Italia, cellulari muti nelle carrozze del silenzio

Presto sui treni italiani potrebbero comparire carrozze o scompartimenti dedicati a chi non tollera l'uso (e l'abuso) del telefono cellulare in viaggio. Un'idea che piace a tanti

Roma - Come un tempo avveniva solo per fumatori e non fumatori, i treni potrebbero presto conoscere una nuova suddivisione dei passeggeri in base ai propri usi e costumi. Il ministro dei trasporti Alessandro Bianchi si è infatti detto favorevole all'eventuale introduzione di "carrozze del silenzio", o almeno di scompartimenti, in cui il telefono cellulare sia off-limits, a tutela delle orecchie di chi non tollera le conseguenze del... cellulare passivo.

Quotidiano Nazionale riferisce infatti che il Ministro Bianchi, in risposta ad una interrogazione di Enrico Costa di Forza Italia, ha dichiarato che la questione "è in fase di approfondimento". Costa aveva chiesto che fosse dato seguito "all'indagine di mercato avviata dalle Ferrovie in merito all'introduzione di specifiche carrozze del silenzio", facendo richiamo ai regolamenti che, già oggi, tutelano la tranquillità dei passeggeri dei convogli ferroviari, anche dai trilli dei telefonini.

"Il richiamo all'uso corretto dei telefonini cellulari - ha osservato il Ministro - è stato sempre presente negli annunci a bordo dei treni, con la sola eccezione di un breve periodo (alcuni mesi del 2005) durante il quale si è voluto valutare se l'uso moderato del cellulare fosse o meno divenuto un comportamento acquisito dai viaggiatori (...) Dopo tale sperimentazione, che non ha prodotto risultati apprezzabili, l'invito è stato reintrodotto nel messaggio di benvenuto del personale a bordo".
La possibilità di introdurre nei convogli alcune carrozze appositamente dedicate ai passeggeri che non gradiscono il disturbo del telefono cellulare, sarà presa in considerazione dopo una rilevazione delle reazioni della clientela, alla quale verrà rivolta un'indagine di mercato, e delle conseguenze che questa novità potrebbe avere sui sistemi di prenotazione.

Oggi, se un passeggero blatera al cellulare in modo fastidioso, l'unica possibilità che il vicino ha di far valere il proprio diritto alla quiete (disattesa ogni richiesta bonaria) è di segnalare il fatto al capotreno, che - precisa il Ministro Bianchi - "ha il compito di invitare la clientela che arreca disturbo con il telefono cellulare a limitarne l'uso, ovvero a utilizzarlo in maniera da non causare disturbo". Le regole di buona educazione ferroviaria, però, non prevedono sanzioni.

D.B.
85 Commenti alla Notizia Italia, cellulari muti nelle carrozze del silenzio
Ordina
  • Se gli italiani fossero un po' più civili e meno bestie ci sarebbe bisogno di spendere soldi per queste "carrozze del silenzio"?Io credo proprio di no, ma visto che gli italiani di diventare un po' più educati nei confronti degli altri non ne vogliono proprio sapere bisogna buttare soldi per diverse carrozze visto che bisogna avere una carrozza del silenzio per non fumatori e una per fumatori, poi una di prima classe, una di seconda classe e così via.
    Alla fine quanti soldi si butteranno per via di persone incivili?
    non+autenticato
  • Se proprio vogliono buttare soldi, se proprio vogliono rendere le carrozze più silenziose, perché non fanno qualche spot TV con un del piero o un costantino qualsiasi? Sai quanti italioti si convertirebbero in un colpo solo?...
    Perplesso

    O chissà, magari con un servizio più efficiente e prezzi più bassi la gente comincierà a rispettare per riconoscenza qualche regola in più...
  • ...coloro che nn sanno più cos'è il buonsenso.
    Ma ci siamo davvero ridotti così o si può ancora sperare che la gente sia meno maleducata di ciò che certe "carrozze del silenzio" vorrebbero dimostrare? Invece di educare, creiamo dei ghetti?
    Allora perché non una carrozza per chi rutta? E perché non una per chi si fa pipì addosso?
    Suvvia!
    non+autenticato
  • Dopo l'idea del vietare i cellulari nelle scuole, questa delle carrozze del silenzio mi sembra di essere la conferma di quello che sostenevo. Mi chiedo ancora come faccia certa gente a pensare queste cose...Siete mai stati su un treno voi? Scusate specifico meglio siete mai stati voi su un treno seduti? Non vi è mai capitato di vedere una persona che inizia ad ascoltare le sue bellissime nuove suonerie del cellulare? Bene avrete notato come tutti avranno fissato questa persona e che essa dopo essersi accorta abbia smesso di usare il cellulare. Questo è il caso più tipico ma ci potrebbero essere persone che invece parlano con un tono alto,che litigano al cellulare ecc. Se sono educate dopo essersi "sbollite" si scuserebbero se invece siamo di fronte a casi estremi e che dopo un invito a controllarsi riceviamo anche noi qualche bel complimento...ci sarà una persona apposta che la inviterà a calmarsi. Questo è quello che succede su un treno, su un autobus ma più semplicemente quando si è in mezzo ad altre persone, è normale! Ci sono persone educate e persone non educate non bisogna cambiare le cose solo perché certa gente   non rispetta gli altri...sono loro da prendere in considerazione! Bisognerebbe creare carrozze per tutte le persone che stanno in piedi sui treni! Oppure trovare il modo di fare arrivare i treni in orario ^^ in modo da sentire quelle persone il più breve tempo possibileCon la lingua fuori
  • Ci manca solo questo. D'altronde il disturbo che si provoca con il cellulare non è ne più ne meno quello che si fa con a lingua e la bocca: parlando.

    Hanno pure il coraggio di proporre idee del genere.
    Che si vergognino.
    non+autenticato
  • Prendo il treno regolarmente su lunghe tratte per questioni di lavoro. Quasi esclusivamente Eurostar, ma perlopiù in seconda classe.

    In realtà capita molto raramente di trovare gente maleducata, che parla a voce troppo alta o tiene il volume del cellulare toppo forte.

    In compenso capita SEMPRE, e più volte lungo la tratta, che nei vagone si senta un annuncio proveniente da un altoparlante gracchiante, a volume altissimo, che dice che il ristorante è aperto/chiuso, o che "bisogna abbassare la suoneria del cellulare per non disturbare"

    Insomma, il vero disturbo acustico lo danno quelli delle ferrovie, non la gente che viaggia.

    Chissà se sulle carrozze del silenzio aboliranno anche gli altoparlanti. In caso contrario non vedrei proprio il vantaggio.Triste
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)