USA, la galera di un blogger

Dopo quasi sei mesi di reclusione il giovane freelance Josh Wolf non molla: anche se glielo chiede un tribunale, non vuole fornire il materiale girato durante una manifestazione anti-G8

San Francisco - 169 giorni. Per 169 volte Josh Wolf avrà sicuramente guardato le sbarre della sua cella di Dublin (San Francisco) e pensato alla Corte Federale che gli sta chiedendo di fornire le sue video-registrazioni su quella manifestazione di protesta del 2005. Lui però sta portando avanti una battaglia per il diritto alla libera informazione, e alla protezione delle fonti e dei materiali di repertorio.

È già diventato una sorta di martire negli Stati Uniti: d'altronde ha battuto ogni record di detenzione per casi di questo genere. Wolf, in qualità di operatore freelance, sta rispettando un'etica "professionale" che i vincoli imposti tramite subpoena non contemplano. La Corte di San Francisco non cede: vuole tutto il materiale riguardante la manifestazione anti-G8 del 2005 avvenuta nel Mission District.

"Josh Wolf è in galera per ognuna di quelle persone che hanno una cam... un block-notes... un microfono", ha dichiarato David Greene, direttore del First Amendment Project di Oakland. "Non si tratta di un atto egoistico, non ha niente da guadagnare dalla reclusione... Sta combattendo per il diritto della stampa di essere libera".
L'altro ieri vi è stato l'ennesimo sit-in di giornalisti, politici ed attivisti di fronte al Comune di San Francisco. La città, la comunità online e gli operatori stampa sono in subbuglio, e le critiche ormai sembrano proliferare senza controllo. Ross Mirkarimi, esponente liberal del Consiglio cittadino, ha criticato aspramente il governo federale, l'Amministrazione Bush e il Giudice William Alsup per il comportamento tenuto sul caso. "Sono arrabbiatissimo per il silenzio della politica locale", ha dichiarato Mirkarimi, insieme ad altri esponenti del Consiglio come Tom Ammiano e Jake McGoldrick presenti al sit-in.

Per l'editore del San Francisco Bay Guardian e il redattore Bruce Brugmann, Wolf è un eroe. "Ma dove siamo in Bulgaria, o forse in Corea?", ha dichiarato il giornalista. "In tutta la mia carriera non ho mai assistito a niente di simile".

Julian Davis della Free Josh Wolf Coalition, che è nata proprio per sostenere la causa del giovane freelance, ha più volte sottolineato che non si tratta di una protesta estremista. Tanto più che fra le file del "movimento" sono presenti politici come il Senatore Carole Migden (Dem.) e il Deputato Mark Leno (Dem.); Society of Professional Journalists; American Civil Liberties; National Press Club; Reporters Without Borders; National Lawyers Guild; Media Alliance; The Newspaper Guild/Communication Workers of America e tante altre associazioni.

Wolf, oltre ad essere un freelance e un blogger, lavora full-time come direttore esterno della televisione via cavo del Peralta Community College di Oakland. Ai tempi della manifestazione del luglio 2005 contro il Summit G-8, un poliziotto venne ferito gravemente e qualcuno tentò di appiccare il fuoco ad una macchina della Polizia. I Procuratori, da allora, hanno sempre sostenuto che il Grand Jury deve poter agire per valutare se un crimine è stato commesso. Nello specifico, anche la sola auto incendiata potrebbe essere considerato un crimine federale, dato che la Polizia riceve fondi federali. Il rovescio della medaglia è che i giornalisti non hanno alcun appiglio per rifiutare le richieste del tribunale perché fondamentalmente i diritti in sede di Grand Jury, e in sede di processo (Petit Jury), sono diversi.

Wolf è convinto che la questione del veicolo incendiato sia un semplice pretesto. Il problema di fondo, secondo i suoi sostenitori, è che la Giustizia californiana vuole permettere all'FBI di raccogliere informazioni per la Polizia locale con tutti i mezzi: pescando fra i dimostranti e mettendo nell'angolo la stampa indipendente. Secondo l'opinione condivisa fuori dal palazzo "I giornalisti non devono essere cooptati come se fossero un braccio della Legge".

Un'altra questione è quella sulla professione giornalistica: Wolf, secondo la Legge, è in una zona d'ombra in qualità di freelance. I suoi diritti, quindi, sono ancor di più al centro di dibattito non potendo disporre della protezione ufficiale della "corporazione". Josh Wolf, dicono i più, è ancora in galera perché non gli è stato riconosciuto il diritto di proteggere il suo materiale, sancito dalla Corte Suprema degli Stati Uniti d'America nel 1972.

Dario d'Elia
31 Commenti alla Notizia USA, la galera di un blogger
Ordina
  • per quello in cui crede se solo ci fosse piu gente cosi quindi
    non+autenticato
  • Non ho capito la vicenda.......... me la spiegate?

    questi filmati sono già noti?
    sono segreti?

    se sono noti non capisco il senso
    se sono segreti gli ispettori ipotizzano che possano essere utili ma in realtà magari non lo sono?
    e come hanno saputo dei filmati??

    anche io ho filmato la manifestazione del g8, basta una mia dikiarazione e vengo arrestato??
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Non ho capito la vicenda.......... me la spiegate?
    >
    > questi filmati sono già noti?
    > sono segreti?
    >
    > se sono noti non capisco il senso
    > se sono segreti gli ispettori ipotizzano che
    > possano essere utili ma in realtà magari non lo
    > sono?
    > e come hanno saputo dei filmati??
    >
    > anche io ho filmato la manifestazione del g8,
    > basta una mia dikiarazione e vengo
    > arrestato??

    Ecco, il fatto che finora nessuno ti abbia risposto è un chiaro indice della qualità dei dibattiti in Italia. Se leggi i vari post, si preferisce di gran lunga insultarsi a vicenda, darsi del fascista, del comunista, di stabilire chi è più civile di chi, piuttosto che cercare di capire davvero i fatti in maniera obiettiva. In fondo schierarsi ottusamente fa sentire forti, ci si sente parte di un gruppo, e tanto basta.

    Per quanto riguarda le tue perplessità, ti rimando alla notizia:

    "Ai tempi della manifestazione del luglio 2005 contro il Summit G-8, un poliziotto venne ferito gravemente e qualcuno tentò di appiccare il fuoco ad una macchina della Polizia. I Procuratori, da allora, hanno sempre sostenuto che il Grand Jury deve poter agire per valutare se un crimine è stato commesso. Nello specifico, anche la sola auto incendiata potrebbe essere considerato un crimine federale, dato che la Polizia riceve fondi federali."

    Da quanto scritto, si evince soltanto che
    un poliziotto è stato ferito e qualcuno TENTO' di bruciare una macchina. Intanto il GJ non è neanche in grado di stabilire SE è stato commesso un crimine! Ed uno che ha dei filmati langue in carcere da mesi. Punto.

    Che qualcuno spieghi anche a me, please, perché dall'articolo si capisce ben poco. O forse è l'ora...

    non+autenticato
  • Se la Corte Federale chiede le videoregistrazioni per "farle sparire", allora sono dalla parte del blogger, perche in questo caso difenderebbe la liberta' di stampa (in senso lato).

    Ma se le chiede per capire come sono andati i fatti, allora spero che lo tengano in prigione a vita, perche' sta occultando del materiale che servirebbe alla legge per fare il suo corso ed appurare eventuali responsabilita'. E questa non e' difesa della liberta' di stampa, ma occultamento di prove.

    Ciao

    Giorgio
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Se la Corte Federale chiede le videoregistrazioni
    > per "farle sparire", allora sono dalla parte del
    > blogger, perche in questo caso difenderebbe la
    > liberta' di stampa (in senso
    > lato).
    >
    > Ma se le chiede per capire come sono andati i
    > fatti, allora spero che lo tengano in prigione a
    > vita, perche' sta occultando del materiale che
    > servirebbe alla legge per fare il suo corso ed
    > appurare eventuali responsabilita'. E questa non
    > e' difesa della liberta' di stampa, ma
    > occultamento di
    > prove.
    >
    > Ciao
    >
    > Giorgio

    Hai mai guardato CSI? Occultamento di prove é quando vai sulla scena del crimine e la alteri per ostacolare le indagini. In ogni stato che si definisca democratico "avvalersi della facoltà di non rispondere" é invece un diritto sacrosanto dell'individuo. La videocamera, la fotocamera e... il mio cervello sono di mia proprietà e la polizia può solo chiedermi con "gentilezza" di collaborare e io posso benissimo rifiutarmi.

  • - Scritto da: soulista
    >
    > - Scritto da:
    > > Se la Corte Federale chiede le
    > videoregistrazioni
    > > per "farle sparire", allora sono dalla parte del
    > > blogger, perche in questo caso difenderebbe la
    > > liberta' di stampa (in senso
    > > lato).
    > >
    > > Ma se le chiede per capire come sono andati i
    > > fatti, allora spero che lo tengano in prigione a
    > > vita, perche' sta occultando del materiale che
    > > servirebbe alla legge per fare il suo corso ed
    > > appurare eventuali responsabilita'. E questa non
    > > e' difesa della liberta' di stampa, ma
    > > occultamento di
    > > prove.
    > >
    > > Ciao
    > >
    > > Giorgio
    >
    > Hai mai guardato CSI? Occultamento di prove é
    > quando vai sulla scena del crimine e la alteri
    > per ostacolare le indagini. In ogni stato che si
    > definisca democratico "avvalersi della facoltà di
    > non rispondere" é invece un diritto sacrosanto
    > dell'individuo. La videocamera, la fotocamera
    > e... il mio cervello sono di mia proprietà e la
    > polizia può solo chiedermi con "gentilezza" di
    > collaborare e io posso benissimo
    > rifiutarmi.


    Ma dove hai studiato il diritto ? In Afghanistan?
    non+autenticato
  • Se e' un blogger e un giornalista free lance sicuramente quelle informazioni saranno sul suo blog o sulla testata con cui collaborava... Gli inquirenti potranno trovarli li' i filmati che gli interessano se vogliono solo vagliarli come proveOcchiolino
    non+autenticato
  • Li vogliono per schedare tutti quelli che hanno partecipato.
    non+autenticato
  • ...stampa.

    Siamo all'OTTANTESIMO POSTO, lo leggevo sul blog di Grillo giorni fa.
    E non sono stupito.

    Gli States mi pare siano leggermente sopra di noi.

    Quindi abbiamo poco da criticare, al massimo i nostri politici e i giornalisticaniammaestratichesigiorcanolaliberta' dovrebbero fare un mea culpa.
    non+autenticato
  • La classifica è relativa alla PLURALITA' dell'informazione, non alla LIBERTA'. C'è differenza...ma qualcuno vuole ignorarloOcchiolino

  • - Scritto da: magobone
    > La classifica è relativa alla PLURALITA'
    > dell'informazione, non alla LIBERTA'. C'è
    > differenza...ma qualcuno vuole ignorarlo
    Non puoi costringere i giornali ad essere didestra se sn tutti di sinistra!
    Almeno su qst Berlusca aveva ragione, non per nulla per aumentare un po' il pluralismo nella stampa s'è dovuto inventare un quotidiano tutto suo. Alla faccia dei vari Repubblica,Corriere, La Stampa, Unità, messaggero e gli altri minori che invece stanno tutti dall'altra parte: uno scandalo.
    non+autenticato

  • >
    >......... Alla faccia dei vari Repubblica,Corriere, La
    > Stampa, Unità, messaggero e gli altri minori che
    > invece stanno tutti dall'altra parte: uno
    > scandalo.

    L'Unità, nei fatti, è ancora un giornale di partito, quindi non conta.
    Il Messaggero non è certo di sinistra.
    Il Giornale, Il Giorno, Libero sono di destra.
    Non capisco il problema, anzi, non capisco proprio che cosa abbia a che vedere con la notizia...

  • - Scritto da: sirbone72
    >
    > >
    > >......... Alla faccia dei vari
    > Repubblica,Corriere,
    > La
    > > Stampa, Unità, messaggero e gli altri minori che
    > > invece stanno tutti dall'altra parte: uno
    > > scandalo.
    >
    > L'Unità, nei fatti, è ancora un giornale di
    > partito, quindi non
    > conta.
    > Il Messaggero non è certo di sinistra.
    > Il Giornale, Il Giorno, Libero sono di destra.

    ... come pure il corriere

  • - Scritto da: sirbone72
    >
    > >
    > >......... Alla faccia dei vari
    > Repubblica,Corriere,
    > La
    > > Stampa, Unità, messaggero e gli altri minori che
    > > invece stanno tutti dall'altra parte: uno
    > > scandalo.
    >
    > L'Unità, nei fatti, è ancora un giornale di
    > partito, quindi non
    > conta.
    > Il Messaggero non è certo di sinistra.
    > Il Giornale, Il Giorno, Libero sono di destra.
    > Non capisco il problema, anzi, non capisco
    > proprio che cosa abbia a che vedere con la
    > notizia...

    ED in piu dico io senza contare che ne so tg4(che sicuramente nn è dalla parte del berlusca Sorride)che da solo fa milioni di ascolti pari alla tiratura di quei giornali che definisci di sinistra e se proprio vogliamo mettiamoci anche studio aperto ed in fondo il tg5 (Il caro rosella) e vedrai quanto è sbilanciata l'informazione:anche perche mi duole dirlo ma noi italiani siamo una manica di trogloditi che della stampa nn sappiamo che farcene(che dispiacere) pero la tv la tv senza quella nn sappiamo stare:quindi nn parogonare la forza della stampa con quella della tv nn ha senso
    non+autenticato

  • > ED in piu dico io senza contare che ne so tg4(che
    > sicuramente nn è dalla parte del berlusca Sorride)che
    > da solo fa milioni di ascolti pari alla tiratura
    > di quei giornali che definisci di sinistra e se
    > proprio vogliamo mettiamoci anche studio aperto
    > ed in fondo il tg5 (Il caro rosella) e vedrai
    > quanto è sbilanciata l'informazione:anche perche
    > mi duole dirlo ma noi italiani siamo una manica
    > di trogloditi che della stampa nn sappiamo che
    > farcene(che dispiacere) pero la tv la tv senza
    > quella nn sappiamo stare:quindi nn parogonare la
    > forza della stampa con quella della tv nn ha
    > senso
    >

    Quoto, ma solo in parte. Soprattutto perchè molti di quelli che hanno "un qualche potere" s'informano solo "via cartacea". E in certi discorsi contano più di quanti guardano il tg4 solo perchè dopo c'è Il grande fratello. Per ovvie ragioni.

    non+autenticato
  • queste cose succedono in un Paese che si dice "libero" e "democratico".......
    Niente di più falso ovviamente.
    non+autenticato
  • Già che bello:
    lui ha probabilmente le prove videofilmate sull'identità di tanti liberal-innocenti-antiglobal che da bravi innescano un revival del 68 prendendo a sbrngate un polizziotto e incendiando un'auto della polizia e il tribunale neanche dovrebbe chiedergliele.

    Forse non lo sapete ma nascondere le prove di un reato configura il concorso nel reato stesso o complicità con chi ha fatto il reato.

    Già ... ma sono antiglobal ... difensori del sociale e anche se commettono un reato tipo incendiare auto, sfasciare vetrine, prendere a sprangate persone e poliziotti, tentare di uccidere agenti (vedi Genova) sono cmq eroi e vanno difesi E gli vanno eretti pure monumenti: vedere sempre Genova). Come oggi si difendono i terroristi degli anni di piombo (poi chissà perchè i nuovi terroristi rossi NO: occorre che passi qualche anno?), si promuovono a sottosegretari e alla presidenza di commissioni parlamentari autentici assassini, e perchè NO: farli anche partecipare alla leadership di un partito.

    Vi è solo una cosa da dire: FATE SCHIFO!!!

    E la balla della libertà di stampa .... il pretesto non l'ha trovato la corte ma proprio chi tira fuori questa balla! Nessuno impedisce al report e a qualsiasi giornale di pubblicare alcunchè sull'avvenimento: si vogliono solo le foto e i filmati ed ovviamente i nomi degli intervistati. Che il prode giornalista, convinto di avere un'aurea diversa dal comune cittadino, non vuol dare alla giustizia.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Già che bello:
    > lui ha probabilmente le prove videofilmate
    > sull'identità di tanti
    > liberal-innocenti-antiglobal che da bravi
    > innescano un revival del 68 prendendo a sbrngate
    > un polizziotto e incendiando un'auto della
    > polizia e il tribunale neanche dovrebbe
    > chiedergliele.
    >
    > Forse non lo sapete ma nascondere le prove di un
    > reato configura il concorso nel reato stesso o
    > complicità con chi ha fatto il
    > reato.
    >
    > Già ... ma sono antiglobal ... difensori del
    > sociale e anche se commettono un reato tipo
    > incendiare auto, sfasciare vetrine, prendere a
    > sprangate persone e poliziotti, tentare di
    > uccidere agenti (vedi Genova) sono cmq eroi e
    > vanno difesi E gli vanno eretti pure monumenti:
    > vedere sempre Genova). Come oggi si difendono i
    > terroristi degli anni di piombo (poi chissà
    > perchè i nuovi terroristi rossi NO: occorre che
    > passi qualche anno?), si promuovono a
    > sottosegretari e alla presidenza di commissioni
    > parlamentari autentici assassini, e perchè NO:
    > farli anche partecipare alla leadership di un
    > partito.
    >
    > Vi è solo una cosa da dire: FATE SCHIFO!!!
    >
    > E la balla della libertà di stampa .... il
    > pretesto non l'ha trovato la corte ma proprio chi
    > tira fuori questa balla! Nessuno impedisce al
    > report e a qualsiasi giornale di pubblicare
    > alcunchè sull'avvenimento: si vogliono solo le
    > foto e i filmati ed ovviamente i nomi degli
    > intervistati. Che il prode giornalista, convinto
    > di avere un'aurea diversa dal comune cittadino,
    > non vuol dare alla
    > giustizia.

    Sarete "bravi voi che mandate i Previti, i Dell' Utri, i Berlusconi nel Parlamento Italiano.
    non+autenticato
  • francamente, mi dissocio da tutte e due gli esempi:
    sai a sinistra che a destra c'e' veramente il peggio della società.
    A sinistra, esaltazioni di gruppettari,ex lotta continua, no global o presunti tali,ex-terroristi
    tipo la Baraldini a cui il comune di Roma paga pure uno stipendio come consulente (...consulente de che ??)
    A destra, faccendieri, imbroglioni e mafiosi...
    Ripeto, in Italia siamo precipitati in basso.
    Nella politica c'e' il peggio del peggio.............
    non+autenticato

  • > A destra, faccendieri, imbroglioni e mafiosi...

    anche a sinistra, e tanti... come pure la destra ha i suoi baraldini.

    > Ripeto, in Italia siamo precipitati in basso.

    Non siamo mai decollati.

    > Nella politica c'e' il peggio del
    > peggio...

    E tra gli elettori c'e' la corsa a chi riesce a ripetere meglio gli arroccamenti di parte di guelfi e ghibellini.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Vi è solo una cosa da dire: FATE SCHIFO!!!

    L'indignazione é come l'orgasmo... dura sette secondi e poi si dorme. Immagino che starai già dormendo.
    Io dico MENO MALE che non tutti la pensano come te, perchè quando ci sono di mezzo le libertà civili non devono esistere compromessi... NESSUNO deve passarci sopra.
    I "noglobal" o i "blackblock" in questa storia non c'entrano nulla. Si parla del diritto di un giornalista di tenere segrete le sue fonti. Punto. Se la polizia vuole arrivare a questi criminali deve prendere altre strade... strade LECITE, che non ledano le libertà di un'intera popolazione.
    Ma tu no... tu forse sei disposto a rinunciare alla libertà (o a quel che ci rimane) per la sicurezza... allora provo pena per te, perchè sei uno spirito vuoto e triste.
    Ciao.
  • stai dicendo di essere a favore dell'omertà...almeno te ne rendi conto?

    Se assisti ad un omocidio e ne filmi le prove non puoi pensare di tenere la bocca chiusa giusto per proteggere i no global. Diventi complice.
    Vorrei vedere se a morire fosse tuo figlio. Verrebbe prima la tua strana concezione di libertà o il volere che un criminale finisca in carcere per i crimini commessi?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > stai dicendo di essere a favore
    > dell'omertà...almeno te ne rendi
    > conto?
    >
    > Se assisti ad un omocidio e ne filmi le prove non
    > puoi pensare di tenere la bocca chiusa giusto per
    > proteggere i no global. Diventi
    > complice.
    > Vorrei vedere se a morire fosse tuo figlio.
    > Verrebbe prima la tua strana concezione di
    > libertà o il volere che un criminale finisca in
    > carcere per i crimini
    > commessi?

    Un conto é farlo di propria spontanea volontà, un'altro é essere costretti dal governo... non esiste! anche perchè l'omertà non é un crimine: si chiama "avvalersi della facoltà di non rispondere"

    E comunque io non sono per la legge applicata per vendetta. Se mio figlio (che non ho) venisse ammazzato scaverei due fosse: una per il suo assassino e una per me.

  • - Scritto da: soulista
    >
    > - Scritto da:
    > > stai dicendo di essere a favore
    > > dell'omertà...almeno te ne rendi
    > > conto?
    > >
    > > Se assisti ad un omocidio e ne filmi le prove
    > non
    > > puoi pensare di tenere la bocca chiusa giusto
    > per
    > > proteggere i no global. Diventi
    > > complice.
    > > Vorrei vedere se a morire fosse tuo figlio.
    > > Verrebbe prima la tua strana concezione di
    > > libertà o il volere che un criminale finisca in
    > > carcere per i crimini
    > > commessi?
    >
    > Un conto é farlo di propria spontanea volontà,
    > un'altro é essere costretti dal governo... non
    > esiste! anche perchè l'omertà non é un crimine:
    > si chiama "avvalersi della facoltà di non
    > rispondere"

    Quindi secondo te è lecito nascondere le prove di un reato ? scusa la domanda, quanti anni hai? educazione civica non te l'hanno insegnata a scuola?
    Ti rendi conto che se invece di arroccarsi su assurde posizioni vi fosse più collaborazione spontanea (non omertà in stile mafioso come vorresti tu), forse si sarebbe anche meno scontro cittadino-Stato ?
    Non stiamo parlando di un giornalista in Cina che vuole proteggere degli innocenti da abusi del potere dittatoriale, stiamo parlando di gente che puà solo essere definita deliquente!

    Facciamo un esempio nostrano: intervista su Italia1 ad un ultrà del Catania. Ovviamente a capo coperto, il coraggioso. Non esiste proprio, sequestrare subito il materiale! O aspettarlo all'uscita di Mediaset...

    >
    > E comunque io non sono per la legge applicata per
    > vendetta. Se mio figlio (che non ho) venisse
    > ammazzato scaverei due fosse: una per il suo
    > assassino e una per
    > me.

    Questa non l'ho capita.

    G.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: soulista
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > stai dicendo di essere a favore
    > > > dell'omertà...almeno te ne rendi
    > > > conto?
    > > >
    > > > Se assisti ad un omocidio e ne filmi le prove
    > > non
    > > > puoi pensare di tenere la bocca chiusa giusto
    > > per
    > > > proteggere i no global. Diventi
    > > > complice.
    > > > Vorrei vedere se a morire fosse tuo figlio.
    > > > Verrebbe prima la tua strana concezione di
    > > > libertà o il volere che un criminale finisca
    > in
    > > > carcere per i crimini
    > > > commessi?
    > >
    > > Un conto é farlo di propria spontanea volontà,
    > > un'altro é essere costretti dal governo... non
    > > esiste! anche perchè l'omertà non é un crimine:
    > > si chiama "avvalersi della facoltà di non
    > > rispondere"
    >
    > Quindi secondo te è lecito nascondere le prove di
    > un reato ? scusa la domanda, quanti anni hai?
    > educazione civica non te l'hanno insegnata a
    > scuola?

    Sì. E' lecito. Posso ritenere quelle persone innocenti o, almeno, meno colpevoli di quanto si creda. Posso temere ritorsioni. Può essere che abbia avuto le emorroidi e che quella mattina mi girasse male... può essere tutto quello che voglio!
    Ho 30 anni... tu da come ragioni o ne hai 10 o 99 e sei nostalgico di "quando c'era Lui i treni partivano in orario"

    > Ti rendi conto che se invece di arroccarsi su
    > assurde posizioni vi fosse più collaborazione
    > spontanea (non omertà in stile mafioso come
    > vorresti tu), forse si sarebbe anche meno scontro
    > cittadino-Stato
    > ?

    Vero... ma la collaborazione deve essere spontanea. Se non é spontanea vuol dire che c'é qualcosa che non và, che il cittadino non si fida delle istituzioni!
    Parliamo dell'Italia: perchè la gente quando deve fare una denuncia si rivolge alle Iene, a Striscia la Notizia? Perchè quando ha un filmati o foto su una guerriglia urbana preferisce metterli in internet o girarle a giornali e telegiornali? Le nostre istituzioni non hanno mai fatto nulla per guadagnarsi la fiducia dei cittadini!

    > Non stiamo parlando di un giornalista in Cina che
    > vuole proteggere degli innocenti da abusi del
    > potere dittatoriale, stiamo parlando di gente che
    > puà solo essere definita
    > deliquente!

    INVECE Sì! stiamo parlando proprio di quel giornalista in Cina! perchè se un governo si permette di estorcere informazioni con la forza per quelli che tu consideri criminali, potrà un giorno farlo benissimo per chi é colpevole di esprimere opinioni scomode!

    > Facciamo un esempio nostrano: intervista su
    > Italia1 ad un ultrà del Catania. Ovviamente a
    > capo coperto, il coraggioso. Non esiste proprio,
    > sequestrare subito il materiale! O aspettarlo
    > all'uscita di
    > Mediaset...

    Ma ti rendi conto di quello che dici? Se io "promuovo l'omertà" tu sei per i metodi da Gestapo!

    > >
    > > E comunque io non sono per la legge applicata
    > per
    > > vendetta. Se mio figlio (che non ho) venisse
    > > ammazzato scaverei due fosse: una per il suo
    > > assassino e una per
    > > me.
    >
    > Questa non l'ho capita.
    >
    > G.

    Ho risposto al tuo tentativo di censura: quando qualcuno esprime un'idea e tu controbatti "vorrei vedere se capitasse a tuo figlio", stai tentando di censurarlo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 febbraio 2007 10.35
    -----------------------------------------------------------

  • - Scritto da:
    > Già che bello:
    > lui ha probabilmente le prove videofilmate
    > sull'identità di tanti
    > liberal-innocenti-antiglobal che da bravi
    > innescano un revival del 68 prendendo a sbrngate
    > un polizziotto e incendiando un'auto della
    > polizia e il tribunale neanche dovrebbe
    > chiedergliele.
    >
    > Forse non lo sapete ma nascondere le prove di un
    > reato configura il concorso nel reato stesso o
    > complicità con chi ha fatto il
    > reato.
    >
    > Già ... ma sono antiglobal ... difensori del
    > sociale e anche se commettono un reato tipo
    > incendiare auto, sfasciare vetrine, prendere a
    > sprangate persone e poliziotti, tentare di
    > uccidere agenti (vedi Genova) sono cmq eroi e
    > vanno difesi E gli vanno eretti pure monumenti:
    > vedere sempre Genova). Come oggi si difendono i
    > terroristi degli anni di piombo (poi chissà
    > perchè i nuovi terroristi rossi NO: occorre che
    > passi qualche anno?), si promuovono a
    > sottosegretari e alla presidenza di commissioni
    > parlamentari autentici assassini, e perchè NO:
    > farli anche partecipare alla leadership di un
    > partito.
    >
    > Vi è solo una cosa da dire: FATE SCHIFO!!!
    >
    > E la balla della libertà di stampa .... il
    > pretesto non l'ha trovato la corte ma proprio chi
    > tira fuori questa balla! Nessuno impedisce al
    > report e a qualsiasi giornale di pubblicare
    > alcunchè sull'avvenimento: si vogliono solo le
    > foto e i filmati ed ovviamente i nomi degli
    > intervistati. Che il prode giornalista, convinto
    > di avere un'aurea diversa dal comune cittadino,
    > non vuol dare alla
    > giustizia.

    DomandaPerplessoei uno che dalla globalizzazione trae qualche vantaggio?
    Perché giustificare in questo caso, la riduzione di libertá da parte di un regime mi sa tanto di parte.
    Con questo non giustifico gli atti di violenza, ma credimi, come in tutte le manifestazioni, i filmati giá esistono, la polizia e in questo caso l'FBI hanno filmato il tutto.
    Qui é chiaro dove si vuole colpire.
    non+autenticato