22/4/1941, n. 633) in quanto create da artisti viventi o scomparsi da meno di 70 anni. Alcune di tali opere appartengono al repertorio delle arti visive affidato alla tutela della Siae e non risulta per il loro utilizzo sulla rete Internet essere stata richiesta alla nostra Società alcuna autorizzazione".
261 Commenti alla Notizia Siae: paghi chi pubblica online foto di opere
Ordina
  • non è giusto che i giovani artisti debbano soltanto pagare e non essere finanziati all'inizio.
    Io mi pogno questo quesito ma se gli artisti emergenti non concorrono ai peroventi dei diritti d'autore com e fanno a finanziarsi e diventare qualcuno.
    Dobbiamo essere tutti "figli di papà?!!!!
    non+autenticato
  • Salve! Sono Giulio Rocchi, uno studente di scienze della comunicazione di Reggio Emilia. Ho lavorato per la mia università a 0format, un laboratorio sperimentale di produzione video-giornalistica, sotto la direzione del capo-struttura di RAI3 (nonchè nostro professore) Loris Mazzetti, in cui, assieme ad alcuni collaboratori e al mio gruppo musicale, abbiamo sviluppato un'inchiesta sulla SIAE per cercare di puntare un riflettore sui misteri di questa società. Nei panni di una sconosciuta band emergente (la nostra), il servizio si addentra per le problematiche, i costi, l'iscrizione e la tutela da parte della SIAE sulle opere di ingegno e sui proventi percepiti dagli autori di canzoni trasmesse su etere e internet. Penso che questa inchiesta, seppur breve per motivi di palinsesto (4:49 minuti) sia molto interessante e utile, non solo per i musicisti, ma anche per tutti coloro che sono iscritti alla SIAE (non c'è solo la musica, ma qualunque opera d'ingegno - quadri, immagini, testi, loghi...). Grazie a questa inchiesta si è già innescato un dibattito che noi di 0format desideriamo portare avanti. Per questo motivo vogliamo promuovere la nostra iniziativa,fare girare il più possibile l'inchiesta e, perchè no, se possibile anche pubblicarla e pubblicizzarla su canali diversi dal web (riviste, giornali, televisione...). Sicuri di un certo interessamento da parte di chi leggerà questa e-mail, porgiamo i nostri più sinceri saluti.

    L'INCHIESTA SU http://it.youtube.com/watch?v=_PveNGyEeRI oppure su youtube cercate "0format" e cliccate sul video "No Siae No Party"
    LO SPACE DEL GRUPPO MUSICALE: I BORN TO DREAM http://www.myspace.com/borntodream2006
    E-MAIL: borntodream@interfree.it
    MSN: nos86nos@hotmail.com
    VOTATECI ANCHE SU http://current.com/items/89002588_no_siae_no_party
    non+autenticato
  • VORREI SAPERE SE QUALCUNO DISONESTO PUO' COPIARE
    I MIEI VERSI CHE HO SCRITTO   SOLO ALCUNI PER ORA
    NEL MIO BLOG   VERSI CHE FANNO PARTE DEI MIEI TRE
    MANOSCRITTI DEPOSITATI ALLA SIAE NEL 2004
    iL MIO BLOG E'     siculaerotica.blogspot.com

    il mio indirizzo email e'     ciavirella.gl@hotmail.it

    GRAZIE    NON SI E' TUTELATI PER QUESTO ''
    non+autenticato
  • siccome ho aperto un blgo IL 20 GIUGNO SCORSO
    VORREISAPERE SE QUALCUNO DISONESTO PUO' COPIARE
    IMIEI VERSI       NE HO IMMESSI GIA' ALCUNI
    I MIEI VERSI CHENFANNO PARTE DEI MIEI



    TRE MANOSCRITTI DEPOSITATI ALLA SIAE ROMA NLE 2004

    il mio blog e'         siculaerotica.blogspot.com

    la mia email e'     ciavirella.gl@hotmail.it
    GRAZIE
    non+autenticato
  • Vorrei segnalare a tutti, una petizione importante, per aiutare la battaglia del prof.Enrico e di tutti gli insegnanti:

    http://www.anitel.it/petizione/

    "NO COPYRIGHT SU FORMAZIONE, INSEGNAMENTO E CULTURA SENZA FINI DI LUCRO"


    Ragazzi, firmate tutti, è importante!

    Agli amministratori di Punto Informatico: è possibile mettere in rilievo questa segnalazione?Sorride
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | Successiva
(pagina 1/14 - 69 discussioni)