L'Egitto liberi quel blogger. Subito

Un gruppo pro-diritti civili lancia un appello affinché Il Cairo rimetta in libertà un blogger arrestato per i suoi giudizi su un'importante istituzione educativa dell'Islam sunnita

Roma - È un appello accorato alle autorità egiziane quello lanciato da Human Rights Watch, affinché il 22enne blogger Abdel Karim Nabil Suleiman, conosciuto anche con lo pseudonimo di Karim Amer, venga liberato immediatamente e prosciolto dalle accuse con cui è attualmente trattenuto dalle forze di polizia.

"Le autorità egiziane dovrebbero far cadere immediatamente tutte le accuse contro un blogger per i suoi interventi scritti online, e lasciarlo libero senza ulteriori ritardi", si legge in una nota dell'organizzazione. Karim Amer è stato arrestato il 7 novembre scorso nella città di Alessandria, dopo aver inserito sul proprio blog interventi critici rivolti contro l'Università di Al-Azhar, la più importante istituzione dell'Islam di matrice sunnita della regione. Ora il ragazzo rischia di rimanere in galera per 9 anni.

Il blogger era già stato precedentemente arrestato nell'ottobre del 2005, dopo aver espresso condanna contro la feroce reazione del mondo mussulmano nei confronti di una messinscena teatrale considerata offensiva. Fatto simbolicamente significativo, Amer è stato arrestato lo stesso giorno in cui Reporters sans frontières ha incluso l'Egitto nella lista dei 13 nemici di Internet, proprio per le iniziative di repressione delle autorità nei confronti di esponenti della blogosfera e dei critici filo-democratici.
L'arresto di Amer è infatti solo l'ultimo di una serie ben nutrita di atti di censura per cui è diventato tristemente famoso l'Egitto negli anni recenti. La speranza di Human Rights Watch è che in questo caso le cose vadano a finire come già successo lo scorso giugno 2006, quanto le pressanti proteste internazionali portarono infine alla liberazione del famoso blogger Alaa Abd El-Fatah.

Alfonso Maruccia
8 Commenti alla Notizia L'Egitto liberi quel blogger. Subito
Ordina
  • Alcuni parlano di democrazia ma il loro ideale è la dittatura, odiano l'america e l'occidente, odiano se stessi, amano le dittature più repressive e sanguinarie, una volta inneggiavano a quei macellai di stalin, pol pot ed ai loro paradisi dei lavoratori, oggi amano le teocrazie medioevali o le dittature fascistoidi ma dove il dittatorucolo di turno abbia l'ipocrisia di definirsi "di sinistra e terzomondista" Non sapere distinguere il bene dal male è il problema di questi individui gregari e conformisti, non è difficile capire dove sta la malvagità, ma questi non-pensatori, non sanno riconoscerla, agiscono come il cane di Pavlov, meccanicamente: se una (qualunque) azione è fatta dall'occidente è male, mentre qualunque azione commessa da antioccidentali è bene.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Alcuni parlano di democrazia ma il loro ideale è
    > la dittatura, odiano l'america e l'occidente,
    > odiano se stessi, amano le dittature più
    > repressive e sanguinarie, una volta inneggiavano
    > a quei macellai di stalin, pol pot ed ai loro
    > paradisi dei lavoratori, oggi amano le teocrazie
    > medioevali o le dittature fascistoidi ma dove il
    > dittatorucolo di turno abbia l'ipocrisia di
    > definirsi "di sinistra e terzomondista" Non
    > sapere distinguere il bene dal male è il problema
    > di questi individui gregari e conformisti, non è
    > difficile capire dove sta la malvagità, ma questi
    > non-pensatori, non sanno riconoscerla, agiscono
    > come il cane di Pavlov, meccanicamente: se una
    > (qualunque) azione è fatta dall'occidente è male,
    > mentre qualunque azione commessa da
    > antioccidentali è
    > bene.

    L'egitto, dove un certo Mubarak governa da VENT'ANNI e sempre da VENT'ANNI mantiene leggi speciali che la Cina se le sogna, con torture nelle carceri e compagnia brutta, è AMPIAMENTE sostenuto da USA & UK nel nome della "lotta al terrorismo", nello stesso modo in cui USA & UK non si fanno problemi a sostenere altri dittatori sanguinarii del calibro di Mubarak, Qaddafi, o la teocrazia dei Saud...
    Sveglia!
    non+autenticato
  • meglio la dittatura cinese degl'usa e gran bretagna!? Ah Ah Ah vatti a trasferire in Cina allora e non sputare nel piatto in cui mangi, SVEGLIA!
    non+autenticato
  • Senza dubbio, è doveroso tentare di far liberare Abdel Karim ma vorrei sapere quanti altri blogger sono nelle Sue condizioni, nel mondo. Di Lui, si è venuto a sapere , certo. E questo, non è il primo come non sarà l' ultimo blogger , ad essere incarcerato in base ai più assurdi ed inaccettabili motivi di stato o di altro genere.
    Si dice che a ' a casa sua, ciascuno è Re', ovvero, fa come gli pare. Le autorità egiziane, potrebbero risponderci di farci i fatti nostri .
    Una risposta del genere, non penso che un governo, possa superficialmente darla ma non si puo' escludere , questa eventualità. Generalmente: almeno i 3/4 dell' Umanità, vivono sotto forme più o meno, apertamente dittatoriali , vuoi per motivi religiosi e politici. Credo proprio che ne avremo, di lavoro da fare per difendere i diritti dei blogger (e non solo loro). I governanti tunisini, ad esempio, non sono molto diversi, circa internet , dall' Egitto o altri paesi di religione islamica.
    E nel mondo occidentale, più ...moderno e 'democratico', pensate che si sia liberi , per quanto riguarda Internet? In Italia, qualche politicante, un po' troppo euforico e zelante, ha fatto capire che anche da noi, vi saranno dei controlli continui e capillari, basati sul modello cinese , che non scherza, come ben si sa. I politicanti di tutto il mondo, vedono internet come un nemico in grado di spodestarli.Nella nostra Nazione, ciò , è auspicabile, direi. Non so se , nel resto dell' Europa, la situazione cambia o meno.
    Concludendo: mi associo all' iniziativa in atto , tesa a far liberare Abdel Karim ma le considerazioni di cui sopra, non mi sembrano campate in aria.


                                    Il Musico
  • Ecco, queste sono le cose che dovreste considerare prima di pensare al Nilo o agli integralisti... Andate li'? Arricchite questo paese, queste censure. Pensateci.
  • ... E ancora nessuno commento.

    Come mai? Perchè non si può sproloquiare su quando siano cattivi Bush e gli USA?

    State zitti in un angolo, bambocci. Vi rivelate sempre per quello che siete.

    Buffoni.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ... E ancora nessuno commento.
    >
    > Come mai? Perchè non si può sproloquiare su
    > quando siano cattivi Bush e gli
    > USA?
    >
    > State zitti in un angolo, bambocci. Vi rivelate
    > sempre per quello che
    > siete.
    >
    > Buffoni.
    >

    L'egitto, dove un certo Mubarak governa da VENT'ANNI e sempre da VENT'ANNI mantiene leggi speciali che la Cina se le sogna, con torture nelle carceri e compagnia brutta, è AMPIAMENTE sostenuto da USA & UK nel nome della "lotta al terrorismo", nello stesso modo in cui USA & UK non si fanno problemi a sostenere altri dittatori sanguinarii del calibro di Mubarak, Qaddafi, o la teocrazia dei Saud...
    Sveglia!
    non+autenticato