Contratti non richiesti, la Polpost visita Tele2

La compagnia telefonica ha consegnato alla polizia postale la documentazione relativa all'attivazione di contratti di servizi mai richiesti da un centinaio di utenti

Milano - La Polizia postale di Campobasso si è recata nei giorni scorsi a Segrate per far visita alla sede di Tele2, nell'ambito di un'operazione che fa parte di un'inchiesta aperta dalla Procura della Repubblica del capoluogo molisano in seguito alle segnalazioni di un rilevante numero di attivazioni non richieste di contratti telefonici.

L'inchiesta ha portato la Procura a spiccare denuncia nei confronti di una cinquantina di persone in Molise, benché il giro - stando alle segnalazioni da cui è partita l'inchiesta - sia esteso a livello nazionale.

Le indagini riguardano appunto la sottoscrizione di contratti di servizi di telefonia proposti, a nome di Tele2, da parte di reseller o agenti verosimilmente disinvolti che, secondo quanto emerso finora, avrebbero attivato servizi senza che gli utenti avessero espresso il loro consenso.
Altrettanto verosimilmente, la responsabilità di queste attivazioni mai richieste sarebbe riconducibile a tali persone e non alla compagnia telefonica.

La Procura di Campobasso dovrà ora valutare la documentazione acquisita presso Tele2 per appurare se gli utenti - ignari di esserlo, almeno per quanto riguarda i contratti oggetto di indagine - siano stati vittima di iniziative truffaldine e in che termini.

D.B.
28 Commenti alla Notizia Contratti non richiesti, la Polpost visita Tele2
Ordina
  • Penso che denuncerò all'autorità giudiziaria per emissione di fatture false la compagnia telefonica (??) teletu
    non+autenticato
  • Non sono più cliente telecom da febbraio ,ma infostrada il problema è che mi arrivano bollette tele2 ,ho provato a chiamare ma mattono giù.Cosa devo fare????Anche perchè mi è arrivata la lettere di un istituto credit ecc per il recupero dei pagamenti di queste bollette, come posso tutelarmi???è giusto questo che fanno queste persone????come possiamo tutelarci???.
    non+autenticato
  • per risolvere le controversie con gli operatori o sapere come muoversi

    www.conciliatel.it
  • Questo dimostra ancora una volta che in Italia si puo' permettere a questi FARABUTTI di fare cio' che vogliono. Lavorando nel ramo, ed essendo aggiornato sui fatti, in special modo su quel gestore, l'articolo di PI sottodimensiona in modo imbarazzante la portata dei fatti.
    Chi si e' trovato in ULL con tele2 ha solo ricevuto una preconfezionata lettera di scuse e la promessa (questo effettivamente lo fanno) di rimborsare le eventuali spese di riallaccio a Telecom. Il tempo perso, il rimpallo tra un gestore e l'altro, la ADSL inutilizzabile per settimane, la perdita dell'e-mail, dello spazio web, l'interruzione di pubblico servizio etcetc...non sono messi in conto. Purtroppo, anche per un vuoto legislativo, tele2 comincia le procedure di disattivazione DA SUBITO, per cui, nei casi in cui DAVVERO qualcuno abbia chiesto il passaggio verso loro, ma poi dopo 2-3 giorni ci ripensa, vedra' inesorabilmente la propria linea cessata. Certo, dal lato amministrativo, tele2 ti riconosce il diritto di recesso, ma e' estremamente scorretto l'avvio (purtroppo non annullabile se inoltrato) del processo di cessazione. Di questa ennesima scorrettezza di questi signori, poco se ne parla.
    Sono almeno 4 anni che questi FARABUTTI attivano CPS e ULL ad ignari clienti, con un incremento altissimo dal 2007. Per cui non possono non sapere, anzi sono copartecipi delle truffe fatte a DECINE DI MIGLIAIA di abbonati (in prevalenza Telecom), e come tali, dovrebbero pagare in prima persona. Il fatto raccontato del Molise e' storia di mesi fa, ma cio' viene fatto sistematicamente in tutta Italia.
    Come andra' a finire ? Non paghera' nessuno di questo, staranno buoni un paio di mesi, poi ricominceranno. Vogliamo scommettere ??
    non+autenticato
  • Avete voluto le privatizzazioni? Ora bisogna tenercele. I sostenitori del "privato è meglio" dovrebbero farsi un bel esame di coscienza e ammettere di non averci capito niente.
    Telefoni, luce, gas: stesse privatizzazioni a favore degli amici e degli amici degli amici, stesse truffe e aumenti di tariffe. Le poste che fine hanno fatto fare al servizio? Da me consegnano la posta ogni 20 giorni. E le ferrovie? Il pubblico mette i soldi e i privati incassano i profitti e le tariffe dei biglietti vanno alle stelle (aumenti selvaggi nei prossimi mesi con tanto di licenziamenti). Non venite a dirmi che mancano i controlli: i controllori sono i controllati e sono talmente potenti che gli utenti vengono schiacciati come cacche di cane.
    non+autenticato
  • La Telefonia funziona in maniera così ridicola proprio perché non c'è vera competizione né vera privatizzazione... Solo un paio di aziende che fanno cartello sui prezzi affittando le strutture dall'unico detentore delle infrastrutture.

  • - Scritto da: deltree
    > La Telefonia funziona in maniera così ridicola
    > proprio perché non c'è vera competizione né vera
    > privatizzazione... Solo un paio di aziende che
    > fanno cartello sui prezzi affittando le strutture
    > dall'unico detentore delle
    > infrastrutture.

    Sì, continuate a ripetere il solito ritornello che ci spacciano i "giornalisti" economici e liberali. Gli stessi che su tutte le maggiori testate nazionali a pochi giorni dal crack parmalat (quando era chiarissimo cosa stava succedendo) continuavano a dire ai risparmiatori di comprare i bond della ditta di Tanzi. Stesso dicasi per il crack Cirio. Gli stessi che poi ci hanno detto che queste cose succedono solo in Italia e non nei paesi veramente liberali. Infatti negli Usa Worldcom e Enron hanno fatto un botto ancora più grosso e si sono pappati persino le pensioni dei loro lavoratori. Continuate a credere alle balle dei Panebianco, Venturini, Battista, Pirani, Giavazzi, Parsi e compagnia cantando. Ma non lo avete ancora capito che se questi "giornalisti" non pubblicano editoriali graditi ai potenti il giorno dopo (se sono fortunati) si ritrovano a scrivere l'oroscopo sul giornalino della parrocchia?
    Ma non lo sapete come vi chiamano? Ve lo dico io: "PARCO BUOI".

    Povera Italia…
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)