32 cam spiano la casa di George Orwell

Quella che fu la sua residenza è circondata da cam a circuito chiuso. E ieri il Governo ha annunciato nuove installazioni di telecamere con altoparlante, per avvertire chi sgarra che il grande occhio lo sta guardando

Londra - Ironia della sorte o semplice degenerazione della società della videosorveglianza? Il Regno Unito, da tempo luogo prediletto per le sperimentazioni del controllo ubiquo ed ossessivo dei cittadini, è per certo la zona del pianeta caratterizzata dalla più imponente diffusione di telecamere a circuito chiuso (CCTV) attive 24 ore al giorno. Cam ligie alla sorveglianza persino nei dintorni di quella che fu la casa di George Orwell, autore di 1984 e della visione distopica con al centro il Grande Fratello e la dittatura dell'Ingsoc nello stato di Oceania.

Il palazzo a quattro piani in cui Orwell abitò fino alla morte nel 1950 è situata ad un angolo di Canonbury Square nell'Islington, a nord di Londra. Tutt'intorno alla palazzina, numero civico 27B, è un proliferare di CCTV occhiute e sempre attente a scrutare tutto e tutti, 32 telecamere nello spazio di 180 metri dall'abitazione.

I giardini pieni di alberi che si offrivano alla vista dello scrittore vengono costantemente monitorati da due telecamere piazzate sui semafori. Le finestre sul retro sono sorvegliate da altre due cam, in prossimità di un centro di conferenze in Canonbury Place. Non sfugge all'occhio vigile del controllo illimitato nemmeno il pub preferito di Orwell, il Compton Arms, nel cui vicolo una cam di una concessionaria di automobili finisce per registrare non solo il proprio spazio ma anche chiunque entri ed esca dal locale.
Il grande scrittoreLe restanti 28 CCTV sono piazzate nel circondario, assieme a centinaia di altre piccole telecamere private controllate da remoto messe a salvaguardia di abitazioni, uffici, negozi ed attività di vario genere. Ed è proprio la salvaguardia la motivazione principale con cui alcuni dei coautori del sistema di iper-controllo giustificano il proliferare delle CCTV: Minesh Amin, proprietario di una drogheria monitorata da 3 telecamere, sostiene che queste "servono per la nostra sicurezza e salvaguardia. Senza di esse, le persone potrebbero rubare dal negozio. Sebbene questa sia una zona tranquilla, ci sono sempre persone poco raccomandabili che provocano guai rubando".

Gli fa eco Malik Zafar, gestore di una lavanderia a secco "proprietario" anche di due CCTV di controllo: "Io ho bisogno di sapere chi è che sta entrando nel mio negozio" sostiene Zafar, che ha speso ben 400 sterline per installare il sistema.

Ma le buone ragioni della sicurezza potrebbero aver fatto andare il meccanismo fuori controllo: lo denuncia un rapporto della Royal Academy of Engineering, notando come l'attuale incredibile quantità di cam installate in tutto il paese - una ogni 14 persone e il 20% di quelle presenti in tutto il mondo - piuttosto che fungere da baluardo protettivo potrebbe rappresentare il vero rischio per la vita dei cittadini.

Un numero tanto vasto di punti di osservazione e il conseguente archivio di dati e informazioni, questo il succo del rapporto, si presta a divenire obiettivo ideale dei ladri di identità e di malintenzionati di varia risma, che si sentirebbero incentivati a prenderne il controllo e ad adoperarlo per condurre i propri misfatti.

Non che questi dati smuovano le autorità britanniche. Proprio ieri il ministro dell'Interno, John Reid, ha confermato uno stanziamento di 50mila sterline per installare in zone "a rischio" una 20ina delle nuove telecamere di sorveglianza, quelle già sperimentate che parlano con chi passa: gli agenti che le utilizzeranno, in qualsiasi momento potranno decidere di interloquire con chi si trova nel raggio delle cam, ad esempio per avvertire che l'occhio lungo della legge persegue le "attività antisociali", come le ha definite Reid.

Alfonso Maruccia
21 Commenti alla Notizia 32 cam spiano la casa di George Orwell
Ordina
  • prima o poi si arriverà anche a questo:
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > prima o poi si arriverà anche a questo:
    > http://www.youtube.com/watch?v=N86pg1KsmjQ

    Da brrrrivido... Perplesso

    Farò gli incubi stanotte. Rotola dal ridere

    (P.S.: al mio paese hanno messo fin troppe telecamere CC. Hanno rubato al bar qui davanti e non si è accorto nessuno, le registrazioni non hanno portato a niente. Cosa sono quelle cose appese ai pali e collegate via wireless? Luci di natale???)
  • Se me lo dicevano per quella cifra gliene procuravo anche 25 AngiolettoA bocca aperta
    non+autenticato
  • Leggo la notizia e mi vengono i brividi. Non hanno imparato niente, niente da quello che orwell ha previsto non hanno alcuna intenzione di evitarlo.
    Sono ciechi Perplesso
  • Ti sbagli, hanno imparato molto da Orwell..ad esempio come dissimulare e praticamente realizzare ciò che aveva paventato..
    non+autenticato
  • Guarda che sono proprio loro , quelli di cui parlava (anticipando i tempi) Orwell. Quindi non meravigliarti (scusami se ti do del 'Tu' ). Non mi stupirei se, questi 'grandifratelficcanaso' ,se lo fossero letto molto attentamente, '1984'. Proprio per fregarci per bene.E non solo i Cittadini Britannici, ti pare?
    Hai inteso bene quel che voglio dire?
    Certo che,a leggere questa notizia, mi vien da dire che l' Unione Sovietica , sotto Stalin, forse, era un pochino più...respirabile! Ovviamente la mia , circa Stalin, è una provocazione ma , solo fino ad un certo punto: da quel personaggio, potevo aspettarmelo, visto che era un dittatore della peggior specie.Ma che la 'Democraticissima' Gran Bretagna arrivasse a tanto, proprio mi lascia, come Te , a bocca aperta ma con una sottile differenza: che non ho mai ritenuto quel Paese, veramente democratico. Lo è solo con chi gli pare.
                                       ciao
                                     Il Musico
  • > 'Democraticissima' Gran Bretagna arrivasse a
    > tanto, proprio mi lascia, come Te , a bocca
    > aperta ma con una sottile differenza: che non ho
    > mai ritenuto quel Paese, veramente democratico.
    > Lo è solo con chi gli
    > pare.

    Sicuramente, vedi la storia del colonialismo inglese. Ma a volte usiamo la "Democrazia" come scudo, come se fosse la pillola salvavita, che invece non è perché la GB è sicuramente democratica (nelle sue istituzioni) ma non si _comporta_ da democratica ed è questo che ci fa incazzare come bestie. E lo capiamo anche da queste cose, anche dalle telecamere che spiano la residenza di Orwell
  • Grazie ,Hulio, per avermi precisato tramite la Tua e-mail, la differenza sostanziale tra Istituzione Democratica e Applicazione Sociale della Democrazia. Indubbiamente, la Democrazia ha le sue regole (devono esserci) ma coloro che governano (e non mi riferisco solamente al governo Britannico), per un insieme piuttosto intricato di motivi, paiono essersi dimenticati come si applicano i principi democratici. Sappiamo bene che la teoria è una cosa e la pratica, un' altra :una è in funzione dell'altra pero', la difficoltà maggiore è trovare la ...chiave giusta, che possa garantire un certo ordine sociale. Una volta mi fu detta questa frase, che sembra un giochetto di parole ma, a ben guardare, non lo è affatto:-
    Se vuoi la Libertà, rinuncia all'ordine.Se vuoi l'Ordine, rinuncia alla Libertà. Mi pare proprio che qualcuno , abbia deciso unilateralmente di applicare il suo personale concetto di Libertà: per se stesso , tutto a posto, tutti i privilegi.Per il Popolo:specchio per le allodole e mano pesante e tasse a tutta birra...
    Avrei piacere di scambiare ancora le nostre idee in merito. Sempre che Tu , LIBERAMENTE, sia d' accordo.Ciao e grazie ancora.

                                     Ireneo
                                    (il Musico)

  • > 'Democraticissima' Gran Bretagna

    La democrazia è due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a pranzo. Libertà è un agnello ben armato che contesta il voto. (B. Franklin).
    non+autenticato
  • "I giardini pieni di alberi che si offrivano alla vista dello scrittore vengono costantemente monitorati da due telecamere sistemate sulle luci del traffico".

    Vagamente poetico, decisamente ermetico, ma...
    ...che si tratti di semafori?

    Newbie, inespertoAngiolettoIdea!GeekCylonCon la lingua fuoriA bocca apertaFicoso
  • > Vagamente poetico, decisamente ermetico, ma...
    > ...che si tratti di semafori?

    No no sono proprio le luci del traffico Rotola dal ridere
    Lamb
    754
  • - Scritto da: Lamb
    > > Vagamente poetico, decisamente ermetico, ma...
    > > ...che si tratti di semafori?
    >
    > No no sono proprio le luci del traffico Rotola dal ridere

    Ooops! Ho capito la citazione solo ora... eppure ho rivisto quel film pochi giorni fa ImbarazzatoImbarazzatoImbarazzatoCon la lingua fuoriA bocca aperta

    "No, sangue nero della Terra" Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 aprile 2007 12.11
    -----------------------------------------------------------
  • Lol, come si vede che hanno tradotto da un articolo anglofono ("traffic lights")Sorride

  • - Scritto da: fenrir
    > "I giardini pieni di alberi che si offrivano alla
    > vista dello scrittore vengono costantemente
    > monitorati da due telecamere sistemate sulle
    > luci del
    > traffico
    ".
    >
    > Vagamente poetico, decisamente ermetico, ma...
    > ...che si tratti di semafori?
    >
    > Newbie, inespertoAngiolettoIdea!GeekCylonCon la lingua fuoriA bocca apertaFicoso

    traffic lights:
    traffic lights        nm    semaforo

    eh si, hai proprio ragione A bocca storta
    non+autenticato

  • - Scritto da: fenrir
    >
    > luci del
    > traffico
    ".
    >
    > Vagamente poetico, decisamente ermetico, ma...
    > ...che si tratti di semafori?

    babelfish am roftling
    non+autenticato
  • - Scritto da: fenrir
    > "I giardini pieni di alberi che si offrivano alla
    > vista dello scrittore vengono costantemente
    > monitorati da due telecamere sistemate sulle
    > luci del
    > traffico
    ".
    >
    > Vagamente poetico, decisamente ermetico, ma...
    > ...che si tratti di semafori?
    >
    > Newbie, inespertoAngiolettoIdea!GeekCylonCon la lingua fuoriA bocca apertaFicoso

    Quando quelli di PI capiranno quello che scrivono sara' gia' un passo avanti. A bocca stortaA bocca stortaA bocca storta
    non+autenticato
  • Beh, ha solo sbagliato di 20 anniTriste
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Beh, ha solo sbagliato di 20 anniTriste

    Se la società continua di questo passo, forse tra 5 o 10 anni potremo dire (sempre che la libertà di espressione non sia andata a farsi benedire nel frattempo) che Orwell aveva fatto centro in pieno.
    La cosa assurda è che proprio casa sua e dintorni sono diventati il luogo dove sperimentare in grande stile ciò che lui aveva immaginato nel 1948! DelusoDelusoDeluso
    Sembra quasi una provocazione a chi rifiuta fortemente l'idea di dover avere a che fare con un "grande fratello" in futuro.
  • Secondo me lo hanno fatto apposta!
    Tanto per dire: "Lo sappiamo chi era Orwell, proprio per questo gli facciamo questo. Nessuno ci sfuggirà! Muah ah ah!"
    Io comunque renderei obbligatoria la lettura di 1984 (ma anche "La Fattoria Degli Animali") in tutte le scuole!
    Idea Regalo: non sai cosa fare al tuo amico per il suo compleanno? Regalagli un bel libro di Orwell! Più siamo, meglio è...
    Cylon
    non+autenticato
  • viva l'off topic: la notizia riporta un termine sbagliato, il socialismo inglese di orwell si chiama socing e non ingsoc
    non+autenticato
  • > Sembra quasi una provocazione a chi rifiuta
    > fortemente l'idea di dover avere a che fare con
    > un "grande fratello" in
    > futuro.
    Akiro
    1906