Apache incontra Microsoft.NET

Con una mossa tesa ad ampliare la scelta dei propri clienti, Covalent ha portato sulla propria versione di Apache il supporto a ASP.NET, un mattone chiave della piattaforma di Microsoft, che solleva interesse

Apache incontra Microsoft.NETSan Diego (USA) - La nuova versione della tecnologia Active Server Pages (ASP) di Microsoft, oggi divenuta parte integrante di quell'imponente infrastruttura nota con il nome di MS.NET, non è più vincolata dall'uso di Internet Information Server. Covalent Technologies ha infatti annunciato che Apache 2.0, nella versione integrata nel suo Enterprise Ready Server (ERS), è ora compatibile con ASP.NET.

"Grazie a Covalent ERS - si legge in un comunicato di Covalent - i clienti saranno ora in grado di usare il più diffuso server Web al mondo, Apache, con le tecnologie Microsoft.NET".

Covalent sostiene che ora gli sviluppatori saranno in grado di sviluppare applicazioni per Apache 2.0 utilizzando gli stessi strumenti disponibili su Windows, primo fra tutti Visual Studio.NET. Al momento i linguaggi più utilizzati sui server Linux sono Java e PHP, due tecnologie aperte che concorrono con ASP per la conquista del nascente mercato dei Web service.
Il modulo mod_asp.net di Covalent, il cui sviluppo è stato "patrocinato" dalla stessa Microsoft, non adotta una licenza open source e non può dunque essere utilizzato in concomitanza con le versioni free di Apache. Sebbene questa sia vista da molti supporter dell'open source come una grossa limitazione, il presidente dell'Apache Software Foundation, Brian Behlendorf, ha affermato che il lavoro di Covalent è in ogni caso molto importante per il successo sul mercato di Apache. Fondata da uno degli sviluppatori di Apache, Covalent accoglie infatti fra le sue fila diversi sviluppatori che collaborano attivamente al noto progetto open source.

Microsoft, che pochi giorni fa ha annunciato un software - MS.NET Framework Data Provider - che favorisce l'integrazione di applicazioni MS.NET con i database di Oracle, sostiene che il supporto da parte di Apache può rendere la tecnologia ASP molto più attraente sul mercato.

Covalent ha affermato che il trio formato da Apache 2.0, ASP.NET e Windows 2000 costituisce una delle più solide soluzioni enterprise oggi sul mercato: è per questa ragione che ha intenzione di continuare a lavorare con il colosso di Redmond per migliorare il supporto in Apache di ASP.NET e Windows 2000.
63 Commenti alla Notizia Apache incontra Microsoft.NET
Ordina
  • "Covalent ha affermato che il trio formato da Apache 2.0, ASP.NET e Windows 2000 costituisce una delle più solide soluzioni enterprise oggi sul mercato: è per questa ragione che ha intenzione di continuare a lavorare con il colosso di Redmond per migliorare il supporto in Apache di ASP.NET e Windows 2000."
    non+autenticato
  • - Scritto da: yuptost
    > "Covalent ha affermato che il trio formato
    > da Apache 2.0, ASP.NET e Windows 2000
    > costituisce una delle più solide soluzioni
    > enterprise oggi sul mercato: è per questa
    > ragione che ha intenzione di continuare a
    > lavorare con il colosso di Redmond per
    > migliorare il supporto in Apache di ASP.NET
    > e Windows 2000."

    è ovvio il perche!! avevano provato anche con XP ma la piuma fucsia di Apache continuava a far starnutire il cagnetto del "trova file" di XP rendendo il sistema instabile..

    ghghghghgh!!!!
    non+autenticato
  • lol!
    non+autenticato
  • > "Covalent ha affermato che il trio formato
    > da Apache 2.0, ASP.NET e Windows 2000
    > costituisce una delle più solide soluzioni
    > enterprise oggi sul mercato: è per questa
    > ragione che ha intenzione di continuare a
    > lavorare con il colosso di Redmond per
    > migliorare il supporto in Apache di ASP.NET
    > e Windows 2000."

    Xp non e' un sistema operativo server
    il sistema enterprise di riferimento epr Microsoft e' Windows 2000 da server in su

    ciao
    non+autenticato
  • Windows XP Server *non esiste*
    non+autenticato
  • si riferivano a windows 2000 server
    per questo non si parla di xp
    non+autenticato
  • XP è la versione consumer, la versione server si chiamerà .NET ed è ancora in fase di beta testing. Non essendo stata ancora rilasciata la 5.1, è ovvio che certe considerazioni le facciano con riferimento alla attuale 5.0 (alias 2000).

    Ciao.
    non+autenticato


  • - Scritto da: ND
    >
    > Apache si sta chinando per riprenderla.

    apache non sta facendo niente. L'implementazione e' di covalent. Sarebbe come dire che il tuo fornaio sta per essere fregato perche' qualcuno compra il pane da lui, lo imbottisce di veleno per topi e lo rivende.

    e cmq, ben venga, a dimostrare il fatto che nell'ambiente opensource le parole compatibilita', liberta' di scelta, integrazione, innovazione sono ricercate e implementate per liberta' intrinseca. Al contrario, mi risulta che qualche altro produttore non supporti postscript, pdf, png, ogg, standard ben aperti e documentati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: munehiro

    > contrario, mi risulta che qualche altro
    > produttore non supporti postscript, pdf,
    > png, ogg, standard ben aperti e documentati.

    ogg? standard? e chi lo ha detto?
    pdf? standard? dove?

    ok per png e ps, ma vediamo di non esagerare...
    non+autenticato
  • > ogg? standard? e chi lo ha detto?
    > pdf? standard? dove?
    >

    Non mi e' mai capitato di non poter aprire pdf o ogg con qualsiasi programam o di vederli/sentirli male.

    Se non son uno std sulla carta di sicuro lo son di fatto.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Icex
    > > ogg? standard? e chi lo ha detto?
    > > pdf? standard? dove?
    > >
    >
    > Non mi e' mai capitato di non poter aprire
    > pdf o ogg con qualsiasi programam o di
    > vederli/sentirli male.
    >
    > Se non son uno std sulla carta di sicuro lo
    > son di fatto.

    Chissa' come mai quando si parla del formato doc lo "standard di fatto" e' roba blasfema. Se invece si tratta di formati non MS vanno bene anche gli standard de facto.
    Eppure neanche a me e' mai capitato di "non poter aprire doc con qualisasi programma o di vederli male. Se non sono uno std sulla carta di sicuro lo son di fatto."
    non+autenticato
  • > Chissa' come mai quando si parla del formato
    > doc lo "standard di fatto" e' roba blasfema.
    > Se invece si tratta di formati non MS vanno
    > bene anche gli standard de facto.
    > Eppure neanche a me e' mai capitato di "non
    > poter aprire doc con qualisasi programma o
    > di vederli male. Se non sono uno std sulla
    > carta di sicuro lo son di fatto."

    interessante, dove posso leggere le specifiche di questo cosiddetto standard doc?
    se standard=usabile da molti ma NON DA TUTTI hai ragione te
    se standard=adottabile DA TUTTI, interoperabile, portabile, ecc ecc ecc, allora non hai ragione te
    prima di parlare di cosa e standard quindi mettiamoci d'accordo su cosa vuol dire standard ok?
    non+autenticato
  • - Scritto da: qweasdzxc

    > mettiamoci d'accordo su cosa vuol dire
    > standard ok?

    telefonate tutti al numero verde del maestro xian 167-772-16

    dehe!
    non+autenticato
  • non conta che l'implementazione sia di covalent,
    ND ha ragione...

    se l'uso ASP.NET si diffonde con apache M$ avra' una nuova arma dalla sua, pensa alle varie patch di ASP.NET (..per correggere qualche grave baco di sicurezza...) M$ potrebbe non consentire a covalent di aggiornare il modulo.. e gia' dopo qualche patch molti sarebbero costretti a passare ad IIS per non doversi rifare tutto lo script del sito.
    non+autenticato


  • - Scritto da: P.O.W.
    > non conta che l'implementazione sia di
    > covalent,
    > ND ha ragione...
    >
    > se l'uso ASP.NET si diffonde con apache M$
    > avra' una nuova arma dalla sua, pensa alle
    > varie patch di ASP.NET (..per correggere
    > qualche grave baco di sicurezza...) M$
    > potrebbe non consentire a covalent di
    > aggiornare il modulo.. e gia' dopo qualche
    > patch molti sarebbero costretti a passare ad
    > IIS per non doversi rifare tutto lo script
    > del sito.

    Dalla padella alla brace..

    O meglio:
    da un webserver bacato a uno MARCIO!!!
    non+autenticato
  • Non ho parole....ma che cazzo!, si vive anche senza .NET!!
    non+autenticato
  • joke of the day:

    <snip>
    Covalent ha affermato che il trio formato da Apache 2.0, ASP.NET e Windows 2000 costituisce una delle più solide soluzioni enterprise oggi sul mercato
    </snip>
    non+autenticato
  • Questo dara' fastidio al linux/open-source sapere che un colosso come Apache si stia preparando ad usare tecnologie Microsoft!

    Chissa forse ci sara' del vero in quello che dicono sulla suoeriorita dei prodotti MS se un colosso come Apache si appresta a supportare l'ambiente .NET

    Ma i linuxiani open sourceisti non lo ammetteranno mai! poracci!
    non+autenticato

  • 1) Ehm, veramente Apache e' open-source ;]

    >>Ma i linuxiani open sourceisti
    ======================^^^^^^^^^^

    www.apache.org:

    The Apache Software Foundation provides support for the Apache community of open-source software projects ....

    2) Io lavoro con aspx (.NET framework, c# etc.) e PHP, e ti assicuro che dubito fortemente che .NET possa a breve o medio termine diffondersi come PHP+Apache+MySQL

    Come diceva Gaetano, chi vivra' vedra'...

    non+autenticato
  • Ti faccio notare che PHP+Apache+MySQL sono diffusi soprattutto sui siti su intenet, dove "just good enough" è un argomento che regge. Ma nelle applicazioni mission critical delle aziende la storia è un po' diversa: l'alternativa a .NET è J2EE. Il trio di cui sopra ha poco spazio all'interno delle grandi aziende (che sono ancora il grosso dei sistemi)

    - Scritto da: Daniele
    > 2) Io lavoro con aspx (.NET framework, c#
    > etc.) e PHP, e ti assicuro che dubito
    > fortemente che .NET possa a breve o medio
    > termine diffondersi come PHP+Apache+MySQL
    >
    > Come diceva Gaetano, chi vivra' vedra'...
    >
    non+autenticato

  • A parte che il modulo di cui si parla non e' certo open.
    In ogni caso di prodotti open anche per win ce ne sono parecchi basta fare un giro su sourceforge ad esempio.

    Invece di criticarli fateci un salto per vedere se possono servirvi.
    non+autenticato


  • - Scritto da: ClosedSource
    > Questo dara' fastidio al linux/open-source
    > sapere che un colosso come Apache si stia
    > preparando ad usare tecnologie Microsoft!
    >
    > Chissa forse ci sara' del vero in quello che
    > dicono sulla suoeriorita dei prodotti MS se
    > un colosso come Apache si appresta a
    > supportare l'ambiente .NET
    >
    > Ma i linuxiani open sourceisti non lo
    > ammetteranno mai! poracci!

    Certo che leggere quello che c'e' scritto nelle
    notizie non ti farebbe di certo male, sai?
    Almeno cosi' eviteresti di postare inutilmente
    su cose non scritte e non vere:

    "Il modulo mod_asp.net di Covalent, il cui sviluppo è stato "patrocinato" dalla stessa Microsoft, non adotta una licenza open source e non può dunque essere utilizzato in concomitanza con le versioni free di Apache."
       
    = Covalent non e' e non rappresenta l'Apache foundation. Microsoft ha spinto e patrocinato
    il supporto dell'ASP nel server web "Apache" e
    non certo il contrario, anche se comunque
    non ci vedrei, in ogni caso, nulla di male.

    Ti saluto

    non+autenticato


  • - Scritto da: ClosedSource
    > Questo dara' fastidio al linux/open-source
    > sapere che un colosso come Apache si stia
    > preparando ad usare tecnologie Microsoft!

    ...che la Covalent si stia preparando ad usare tecnologia microsoft! La covalent usa una versione di Apache modificata (che tra l'altro, da quello che ho capito, si fa pagare profumatamente).


    > Chissa forse ci sara' del vero in quello che
    > dicono sulla suoeriorita dei prodotti MS se
    > un colosso come Apache si appresta a
    > supportare l'ambiente .NET

    ?????

    > Ma i linuxiani open sourceisti non lo
    > ammetteranno mai! poracci!

    Poraccio tu che non riesci a distinguere la versione di Apache di Covalent dall'Apache della Apache Foundation
    non+autenticato


  • - Scritto da: DFTT

    >    
    > > Ma i linuxiani open sourceisti non lo
    > > ammetteranno mai! poracci!
    >
    > Poraccio tu che non riesci a distinguere la
    > versione di Apache di Covalent dall'Apache
    > della Apache Foundation

    No, poraccio tu se usi un prodotto di cui esistono n versioni, una per azienda.

    Saluti
    non+autenticato
  • > No, poraccio tu se usi un prodotto di cui
    > esistono n versioni, una per azienda.

    Poraccio tu che usi un prodotto inferiore in qualsiasi azienda Sorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: ZioUnix
    > > No, poraccio tu se usi un prodotto di cui
    > > esistono n versioni, una per azienda.
    >
    > Poraccio tu che usi un prodotto inferiore in
    > qualsiasi azienda Sorride

    poracci voi che fate ancora di queste discussioni
    non+autenticato

  • - Scritto da: ClosedSource
    > Questo dara' fastidio al linux/open-source
    > sapere che un colosso come Apache si stia
    > preparando ad usare tecnologie Microsoft!
    >

    guarda che quelli del "colossale progetto apache" (più che "colosso") sono parecchio linuxari , e sicuramente open sourceisti.

    asp è un buon linguaggio di scripting lato server, ed è meritatamente diffuso.
    i progettisti di apache ne hanno da sempre riconosciuto l'importanza. ora hanno deciso di implementarne la versione .net, imho sopratutto per garantire quella "compatibilità" con i prodotti ms che è una caratteristica importante per un prodotto concorrente.

    > Chissa forse ci sara' del vero in quello che
    > dicono sulla suoeriorita dei prodotti MS se
    > un colosso come Apache si appresta a
    > supportare l'ambiente .NET

    supportare asp non significa dire che l'implementazione asp di ms sia superiore a php, iis superiore ad apache, eccetera...
    non+autenticato