Gates e Jobs, niente sangue né schiaffi

L'incontro dell'anno è andato in scena alla conferenza D: All Things Digital. Profondamente diversi ma complici, i due pesi massimi della tecnologia hanno condiviso esperienze vissute e tracciato scenari per il futuro

Carslbad (California) - L'uno in camicia rigata, compito, scarpe lucide che spiccano sotto i riflettori dell'evento D: All Things Digital; l'altro maglia a collo alto, jeans, scarpe da ginnastica ingrigite. Microsoft ed Apple, Gates e Jobs, accomunati da sorrisi, nostalgia e stima reciproca. Insieme sul palco: nulla a che vedere con le schermaglie che i fanboy delle rispettive parti hanno sempre amato prefigurare, checché ne dica il falso Steve Jobs, nel suo "blog segreto".

Un faccia a faccia che Wall Street Journal, organizzatore della conferenza che ha radunato alcuni dei pesi massimi dello scenario dell'IT, prospettava come storico, carico di tensione. Un meeting che (merito forse di una video-introduzione strappalacrime?) è sembrato un incontro fra vecchi compagni di scuola, che, ognuno a conoscenza dei successi dell'altro, passano la serata a ricordare i tempi andati e a darsi pacche sulle spalle.

Un incontro i cui protagonisti hanno interpretato il loro ruolo alla perfezione, osserva Scott Rosenberg: Gates abile ad inerpicarsi in minuzie tecniche, Jobs capace di catturare l'attenzione della platea con aneddoti e battute ad effetto. Così è stato nel momento in cui si è parlato degli albori di Apple e Microsoft, e delle licenze vendute da Microsoft per far girare su Apple II il suo BASIC, con Gates intento a rimembrare tecnicaglie e capitoli di spesa, Jobs a fremere per interrompere, ansioso di raccontare gli aspetti umani della vicenda.
Il dibattito ha spaziato fra gli alti e i bassi delle due aziende, ha ripercorso i momenti più critici della Mela di Cupertino, quando a metà degli anni novanta Microsoft cavalcava il successo, mentre Apple si districava fra guai finanziari e nuovi assetti aziendali. Entrambe le società, ricorda Jobs, giocavano per sbaragliare l'avversario. Una partita risolta in anni più recenti con un ritorno alle origini: "Apple non avrebbe dovuto voler battere Microsoft, doveva semplicemente ricordarsi chi era". Una partita risolta in un gioco di competizione ammiccante che somiglia a quello inscenato dalla ormai notissima campagna pubblicitaria Apple, che mostra un giovane Apple guy trascinare dalla sua parte un inappropriato Microsoft guy: è l'uomo-Microsoft quello che regge il gioco, dice Jobs, fra le risate del pubblico.

Insieme - foto pubblicata da EngadgetLa stimolante competizione con Microsoft si gioca sul software: Jobs vede oggi Apple principalmente come una software company, che vende codice in una confezione d'impatto. Sarà lo stesso Gates, nel procedere del dibattito, a dichiarare di invidiare il gusto di Jobs, il saper progettare cose semplici, intuitive, mancanze con cui Microsoft stessa ha fatto i conti, in passato. Una ammissione di debolezza alla quale Jobs replica bonariamente, complimentandosi con Gates per la capacità di instaurare partnership solide e profittevoli (Engadget ha pubblicato un esaustivo resoconto dell'incontro, condito da numerose foto, come quella qui a fianco).

Uno sguardo al futuro. Il Web come piattaforma? Gates e Jobs concordano nel ritenere che il software installato sulla macchina continuerà ad essere vincente, e lo sarà ancor di più se affiancato alle applicazioni Web. Quasi un tabù, osserva con ironia Paul Kedrosky, i riferimenti a Google. Il device e l'interfaccia dei prossimi cinque anni? Jobs osserva come il computer sia diventato lo snodo della vita digitale della persone, ma scommette sui device "post-pc", focalizzati sulla funzione alla quale intendono assolvere, comunicazione in primis. Gates prospetta che questi dispositivi non saranno incentrati sulla creazione e la modifica di documenti: lavorare su schermi così piccoli è poco produttivo, e via a tracciare uno futuro di schermi da srotolare. Uno scenario vicino, a parere di Gates, in cui l'interfaccia utente sarà fondata su sfioramenti, sguardi, ordini impartiti a voce.

I due moderatori intendono concludere riportando l'attenzione sulla vicenda umana: "il più grande equivoco riguardo ai vostri rapporti?". Sdrammatizza Jobs: "Abbiamo tenuto segreto per anni il nostro matrimonio". Serioso Gates, dopo una lunga pausa fra l'attonito e il divertito: "Nessuno di noi ha qualcosa di cui lamentarsi".

Atteggiamenti diversi di due guru navigati, che se agli albori della loro carriera si presentavano a conferenze e meeting come i più giovani, ora figurano come due saggi anziani. Due personaggi evergreen, come la citazione dei Beatles sfoderata da Jobs, contenente persino un riferimento ad un celebre libro di Gates: "You and I have memories longer that that road that stretches out ahead", come a dire che per loro la strada davanti è più corta di quella già percorsa.

Gaia Bottà
73 Commenti alla Notizia Gates e Jobs, niente sangue né schiaffi
Ordina
  • a me non ha dato nulla...
    in 20 anni ha spaccato un mondo(dell'informatica)in tanti pezzettini e ci ha costretto(si fa per dire)ad infilarceli indovina dove..(nel case,cosa avete capito PERVERSI!!)
    senza contare che il 99% di ciò che ci propina non e' roba di sua invenzione...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 giugno 2007 22.55
    -----------------------------------------------------------
  • Steve Jobs è un Bill Gates con molti meno soldi.

    Antonio_X75
    non+autenticato
  • Si leggono commenti assurdi, al limite dell' ingiuria, e nessuno dice niente.
    Non pensavo che PI fosse arrivato a questo punto di bassezze, e pensare che fino a non molti anni fa lo leggevo con passione perchè i suoi articoli e anche le discussioni che vi si facevano erano di alto livello e mirate agli argomenti che trattavano.
    Ora addirittura ci si insulta, ci sono talebani linuxari che gettano fango sulla microsoft, una grande azienda che dà da mangiare a milioni di operai.
    Addirittura qualche bellimbusto si permette di di insultare Bill Gates che viene definito il "DRAGA" (non so da dove venga una simile nomea, e non immagino che significhi nè lo voglio sapere) e lo paragona alla Wanna Marchi.
    Come + possibile che PI permetta simili reiterati insulti ad una persona che ha fatto solo del bene al mondo intero.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Si leggono commenti assurdi, al limite dell'
    > ingiuria, e nessuno dice
    > niente.
    > Non pensavo che PI fosse arrivato a questo punto
    > di bassezze, e pensare che fino a non molti anni
    > fa lo leggevo con passione perchè i suoi articoli
    > e anche le discussioni che vi si facevano erano
    > di alto livello e mirate agli argomenti che
    > trattavano.
    > Ora addirittura ci si insulta, ci sono talebani
    > linuxari che gettano fango sulla microsoft, una
    > grande azienda che dà da mangiare a milioni di
    > operai.
    > Addirittura qualche bellimbusto si permette di di
    > insultare Bill Gates che viene definito il
    > "DRAGA" (non so da dove venga una simile nomea, e
    > non immagino che significhi nè lo voglio sapere)
    > e lo paragona alla Wanna
    > Marchi.
    > Come + possibile che PI permetta simili
    > reiterati insulti ad una persona che ha fatto
    > solo del bene al mondo
    > intero.

    Ma guarda che devi aver preso un abbaglio.
    Non parlava del Papa, ma di Bill Gates, detto la DRAGA.
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > Come + possibile che PI permetta simili
    > reiterati insulti ad una persona che ha fatto
    > solo del bene al mondo
    > intero.

    Le cose sono due: o sei sbronzo, o sei zio Bill!
    Del bene al mondo intero??????
    Ha seguito i suoi interessi economici, non il bene dell'umanità!! Se avesse lavorato per il bene dell'umanità, Winzozz te lo darebbe gratis!!!

    Tu sei caduto molto in basso, non P.I.!
    Ti ricordo inoltre che c'è libertà di espressione!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    >
    > > Come + possibile che PI permetta simili
    > > reiterati insulti ad una persona che ha fatto
    > > solo del bene al mondo
    > > intero.
    >
    > Le cose sono due: o sei sbronzo, o sei zio Bill!
    > Del bene al mondo intero??????
    > Ha seguito i suoi interessi economici, non il
    > bene dell'umanità!! Se avesse lavorato per il
    > bene dell'umanità, Winzozz te lo darebbe
    > gratis!!!
    >
    > Tu sei caduto molto in basso, non P.I.!
    > Ti ricordo inoltre che c'è libertà di espressione!

    Sarei io caduto in basso vero?
    Ah, io!
    E voi! Voi che insultate tutti quelli che usano la microsoft? Voi non siete caduti in basso?
    Non siete caduti in basso a insultare una persona come Bill Gates solo per partito preso? Che via ha fatto di male? Billa Gates non ha fatto che del bene in tutto il mondo e non solo perchè ha dato i computer a tutti, ma anche perchè regala milioni di dollari ai poveri con le sue fondazioni benefiche.
    Siete dei pusillanimi. Questo siete!
    Altro che chiamarlo DRAGA!
    E' una magnate che fa del bene.
    non+autenticato
  • Ma non sei reale?!?!?!
    non+autenticato
  • a me il nuovo layout piaceA bocca aperta
    non+autenticato
  • Be ognuno ha le sue opinioni, ma ognuno dovrebbe ricordare di non essere infallibili, e anche Gates e Jobs hanno fatto cose pregevole e cose discutibili, poi ognuno gli da il peso che ritiene più giusto.
    non+autenticato
  • I nemici per loro sono ben altri, soprattutto per Microsoft. In particolare Google, e in particolare per le applicazioni server, Linux.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > I nemici per loro sono ben altri
    > In particolare Google

    Dai un occhiata ai membri del consiglio di amministrazione di Apple e poi ne riparliamo, va bene?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > I nemici per loro sono ben altri
    > > In particolare Google
    >
    > Dai un occhiata ai membri del consiglio di
    > amministrazione di Apple e poi ne riparliamo, va
    > bene?

    Google è nemica solo di Microsoft, con Apple sono pappa e ciccia.
    non+autenticato

  • > Google è nemica solo di Microsoft, con Apple sono
    > pappa e
    > ciccia.

    Google e MS sono società che fanno business e si rispettano vicendevolmente, MS sviluppa sw tenendo conto di Google, mentre Google sviluppa su piattaforma MS, la guerra è solo per chi non ha intelligenza per capire che se si combatte ci sono perdite, se non si combatte si corre il rischio di fare un sacco di soldi.

    in ogni caso vai a vedere dov'è la sede di hotmail (quartier generale in silicon valley di microsoft) in California, e la sede di google (ex sede di SGI) per capire quanto queste persone possono "odiarsi" oppure uscire la sera a bersi qualcosa al bar
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    >la guerra è solo per chi non
    > ha intelligenza per capire che se si combatte ci
    > sono perdite, se non si combatte si corre il
    > rischio di fare un sacco di
    > soldi.
    >

    Vallo a dire a Ballmer quando lancia le sedie Rotola dal ridere

    > in ogni caso vai a vedere dov'è la sede di
    > hotmail (quartier generale in silicon valley di
    > microsoft) in California, e la sede di google (ex
    > sede di SGI) per capire quanto queste persone
    > possono "odiarsi" oppure uscire la sera a bersi
    > qualcosa al
    > bar

    Cazzo c'entra, un conto è la competizione tra aziende, un'altra cosa quello che fanno i dipendenti per i cavoli loro.
    non+autenticato
  • "Così è stato nel momento in cui si è parlato degli albori di Apple e Microsoft, e delle licenze vendute da Microsoft per far girare su Apple II il BASIC scritto da Steve Wozniak"

    Basta andare sul sito dell'evento, che non e' quello indicato, bensi' e' questo http://allthingsd.com/ e leggersi la trascrizione (qui http://d5.allthingsd.com/20070531/d5-gates-jobs-tr.../) che riporto di seguito:

    Walt: Some people here, but I don’t think most people, know that there was actually some Microsoft software in that Apple II computer. You want to talk about what happened there, how that occurred?

    Bill: Yeah. There had been the Altair and a few other companies–actually, about 24–that had done various machines, but the ‘77 group included the PET, TRS-80 …

    Walt: Commodore?

    Bill: Yeah, the Commodore PET, TRS-80 and the Apple II. The original Apple II BASIC, the Integer BASIC, we had nothing to do with. But then there was a floating-point one where–and I mostly worked with Woz on that.

    Steve: Let me tell the story. My partner we started out with, this guy named Steve Wozniak. Brilliant, brilliant guy. He writes this BASIC that is, like, the best BASIC on the planet. It does stuff that no other BASIC’s ever done. You don’t have to run it to find your error messages. It finds them when you type it in and stuff. It’s perfect in every way, except for one thing, which is it’s just fixed-point, right? It’s not floating-point.

    So we’re getting a lot of input that people want this BASIC to be floating-point. And, like, we’re begging Woz, please, please make this floating point.

    Walt: Who’s we? How many people are in Apple?

    Steve: Well, me. We’re begging Woz to make this floating-point and he just never does it. You know, and he wrote it by hand on paper. I mean, you know, he didn’t have an assembler or anything to write it with. It was all just written on paper and he’d type it in. He just never got around to making it floating-point.

    Kara: Why?

    Steve: This is one of the mysteries of life. I don’t know, but he never did. So, you know, Microsoft had this very popular, really good floating-point BASIC that we ended up going to them and saying “help.”

    Quindi o la notizia e' stata deliberatamente data in maniera imprecisa oppure qualcuno nella redazione deve farsi un corso di inglese.

    non+autenticato
  • > Quindi o la notizia e' stata deliberatamente data
    > in maniera imprecisa oppure qualcuno nella
    > redazione deve farsi un corso di inglese.

    bwhahahaahhaah il complotto sul BASIC nel 2007 mi mancava proprio bwuahahhaah
    non+autenticato
  • Era ovviamente un artificio retorico per evidenziare il fatto che qualcuno dovrebbe leggere meglio o studiare una lingua straniera. Occhiolino
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)