Il presidente rumeno elogia i pirati informatici

E lo fa dinanzi a Bill Gates, in visita commerciale a Bucarest. Secondo Basescu è grazie alla diffusione di software pirata che i giovani hanno potuto accedere alle nuove tecnologie

Bucarest - La sua tesi è sostenuta da molti, ma il fatto che a pronunciare certe parole sia stato il presidente della Romania Traian Basescu e che lo abbia fatto davanti a William H. Gates III, fondatore e chairman di Microsoft, sta sollevando un certo rumore: secondo Basescu la pirateria informatica ha consentito ai rumeni, in particolare ai giovani, di dotarsi di tecnologie che altrimenti sarebbero state loro precluse.

"La pirateria - ha dichiarato il presidente ai reporter durante l'inaugurazione di un centro di supporto tecnico di Microsoft nella capitale rumena - ha favorito l'istruzione delle nuove generazioni perché così i giovani hanno scoperto il computer". A detta di Basescu (nella foto qui sotto) la possibilità di piratare è stato un ingrediente essenziale per la nascita dell'industria informatica rumena.

Il presidente rumenoMa non si è fermato qui. Basescu sostiene che proprio i prodotti Microsoft sono quelli "maggiormente contraffatti" nel paese, in particolare "dall'inizio degli anni '90".
Gates, la cui azienda ha investito nel Centro appena inaugurato circa 12 milioni di euro, ha evitato di commentare le dichiarazioni del presidente rumeno e successivamente, a Parigi, ha sottolineato che "Microsoft intende continuare gli investimenti in Romania". La visita nel paese è stata peraltro anche l'occasione per lanciare il nuovo sistema operativo Windows Vista e l'accoppiata Office 2007 ed Exchange Server 2007.

A dimostrare che i rapporti tra Microsoft e Bucarest rimangono ottimi è anche il fatto che durante la cerimonia nella capitale rumena Gates è stato insignito dal premier Calin Popescu Tariceanu della "Stella della Romania", la massima onorificenza civile rumena.
63 Commenti alla Notizia Il presidente rumeno elogia i pirati informatici
Ordina
  • L'intervento del presidente rumeno dimostra che vi sono, al mondo, ancora persone che hanno il fegato di dire pane al pane e vino al vino.
    E' incredibile in un momento storico in cui l'appiattimento sulle "ideologie dominanti" è l'imperitivo di una sociale globale.
    E' chiaro che il presidente abbia voluto fare una provocazione. Ma la sostanza è: un software a costi accessibili rende meno appetibile la pirateria. D'altra parte il calcolo è semplice: quanto si è speso per realizzare il nuovo sistema operatuivo Vista? quante copie si prevede di vendere?
    Ma da questo orecchio non ci sente zio Bill.
    Poverino è affetto da un'otite che nessun medico riuscirà mai a guarire.
  • Prima di parlare inizi a pensare agli spammers rumeni che stanno riempiendo la rete della loro immondizia.

    1 email di spam su 6 arriva proprio da casa sua
    non+autenticato
  • i rumeni avrebbero potuto utilizzare software libero invece che piratare windows + compagni!

    la pirateria assieme ai pre-installati sono la manna di microsoft

    linux è un sistema che ti spinge REALMENTE a conoscere nuove tecnologie

    ti spinge ad apprendere

    un piccolo esempio
    se apri un help su linux trovi informazioni utili, che ti spiegano come funziona un programma, un hardware, dove approfondire ecc. ecc..

    non cose tipo: prova a premere il tasto di accensione e se non funziona rivolgiti ad un tecnico

    un help come quello sui sistemi windows non stimola nessuno! serve solo a frustrare l'utente!
  • Le affermazioni sono vere e credo che tutti siate d'accordo, almeno la maggior parte, l'unico aspetto critico è che se sperano di convertire Microsoft, sì sbagliano di grosso.
    Sicuramente Bill Gates si è legato al dito questo incontro e ci penserà seriamente sopra prima di "abbandonare" Microsoft al suo successore e non potrà non dire che è la verità.
    La pirateria, giusta o sbagliata, ha permesso a tutti, a chiunque, di entrare in possesso delle tecnologie, d'imparare, di crescere nel sapere informatico, maggiore apprendimento sui sistemi e sul computer.Naturalmente questa è un'arma doppio taglio per il fatto che, come sappiamo tutti, abbiamo visto come anche per un 18enne o un ragazzo ancora più piccolo, riesca nello sventrare i sistemi Microsoft, creare virus potenzialmente dannosi e di ultima annata o generazione, basta pensare al Sasser e al numero 200.000 virus solo per Windows, che ovviamente è maggiore perchè ne escono una svalangata al mese e alcuni di questi vanno una meraviglia su Windows Vista.
    Microsoft può dire quello che vuole ma, sia Steve Ballmer che Bill Gates, non può nascondere la verità dei fatti.La pirateria ha fatto crescere tutto e tutti nel mondo informatico e possono dire che l'opensource sia un cancro, la pirateria un danno ma la verità la sanno benissimo ma vogliono imporsi.
    Credo proprio che per Microsoft sia ora di alzare bandiera bianca e rassegnarsi all'idea che anche la sua carta DRM è sta uccisa, WindowsVista craccato e che i pirati non hanno intenzione di mollare la cinghia!
    E' ora di far nascere la nuova informatica dove gli utenti e le softwarehouse hanno la possibilità di collaborare più da vicino di ora, nello sviluppo e nella crescita dei computer e loro software.Basta protezioni, basta scontri e addio al DRM.
    (tanto lo so che Microsoft è cocciuta quindi potevo pure starmene zitto ma la speranza è l'ultima a morire)


  • ma se nessuno paghi i prodotti.. chi più programmerrà per anni un SO?
    MeX
    16902

  • - Scritto da: MeX
    > ma se nessuno paghi i prodotti.. chi più
    > programmerrà per anni un
    > SO?

    Quelli che l'hanno programmato gratis fino adesso...
    non+autenticato
  • sostenere economicamentela programmazione tramite sponsor e pubblicità? nn mi sembra un'idea TROPPO campata in aria..
    non+autenticato
  • La pirateria è stata un grande vantaggio per i produttori di piattaforme ma un vantaggio inferiore per la comunità in genere.Tecnologia non equivale a software proprietario. La pirateria ha consentito di realizzare questo connubio aldilà delle reali qualità tecniche e funzionali dei software.Oggi un rispetto del leggi sul diritto d'autore consentirebbe ai software open di avvantaggiarsi di quel margine competitivo relativo al prezzo e alla disponibilità che hanno nei confronti del software closed.La pirateria riduce questo vantaggio, diminuendo la compezione e la concorrenza nel mondo del software.La pirateria non diffonde ne la tecnologia ne il migliore ma solo il più prodotto blasonato.La pirateria non è necessaria per il software FOSS.

    non+autenticato


  • > la pirateria informatica ha consentito ai
    > rumeni, in particolare ai giovani, di dotarsi di
    > tecnologie che altrimenti sarebbero state loro
    > precluse.

    d'accordo o contro, grazie alla pirateria, molte persone hanno potuto avere programmi che altrimenti non avrebbero mai avuto.

    Quanti hanno copiato il Geos, WorldGames, SummerGames?
    Ma anche Autocad, 3D Studio, Programmi di Altro genere.

    Avranno fatto perdere soldi a molte ditte, ma lo hanno fatto, il presidente ha solo detto un fatto che e' successo.

    Quanti hanno iniziato a programmare con una copia dei programmi borland, con una copia del simon's basic?

    Non e' elogiare, e' dire la verita' che nessuno vuole dire, meglio fare finta di niente.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)