Microsoft rivendica diritti su OpenGL

Il big di Redmond sembra deciso a rivendicare la paternità di alcune proprietà intellettuali alla base di OpenGL, uno standard grafico che fino ad oggi si era mantenuto aperto e libero da royalties. E domani?

Microsoft rivendica diritti su OpenGLRoma - La lunga mano di Microsoft sembra aver stretto fra le sue dita lo standard grafico OpenGL, il più importante insieme di API multipiattaforma per lo sviluppo di applicazioni grafiche 2D e 3D. Ad un recente meeting della OpenGL Architectural Review Board (ARB), l'organo che guida lo sviluppo del noto standard, il colosso di Redmond ha infatti ufficialmente reclamato la paternità di due brevetti alla base delle specifiche OpenGL.

I brevetti in questione riguardano le tecnologie "vertex programming" e "fragment shading", entrambe in grado di fornire agli sviluppatori un maggior controllo e libertà nella creazione di effetti 3D, in particolare quelli di illuminazione. Secondo alcuni esperti del settore, queste due tecnologie fanno parte di una grossa porzione di proprietà intellettuali che Microsoft acquistò per 65 milioni di dollari da Silicon Graphics, la madre originaria di OpenGL, a cavallo fra il 2001 e il 2002. Individuare l'origine di queste licenze non è per altro facile visto che negli ultimi anni Microsoft ha acquisito brevetti da molte società, fra cui Nvidia, ATI e Intel.

Microsoft non ha ancora chiarito in che modo intenda far valere i suoi presunti diritti sulla tecnologia alla base di OpenGL, limitandosi ad affermare che è suo desiderio offrire termini di licenza "ragionevoli e non discriminatori".
Le dichiarazioni di Microsoft non hanno per altro evitato il sorgere di numerosi dubbi e timori sul futuro di OpenGL, uno standard che, grazie al fatto di essere privo di qualsiasi "balzello", è ormai divenuto lo standard grafico de facto sulle piattaforme non-Windows e la prima alternativa a DirectX sulle piattaforme di Microsoft.

A dispetto di altre società che detengono proprietà intellettuali sulle tecnologie alla base di OpenGL, Microsoft parrebbe non avere nessun interesse nel conservare la natura aperta e libera da royalties di uno standard grafico multipiattaforma e rivale delle DirectX. Ed ecco perché, secondo alcuni analisti, Microsoft avrebbe tutto l'interesse nell'imporre royalties anche molto salate a tutti coloro che utilizzano lo standard OpenGL.

Quella che si è venuta a creare è una situazione molto delicata e complessa, che potrebbe finire per danneggiare proprio le piattaforme alternative a Windows, come Linux e Mac OS X: quest'ultimo, in particolare, ha fatto di OpenGL una delle sue tecnologie portanti.
TAG: mercato
198 Commenti alla Notizia Microsoft rivendica diritti su OpenGL
Ordina
  • basta
    basta
    basta
    basta
    basta
    !!!!!!!!!!!!!!

    non+autenticato

  • altro riferimento
    http://www.sgi.com/software/opengl/

    "Software developers do not need to license OpenGL to use it in their applications. They can simply link to a library provided by a hardware vendor. Hardware vendors do need to have a license to create an OpenGL implementation for their hardware. Details on licensing are available from the Technical Info page. "

    TRADUZIONE:

    Chi sviluppa software no ha bisogno di alcuna licenza per usare OpenGL nelle proprie applicazioni,possono semplicemente linkare i propri applicativi alle librerie fornite dal produttore dell'hardware (scheda grafica) -
    I produttori di harware hanno bisogno di acquistare la licenza OpenGL per implementare le librerie sul proprio harware .
       
    Con quello che ha in mano la M$ puo ricattare al massimo i produttori di chip ...
    IMHO
    ma se ...
    teoricamente un matto si mette a implementare la libreria completamente in
    c su un frame buffer generico ..ad es. VESA
    nessuno potrebbe chiedergli nessuna licenza ...
    Ora questo non ha senso (macchine attuali lente)
    ma con una CPU a 100GHz probabile che non servi piu' nemmeno l'implementazione hardware delle funzioni ..
    [Troppe pippe mentali ???]

    saluti
    __
    fumo_nero
    fans di Marx (Grucho)


    non+autenticato
  • - Scritto da: Pino Pallino

    > saluti
    __
    > fumo_nero
    > fans di Marx (Grucho)
    Allora non puoi scrivere su forum che accetta tra i suoi iscritti uno come te.

    Ciao
    fnc   
    Sorride
    non+autenticato
  • > Con quello che ha in mano la M$ puo ricattare
    > al massimo i produttori di chip

    Guarda, così a occhio e croce sicuramente la Microosoft non sa il fatto suo e ha bisogno di un suggerimento da un qualunque pinco pallino di PI...

    Fossi in te li chiamerei per le prossime dritte commercialiOcchiolino
    non+autenticato


  • - Scritto da: lol
    > > Con quello che ha in mano la M$ puo
    > ricattare
    > > al massimo i produttori di chip
    >
    > Guarda, così a occhio e croce sicuramente la
    > Microosoft non sa il fatto suo e ha bisogno
    > di un suggerimento da un qualunque pinco
    > pallino di PI...
    >
    > Fossi in te li chiamerei per le prossime
    > dritte commercialiOcchiolino

    Se mi stai prendendo in giro ...
    OpenGL e' un consorzio
    [http://www.opengl.org/developers/about/arb.html]
    non credo che la M$ sia egemone in quel circolo ...
    e se rompe troppo (intende entrare nella produzione di chip)corre il rischio di farsi nemici ben piu' pericolosi di Linux...

    saluti
    __
    fumo_nero
    fans di Marx (Grucho)


    non+autenticato
  • il problema non e' chi ha fatto cosa, quale e' meglio, e via discorrendo.
    Cio' che puo' essere sbagliato (da un punto di vista di leggi di mercato) e' se microsoft utilizza il suo "potere d'acquisto" per escludere dal mercato i concorrenti, sia che si tratti si sistemi operativi [Linux o Apple], sia che si tratti di produttori di schede grafiche [nell'articolo si ipotizza che la microsoft abbia mire su questo mercato] o, per esempio, di software grafico.
    In parole povere il punto e' se si tratta di pratiche scorrette che ledano la possibilita' di fare concorrenza alla microsoft stessa.
    Il fatto che in alcuni casi queste pratiche siano gia' accadute non vuol dire che e' bene che si ripetano
    non+autenticato
  • > In parole povere il punto e' se si tratta di
    > pratiche scorrette che ledano la
    > possibilita' di fare concorrenza alla
    > microsoft stessa.
    > Il fatto che in alcuni casi queste pratiche
    > siano gia' accadute non vuol dire che e'
    > bene che si ripetano

    ma il punto e':
    vendere armi a un una persona sprovvista di porto d'armi e' reato...
    Vendere brevetti ad una societa' condannata per abuso di monopolio?
    a mio avviso una condanna senza sanzioni e' una finta condanna...
    e' questo il vero problema di Microsoft...

    ciao
    non+autenticato
  • Da OpenGL.org

    "
    Licensing

    ARB-approved OpenGL specifications and source code are available to licensed hardware platform vendors. End users, independent software vendors, and others writing code based on the OpenGL API are free from licensing requirements. See SGI's Licensing web site for more information.

    "

    Chi dovrebbe pagare ...
    dovrebbero essere i costruttori di chip ...
    che implementano in hardware quelle funzioni ...
    chi fa software :
    "non paga nada ...comprende !!!"


    non+autenticato

  • Peccato che nel frattempo SGI non centri piu' nulla.
    non+autenticato


  • - Scritto da: ???
    >
    > Peccato che nel frattempo SGI non centri
    > piu' nulla.
    Infatti OpenGL e' un consorzio ....
    http://www.opengl.org/developers/about/arb.html
    per quanto sia potente la M$
    con certi soci non credo che possa fare quello che ca$$o gli pare !!
    non+autenticato
  • L'industria americana sembra godere di una forte protezione da parte delle autorita' americane contro la concorrenza di industrie estere giocando su leggi, spiate e brevetti e "dimostrando" che quel tal prodotto era gia' stato brevettato in USA e non puo' essere importato da industrie straniere.

    Probabilmente hanno imparato bene il gioco dei brevetti e lo usano contro qualsiasi concorrente.

    In fondo hanno un sacco di avvocati moooolto agressivi, e che se farebbero altrimenti?

    E' bello pensare che quando si trova un pacchetto software in commercio sia dovuto al lavoro di programmatori capaci ed entusiati invece sembra che sia in commercio a causa di avvocati capaci e di "arraffamenti" di grosse aziende. Triste
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 35 discussioni)