Un giaguaro Mac per azzannare Windows

Il nuovo e più importante aggiornamento a Mac OS X, Jaguar, arriva sul mercato e corteggia ora più che mai gli utenti di Windows. Ecco le novità più calde

Roma - Il giaguaro che c'è in Mac OS X ha tirato fuori gli artigli e sembra ora pronto ad aggredire un mercato che, nonostante lo strapotere di Windows, potrebbe dare ad Apple l'opportunità di espandere significativamente la propria base di utenti. Le speranze della casa della mela sono quelle di arrivare a convertire a Mac OS X oltre 5 milioni di utenti entro la fine dell'anno.

Mac OS X 10.2, nome in codice Jaguar, è stato lanciato sul mercato lo scorso venerdì, ma l'evento ufficiale ha avuto luogo sabato, a cavallo di quella che Ken Bereskin, direttore al product marketing di Mac OS, ha addirittura definito "la notte più grandiosa nella storia di Apple". Questo a sottolineare come Mac OS 10.2 non rappresenti solo il più grosso aggiornamento al nuovo sistemone di Apple, ma simboleggi anche il passaggio, per Mac OS X, dal critico e delicato periodo dell'adolescenza a quello dell'agognata maturità: una maturità raggiunta non soltanto a livello tecnico, ma anche e soprattutto a livello d'immagine.

Di tutte le nuove funzionalità e migliorie integrate nel nuovo Mac OS X 1.2 si è già approfonditamente parlato in un recente articolo e torneremo a parlarne anche nei prossimi giorni.
Dal lato software, Jaguar include un client di instant messaging (iChat) compatibile con il network di AOL, una nuova versione del client di posta elettronica Mail con filtro anti-spam, una rubrica indirizzi centralizzata, un motore di ricerca (Sherlock 3) più efficiente e facile da usare. C'è poi la nuova piattaforma multimediale QuickTime 6, ora in grado di supportare lo standard MPEG4, e il rinnovato motore grafico Quartz Extreme che, attraverso le librerie OpenGL, è in grado di sfruttare l'accelerazione hardware 2D e 3D fornita dalle schede grafiche basate su bus AGP ed equipaggiate con almeno 32 MB di RAM.

L'altra grossa novità riguarda l'inclusione in Jaguar di Inkwell, un software per il riconoscimento della scrittura che affonda le sue radici nella tecnologia che Apple sviluppò ai tempi del poco fortunato PDA Newton. L'integrazione nel sistema operativo di tale tecnologia permetterà ad ogni applicazione che accetta del testo in input di avvalersi del riconoscimento della scrittura manuale.

Per quanto riguarda il networking, Jaguar porta con sé Rendezvous, un sistema per la rilevazione automatica di computer e periferiche attraverso una rete.

Dal lato dell'interoperabilità con Windows, Mac OS X 10.2 introduce una nuova condivisione dei documenti "punta e clicca", la possibilità di interagire con Active Directory e un client integrato per le VPN (Virtual Private Network) basato su PPTP che rende possibile accedere da remoto a reti aziendali basate su Windows.

Sul fronte Unix, Jaguar include FreeBSD 4.4, GCC 3, il supporto a IPv6 e IPSec, il motore di stampa CUPS, LDAP e il servizio di autenticazione Kerberos.

Per conoscere tutte le altre novità di Mac OS X 10.2 è possibile visitare l'home page in lingua italiana del sistema operativo di Apple.

Mac OS X 10.2 può essere acquistato, ad un prezzo di 166,80 euro, presso il sito Apple Store o un negozio autorizzato.
TAG: apple
216 Commenti alla Notizia Un giaguaro Mac per azzannare Windows
Ordina

  • Nel periodo che ho avuto il DualG4@450 sotto mano ho approfittato per provare lightwave 3D 7.0.
    Ho aperto un file che si chiama Aura.lwo o .sce non ricordo... ed ho dato il play in viewport...
    un particellare così veloce in RT non l'avevo mai visto!!! veramente fluido nonstante i dots che erano veramente parecchie centinaia...
    la prima cosa che ho pensato è stato: cacchio come scheggia LW su mac, non credevo!!!
    erano sui 50/60 FPS.
    Allora per scrupolo ho chiesto ad un mio amico che usa LW da anni su INTEL di fare la stessa prova anche se ero poco fiducioso...
    La sua macchina è un P2@350 con voodoo3, scheda famosa per avere prestazioni opengl praticamente assentiSorride
    Credevo che nemmeno si sarebbe mosso...
    risultato? 270 FPS
    un applauso alla newtek che scrive bene il software ed ancora una volta un risultato triste per i nostri poveri amici.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28

    > Nel periodo che ho avuto il DualG4@450 sotto
    > mano ho approfittato per provare lightwave
    > 3D 7.0.
    [...]
    > La sua macchina è un P2@350 con voodoo3,
    > scheda famosa per avere prestazioni opengl
    > praticamente assentiSorride
    > Credevo che nemmeno si sarebbe mosso...
    > risultato? 270 FPS

    Numero, fatte una ragione: la differenza tra 270FPS per un P2 a 350 e un dual G4 a 450 non è _evidentemente_ nell'hardware. Ma non ci credo neanche se ti metti a strisciare in ginocchio che il dual G4 a 450 avesse prestazioni pari a meno di 1/4 di quelle di un P2 a 350Mhz!!! Anzi, ti posso pure dire che all'epoca mi ero divertito a scrivere un pò di codice per fare delle prove, ed i processor intel di allora facevano fatica a reggere il confronto. Ma mi ero anche reso conto che ad influire sulle prestazioni c'erano anche altri fattori, tipo il modo in cui veniva scritto il codice, il compilatore adottato, il sistema operativo...

    > un applauso alla newtek che scrive bene il
    > software...

    ...su intel
    pure io so scrivere software molto ottimizzato per PowerPC e poco per Intel.
    non+autenticato


  • - Scritto da: FDG
    > Numero, fatte una ragione: la differenza tra
    > 270FPS per un P2 a 350 e un dual G4 a 450
    > non è _evidentemente_ nell'hardware. Ma non

    si infatti su P2, LW con MMX fa faville eh?

    > ci credo neanche se ti metti a strisciare in
    > ginocchio che il dual G4 a 450 avesse
    > prestazioni pari a meno di 1/4 di quelle di
    > un P2 a 350Mhz!!! Anzi, ti posso pure dire

    e ti dico di più, il dualG4 in questione aveva anche una normalisiima Atirage pro, un cesso in OpenGL ma nettamente più performante della voodoo3.

    > che all'epoca mi ero divertito a scrivere un
    > pò di codice per fare delle prove, ed i
    > processor intel di allora facevano fatica a
    > reggere il confronto. Ma mi ero anche reso
    > conto che ad influire sulle prestazioni
    > c'erano anche altri fattori, tipo il modo in
    > cui veniva scritto il codice, il compilatore
    > adottato, il sistema operativo...

    Con tutto il rispetto ma tu non sei paragonabile neanche al più scarso programmatore newtek quindi se permetti mi fido più di loroSorride

    > > un applauso alla newtek che scrive bene il
    > > software...
    >
    > ...su intel

    Si certo, un p2 con le famosissime SSE2 del Pentium4 vero? e cmq il calcolo RT è ripartito fra scheda video e CPU e non dirmi che un PPC450 anche da solo non riesce a fare di meglio di un comunissimo P2@350 in software rendering...
    Ovviamente sei libero di non credere, fai un bench con la scena che ti ho detto e dammi i dati della tua configurazione e vediamo...

    > pure io so scrivere software molto
    > ottimizzato per PowerPC e poco per Intel.

    vuoi dire che alla newtek speculano su queste cose ? non ci credo nemmeno se ti metti a str...Con la lingua fuoriP

    PS.: Una cosa che ho dimenticato, era sotto MacOS 9.2 quindi la seconda CPU inesistente ma questo non cambia il risultato agghiacciante...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28

    > Con tutto il rispetto ma tu non sei
    > paragonabile neanche al più scarso
    > programmatore newtek quindi se permetti mi
    > fido più di loroSorride

    Non ti chiedo di fidarti di quello che ti dico io (non le lo chiederei neanche fossi il migliore programmatore del mondo), ma sto cercado di fare una critica che ha una logica. Pensaci un po' su, da cosa può dipendere una così marcata differenza? Dai processori? Forse c'è qualche altra ragione, no? Dai, tira fuori un'idea in proposito.

    > > > un applauso alla newtek che scrive
    > bene il
    > > > software...
    > >
    > > ...su intel
    >
    > Si certo, un p2 con le famosissime SSE2 del
    > Pentium4 vero? e cmq il calcolo RT è
    > ripartito fra scheda video e CPU e non dirmi
    > che un PPC450 anche da solo non riesce a
    > fare di meglio di un comunissimo P2@350 in
    > software rendering...

    Appunto, è quello che sto dicendo. E' evidente che la differenza è altrove. Io credo che sia nel modo in cui è stato scritto il software. Altrimenti, ripeto, dimmi tu quale potrebbe essere la ragione.

    > Ovviamente sei libero di non credere

    No, ci credo, non è questo il punto.

    > vuoi dire che alla newtek speculano su
    > queste cose ?

    No, semmai che non ci perdono tempo.

    > PS.: Una cosa che ho dimenticato, era sotto
    > MacOS 9.2 quindi la seconda CPU inesistente
    > ma questo non cambia il risultato
    > agghiacciante...

    Beh, vuol dire che sul P2 il tuo demo andava quattro volte più veloce che su un solo G4 (invece che su due).

    Aggiungo pure, che questi test presi singolarmente vogliono solo dire che quella particolare operazione è più veloce con una configurazione hardware che con un'altra.
    non+autenticato


  • - Scritto da: FDG
    > Non ti chiedo di fidarti di quello che ti
    > dico io (non le lo chiederei neanche fossi
    > il migliore programmatore del mondo), ma sto
    > cercado di fare una critica che ha una
    > logica. Pensaci un po' su, da cosa può
    > dipendere una così marcata differenza? Dai
    > processori? Forse c'è qualche altra ragione,
    > no? Dai, tira fuori un'idea in proposito.

    Pensi davvero che Ligtwave sia frenato apposta su mac? pensi che i programmatori NewTek non siano in grado di ottimizzare il codice per G4? nell'RT sono 2 i fattori che influiscono, CPU e scheda video ed ho già detto che era messse DECISAMENTE peggio il P2@350.

    > Appunto, è quello che sto dicendo. E'
    > evidente che la differenza è altrove. Io
    > credo che sia nel modo in cui è stato
    > scritto il software. Altrimenti, ripeto,
    > dimmi tu quale potrebbe essere la ragione.

    Che il 3D è la prima reale applicazione che fa un uso ESTREMO della virgola mobile e si vede che sti 7 gigaflops non sono 7 ma 007 come J.BSorride

    > No, ci credo, non è questo il punto.

    Ma non dicevi che anche se strisciavo...Con la lingua fuori

    > No, semmai che non ci perdono tempo.

    Eh certo, uno dei primi e più famosi (e più usati) programmi di grafica 3D viene fatto alla ca**o di cane su Mac? loro godono a fare figure di mer*a e vendere 0 licenze spianando la strada a maya e cindema4D secondo te ?
    Cmq anche i test di maya su highend3D (uno dei migliori portali) dicono che un G4@1000 in fase di rendering è veloce quanto un Celeron900...

    > Beh, vuol dire che sul P2 il tuo demo andava
    > quattro volte più veloce che su un solo G4
    > (invece che su due).

    ma è agghiacciante ugualmente...

    > Aggiungo pure, che questi test presi
    > singolarmente vogliono solo dire che quella
    > particolare operazione è più veloce con una
    > configurazione hardware che con un'altra.

    Si ma quando succede su windows allora è il PC che fa ca*are e non si può usare per fare grafica... quando succede su mac è solo "una paerticolare operazione" ?

    PS.: Non dico che il Gx sia un cesso, dico solo che tutta sta archtettura innovativa e sta storia del risc si sta rivelando una scelta che a lung'andare non è più adatta. Me ne sbatto se hai 7gigaflops se poi in virgola mobile ne fai un millesimo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28
    >

    > PS.: Non dico che il Gx sia un cesso, dico
    > solo che tutta sta archtettura innovativa e
    > sta storia del risc si sta rivelando una
    > scelta che a lung'andare non è più adatta.
    > Me ne sbatto se hai 7gigaflops se poi in
    > virgola mobile ne fai un millesimo.


    se motorola o ibm dovessero mettere a disposizione di apple un Gx a 2-3ghz che "da le paste" a un amd o un intel a pari clock saresti della stessa opinione sull'architettura risc ?
    non+autenticato


  • - Scritto da: YOYO
    > se motorola o ibm dovessero mettere a
    > disposizione di apple un Gx a 2-3ghz che "da
    > le paste" a un amd o un intel a pari clock
    > saresti della stessa opinione
    > sull'architettura risc ?

    Senza dati alla mano cè poco da dire, certo che se occorre un G4@2Ghz per andare come un athlon TB 1400, sarei della stessa opinione.
    Athlon è pura potenza, non conta troppo sulle istruzioni tipo SIMD, le innovazioni degli XP agiscono sulla CPU non aggiungendo nuove istruzioni multimediali che velocizzano solo in presenza di sw ottimizzato... e questo è un lato da non sottovalutare...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28
    >
    >
    > - Scritto da: YOYO
    > > se motorola o ibm dovessero mettere a
    > > disposizione di apple un Gx a 2-3ghz che
    > "da
    > > le paste" a un amd o un intel a pari clock
    > > saresti della stessa opinione
    > > sull'architettura risc ?
    >
    > Senza dati alla mano cè poco da dire, certo
    > che se occorre un G4@2Ghz per andare come un
    > athlon TB 1400, sarei della stessa opinione.
    > Athlon è pura potenza, non conta troppo
    > sulle istruzioni tipo SIMD, le innovazioni
    > degli XP agiscono sulla CPU non aggiungendo
    > nuove istruzioni multimediali che
    > velocizzano solo in presenza di sw
    > ottimizzato... e questo è un lato da non
    > sottovalutare...

    come non è da sottovalutare una salita in power di un ppc...che purtoppo ora è stagnante perchè i signori della motorola hanno altro da fare....forse puntare su un G3 a frequenze + alte sarebbe stato + azzeccato dal punto di vista del marketing e quindi delle vendite.

    sta certo che un G4 2ghz dovrà fortamente andare meglio di un amd 1400...altrimenti a che servirebbe immetterlo sul mercato?
    a meno che non pensino di andare su macchine quadri-cpu da 2 ghz l'una...ma non credo
    non+autenticato


  • - Scritto da: YOYO
    > come non è da sottovalutare una salita in
    > power di un ppc...che purtoppo ora è
    > stagnante perchè i signori della motorola
    > hanno altro da fare....forse puntare su un
    > G3 a frequenze + alte sarebbe stato +
    > azzeccato dal punto di vista del marketing e
    > quindi delle vendite.

    Mah non è uscito da poco un G4 a 1250Mhz ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28
    >

    > Mah non è uscito da poco un G4 a 1250Mhz ?


    e allora?

    non è difficile comprendere che intendevo dire col post di prima: il mercato si regge ancora sui mhz...quindi + ne hai e + vendi....intel a Amd (sebbene ora ritornino sui loro passi) hanno abituato gli aquirenti a valutare le macchine solo in base ai mhz....e ora la maggioranza ragiona in base a questo criterio.

    Sarà curioso vedere come AMD e Intel riconvertiranno questa credenza quando dovranno vendere le nuove generazioni di cpu che andranno solo 1 ghz, tenendo conto che la norma è l'aquisto di un computer a 2-3-4 ghz di clock.
    non+autenticato


  • - Scritto da: YOYO
    > e allora?

    Era una semplice domandaSorride)

    > vendi....intel a Amd (sebbene ora ritornino
    > sui loro passi) hanno abituato gli aquirenti
    > a valutare le macchine solo in base ai
    > mhz....e ora la maggioranza ragiona in base
    > a questo criterio.

    INTEL di sicuro ma AMD ha sempre sostenuto il contrario...

    > Sarà curioso vedere come AMD e Intel
    > riconvertiranno questa credenza quando
    > dovranno vendere le nuove generazioni di cpu
    > che andranno solo 1 ghz, tenendo conto che
    > la norma è l'aquisto di un computer a 2-3-4
    > ghz di clock

    ripartiranno da un migliaio di Mhz ma la storia sarà sempre quella, non è che itanium2 1000 vada come itanium2 800...
    non+autenticato
  • Sempre sull'iMac LCD 17 pollici:

    "Apple sta avendo difficoltà nel tenere il passo con la domanda dei nuovi iMac 17 pollici. Gli ordini sarebbero infatti molti di più di quelli che la società di Cupertino riesce a soddisfare tanto che molti negozi hanno diverse centinaia, se non qualche migliaio di ordini pendenti..."

    http://www.macitynet.it/macity/aA11094/index.shtml
    non+autenticato


  • - Scritto da: FDG
    > Sempre sull'iMac LCD 17 pollici:
    >
    > "Apple sta avendo difficoltà nel tenere il
    > passo con la domanda dei nuovi iMac 17
    > pollici. Gli ordini sarebbero infatti molti
    > di più di quelli che la società di Cupertino
    > riesce a soddisfare tanto che molti negozi
    > hanno diverse centinaia, se non qualche
    > migliaio di ordini pendenti..."
    >
    > http://www.macitynet.it/macity/aA11094/index.

    ma davvero i professionisti preferiscono l'LCD panoramico da 17" a un bel CRT 21" come un sony GDMF-500 o simili? mmmhhh...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28

    > ma davvero i professionisti preferiscono
    > l'LCD panoramico da 17" a un bel CRT 21"
    > come un sony GDMF-500 o simili? mmmhhh...

    No ... credo che nessun professionista sia compreso tra gli acquirenti (per motivi non legati al monitor), amche se il 17 pollici in questione ha una risoluzione ormai adeguata ad usi anche professionali.
    Io ho un Cinema Display (LCD 22") e devo dire che la qualità è tale da permetterne l'utilizzo anche in ambito grafico (nonostante la maggior parte degli utenti preferisca ancora la brillantezza e la profondità cromatica di un CRT).

    Ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: Cube Libre
    > No ... credo che nessun professionista sia
    > compreso tra gli acquirenti (per motivi non
    > legati al monitor), amche se il 17 pollici
    > in questione ha una risoluzione ormai
    > adeguata ad usi anche professionali.
    > Io ho un Cinema Display (LCD 22") e devo
    > dire che la qualità è tale da permetterne
    > l'utilizzo anche in ambito grafico
    > (nonostante la maggior parte degli utenti
    > preferisca ancora la brillantezza e la
    > profondità cromatica di un CRT).

    Ok, tnx...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28

    > ma davvero i professionisti preferiscono
    > l'LCD panoramico da 17" a un bel CRT 21"
    > come un sony GDMF-500 o simili? mmmhhh...

    Perché non ti sei letto l'articolo? Molti sono ordini dal settore educational.
    non+autenticato


  • - Scritto da: FDG
    > - Scritto da: Numero28
    >
    > > ma davvero i professionisti preferiscono
    > > l'LCD panoramico da 17" a un bel CRT 21"
    > > come un sony GDMF-500 o simili? mmmhhh...
    >
    > Perché non ti sei letto l'articolo? Molti
    > sono ordini dal settore educational.

    Parlavo in generale, la qualità di una macchina è defnita dall'uso pro...
    non+autenticato

  • > Parlavo in generale, la qualità di una
    > macchina è defnita dall'uso pro...

    nell`uso pro non si usano iMac si usano powermac con monitor lcd 16:9 23' a 1920x1200 pixel
    l`imac 17' e` simile perche` 16:9 ma non e` dedicato ai professionisti
    non+autenticato
  • - Scritto da: FDG
    > Sempre sull'iMac LCD 17 pollici:
    >
    > "Apple sta avendo difficoltà nel tenere il
    > passo con la domanda dei nuovi iMac 17
    > pollici. Gli ordini sarebbero infatti molti
    > di più di quelli che la società di Cupertino
    > riesce a soddisfare tanto che molti negozi
    > hanno diverse centinaia, se non qualche
    > migliaio di ordini pendenti..."
    >
    > http://www.macitynet.it/macity/aA11094/index.

    Ah, beh!
    Una fonte oggettiva ed indipendente, direi..Sorride

    non+autenticato
  • "PC Magazine infatuato del nuovo iMac, 5 stelle su 5.
    PC Magazine ha effettuato un test sul nuovo iMac flat panel di 17", dotato di Mac OS X 10.2 ("Jaguar"). Ha assegnato 5 stelle su 5 all'iMac e 4 stelle su 5 a Mac OS X 10.2.
    L'iMac viene definito "top-of-the-line" con un "lussuoso" schermo LCD di 17" e sovralimentato con un turbo quale il Mac OS X 10.2, che gli fa fare un gigantesco balzo in avanti. PC Magazine sostiene che l'amichevole sistema di editing del video digitale di iMac e il suo wide-screen lo rendono un "invidiabile" computer da casa.
    Mette in evidenza PC Magazine che, per la prima volta, mettendo in rete l'iMac con un network Windows, si ottiene una interattività immediata senza dover ricorrere a software supplementari. OS X 10.2 ha un PPTP incorporato che offre supporto VPN. (PPTP è lo stesso protocollo che usano i server Windows VPN usano.) OS X 10.2 supporta anche Windows Active Directory e viene con una nuova architettura di servizi di directory proprietaria: Open Directory, basata suLDAP. Insomma il Mac può facilmente condividere le informazioni su network Windows.
    Il redattore esprime lodi anche per tutte le applicazioni che si trovano gratuitamente nell'imac come, Rendezvous, Mail, Sherlock 3, iChat, iSync e Quartz Extreme.
    Fa anche rilevare la rivista che le aziende saranno molto interessate al sistema operativo Mac OS X 10.2, che offre un forte argomento per passare dal mondo Wintel a quello Apple. Secondo PC Magazine, Jaguar offre miglioramenti che sono più essenziali per il professionista che opera in ambienti multipiattaforma."

    Lo dicono quelli di una rivista che si occupa di Windows e computer Intel inside.
    Niente male per un'azienda che fa cessi spacciati per ferrari ed un OS che serve per giocare al contrario di windows e linux.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Dica33
    > Lo dicono quelli di una rivista che si
    > occupa di Windows e computer Intel inside.
    > Niente male per un'azienda che fa cessi
    > spacciati per ferrari ed un OS che serve per
    > giocare al contrario di windows e linux.

    Che sia una ottima macchina nessuno lo nega, che sia un ottimo OS nessuno le nega ma tieni anche in considerazione che è sempre una persona come noi magari un po più ferrata a scrivere un articolo su questo arnese... come sono persone quelle che su barefeats (sito promac) mostrano che il mac prende le paste...

    tutto relativo, tutto discutibile...

    Non dice che è il top ma che è una buona macchina tutto qui... probabilmente avranno detto che il selecta dual 1800+ di essedi è un mostro di inaudita potenza (anche perchè è stato detto da tutte le riviste che lo hanno recensito) e che è il top per determinati tipi di applicazioni in cui magari quel imac fa pena, E VICEVERSA (lo scrivo grande così non potrai dire che non sono obiettivo).
    Persino la redazione di linux&c è rimasta a bocca aperta dopo aver visto quanto viaggia questa workstation con software ricompilato, una lode lunga 6 pagine e non 20 righe.

    Tutto è relativo, magari se prendo una silicon va 100 volte questo iMac ma costa anche 100 milioni e magari assemblo un PC che costa la metà ed ha pari prestazioni e SICCOME SONO UN REDATTORE, non perdo tempo a pubblicare questo articolo/prova perchè so che la diatriba mac VS pc tira e non poco e quindi venderei 5000 copie in più...

    ripeto tutto è relativo basta guardare applicando dove non si vergognano a far vedere ch sono di parte e che spesso parlano per partito preso.

    Ognuno ha sempre dei motivi per scrivere qualcosa sia che siano buoni om cattivi, quando 5/6 testate diranno la stessa cosa allora la cosa sarà un dato di fatto come lo è la qualità del selectaMP di essedi.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Dica33
    > Lo dicono quelli di una rivista che si
    > occupa di Windows e computer Intel inside.

    Eh beh!!! INTEL INSIDE? come se gli athlon non esistessero e come se le riviste non dicessero che sono procesori fenomenali....

    > Niente male per un'azienda che fa cessi
    > spacciati per ferrari ed un OS che serve per
    > giocare al contrario di windows e linux.

    Sia con win che con linux ci lavori e ci giochi e cmq non credo che il mac abbia poi tanti titoli da surclassare linux... ah dimenicavo, nell'ultimo anno la fetta di mercato di linux è passata dal 5 al 6%, a quanto stava il mac?
    La situazione la sai, macos e linux non hanno giochi per questioni di diffusione... appena linux avrà guadagnato qualche altro significativo punticino vedrai che le ditte incominceranno a rendersi conto che con linux sui fanno altrettanti quanttrini che non win... e questo è un discorso introduttivo per dirti che le ditte non tarderanno a portare anche i vari 3dsmax, lightwave, apps di videoediting, apps di musica ecc per non parlare di photoshop che adesso la apple e anche la M$ se lo tengono stretto ma un giorno adobe cederà al colore verde e si deciderà a fare qualche miliardo con noi poveri stron*i linuxianiCon la lingua fuoriPP
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28
    >
    >
    > - Scritto da: Dica33
    > > Lo dicono quelli di una rivista che si
    > > occupa di Windows e computer Intel inside.
    >
    > Eh beh!!! INTEL INSIDE? come se gli athlon
    > non esistessero e come se le riviste non
    > dicessero che sono procesori fenomenali....

    ti do pienamente ragione...AMD inside e intel outside suona meglio...

    > La situazione la sai, macos e linux non
    > hanno giochi per questioni di diffusione...

    informati meglio della questione games su mac......ultimamente ne sono usciti parecchi...RTCWolfenstein, MaxPayne per citare i più conosciuti

    qui qualche info la trovi...
    http://www.macgeneration.com/jeux/actualite.shtml

    non+autenticato


  • - Scritto da: YOYO
    > informati meglio della questione games su
    > mac......ultimamente ne sono usciti
    > parecchi...RTCWolfenstein, MaxPayne per
    > citare i più conosciuti

    Intendevo che escono al max una decina di titoli all'anno e solo i più importanti.

    Q3, UT e RTCW vannoa anche su linux se è per questo...
    non+autenticato
  • vedi titolo.
    Perchè spendere una fortuna in cessi arretrati fatti passare per ferrari quando si può usare sulla ben più performante piattaforma x86 quel fenomeno di S.O. che è linux? Che tra l'altro, è sempre unix, è fatto meglio e, soprattutto, lo puoi visionare, e migliorare quanto ti pare?
    Io una risposta la conosco.
    I mac users sono come i win-users: se non installano tutto con il click o non hanno il plug&play lobotomico di windows o mac non ci capiscono più nulla...
    ma la situazione sta cambiando: con i nuovi redhat e mandrake che stanno per uscire anche il desktop non èpuù una chimera...
    non+autenticato
  • Che strazio vedere tanti piccoli "padri eterni" venire a dire agli altri quello che è meglio e quello che è peggio, quello che è bene e quello che è male, come se fossero "Dio in terra"...

    Ma chi ti credi di essere per dare dei "lobotomizzati" a tutti quelli hanno deciso di spendere il loro tempo in modo diverso da te??? che hanno preferito fare molte altre cose che non impare ad usare e configurare linux???

    Perchè bisogna essere così invasati???


    Cisco
    non+autenticato
  • P.S.
    anche Stallman e Tolvards avrebbero disgusto di quello che hai detto...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cisco
    > P.S.
    > anche Stallman e Tolvards avrebbero disgusto
    > di quello che hai detto...

    Mah, Torvalds è quello che ha definito OSX "A piece of crap". Solo che adesso qualcuno gli dovrebbe dire: "bene, e dei problemi di sviluppo del tuo Linux cosa si deve dire? Che bel bordello?". Insomma, spero che adesso si renda conto del perché qualcuno gli rompeva così tanto le scatole sui microkernel.
    non+autenticato


  • - Scritto da: FDG
    > gli dovrebbe dire: "bene, e dei problemi di
    > sviluppo del tuo Linux cosa si deve dire?
    > Che bel bordello?". Insomma, spero che

    Quali problemi di sviluppo? linux non aveva mai visto un momento florido come in questi ultimi 2/3 anni...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28

    > Quali problemi di sviluppo? linux non aveva
    > mai visto un momento florido come in questi
    > ultimi 2/3 anni...

    Hai mai sentito parlare di "balcanizzazione del kernel"?
    non+autenticato


  • - Scritto da: FDG

    > Hai mai sentito parlare di "balcanizzazione
    > del kernel"?

    no, parlamene...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28

    > no, parlamene...

    Dunque, visto che sono in tanti a sviluppare il kernel, e che ci sono differenti esigenze da soddisfare, è molto complicato capire cosa va dentro il kernel e cosa fuori. Non ci si può mettere di tutto perché questo farebbe imbestialire coloro che non hanno bisogno di certe funzioni. D'altro canto, è anche vero che non si possono ignorare le esigenze di chi ha bisogno di certe funzionalità. E così nel kernel vengono introdotte le cose più richieste. Mentre per il resto si deve ricorrere a delle patch. Quindi, la conseguenza è che in giro in realtà esistono differenti versioni dello stesso kernel, sviluppate dai vari distributori. Se si considera che tutto va sviluppato in kernel space, dove comunque non ci si possono prendere molte liberta, per cui i vari sviluppatori dovrebbero mettersi daccordo su come operare, è chiara la dimensione del casino.
    Un microkernel ha una parte di codice di base sviluppato da un unico team (non è richiesto fare altrimenti) e un insime di protocolli che permettono a diversi componenti di integrarsi nel sistema. Insomma, i componenti sanno abbastanza poco l'uno dell'altro. E questo permette a chi sviluppa un componente, di preoccuparsi poco di ciò che fanno gli altri. Ci si deve solo limitare a rispettare i protocolli concordati. Chi assembla il sistema, si deve solo preoccupare di mettere insieme i pezzi, limitando gli interventi sul codice solo a ciò che è strettamente necesario, ovvero i componenti sviluppati per esigenze particolari. Indubbiamente, nel fare ciò, si perde un pò in prestazioni. Il vantaggio è che così è più facile sviluppare il sistema.
    non+autenticato


  • - Scritto da: FDG
    > Dunque, visto che sono in tanti a sviluppare
    > il kernel, e che ci sono differenti esigenze
    > da soddisfare, è molto complicato capire
    > cosa va dentro il kernel e cosa fuori. Non
    > ci si può mettere di tutto perché questo
    > farebbe imbestialire coloro che non hanno
    > bisogno di certe funzioni. D'altro canto, è
    > anche vero che non si possono ignorare le
    > esigenze di chi ha bisogno di certe
    > funzionalità. E così nel kernel vengono
    > introdotte le cose più richieste. Mentre per
    > il resto si deve ricorrere a delle patch.
    > Quindi, la conseguenza è che in giro in
    > realtà esistono differenti versioni dello
    > stesso kernel, sviluppate dai vari
    > distributori. Se si considera che tutto va
    > sviluppato in kernel space, dove comunque
    > non ci si possono prendere molte liberta,
    > per cui i vari sviluppatori dovrebbero
    > mettersi daccordo su come operare, è chiara
    > la dimensione del casino.
    > Un microkernel ha una parte di codice di
    > base sviluppato da un unico team (non è
    > richiesto fare altrimenti) e un insime di
    > protocolli che permettono a diversi
    > componenti di integrarsi nel sistema.
    > Insomma, i componenti sanno abbastanza poco
    > l'uno dell'altro. E questo permette a chi
    > sviluppa un componente, di preoccuparsi poco
    > di ciò che fanno gli altri. Ci si deve solo
    > limitare a rispettare i protocolli
    > concordati. Chi assembla il sistema, si deve
    > solo preoccupare di mettere insieme i pezzi,
    > limitando gli interventi sul codice solo a
    > ciò che è strettamente necesario, ovvero i
    > componenti sviluppati per esigenze
    > particolari. Indubbiamente, nel fare ciò, si
    > perde un pò in prestazioni. Il vantaggio è
    > che così è più facile sviluppare il sistema.

    ti ringrazio per la spiegazione... in pratica il lavoro di torvalds e degli altri capiprogetto dei kernel...
    Cmq i kernel ufficiali sono 5: 2.2, 2.4, e 2.5 e quelli di AC e DJ... per sapere le differenze basta informarsi anche se le distro per i poco smanettoni (suse e mdk) hanno dei kernel patchati in home per andare incontro alle esigenze degli ex windowsiani che passano a linux e non vogliono bestemmiare con l'HWSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Numero28

    > ti ringrazio per la spiegazione... in
    > pratica il lavoro di torvalds e degli altri
    > capiprogetto dei kernel...

    Uh, beh, c'è modo è modo di lavorare. Comunque, ti suggerisco quest'articolo:

    http://www.kerneltrap.org/node.php?id=5

    Insomma, quando Torvalds sputa sui microkernel, si dimentica che oltre alla velocità ci sono altre cose da considerare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: luca del signore

    > vedi titolo.
    > Perchè spendere una fortuna in cessi
    > arretrati...

    Quì c''è puzza di troll; per esser buoni, di incompetente un pò presuntuoso.

    > I mac users sono come i win-users: se non
    > installano tutto con il click o non hanno il
    > plug&play lobotomico di windows o mac non ci
    > capiscono più nulla...

    No, i mac user non vogliono perdere tempo. Vogliono passare il tempo al computer per lavorare, per fare quello che più gli interessa, non per far funzionare il sistema.

    > ma la situazione sta cambiando: con i nuovi
    > redhat e mandrake che stanno per uscire
    > anche il desktop non èpuù una chimera...

    Vedi, la situazione è che quelli come te non ne capiscono un tubo di interfacce utenti e si credono che piazzare quattro pulsanti, due menu e due finestre a caso, magari disegnate con un tema "fico" (che poi è generalmente di pessimo gusto), sia sufficiente a realizzare una interfaccia intuitiva. No, mi dispiace, ma non è così. Ci vogliono modelli astratti, ideati seguendo criteri vicini al modo di pensare dei comuni mortali, e non di quello degli informatici, che si realizzano nelle modalità operative tramite le quali si interagisce col software. Linux, proprio perché rispettoso di canoni unix tradizionali, non sarà mai un sistema user friendly, a meno che qualcuno non si metta a stravolgerne la struttura. Sarà un sistema più adatto a fare altre cose, verissimo, ma non adatto al desktop; a meno di non considerare desktop una postazione di lavoro dedicata a compiere un insieme di attività ristretto. Allora a quel punto ti bastano si quattro pulsanti e tre finestre piazzate alla meno peggio.
    Fatevi una cultura dell'utilizzabilità e dell'ergonomia (quella che non avete), e rendetevi conto delle idiozie che passano per le vostre menti limitate a quattro righe di codice.

    P.S.: e già che ci sei, trovami su linux quanti applicativi sono innovativi dal punto di vista dell'interfaccia utente. Troverai che sono praticamente tutti scopiazzature, più o meno riuscite, più o meno fatte con criterio, di qualcosa già visto altrove. Peggio ancora, molte applicazioni copiano dalle applicazioni windows, che è tutto dire.
    non+autenticato
  • Dopo aver in stallato la nuova versione di osx sono stato sorpreso dalle prestazioni veramente eccezionali e dalla facilità di connettersi a qualunque tipo di reti.
    non+autenticato
  • > Dopo aver in stallato la nuova versione di
    > osx sono stato sorpreso dalle prestazioni
    > veramente eccezionali

    come ho già scritto prima, se vi stupite adesso della velocità, vuol dire che macosx prima non era veloce.

    > e dalla facilità di
    > connettersi a qualunque tipo di reti.

    adesso il macosx ha la facilità a connetersi a qualsiasi cosa? dopo anni di linux, bsd e windows?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)