RAI, una tessera per gli abbonati sat

Adiconsum

Roma - Con una lettera al presidente Rai Claudio Petruccioli, al Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni e al presidente dell'Agcom Corrado Calabrò, l'associazione dei consumatori Adiconsum ha chiesto che si ponga mano ad un problema noto tra gli utenti di televisione satellitare, quello che impedisce loro di vedere alcuni programmi RAI, oscurati sul sat per questione di diritti di trasmissione

Secondo Paolo Landi, presidente dell'Associazione, nel Contratto di servizio viene affermata una copertura totale del territorio da parte del segnale RAI. "La verità - spiega Landi - è ben diversa, e siamo lieti che il presidente Claudio Petruccioli lo abbia riconosciuto nella sua audizione davanti alla Commissione Cultura e Trasporti della Camera dei deputati. Un'affermazione importante, poiché riconosce che non tutti i cittadini sono in grado di ricevere il servizio universale".

Adiconsum chiede nella lettera che la RAI distribuisca una tessera per decriptare i programmi oggi oscurati, e che questa venga distribuita a tutti gli abbonati RAI che ne facciano richiesta, anche quelli residenti all'estero.
Un investimento che Adiconsum ha stimato non superiore ai due milioni di euro, un costo del tutto trascurabile per il bilancio della RAI.
20 Commenti alla Notizia RAI, una tessera per gli abbonati sat
Ordina
  • noi italiani all`estero ci sentiamo bistrattati, sì perchè dopo tutto quello che facciamo per il nostro paese, mi riferisco a livello di immagine, e se l`italia e ben vista all`estero una grossa fetta di merito e nostro, (su questo avrei ancora molto da commentare, come per esempio i nostri risparmi che inviamo nel nostro paese etc.) non ci è permesso vedere senza problemi l`unico filo diretto con il nostro paese. Il massimo la rai lo ha raggiunto ai mondiali chiaramente a parte le partite oscurate (che ho dovuto vedermi nei canali del paese dove risiedo anche se la nazionale di questo paese non era neanche rappresentata) ma anche il dopo partita (studio mondiale) e stato "trasmesso" oscurato il che secondo mè e una vergogna. Se quelli che decidono dovessero abitare qualche anno via dal nostro paese, sono convinto che in futuro deciderebbero diversamente. Grazie per la vostra gentile attenzione, tanto e purtroppo non cambierà niente.
    non+autenticato
  • Finalmente da quando il centro sinistra è al Governo alcune cose positive succedono!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Finalmente da quando il centro sinistra è al
    > Governo alcune cose positive
    > succedono!


    Infatti è una proposta dell'Adiconsum...
    Vedrai come godi quando faranno la fondazione RAI pagando stipendi da alto funzionario pubblico!

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Non ci posso credere. Qualcuno legge il forum sul ministero delle comunicazioni http://mincom.tomato.it/forum/viewforum.php?f=3

    Poi, magari, copia le idee giuste postate già a giugno dell'anno scorso...
    non+autenticato
  • In RAI sicuramente sono ben altri i soldi che sprecano.
    Freccero ad esempio, non penso costi due lire, riceve lo stipendio ma non lo fanno lavorare perché di uno schieramente avversario. E mi ricordo che anni fa anche la Parietti aveva un contratto ma non lavorava. Al di là della qualità delle persone, Freccero non lo paragono con la Parietti, chissà quanta gente hanno lì nel cassetto inutilizzata e che però COSTA.
    non+autenticato
  • Visto che il canone RAI non è un abbonamento ma una tassa sulla possibilità di ricevere programmi televisivi, mi sembra corretto che la RAI fornisca anche ad altri broadcaster nazionali la possibilità di trasmettere contenuti decifrabili con la stessa tessera.

    Una sola tessera per vedere tutti o quasi i programmi nazionali in digitale, senza problemi di diritti per l'estero o di copertura del territorio o impianti di antenna da rifare.

    Ovviamente non succederà, visto che ne Mediaset ne La7 trasmetterebbero tutti i loro contenuti sul satellite distogliendo clienti potenziali dal digitale terrestre e dalle loro PPV.

  • - Scritto da: sigsegv
    > Visto che il canone RAI non è un abbonamento ma
    > una tassa sulla possibilità di ricevere programmi
    > televisivi, mi sembra corretto che la RAI
    > fornisca anche ad altri broadcaster nazionali la
    > possibilità di trasmettere contenuti decifrabili
    > con la stessa tessera.

    Magari lo faranno.

    > Ovviamente non succederà, visto che ne Mediaset
    > ne La7 trasmetterebbero tutti i loro contenuti
    > sul satellite distogliendo clienti potenziali dal
    > digitale terrestre e dalle loro
    > PPV.

    Mah non credo, altrimenti perché non lo fanno già adesso? Nessuno ha mai impedito a mediaset e la7 di vendere i prodotti in ppv dal satellite.
    non+autenticato

  • > Mah non credo, altrimenti perché non lo fanno già
    > adesso?

    Mediaset, prima dell'avvento di Mediaset Premium, trasmetteva sul satellite con un cifratura "pro-forma", nel senso che usava un sistema notoriamente bucato perchè non poteva lasciare completamente in chiaro quello per cui non aveva i diritti per l'estero. (Cosa che la RAI continua a fare, BTW). Dopo il lancio della PPV, la musica è cambiata decisamente, pur lasciando in chiaro i programmi per cui non ha problemi di diritti.
    La7 che io sappia non trasmette in chiaro su satellite.


  • - Scritto da: sigsegv
    > Dopo il lancio della PPV, la musica
    > è cambiata decisamente, pur lasciando in chiaro i
    > programmi per cui non ha problemi di
    > diritti.
    > La7 che io sappia non trasmette in chiaro su
    > satellite.
    >

    Ok lo sapevo, ma quello che trasmettono in PPV (mi pare perché non ho il digitale terrestre) lo fanno su canali diversi e si tratta contenuti diversi, quindi il satellite non sottrae nulla al digitale terrestre.
    Alla fine cosa ha da perdere? Sono spettatori in più (ci sono aree in Italia dove i canali si vedono bene solo col satellite) per Canale5/italia1/Rete4 quindi un modo per far pagare di più la pubblicità, stesso discorso per La7.
    non+autenticato

  • - Scritto da: sigsegv
    > La7 che io sappia non trasmette in chiaro su
    > satellite.

    Falso, La7 e MTV trasmettono in chiaro, non a 13°Est, ma a 12,5°Ovest. Chi ha un impianto motorizzato o pur non avendolo può installare un'altra parabola per questo satellite li vede in chiaro senza problemi (e vede anche La7Sport in chiaro che altrimenti vedrebbe solo sul digitale terrestre, ovviamente non vedrà dal satellite i canali di La7Cartapiù da satellite).

  • - Scritto da: sigsegv

    > Ovviamente non succederà, visto che ne Mediaset
    > ne La7 trasmetterebbero tutti i loro contenuti
    > sul satellite distogliendo clienti potenziali dal
    > digitale terrestre e dalle loro
    > PPV.


    Direi che non succederà perchè poi come minacciano Mediaset di mandarla sul satellite se danno la card gratis?Occhiolino

    A parte scherzi: a tutte le TV private potrebbe interessare; ovviamente per i programmi free in Italia. Ma chi si accollerà l'onere di coordinare il tutto? Il ministero? Non scherziamo...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > A parte scherzi: a tutte le TV private potrebbe
    > interessare; ovviamente per i programmi free in
    > Italia. Ma chi si accollerà l'onere di coordinare
    > il tutto? Il ministero? Non
    > scherziamo...

    Io darei tutto in gestione a quelli di Italia.it
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > A parte scherzi: a tutte le TV private potrebbe
    > interessare; ovviamente per i programmi free in
    > Italia. Ma chi si accollerà l'onere di coordinare
    > il tutto? Il ministero? Non
    > scherziamo...

    Non credo che ci sia molto da coordinare... Ogni TV continuerebbe a trasmettere usando la propria banda, semplicemente la RAI dovrebbe fornire come "servizio" la possibilità di cifrare le trasmissioni non libere con la propria codifica. Anche a pagamento, purchè a prezzi ragionevoli.

    Se SKY può farlo con RAI, credo che RAI possa farlo con Italia7 (però non sono un esperto, potrei aver scritto boiate).

  • - Scritto da: sigsegv
    > Ovviamente non succederà, visto che ne Mediaset
    > ne La7 trasmetterebbero tutti i loro contenuti
    > sul satellite distogliendo clienti potenziali
    > dal digitale terrestre e dalle loro PPV.

    Per La7 ho risposto sotto, per Mediaset c'è da dire che hanno sempre dichiarato che quel segnale sul satellite è un segnale di servizio usato per permettere ai ponti terrestri di ricevere. Essendo un'azienda privata ed avendo dichiarato sempre questo, se domani decidono di codificare tutto (come ad esempio ora è codificato Boing sul satellite pur essendo in chiaro sul digitale terrestre) non ci si può far nulla.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)