Washington ha attivato il Grande Fratello globale

Da ieri la backdoor di Stato è aperta: tutti gli operatori di rete, qualunque provider di qualsiasi genere, hanno installato strumenti che facilitano le intercettazioni delle attività Internet. E la cosa non riguarda i soli utenti americani

Washington ha attivato il Grande Fratello globaleWashington - Tutti gli operatori di rete statunitensi, i fornitori di accesso e di servizi online, i provider di servizi VoIP, le aziende del broad band e quelle del cavo, società satellitari e molte università: da ieri tutti questi soggetti negli Stati Uniti sono tenuti per legge a disporre di tecnologie che consentano alla polizia federale di accedere in qualsiasi momento alle attività online degli utenti Internet.

Lo ha ricordato ieri Wired che parla di Giorno dell'Intercettazione di internet, in uno scenario atteso da tempo e che le nuove leggi rendono reale.

Si tratta, come noto, degli effetti dell'estensione alla rete delle norme sulle intercettazioni, che già da più di dieci anni obbligano i fornitori di servizi voce tradizionali a facilitare il lavoro di monitoraggio delle conversazioni da parte della polizia.
Sebbene questo possa avvenire solo dietro mandato di un giudice, non sono mancati i casi in cui la polizia federale ha utilizzato il sistema per velocizzare indagini ottenendo i permessi a posteriori. Un quadro che ora si ripresenta, preoccupando i molti che già preconizzano l'avvento di nugoli di cybercop dediti all'osservazione delle attività online di utenti ancora non formalmente indagati. Questo è, peraltro, quanto avviene in molti paesi, un malcostume ben noto, dove l'autorizzazione a raccogliere le prove viene rilasciata a prove già acquisite, illegalmente.

Inutile dire che c'è anche chi sottolinea come la semplicità delle intercettazioni sia destinata a fornire ai detentori del diritto d'autore nuove armi per chiedere più ficcanti indagini sulle attività online degli utenti. Basterà loro la compiacenza di un tribunale per ottenere dati ed informazioni che consentano di costruire procedimenti ad hoc basati, anziché su attività investigative, sull'intercettazione pura e semplice delle attività degli utenti.

"Rendere la sorveglianza più veloce e più facile - sottolinea Wired - offre alle forze dell'ordine di ogni genere nuove ragioni per evitare il tradizionale lavoro di indagine e preferire lo spionaggio". Come già avvenuto per le intercettazioni telefoniche, il numero di operazioni di questo tipo, secondo gli esperti, non potrà che aumentare di anno in anno.

Ciò che preoccupa gli utenti americani dovrebbe però preoccupare anche moltissimi utenti di altri paesi. Una parte consistente del traffico Internet globale, infatti, passa sulle reti americane ed è ora gestito da operatori con la backdoor a stelle e strisce. Per non parlare della quantità di attività Internet mantenuta da utenti di mezzo mondo su server statunitensi, ora soggetti al nuovo sistema di monitoraggio. Ritenere una garanzia il fatto che un tribunale americano debba dare il suo via libera al monitoraggio delle attività web, soprattutto per gli utenti non americani, è dunque del tutto improponibile.
173 Commenti alla Notizia Washington ha attivato il Grande Fratello globale
Ordina
  • Gli USA (e getta!!) hanno esportato talmente tanta democrazia , nel mondo, che da loro, non ve n'è rimasta neanche l'ombra! Il guaio è che ora, pretendono che da noi, si crei la stessa situazione...Sempre secondo il loro particolare concetto di Dittatura, Mascherata da Democrazia, naturalmente! A questo punto, sul piano storico, stimo di più uno Stalin , che parlava chiaro e che era allergico, alla parola Democrazia, piuttosto che quei Super -ipocriti(non solo nazionali) che osano parlare di qualcosa che loro stessi, detestano: la Democrazia !!
    E che cosa potevamo attenderci di diverso , da loro, circa Internet?Vorrà dire che , presto, faremo in modo da contrastare la loro prepotenza.Essere buoni , non significa anche fessi!
  • Credo proprio che la frase di Dante (Inferno)Lasciate ogni speranza , o voi che entrate... si possa adattare perfettamente (purtroppo)alla situazione creatasi nel mondo internettiano. Certo che Skype, è controllato: che , manca modo agli...'interessati' di aggirare le più o meno valide difese informatiche di Skype, forse? Non credo proprio. Quindi , tanto vale mettersi il cuore in pace. A meno che non si sia dei geni informatici, per cui puo' succedere che si trovi la soluzione per fermare i ficcanaso.Autorizzati o non.
  • Ora finalmente sarà più semplice scoprire chi scaricherà - abusibamente - il nuovo singolo di Britney Spears!
    Ma su...
    non+autenticato
  • G.Orwell era un convintissimo ANTICOMUNISTA oggi i compagnucci presenti nella società e nei massmedia rendendosi conto della potenza mediatica dei suoi scritti, lo stanno maldestramente usando per denigrare la società democratica liberale e liberista, in cui vivono e prosperano. Il "grande fratello" & "la fattoria degl'animali" stanno nelle società totalitarie non nelle democrazie, ma è difficile far capire ciò ai paranoici nichilisti di sinistra: dove c'è democrazia vedono oppressione dove c'è oppressione vedono "rosa" ...altro che rivoltarsi nella tomba, ormai il povero Orwell lo chiamano "George La Trottola".
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > G.Orwell era un convintissimo ANTICOMUNISTA oggi
    > i compagnucci presenti nella società e nei
    > massmedia rendendosi conto della potenza
    > mediatica dei suoi scritti,

    questo dimostra quanto miope fosse lui nell'identificare SOLO in una ideologia e non in tutti i metodi totalitari quel che ha scritto.

    il parallelo tra 1984 è il fascismo (non il comunismo, bada bene!) è vecchio come il cucco!

    e quello con scientology? è perfetto.
    i metodi e i discorsi sono gli stessi.

    quello descritto da orwell è totalitarismo; chi non lo vede quando viene prodotto dalla propria parte politica, è tristemente miope.

    Eppure lo stesso orwell ti insegna che comunque la tua parte ti schiaccia.


    > lo stanno
    > maldestramente usando per denigrare la società
    > democratica liberale e liberista, in cui vivono e
    > prosperano.

    io credo che tu sottovaluti la portata di un'opera che va oltre la visione iniziale del suo autore.

    le modalità e i meccanismi sono perfetti.

    e io credo che vedesse chiaramente profilarsi all'orizzonte proprio quello che il SUO paese mette in atto.


    >Il "grande fratello" & "la fattoria
    > degl'animali" stanno nelle società totalitarie
    > non nelle democrazie,


    è davvero molto triste che tu non sappia leggere quell'opera con tutto quello che ti può dare.

    ti hanno talmente fregato che non capisci il senso delle tre frasi del GF principali... infatti lasci che chiamino democrazia l'oligarchia.

    non capisci che è solo neolingua: cambiano il significato alle parole, associano significati a quelle sbagliate... e tu ci caschi, ti lasci lavare il cervello.

    glu usa hanno sempre detto che i comunisti facevano questo o quello: lo fanno LORO e quando tu te ne accorgi, dici "maldestramente" a chi ti dice che predicano bene e razzolano male.

    >ma è difficile far capire
    > ciò ai paranoici nichilisti di sinistra: dove c'è
    > democrazia vedono oppressione dove c'è
    > oppressione vedono "rosa" ...altro che rivoltarsi
    > nella tomba, ormai il povero Orwell lo chiamano
    > "George La
    > Trottola".

    Mi dispiace per te.
    Il fatto che Orwell abbia preso spunto dalle SUE paranoie non significa che non abbia identificato alla perfezione meccanismi messi in atto da QUALSIASI potere che persegua quei fini con quei mezzi.

    Il totalitarismo e il potere si esercitano con determinati mezzi: l'etichetta che ci metti sopra non fa grosse differenze, se non hai in mano tu lo scettro.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > G.Orwell era un convintissimo ANTICOMUNISTA

    Orwell era di sinistra e pur essendosi spostato politicamente nel tempo (specialmente dopo essere partito per combattere i franchisti in Spagna)lo è sempre rimasto. Diciamo che era antistalinista ed antitotalitarista.
    non+autenticato
  • tratto da Wikipedia:

    <<[George Orwell] era e rimase sempre d'ispirazione socialista ma la presa di coscienza, anche in seguito a tragiche esperienze personali, delle contraddizioni e degli orrori del comunismo realizzato in Unione Sovietica sotto Stalin lo portarono a essere antisovietico e antistalinista, scontrandosi così con una consistente parte di sinistra europea. Nel 1946 Orwell scriveva di sé: "Ogni riga di ogni lavoro serio che ho scritto dal 1936 a questa parte è stata scritta, direttamente o indirettamente, contro il totalitarismo e a favore del socialismo democratico, per come lo vedo io.>>

    Quindi la prossima volta informatevi, prima di parlare.
    non+autenticato
  • backdoor anche da loro?

    quindi tutte le chiamate crittografate pure loro NIET?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)