Con Apple TV e iPhone si chiude il cerchio

di D. Galimberti - Il rilascio di Apple TV e l'imminente arrivo di iPhone si inseriscono in quel circolo virtuoso che ha portato al successo l'accoppiata iPod/iTunes. Un successo che si ripeterà? Sì, ma a certe condizioni

Roma - Quando Jobs annunciò l'uscita del primo iPod, nell'ormai lontano 2001, nessuno avrebbe immaginato quanto quel piccolo oggetto, che molti avevano classificato come un sicuro flop, sarebbe diventato un'importante voce nel fatturato di Apple, ed un elemento ancora più importante per la strategia commerciale della casa della mela.

La progressiva diffusione della musica in formato MP3 ha premiato chi ha saputo sfruttare subito al meglio il nuovo mercato: Apple aveva tra le mani un prodotto vincente, i cui punti di forza sono da ricercare nella semplicità d'uso e in quei dettagli che l'hanno reso un prodotto più usabile e appetibile rispetto ai concorrenti.

La stessa Apple, probabilmente, intuì con un certo ritardo le proprie potenzialità in questo campo, tant'è che le prime versioni dell'iPod erano compatibili solo con i computer Macintosh, e la versione Windows di iTunes venne rilasciata solo più tardi. Inutile dire che l'apertura verso i più diffusi PC-Windows portò ad un incremento esponenziale delle vendite, ma un altro importante punto di svolta nella strategia di Apple fu quello di convincere le major a vendere la musica online, con conseguente apertura dell'iTunes Music Store (oggi solo iTunes Store).
Al di là delle discussioni sulla tecnologia DRM e sul legame che lega a doppio filo l'iPod con la musica acquistata sull'iTunes Store, è innegabile che Apple in questi anni sia riuscita a costruirsi un mercato che va al di là di quello che può rappresentare l'iPod visto come oggetto a sé stante, e si allarga a tutto quello che ruota intorno a questo mondo. Per ogni iPod venduto, la media di canzoni acquistate sull'iTunes Store è relativamente bassa: si parla di una ventina di brani, ma i clienti abituali possiedono diverse centinaia di brani, quindi possiamo stimare che solo un utente iPod ogni dieci si rivolge all'iTunes Store. È però sicuramente molto più elevato il numero di coloro che hanno acquistato uno o più accessori: non dimentichiamo che Apple, forte della sua posizione, ha potuto stringere diversi accordi che hanno portato sul mercato un'infinità di accessori per sfruttare l'iPod in ogni occasione, dalle comuni casse esterne in decine di varianti, ai prodotti più "originali" come quelli sviluppati in collaborazione con Nike, BMW, ecc.

Tra i motivi del successo di iPod c'è anche la sua coerenza tecnologica: Apple, ad esempio, ha sempre mantenuto lo stesso tipo di connettore (fatta eccezione per lo Shuffle, che possiamo considerare un prodotto a parte). La volontà di standardizzare il sistema di comunicazione con l'iPod è diventata ancora più esplicita quando è stato creato il marchio "Made for iPod", che assicura la compatibilità degli accessori attraverso questo tipo di collegamento, e il fatto che si voglia dare una certa continuità su questa strada è evidenziato dall'adozione dello stesso connettore anche sul futuro iPhone.

Le ultime mosse in casa Apple evidenziano come la casa della mela voglia tentare la stessa strada anche per quanto riguarda film e foto, sia sui dispositivi portatili che tra le mura domestiche. Stiamo ovviamente parlando di Apple TV e di iPhone, ma anche dell'ipotetico futuro modello di iPod con un display simile a quello del cellulare della Mela.

Quando qualche anno fa veniva interrogato sulla possibilità di vedere film sull'iPod, Jobs ammetteva che non ci sarebbero stati particolari problemi nell'implementazione, a patto che l'utenza si dimostrasse interessata ad una simile caratteristica. In realtà a Cupertino si stavano già preparando i primi passi che avrebbero aperto la strada ad una tale eventualità, ma prima di pensare ai film - la cui trattativa con le major poteva essere tanto lunga e complicata quanto infruttuosa, se il mercato non avesse recepito l'offerta - Apple ha tastato il terreno promuovendo la vendita di video musicali, cortometraggi e serie televisive. Una volta appurato l'interesse del pubblico (perlomeno quello americano, perché la vendita al di fuori degli USA dovrebbe iniziare entro questa estate) sono iniziate le trattative per la vendita dei film la cui accoglienza è stata più fredda ma comunque buona, nonostante l'offerta non comprenda ancora i titoli di tutte le major.

Ma se un video di pochi minuti si può vedere sullo schermo di un iPod, e un episodio di CSI si può guardare anche al computer, o collegando l'Pod al televisore, per vedere un film serve qualcosa in più. Nell'immaginario di Jobs, quel qualcosa in più non può essere lo schermo di un computer relegato in uno studio o in una camera, né tanto meno un computer trasportato in salotto e collegato al televisore. Quando arrivarono sul mercato i primi Media Center Jobs disse di non essere particolarmente attratto dall'idea: il computer, diceva, presuppone un atteggiamento "attivo" dell'utente, mentre quando uno si siede davanti al televisore, lo fa con un atteggiamento "passivo". La risposta di Jobs al Media Center è Apple TV, un dispositivo che sebbene sia realizzato con i componenti standard di un PC e una versione ridotta di Mac OS X, non è da considerarsi un computer e non si può utilizzare come tale (fatti salvi i vari hack che cominciano ad affacciarsi sulla Rete). Apple TV è un elettrodomenstico evoluto, immediato e semplice da utilizzare, un Media Extender che si sincronizza col computer, una sorta di iPod da salotto che immagazzina foto, audio, e video (o li riceve in streaming dai computer ai quali è collegato, anche attraverso rete WiFi) e li ritrasmette al televisore o all'impianto audio di casa.

Apple TV è il prolungamento naturale di iTunes e dell'iTunes Store, un ulteriore tassello nella strategia commerciale di Apple, che dopo aver conquistato il settore della "musica da passeggio" con l'iPod, attraverso l'Apple TV mira a conquistare i salotti multimediali. Questa condizione le permetterebbe di aumentare la propria percentuale di mercato anche nell'ambito dei computer, ma l'operazione non è di quelle più facili: stavolta Apple arriva in ritardo rispetto al Media Center o ad altri prodotti analoghi, e la vendita di film non si può paragonare alla vendita di musica, sia per questione di costi (nel confronto con la controparte "fisica" acquistata in negozio), che di fruizione da parte dell'utente. Come ho già avuto modo di dire in passato, comprare per 99 centesimi un brano che si ascolta tutti i giorni, non è come comprare un film a 10-12 euro che si vedrà, quando va bene, un paio di volte.

In ogni caso le vendite di Apple TV sono iniziate sotto i migliori auspici, ed è facile immaginare che saranno in molti a comprarla senza preoccuparsi minimamente dei film venduti sull'iTunes Store, così come adesso la maggior parte delle persone che comprano un iPod non ha alcuna intenzione di comprare musica online da Apple (mentre può essere vero il contrario). Le prime impressioni di chi l'ha provato sono estremamente favorevoli e sono già spuntati tutorial per sostituire l'hard disk con uno più capiente, e modifiche al software per leggere i DivX oltre ai formati già supportati nativamente da Apple (MPEG-4 e H.264).

Se l'interesse intorno ad Apple TV sembra essere alto, ancora più alto è l'interesse intorno all'iPhone: si parla già ora di milioni di richieste per un prodotto che nelle migliori delle ipotesi sarà in vendita, negli USA, solo tra tre mesi. Quello che da molte persone viene visto come un cellulare che fa anche da lettore multimediale o da smartphone (con quei limiti sulle applicazioni che ancora non conosciamo), in realtà andrebbe visto come un iPod evoluto che fa anche da cellulare. Un semplice cellulare con schermo sensibile al tocco non avrebbe un grande fascino, ma se all'iPhone venisse inibita la possibilità di telefonare ci troveremmo comunque di fronte ad un prodotto di successo: l'iPod wide-screen che tutti aspettavano da tempo per sfruttare al meglio la riproduzione di contenuti video e le foto. Un iPod con schermo multi-touch e Hard Disk da 30-80 GB farebbe la felicità di molti utenti, e l'ipotesi di un dispositivo simile non è molto remota se consideriamo che Apple ha già sviluppato tutto il necessario per utilizzarlo nell'iPhone (compresa una versione embedded di Mac OS X, che si sta dimostrando molto più versatile del previsto).

In questo momento Apple ha a disposizione molte carte da giocare per poter espandere il proprio mercato in diversi settori: resta da scoprire se saprà sfruttarle nel modo giusto, perché il 2007 potrebbe essere un anno decisivo.

Domenico Galimberti
(per contattare l'autore scrivere alla redazione)
39 Commenti alla Notizia Con Apple TV e iPhone si chiude il cerchio
Ordina
  • abilitare visione dei divx
    abilitre la porta usb all'utilizzo di hard disk esterni, e venderà milionate.

    altrimenti sarà un fallimento, nessuno è interessato ad avere un dispositivo che serve solo a vedere i trailer su itunes store, come nessuno è interessato a vedere solo film comprati su itunes store (quando si potrà farlo)
    ovvio che poi magari i film si venderanno anche, come oggi si vendono aac mentre su ipod si possono leggere anche mp3 illegali.

    e non mi dite che si può hackerare, che apple ha lasciato bassissime protezioni e si hackera in 10 minuti, io l'ho già ordinato e me lo modderò come lo voglio io, ma non si fanno numeri di vendite su chi compra per hackerare la massa compra e mette dentro la spina
    non+autenticato
  • tempo al tempo
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > abilitare visione dei divx

    si può già fare, ma ha molto più senso rippare tutto in H.264

    > abilitre la porta usb all'utilizzo di hard disk
    > esterni, e venderà milionate.

    HD esterni? per rovinare un oggetto come AppleTV?
    Piuttosto cambio l'HD... che senso ha attaccare un HD esterno? Al limite lo attacco al PC e sincronizzo AppleTV da lì...

    > altrimenti sarà un fallimento, nessuno è
    > interessato ad avere un dispositivo che serve
    > solo a vedere i trailer su itunes store, come
    > nessuno è interessato a vedere solo film comprati
    > su itunes store (quando si potrà farlo)

    infatti non serve solo a quello... forse non hai ben chiaro cos'è AppleTV...

    > ovvio che poi magari i film si venderanno anche,
    > come oggi si vendono aac mentre su ipod si> possono leggere anche mp3 illegali.

    anche su AppleTV puoi vedere qualsiasi video, basta che sia mpeg4 o h.264

    > e non mi dite che si può hackerare,

    non serve hackerare... sei tu che non hai capito cos'è AppleTV...

    > che apple ha
    > lasciato bassissime protezion

    non c'è nessuna protezione

    > e si hackera in 10
    > minuti, io l'ho già ordinato

    l'hai ordinato e non sai nemmeno come funziona?

    > e me lo modderò come
    > lo voglio io,

    il modding è un'altra cosa

    > ma non si fanno numeri di vendite
    > su chi compra per hackerare la massa compra e
    > mette dentro la spina

    quindi?
    non+autenticato
  • Se l'iPod ha avuto successo è stato solo perché permette di ascoltare gli Mp3. AppleTV non avrà successo perché non è compatibile con DivX al contrario della quasi totalità dei lettori DVD ormai in commercio a poche decine di euro.

  • - Scritto da: jcoltrane
    > Se l'iPod ha avuto successo è stato solo perché
    > permette di ascoltare gli Mp3. AppleTV non avrà
    > successo perché non è compatibile con DivX al
    > contrario della quasi totalità dei lettori DVD
    > ormai in commercio a poche decine di
    > euro.

    ecco qui un bel tutorial per convertire in batch tutti i DIVX scaricati...
    http://vallery.net/2007/03/23/setting-up-an-automa.../

    aspettando che si affinino le tecniche di HACKSorride
    MeX
    16896

  • - Scritto da: MeX
    >
    > - Scritto da: jcoltrane
    > > Se l'iPod ha avuto successo è stato solo perché
    > > permette di ascoltare gli Mp3. AppleTV non avrà
    > > successo perché non è compatibile con DivX al
    > > contrario della quasi totalità dei lettori DVD
    > > ormai in commercio a poche decine di
    > > euro.
    >
    > ecco qui un bel tutorial per convertire in batch
    > tutti i DIVX
    > scaricati...
    > http://vallery.net/2007/03/23/setting-up-an-automa
    >
    > aspettando che si affinino le tecniche di HACKSorride

    ma secondo te io mi converto 20 terabyte di roba scaricata in una vita di lavoro????
    non+autenticato
  • secondo me tanto te l'apple TV non la compreresti a priori, quindi non ti preuccopare.Sorride
    MeX
    16896

  • - Scritto da: MeX
    > secondo me tanto te l'apple TV non la compreresti
    > a priori, quindi non ti preuccopare.
    >Sorride

    già ordinata e me la hackero appena arriva... ciao
    non+autenticato
  • Tu invece la compreresti a priori, anche se si fosse rivelata una tavanata !

    Ciao.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Tu invece la compreresti a priori, anche se si
    > fosse rivelata una tavanata
    > !
    >
    > Ciao.
    "si fosse rivelata" quindi ammetti che non è così giusto? in effetti è una figata e potessi me la comprerei ieri!
    MeX
    16896

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: MeX
    > >
    > > - Scritto da: jcoltrane
    > > > Se l'iPod ha avuto successo è stato solo
    > perché
    > > > permette di ascoltare gli Mp3. AppleTV non
    > avrà
    > > > successo perché non è compatibile con DivX al
    > > > contrario della quasi totalità dei lettori DVD
    > > > ormai in commercio a poche decine di
    > > > euro.
    > >
    > > ecco qui un bel tutorial per convertire in batch
    > > tutti i DIVX
    > > scaricati...
    > >
    > http://vallery.net/2007/03/23/setting-up-an-automa
    > >
    > > aspettando che si affinino le tecniche di HACK
    >Sorride
    >
    > ma secondo te io mi converto 20 terabyte di roba
    > scaricata in una vita di
    > lavoro????

    ehehehehe che tenera ammissione! Verro' un giorno a trovarti cosi' mi fai vedere un po' dei 20 Terabyte.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: MeX
    > > >
    > > > - Scritto da: jcoltrane
    > > > > Se l'iPod ha avuto successo è stato solo
    > > perché
    > > > > permette di ascoltare gli Mp3. AppleTV non
    > > avrà
    > > > > successo perché non è compatibile con DivX
    > al
    > > > > contrario della quasi totalità dei lettori
    > DVD
    > > > > ormai in commercio a poche decine di
    > > > > euro.
    > > >
    > > > ecco qui un bel tutorial per convertire in
    > batch
    > > > tutti i DIVX
    > > > scaricati...
    > > >
    > >
    > http://vallery.net/2007/03/23/setting-up-an-automa
    > > >
    > > > aspettando che si affinino le tecniche di HACK
    > >Sorride
    > >
    > > ma secondo te io mi converto 20 terabyte di roba
    > > scaricata in una vita di
    > > lavoro????
    >
    > ehehehehe che tenera ammissione! Verro' un giorno
    > a trovarti cosi' mi fai vedere un po' dei 20
    > Terabyte.

    praticamente per il 99% è roba registrata dalla tv, simpsons, futurama, 24, lost, griffin, alias, oz, sono un fanatico di molte serie, qualcosa di male????

    ci vediamo futurama insieme?
    non+autenticato
  • > > ehehehehe che tenera ammissione! Verro' un
    > giorno
    > > a trovarti cosi' mi fai vedere un po' dei 20
    > > Terabyte.
    >
    > praticamente per il 99% è roba registrata dalla
    > tv, simpsons, futurama, 24, lost, griffin, alias,
    > oz, sono un fanatico di molte serie, qualcosa di
    > male????
    >
    > ci vediamo futurama insieme?

    bravo.
    peccato (per te) che in questo forum ci passano pure i Finanzieri.

    grazie!
    non+autenticato
  • Pensare prima di parlare please, è lecitissimo registrarsi qualcosa dalla tv e guardarsela..o i videoregistratori ora non sono più in regola?! Deluso
    non+autenticato
  • per chiudere il cerchio mancano i libri, tutti i lettori e-paper del mondo, quello sony in primis hanno pesanti difetti .. Apple muoviti, ci sono ancora nicchie (piu' che nicchie gran canyon) di mercato, lettore epaper apple pdf PURO, libri scaricabili da itunes e bookcast

    figo o no?

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > per chiudere il cerchio mancano i libri, tutti i
    > lettori e-paper del mondo, quello sony in primis
    > hanno pesanti difetti .. Apple muoviti, ci sono
    > ancora nicchie (piu' che nicchie gran canyon) di
    > mercato, lettore epaper apple pdf PURO, libri
    > scaricabili da itunes e bookcast
    >
    >
    > figo o no?

    Eh, dimmelo a me che leggo i libri di LiberLiber sul palmare, convertendoli in formato MsReader col plugin di Office. Ma dimmi, perché l'ebook della Sony sarebbe difettoso?, io ne ho visto uno a una dimpostrazione a un BarCamp, mi è sembrato un oggettino fantastico, le pagine sembrano davvero carta stampata, e poi legge gli RTF che sono il formato -diciamo così- "nativo" di LiberLiber. Volevo farmene uno ma su Ebay sono ancora un po' cari e in Italia non sono in commercio.
  • Ma dimmi, perché l'ebook
    > della Sony sarebbe difettoso?, io ne ho visto uno
    > a una dimpostrazione a un BarCamp, mi è sembrato
    > un oggettino fantastico, le pagine sembrano
    > davvero carta stampata,

    non e' il lettore sony, e' la tecnologia epaper che e' cosi'... tra l'altro le pagine vengono renderizzate una sola volta e restano in eterno in quel modo senza consumare corrente

    e poi legge gli RTF che
    > sono il formato -diciamo così- "nativo" di
    > LiberLiber. Volevo farmene uno ma su Ebay sono
    > ancora un po' cari e in Italia non sono in
    > commercio.

    il problema e' che il 100% dei libri sono in pdf non in rtf o doc, il reader di sony usa un formato proprietario nativo e dei tool per convertire pdf/rtf-> formato nativo, che girano solo su windows (con un hack anche su mac e linux)
    La visualizzazione nativa di pdf e' possibile ma oltre ad essere visualizzata male e' lenta come la morte

    c'e' da dire pero' che nonostante i difetti e' sicuramente il lettore con il miglior rapporto qualita'/prezzo e se apple non si muove lo prendo anch'io



    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > il problema e' che il 100% dei libri sono in pdf
    > non in rtf o doc,

    Be' dipende dai libri, il 100% non direi, le biblioteche online di pubblico dominio usano RTF, HTML o TXT, (LiberLiber o Project Gutemberg),

    > c'e' da dire pero' che nonostante i difetti e'
    > sicuramente il lettore con il miglior rapporto
    > qualita'/prezzo e se apple non si muove lo prendo
    > anch'io

    Si vocifera nella blogosfera che la Amazon sta per introdurre un lettore ebook a tecnologia epaper, e pare costerà pochissimo, staremo a vedere...
  • c'e' il telefono con schermo in e-paper della tim
    non+autenticato
  • solito articolo scritto dal solito evangelista per il solito fanatico

    si può dire quello che si vuole su iphone, ma proclamare l'appletv come un successo annunciato beh mi sembra davvero azzardato... anche i mac user più sfegatati che conosco hanno delle grosse perplessità su questo oggetto, e mi sembra chiaro a tutti che non venderà una cippa... i motivi sono molteplici: in primis il fatto che per usarlo davvero si debba ricorrere a degli hack sia a livello hw (hard disk più capiente) sia a livello software (per vedere i divx, ad es.), per non parlare delle fantastiche uscite HD quando su itunes i film sono in una "straordinaria" risoluzione VGA, e in ultimo ma non per importanza il fattore prezzo: troppo per un oggetto che non è come l'ipod o l'iphone, il cui scopo è lampante, ma che è fondamentalmente un qualcosa in più, in due parole "troppo poco"...

    comunque vedremo tra qualche mese quanto avrà ragione il galimberti, ricordiamoci
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > si può dire quello che si vuole su iphone, ma
    > proclamare l'appletv come un successo annunciato
    > beh mi sembra davvero azzardato...

    infatti non è scritto da nessuna parte... al massimo c'è scritto che "le vendite di Apple TV sono iniziate sotto i migliori auspici", che è un dato di fatto derivante dai numeri di vendita... poi se uno vuole leggere quello che vuole pur di dar contro ad Apple e a chi ne parla bene, continua pure così...
  • Aspetta solo qualche tempo: già si può far girare la versione completa di Mac OS X Occhiolino
    non+autenticato

  • > comunque vedremo tra qualche mese quanto avrà
    > ragione il galimberti,
    > ricordiamoci

    Beh, penso che non sia sufficiente qualche mese per giudicarne il successo. E' ovvio che Apple ha preparato "il ferro" (che da quel che so non costa neanche tanto per quello che fa) facile da usare da tutti, nettamente più piccolo del più piccolo mediacenter, silenziosissimo (io non credevo che ci fosse dentro un HD) e veloce da usare.
    Ora devono arrivare i contenuti, cmq quando succederà Apple sarà in prima fila, perchè i mediacenter sono troppi e troppo diversi, troppo ingombranti e difficili da usara da utenti non informatici.
  • - Scritto da: gipoint
    >
    > > E' ovvio che Apple ha
    > preparato "il ferro" (che da quel che so non
    > costa neanche tanto per quello che fa)

    E invece costa proprio tanto per quello che fa. Ma da gente disposta a pagare un iPhone piu' di 500 dollari...

    > Ora devono arrivare i contenuti, cmq quando
    > succederà Apple sarà in prima fila,

    Apple e' anche abbonato Rai adesso?

    > perchè i mediacenter sono troppi e troppo diversi, troppo
    > ingombranti e difficili da usara da utenti non
    > informatici.

    Eh gia', per avere un mediacenter facile da usare bisogna essere obbligati a comprare video a bassa risoluzione su iTunes.
    3518

  • - Scritto da: TPK
    > Eh gia', per avere un mediacenter facile da usare
    > bisogna essere obbligati a comprare video a bassa
    > risoluzione su
    > iTunes.

    Falso. AppleTV fa vedere tutto ciò che iTunes riconosce nel tuo computer, anche i tuoi video (che possono essere anche DVD rippati)

  • - Scritto da:
    > solito articolo scritto dal solito evangelista
    > per il solito
    > fanatico

    Ma siamo a Pasqua!!!!!
    non+autenticato
  • Ho letto l'articolo... poi ho letto il tuo messaggio... al che ho riletto l'articolo, un paio di volte... i casi sono due: o ce l'hai con Galimberti per qualche motivo a noi ignoto, o ti piace interpretare liberamente quello che leggi, perché non c'è scritto da nessuna parte che AppleTV è un successo annunciato, ma si dice semplicemente che le intenzioni di Apple sono quelle di replicare quanto già fatto con l'iPod (in ogni caso i dati di vendita parlano chiaro, e per ora le vendite sono alte). Inoltre ci sono delle velate critiche alla concetto di vendita dei film venduti su iTunes quindi non capisco cos'hai da criticare sotto questo aspetto, né tantomeno sul discorso dell'HD... l'HD lo sfrutti anche per vedere le foto, e se hai dei filmati in HD per i fatti tuoi, li puoi vedere attraverso AppleTV: mica lo usi solo per i film comprati sullo Store!!!
    Per ultimo, mi pare scontato che il senso sia quello di mostrare il percorso di Apple nella tentativo di conquista del settore multimediale, a mio avviso iniziato ancora prima del successo dell'iPod (non vogliamo parlare di iMovie per esempio?) fino ad arrivare al neonato AppleTV, dispositivo col quale Apple vuole "entrare" nei salotti di tutte le case, così come ha fatto con l'iPod.



    - Scritto da:
    > solito articolo scritto dal solito evangelista
    > per il solito
    > fanatico
    >
    > si può dire quello che si vuole su iphone, ma
    > proclamare l'appletv come un successo annunciato
    > beh mi sembra davvero azzardato... anche i mac
    > user più sfegatati che conosco hanno delle grosse
    > perplessità su questo oggetto, e mi sembra chiaro
    > a tutti che non venderà una cippa... i motivi
    > sono molteplici: in primis il fatto che per
    > usarlo davvero si debba ricorrere a degli hack
    > sia a livello hw (hard disk più capiente) sia a
    > livello software (per vedere i divx, ad es.), per
    > non parlare delle fantastiche uscite HD quando su
    > itunes i film sono in una "straordinaria"
    > risoluzione VGA, e in ultimo ma non per
    > importanza il fattore prezzo: troppo per un
    > oggetto che non è come l'ipod o l'iphone, il cui
    > scopo è lampante, ma che è fondamentalmente un
    > qualcosa in più, in due parole "troppo
    > poco"...
    >
    > comunque vedremo tra qualche mese quanto avrà
    > ragione il galimberti,
    > ricordiamoci
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > solito articolo scritto dal solito evangelista
    > per il solito fanatico

    ti rosica che Apple stia avendo più successo di Linux?

    > si può dire quello che si vuole su iphone, ma
    > proclamare l'appletv come un successo annunciato
    > beh mi sembra davvero azzardato...

    infatti non l'ha detto nessuno

    > anche i mac
    > user più sfegatati che conosco hanno delle grosse
    > perplessità su questo oggetto, e mi sembra chiaro
    > a tutti che non venderà una cippa...

    ah si? mi pare che i dati di vendita, per ora, dicano il contrario... in ogni caso l'articolo parla di quello che vuole ottenere Apple con iTV, mica dice che iTV avrà lo stesso successo di iPod

    > i motivi
    > sono molteplici: in primis il fatto che per
    > usarlo davvero si debba ricorrere a degli hack
    > sia a livello hw (hard disk più capiente) sia a
    > livello software (per vedere i divx, ad es.),

    Questo lo dici tu... a me basterebbe e avanzerebbe così come: ho circa 15GB di musica e 6 di foto... i film preferisco vederli da DVD. In ogni caso iTV può anche ritrasmettere i contenuti pendendoli semplicemente da un altro PC via wireless.

    > per
    > non parlare delle fantastiche uscite HD quando su
    > itunes i film sono in una "straordinaria"
    > risoluzione VGA,

    ??? E allora ???
    Mica ci vedi solo i film comprati su iTunes...
    Se hai filmati in HD li carichi (o li prendi in streaming) e li vedi attraverso iTV.
    Perché questwe critiche inutili? Se vuoi criticare i film su iTunes è una cosa, ma non c'azzecca niente con iTV...
    Inoltre puoi vedere le foto in HD, o (se ci tieni) i trailers dei film in streaming dal sito Apple

    > e in ultimo ma non per
    > importanza il fattore prezzo: troppo per un
    > oggetto che non è come l'ipod o l'iphone, il cui
    > scopo è lampante, ma che è fondamentalmente un
    > qualcosa in più, in due parole "troppo
    > poco"...

    Queste parole mi sembra di averle già sentite, quando uscì l'iPod

    > comunque vedremo tra qualche mese quanto avrà
    > ragione il galimberti,
    > ricordiamoci

    ho come la sensazione che sarai tu a dimenticartene se Apple avrà avuto sucesso
    non+autenticato
  • Il classico MACaco che non sa di cosa parla perchè è passato a macosx e apple in generale perchè rimasto deluso da win o linux, in quanto a differenza di macosx ci vuole un minimo di conoscenza e testa per usarli.

    Apple sta risorgendo solo per l'iPod che gli è fruttato bene..non per qualità o altro..per il design..e perchè è di moda. tutto qui
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Apple sta risorgendo solo per l'iPod che gli è
    > fruttato bene..non per qualità o altro..per il
    > design..e perchè è di moda. tutto
    > qui

    Io ho un serio difetto: sono un pessimo ascoltatore degli altri.

    Questo mi crea problemi, perché chi non si mette in discussione (ascoltando le opinioni degli altri o leggendo serenamente i fatti concreti) prima o poi "toppa" di presunzione.

    Tu stai prendendo un risultato industriale e commerciale che, nella sua fetta di mercato, ha comunque riscontri in tutto il mondo e lo liquidi con "è il design, è la moda".
    Davvero ti basta? Se tu fossi un manager di un concorrente Apple, come rintuzzeresti questo modello?

    Perché, come hai notato, molti concorrenti non sono riusciti ad ottenere successi equivalenti (anche se questo non significa essere falliti e certo non direi che Microsoft sta per venir spazzata via da Apple).

    Perché, come hai notato, Apple ha privilegiato un certo modo di soddisfare il proprio cliente, e in questi anni vi è riuscita. Tutti idioti modaioli, secondo te? Buon per Apple, se un business model basato su "idioti modaioli" (mi scuso con gli Apple user, è una provocazione) può far fruttare la società.

    Probabilmente chi opera con Linux avrà puntato a un Business model diverso, e sicuramente Microsoft ha ottenuto risultati per anni puntando a un gruppo di utenti non modaiolo (e nemmeno idiota, anche se probabilmente non sempre tecnicamente esperto).

    Disclaimer: uso Win XP e Palm OS Garnet per lavoro e per gioco, ho provato Linux Suse e stimo OS X, anche se ho iniziato ai tempi di Amiga OS Kickstart+workbench.Sorride Fan Amiga
    non+autenticato