Nuovi operatori di telefonia mobile italiani

Almeno sulla carta: sul mercato arrivano Coop e Carrefour con novità che si spera possano tradursi in oneri minori per i consumatori. Partono le prime promozioni. Gli SMS? Tra i 12 e 15 centesimi, MMS anche oltre l'euro

Nuovi operatori di telefonia mobile italianiRoma - Da questa settimana, lo scontrino di alcuni supermercati potrebbe riportare, tra pasta, verdura, fesa di vitello e pannolini, anche la SIM dell'operatore legato al supermercato in cui si fa la spesa. Almeno nei centri Coop e Carrefour, in cui debuttano contemporaneamente i rispettivi operatori di telefonia mobile, CoopVoce e UNOMobile.

CoopVoce si presenta con un messaggio pubblicitario promettente: "Il 20% di traffico gratis ad ogni ricarica, un'unica tariffa (15 centesimi al minuto sia per le telefonate che per gli SMS), attivazione gratuita, l'adozione della garanzia Soddisfatti o rimborsati". Il servizio offerto a soci Coop e familiari, nato dall'intesa Coop-Telecom Italia, da oggi è operativo a tutti gli effetti: le schede SIM possono essere acquistate in oltre 700 punti vendita e possono essere ricaricate, come spiega la stessa Coop, nei punti vendita stessi, agli sportelli Bancomat di primari istituti bancari e anche su Internet. L'obiettivo dichiarato è di raggiungere in tre anni almeno un milione di consumatori per un giro di affari di circa 200 milioni di euro.

Prezzi: la tariffa, che viene definita "di lancio", è di 15 centesimi di euro al minuto, "sia per le telefonate che per gli SMS, sia che ci si connetta con un telefono fisso che con un cellulare", cui si aggiunge uno scatto alla risposta di 15 centesimi, comprensivo dei primi 5 secondi di conversazione. Gli MMS, indipendentemente dalla rete di destinazione, costano 6o centesimi se di dimensioni fino a 100 Kb e 1,20 euro se oltre 100 Kb. Navigare in Internet (su rete GSM o EDGE) costa 0,6 centesimi a Kb. Ad ogni ricarica, CoopVoce promette un bonus aggiuntivo del 20% in traffico voce, "previsto almeno fino al 31 dicembre 2008".
Le numerazioni CoopVoce saranno contraddistinte dal prefisso "3311" (ma è disponibile, per chi già dispone di un'utenza mobile, il servizio di number portability). Il servizio di assistenza alla clientela risponde al numero 188.

UNOMobile, l'operatore nato dall'accordo Carrefour-Vodafone, partirà formalmente giovedì 7 giugno. "0, 12, 18" è lo slogan che riassume l'offerta: zero significa nessuno scatto alla risposta, 12 sono i centesimi di euro di costo per gli SMS, e 18 è la tariffa, in centesimi al minuto, per le chiamate verso tutti i numeri nazionali fissi e mobili. C'è anche una tariffa speciale: si chiama "Offerta family" e prevede un centesimo di euro al minuto di conversazione verso 3 numeri UNOMobile indicati.

Lo Starter Kit costa 9,90 e include 4 euro di traffico telefonico, ma all'attivazione della SIM è previsto un bonus aggiuntivo di 5,90 euro di traffico voce. Le ricariche, con scelta di tagli di 5, 15, 30, 50 euro, saranno disponibili alle casse dei punti di vendita Carrefour, GS e DìperDì. "È in fase di completamento - spiegano da UNOMobile - l'estensione ai DìperDì in franchising, con l'obiettivo di arrivare entro l'anno ad oltre 1.500 punti di vendita distribuiti su tutto il territorio nazionale".

Le utenze UNOMobile saranno contraddistinte dal prefisso 3773, ma anche in questo caso per chi desidera conservare il proprio numero di telefono è prevista la possibilità di fruire del servizio di portabilità.

Le ricariche online, sul sito UNOMobile, e via SMS, saranno disponibili da settembre. Il mese successivo sarà attivo anche il circuito ATM Banche Popolari. Da luglio, invece, sarà possibile ricaricare presso il circuito Lottomatica. Il call center risponde al 435001, mentre al numero 435002 sarà possibile avere informazioni tramite un risponditore automatico.

La sfida tra operatori alternativi è aperta, anche se le tariffe proposte non si discostano molto da quelle degli operatori mobili tradizionali. CoopVoce, sebbene preveda l'addebito dell'odiato scatto alla risposta, sembra avvantaggiata per via di una tariffa al minuto leggermente inferiore a quella di UNOMobile, ma soprattutto per il bonus che promette il 20% di traffico in più su ogni ricarica. Significa che una ricarica da 10 euro consente di averne 12 da spendere. Un "bonus di ricarica" gradito a chi era abituato a sostenere i costi di ricarica.

Dario Bonacina
77 Commenti alla Notizia Nuovi operatori di telefonia mobile italiani
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 34 discussioni)