Sicurezza, Symantec bacchetta (ancora) Microsoft

L'azienda torna a scagliarsi contro le strategie di sicurezza del big di Redmond, accusandolo di innovare poco e mimare pedissequamente le mosse degli avversari

Cupertino (USA) - Com'è accaduto sempre più di frequente nell'ultimo anno, pochi giorni addietro Symantec è tornata a criticare le strategie di sicurezza di Microsoft. A scoccare nuove frecce è stato il CEO di Symantec, John Thompson, che in un'intervista a ZDNet.co.uk ha affermato che "Microsoft manca di innovazione, limitandosi a copiare quello che gli altri già fanno".

Thompson si riferisce in particolare alla suite di sciurezza made in Redmond Forefront e alla futura release nota in codice Stirling, che permetterà agli amministratori aziendali di definire e applicare policy di sicurezza all'interno di reti eterogenee, formate ad esempio da macchine Windows e Linux.

Nell'annunciare lo sviluppo di Stirling, la cui commercializzazione è attesa per il 2009, Microsoft non ha esistato a dire che "questo sarà il primo prodotto per la sicurezza ad integrare un completo insieme di tecnologie di protezione, security management, configurazione e reporting per client, server e reti".
Ma Guy Butterfield, group president della divisione Altiris di Symantec, ha controbattuto sostenendo che Microsoft "arriva tardi".

"Stirling è pensato per convergere sicurezza e funzionalità di gestione per la fine del 2009. Tutte le tecnologie Altiris, che girano su architetture comuni, offrono la stessa cosa già oggi", ha affermato Butterfield.

Symantec ha acquisito Altiris lo scorso aprile, ereditando da questa società una serie di soluzioni dedicate alla sicurezza aziendale.

Riguardo invece all'attuale versione di Forefront, Thompson ha puntato il dito sul fatto che la propria rivale "è riuscita ad ottenere la certificazione VB100 soltanto la scorsa settimana, ad un anno tondo tondo dal debutto sul mercato di Forefront". La certificazione VB100 viene data dalla società Virus Bulletin a quei prodotti antivirus che riescono a rilevare il 100% di una selezione di malware molto diffusi e attualmente in circolazione.

"I nostri antivirus aziendali hanno ricevuto la stessa certificazione 31 volte consecutive", ha chiosato Thompson. "Noi applaudiamo quanto sta tentando di fare Microsoft nel settore della sicurezza, ma riteniamo che non si debba consentire che il pubblico venga ingannato dal loro marketing".

Va ricordato come Microsoft, da circa un paio d'anni, sta investendo moltissimo nel business della sicurezza, minacciando in modo diretto le storiche società del settore come Symantec e McAfee.
18 Commenti alla Notizia Sicurezza, Symantec bacchetta (ancora) Microsoft
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)