Quattro anni di carcere per un insulto online

Succede in Egitto dove per la prima volta un blogger subisce una sentenza così pesante. A 22 anni aveva osato criticare la sua università e definire dittatore il presidente egiziano Mubarak

Roma - Suscita emozione in rete la sentenza con cui un tribunale egiziano ha voluto confermare la mano dura del regime contro la libera espressione: ad un ragazzo di 22 anni sono stati comminati quattro anni di carcere per due parole di troppo pubblicate sul suo blog.

Abdel Karim Nabil Suleiman era stato arrestato lo scorso novembre e meno di un mese fa Human Rights Watch aveva lanciato un appello internazionale per la sua liberazione. Accusato di aver pubblicato interventi critici contro la sua università, che lo ha poi espulso e denunciato, è stato anche denunciato per aver definito "dittatore" il presidente egiziano Hosni Mubarak.

Per questi "crimini", la severissima legge egiziana, scriveva Human Rights Watch, può spingersi a condannare anche per 9 anni. Gli anni invece sono "solo" 4, uno dei quali dedicato interamente all'insulto al sempre più intoccabile presidente.
Il vero problema, rilevano ora le agenzie internazionali, è l'effetto che una sentenza così pesante causerà sulla blogosfera. Si teme che dopo quanto accaduto molti blogger decidano di abbandonare ogni intento politico, lasciando così cadere l'ultimo baluardo di un dibattito pubblico su quanto accade in Egitto e su cosa viene deciso dal regime.
22 Commenti alla Notizia Quattro anni di carcere per un insulto online
Ordina
  • Non si è smentito nemmeno questa volta.
    Ora venga pure a prendermi... se ci riesce.
  • Che ce lo tirano in.....
    Vediamo chi indovina !

    Osso di Seppia
    non+autenticato
  • Ora che è chiaro che anche in Egitto c'è un dittatore, perché non andate lì a bombardare?
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Ora che è chiaro che anche in Egitto c'è un
    > dittatore, perché non andate lì a
    > bombardare?

    Perché Mubarak è un "dittatore buono".
    Al mondo ci sono i dittatori cattivi e quelli buoni.

    I dittatori cattivi:
    - Saddam Hussein dopo il 1990.
    - Assad in Siria.
    - Arafat ad anni alterni.
    - Ahmadinejad.
    - Gheddafi sino a qualche anno fa.

    I dittatori buoni:
    - Saddam Hussein sino al 1990.
    - Gheddafi da qualche anno in qua.
    - Mubarak.
    - Musharraf.
    - I regnanti sauditi.
    - Arafat ad anni alterni.

    La differenza sostanziale tra i primi e i secondi non c'è: sono tutti tiranni che ammazzano, rubano e torturano senza alcun limite.
    Possiamo distinguerli superficialmente perché i primi, sui nostri media, vengono definiti "leader" o "presidente"; i secondi "tiranni" o "rais".

    Passare da "tiranno" a "presidente" in fondo è facile: basta svendere per un tozzo di pane le risorse naturali del proprio paese alle multinazionali USA (o UE).
    non+autenticato
  • A proposito di dittatori che rubano e ammazzano, Fidel Castro come sta? Ancora resiste?


    - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > Ora che è chiaro che anche in Egitto c'è un
    > > dittatore, perché non andate lì a
    > > bombardare?
    >
    > Perché Mubarak è un "dittatore buono".
    > Al mondo ci sono i dittatori cattivi e quelli
    > buoni.
    >
    > I dittatori cattivi:
    > - Saddam Hussein dopo il 1990.
    > - Assad in Siria.
    > - Arafat ad anni alterni.
    > - Ahmadinejad.
    > - Gheddafi sino a qualche anno fa.
    >
    > I dittatori buoni:
    > - Saddam Hussein sino al 1990.
    > - Gheddafi da qualche anno in qua.
    > - Mubarak.
    > - Musharraf.
    > - I regnanti sauditi.
    > - Arafat ad anni alterni.
    >
    > La differenza sostanziale tra i primi e i secondi
    > non c'è: sono tutti tiranni che ammazzano, rubano
    > e torturano senza alcun
    > limite.
    > Possiamo distinguerli superficialmente perché i
    > primi, sui nostri media, vengono definiti
    > "leader" o "presidente"; i secondi "tiranni" o
    > "rais".
    >
    > Passare da "tiranno" a "presidente" in fondo è
    > facile: basta svendere per un tozzo di pane le
    > risorse naturali del proprio paese alle
    > multinazionali USA (o
    > UE).
    non+autenticato
  • Infatti, bombardare tutta quella sabbia è un'ottima idea, e magari immaginate che figata trasformare in centri commerciali le piramidi con all'apice dei McDonald tipo : McMummia, McTutankamon, McMub(arak) McBomb, McSlave & McImperator...

    Really one figata indeed!
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Ora che è chiaro che anche in Egitto c'è un
    > dittatore, perché non andate lì a
    > bombardare?

    Ehm, ma no, che dici, allora visto che anche in USA un blogger è in galera per reato d'opinione (anche se tentano di farlo passare per altro), vorresti dire che anche là c'è una dittatura?...

    Josh Wolf, un blogger sotto accusa:
    http://luogocomune.net/site/modules/news/article.p...
    non+autenticato
  • Ma siete matti?!?!
    Cos'è sta storia degli americani e delle loro guerre?

    Guardate che gli americani stanno solo facendo degli scavi per far passare l'oleodotto usando esplosivi.
    I morti sono solo "CADUTI SUL LAVORO"
    non+autenticato
  • Anche qui dovrebbero fare così.
    Come si può dire che Berlusconi è un vecchio bavoso e NANO e restare impuniti?
    Assurdo! Anche Totò Riina dovrebbe offendersi!
    non+autenticato
  • Basta che non offendi Prodi e la legge è dalla tua!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Basta che non offendi Prodi e la legge è dalla
    > tua!

    Chi? Il MORTAZZA?!
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Basta che non offendi Prodi e la legge è dalla
    > > tua!
    >
    > Chi? Il MORTAZZA?!
    Prova a scrivere Mortamerda...
    non+autenticato
  • Per averlo definito dittatore...
    ...s'è beccato 4 anni.

    Forse c'aveva ragione Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Da quello che ho sentito è proprio un dittatore e la popolazione lo detesta...l'unica cosa buona è che ha rafforzato e di molto i controlli di sicurezza contro attacchi terroristici (che al quaeda vorrebbe dirigere contro il turismo egiziano)!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Da quello che ho sentito è proprio un dittatore e
    > la popolazione lo detesta...l'unica cosa buona è
    > che ha rafforzato e di molto i controlli di
    > sicurezza contro attacchi terroristici (che al
    > quaeda vorrebbe dirigere contro il turismo
    > egiziano)!
    AnnoiatoAnnoiatoAnnoiato
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Per averlo definito dittatore...
    > ...s'è beccato 4 anni.
    >
    > Forse c'aveva ragione Rotola dal ridere

    Direi!
    È stato fortunato però, se lo avesse definito assassino...
  • - Scritto da:
    > Per averlo definito dittatore...
    > ...s'è beccato 4 anni.
    >
    > Forse c'aveva ragione Rotola dal ridere

    Offesa + condanna = dittatura?
    Le cose non mi sembrano così correlate.

    In Italia per esempio puoi essere accusato di diffamazione e corri il rischio (anche se non vai in galera) di perdere tutto quello che possiedi per pagare il risarcimento.
    Eppure qui siamo in democrazia!
    Si va in galera se lo prevede la Legge del posto e non c'entra che ci sia la dittatura o la democrazia.

    Una persona che afferma il falso (o non può provarlo) se ne assume ogni responsabilità, questo vale anche in Italia.
    Un Leader può intervenire per creare o modificare appositamente delle leggi, secondo il proprio comodo, ma questo succede anche da noi in “piena democrazia”...
    Occhiolino
    non+autenticato

  • Andare in galera per 4 anni a 22 anni per un blog significa che c'e' un REGIME

    puoi parlare di diffamazione in un paese libero che l'Egitto NON e'

    giusto per chiarire
  • - Scritto da: liberx
    >
    > Andare in galera per 4 anni a 22 anni per un blog
    > significa che c'e' un REGIME
    >
    > puoi parlare di diffamazione in un paese libero
    > che l'Egitto NON e'
    >
    > giusto per chiarire

    Qui da noi una pubblicazione periodica è obbligata a registrarsi e ad avere un direttore responsabile.
    Se il periodico scrivesse cose ritenute illegali... direttore ed editore finirebbero in galera.
    Allora anche qui c'è un REGIME?
    Newbie, inesperto
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    ....
    >
    > Qui da noi una pubblicazione periodica è
    > obbligata a registrarsi e ad avere un direttore
    > responsabile.
    > Se il periodico scrivesse cose ritenute
    > illegali... direttore ed editore finirebbero in
    > galera.
    > Allora anche qui c'è un REGIME?
    > Newbie, inesperto

    Eh! Già!!

    L'hai scoperto anche tu alla fine! Occhiolino

    In un paese veramente liberale non si avrebbe paura di nessuna parola per quanto orribile o odiosa che sia.

    Ma siccome non siamo in un paese liberale (figuriamoci l'egitto) abbiamo il delitto di "opinione" e da poco pure il reato di "negazionismo" e tanta gente che è pure contenta per questo.
    non+autenticato
  • in realtà è difficile trovare un regime islamico che sia democratico!sembra che ci sia incompatibilità fra democrazia e teocrazia islamica!!
    in italia invece c'è un regime partitico fra il clericofascismo e il cattocomunismo,anche da noi si può finire ion galera per stupidaggini,senza aver fatto del male a nessuno!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Per averlo definito dittatore...
    > ...s'è beccato 4 anni.
    >
    > Forse c'aveva ragione Rotola dal ridere
    é un dittatore ma, nonostante sia islamico é filooccidentale, per cui a parte proteste di facciata il blogger può marcire in cella
    non+autenticato