Micropulce robotica cerca cane bionico

Testati in laboratorio dei cosini in grado di compiere salti pari a trenta volte la loro altezza: una nuova tappa verso sciami di intelligenza artificiale pronti a spiare, controllare, verificare

Roma - Una curiosa pulce robotica sarà presentata la settimana prossima a Roma dalla giovane ricercatrice americana Sarah Bergbreiter (foto in basso) dell'Università di Berkeley, in occasione della conferenza annuale IEEE su robotica e automazione.

Secondo i test preliminari condotti in laboratorio, queste micromacchine sarebbero in grado di spiccare balzi di 200 millimetri in altezza e ben quaranta centimetri in lunghezza: quanto basta per spostarsi praticamente su qualsiasi terreno.

Il meccanismo alla base di questa incredibile agilità è basato su quello che Engadget definisce scherzosamente "l'elastico più piccolo del mondo": un elastomero lungo due millimetri e largo appena nove micron viene ricavato dal silicone grazie ad un laser infrarosso, e quindi agganciato a due piccolissimi uncini (in foto) con il solo ausilio di pinzette e un microscopio stereoscopico.
Secondo Bergbreiter, è un po' come giocare all'Allegro Chirurgo: solo che i pezzetti sono un po' più piccoli e il tutto risulta leggermente più complicato. L'operazione di tenditura avviene grazie alle MEMS (Micro Electro-Mechanical Systems) realizzate su una base di silicio dalla stessa Bergbreiter.

Uno dei problemi essenziali di questo tipo di macchine è il consumo: in uno spazio ridotto è difficile stivare una gran riserva di energia, ma la soluzione in questo caso è una microscopica cella fotovoltaica (realizzata nei laboratori del Berkeley Smart Dust Project), unita ad un accumulatore basato su una proteina chiamata Resilin. In questo modo le micropulci possono ricaricarsi dopo ogni salto e prepararsi per il successivo.

L'intero automa, comprensivo di un microcontrollore appositamente sviluppato, batterie, celle solari e motori, è lungo appena sette millimetri e pesa circa dieci milligrammi. Un balzo in avanti rispetto ai precedenti prototipi presentati dallo stesso laboratorio: si trattava in quel caso di una sorta di formica artificiale lunga nove millimetri, con solo due gambe e quasi incapace di muoversi.

La ricercatriceBergbreiter resta comunque convinta di essere in grado di ridurre le dimensioni fino ad un millimetro, avvicinandosi sempre di più a quelle di una vera pulce: la diminuzione del peso e delle dimensioni consentirebbe un grosso vantaggio funzionale, permettendo un grande incremento nell'ampiezza dei salti e abbassando il fabbisogno energetico della macchina.

Quale sia il valore di questa invenzione, lo chiariscono gli stessi scienziati sul sito del progetto: la creazione di una rete di microsensori disposti sul terreno permetterebbe un netto miglioramento nell'esplorazione di terreni inospitali o nuove applicazioni nel controllo ambientale. Una visione futuristica immagina robot e microrobot impegnati in missioni spaziali su pianeti poco adatti all'uomo o molto distanti dalla Terra.

In dimensioni ancora più ridotte, sono moltissime anche le applicazioni militari delle nanotecnologie. La cosiddetta Smart Dust sarebbe infatti in grado di svolgere perfettamente i compiti di sorveglianza e spionaggio, restando completamente invisibile per le sue "vittime".

Qualcuno si spinge ad ipotizzare che questi strumenti possano essere impiegati anche dai terroristi per attaccare la popolazione: una ipotesi che allo stato attuale pare poco probabile. Sebbene questo tipo di dispositivi possa venire collocato sul terreno con un semplice aereo da turismo, si tratta per il momento di prototipi in larga parte non funzionanti e prodotti un esemplare alla volta nei laboratori di ricerca.

A riprova dell'interesse dei militari per questo tipo di tecnologie, uno dei principali sponsor del progetto è DARPA (la divisione dei progetti avanzati del Pentagono), che da sempre compare tra i finanziatori di studi scientifici con possibili sviluppi militari.

Per conoscere tutte le novità e i rischi collegati allo sviluppo di nano e microtecnologie, l'appuntamento è dal 10 al 14 Aprile presso la Pontificia Università San Tommaso D'Aquino di Roma.

Luca Annunziata
11 Commenti alla Notizia Micropulce robotica cerca cane bionico
Ordina
  • ammesso che si arrivi a produrre esemplari delle dimensioni di un millimetro, c'è un problema: se come detto si vuole dotare la micropulce di un sensore per determinati scopi, serve anche un trasmettitore, per lo meno... e le dimensioni e il peso crescono di molto. Comunque in termini di efficienza è molto interessante
  • Ci sarà un collare antipulci che emanerà impulsi magnetici per disattivare tali bestie cibernetiche?
    non+autenticato
  • mah, immagino che piccole esplosioni nucleari dovrebbero risolvere egregiamente il problema Idea!GeekCylon
    non+autenticato
  • ... l'ultima cosa che gli faremo vedere sarà un robot liquido che cola inesorabile da una crepa sul soffitto o uno sciame di scarafaggi robotici carnivori? CylonIndiavolatoIndiavolatoIndiavolato
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ... l'ultima cosa che gli faremo vedere sarà un
    > robot liquido che cola inesorabile da una crepa
    > sul soffitto o uno sciame di scarafaggi robotici
    > carnivori? CylonIndiavolatoIndiavolato
    >Indiavolato

    e credi che l'Iran non abbia modo di mettere le mani su queste macchine? l'Iran possiede degli F-14 di produzione USA....

    l'Iran è finanziato e armato da Cina e Russia...

    suvvia credi davvero che l'Iran sia un covo di poveri pezzenti ignoranti?
    non+autenticato

  • > suvvia credi davvero che l'Iran sia un covo di
    > poveri pezzenti
    > ignoranti?

    Il popolo iraniano in larga parte non e' formato da poveri pezzenti ignoranti, purtroppo chi li governa assolutamente si' Triste
    Funz
    12988

  • - Scritto da: Funz
    >
    > > suvvia credi davvero che l'Iran sia un covo di
    > > poveri pezzenti
    > > ignoranti?
    >
    > Il popolo iraniano in larga parte non e' formato
    > da poveri pezzenti ignoranti, purtroppo chi li
    > governa assolutamente si'
    >Triste

    E' vero, i persiani sono gente in gamba, non si meritano di essere governati da quei disgraziati.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Funz
    > >
    > > > suvvia credi davvero che l'Iran sia un covo di
    > > > poveri pezzenti
    > > > ignoranti?
    > >
    > > Il popolo iraniano in larga parte non e' formato
    > > da poveri pezzenti ignoranti, purtroppo chi li
    > > governa assolutamente si'
    > >Triste
    >
    > E' vero, i persiani sono gente in gamba,
    > non si meritano di essere governati da quei
    > disgraziati.
    >

    Vero. La società iraniana sta facendo tutti gli sforzi possibili per modernizzarsi senza mettere in allarme la teocrazia, le attiviste iraniane da anni sfidano botte e prigione, in alcuni casi anche la morte, per recuperare almeno parte dei diritti delle donne che lo Shah aveva garantito e Khomeini abolito, con tale coraggio e perseveranza che addirittura alcuni diritti fondamentali furono già ristabiliti, almeno formalmente, quando Khomeini era ancora in vita.
    Se finora la situazione non è precipitata, sicuramente lo dobbiamo anche a loro, ai loro sforzi silenziosi e sottovalutati.

  • - Scritto da: Funz
    >
    > > suvvia credi davvero che l'Iran sia un covo di
    > > poveri pezzenti
    > > ignoranti?
    >
    > Il popolo iraniano in larga parte non e' formato
    > da poveri pezzenti ignoranti, purtroppo chi li
    > governa assolutamente si'
    >Triste

    Quoto in toto.
    Conosco alcuni iraniani e sono quanto di più diverso (e migliore) da Ahmadinejad, i pasdaran e gli ayatollah si possa immaginare.

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > ... l'ultima cosa che gli faremo vedere sarà un
    > > robot liquido che cola inesorabile da una crepa
    > > sul soffitto o uno sciame di scarafaggi robotici
    > > carnivori? CylonIndiavolatoIndiavolato
    > >Indiavolato
    >
    > e credi che l'Iran non abbia modo di mettere le
    > mani su queste macchine? l'Iran possiede degli
    > F-14 di produzione
    > USA....
    >

    Gli F-14 sono ferri vecchi dei tempi dello Shah.
    Chi per primo fabbrica le nanoarmi, molto probabilmente per primo ha anche i mezzi per contrastarle e neutralizzarle.

    > l'Iran è finanziato e armato da Cina e Russia...
    >
    > suvvia credi davvero che l'Iran sia un covo di
    > poveri pezzenti
    > ignoranti?

    No, ma né Cina né Russia muoverebbero un dito per salvare Ahmadinejad e la sua cricca di fanatici che tiene in ostaggio un popolo che non si merita una tale disgrazia.
    Cina e Russia hanno i loro piani, che perseguono con più decisione e molti meno scrupoli di USA ed EU, armare l'Iran e in cambio guadagnare soldi e intrecci politico economici vantaggiosi è nel loro interesse, una guerra, che in quella zona avrebbe ripercussioni negative sul mercato mondiale del petrolio, sicuramente no, specialmente per la Cina, che è sovrappopolata e non ha sufficienti risorse energetiche sul suo territorio.
    Se Ahmadinejad si azzardasse a fare casino reale, anziché limitarsi a sbraitare, è garantito che Cina e Russia hanno già predisposto quanto necessario per metterlo a tacere, e gli andrebbe bene se fosse soltanto un'esautorazione o magari un arresto con false accuse di corruzione.
    Infatti guarda caso, come se niente fosse, ha liberato i marines UK.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >

    > No, ma né Cina né Russia muoverebbero un dito per
    > salvare Ahmadinejad e la sua cricca di fanatici
    > che tiene in ostaggio un popolo che non si merita
    > una tale
    > disgrazia.
    > Cina e Russia hanno i loro piani, che perseguono
    > con più decisione e molti meno scrupoli di USA ed
    > EU, armare l'Iran e in cambio guadagnare soldi e
    > intrecci politico economici vantaggiosi è nel
    > loro interesse, una guerra, che in quella zona
    > avrebbe ripercussioni negative sul mercato
    > mondiale del petrolio, sicuramente no,
    > specialmente per la Cina, che è sovrappopolata e
    > non ha sufficienti risorse energetiche sul suo
    > territorio.
    > Se Ahmadinejad si azzardasse a fare casino reale,
    > anziché limitarsi a sbraitare, è garantito che
    > Cina e Russia hanno già predisposto quanto
    > necessario per metterlo a tacere, e gli andrebbe
    > bene se fosse soltanto un'esautorazione o magari
    > un arresto con false accuse di
    > corruzione.
    > Infatti guarda caso, come se niente fosse, ha
    > liberato i marines
    > UK.


    Chi crede che Ah,adinejad sia un fanatico folle mal comprende cosa accada realmente da quelle parti. La teocrazia ha un certo consenso popolare, e benche' sia vero che una parte consistente del paese voglia andare oltre, non si puo' certo dire che i pasdaran siano "isolati". L'Iran non vuole alcuna guerra, ma sfrutta l'unica vera arma in suo possesso, quella mediatica. Per media non intendo cio' che vi viene in mente di primo acchito, ma l' idea che una parte maggioritaria delle masse arabe ha oggi dell'Iran quale ultimo baluardo contro l'occidente. I pasdaran si scontrano con Usa ed UK su questo terreno, non su quello militare. E finora hanno acquisito un certo vantaggio. Del resto una guerra contro l'Iran mi pare alquanto improponibile, quantomeno per il veto della Cina, che entyro il 2010 dipendera' dalle forniture di greggio dell'IRAN per oltre il 20% del suo fabisogno. Se gli USA arriveranno davvero a ritirarsi dall'Iraq a breve, l'Iran diventera' nei fatti il paese egemone della regione, e senza aver sparato un colpo.