Dario D'Elia

I rivali di YouTube? Sono dei microbi

Il portalone di Google non solo detiene il 60 per cento dell'intero mercato dei video online ma cresce molto più di qualsiasi suo rivale. Tutti insieme, i competitor neppure sfiorano i suoi numeri

Roma - Gli analisti a volte sbagliano, Google no. Se 1,65 miliardi di dollari per YouTube, poco tempo fa, erano sembrati il più grande esempio di shopping compulsivo, adesso Hitwise conferma che si è trattato semplicemente del prezzo da pagare per ottenere e conservare un dominio incontrastato.

LeeAnn Prescott, direttore ricerche della nota società di analisi statunitense, ha confermato sul suo blog che gli ultimi rilevamenti hanno delineato uno scenario quasi inaspettato: YouTube, malgrado la rinnovata competizione, non accenna a rallentare nella crescita. Fra gennaio 2007 e maggio 2007 il numero di visite statunitensi è cresciuto del 70%. Un incremento "monumentale" se si considera che gli altri 64 competitor diretti non sono andati oltre un 8% medio. La classifica del settore video di maggio, non a caso, fotografa una situazione ormai quasi cristallizzata: Youtube domina con una share del 60,02%, MySpace staziona al 16,08%, Google Video si mantiene sul 7,81%. Seguono Yahoo! Video (2,77%); MSN Video (2,09%); Break.com (1,33%); Daily Motion (1,13%); MetaCafe (1,07%); AOL Media (0,94%); Veoh (0,86%).

i datiInsomma, la share di YouTube è del 50% superiore rispetto a tutti i 64 competitor diretti messi insieme. Per gli analisti si stratta semplicemente di monopolio. Ma l'aspetto più interessante, secondo Prescott, è che vi è un elemento catalizzante in questa dinamica: i motori di ricerca. Come ha sostenuto nell'ultimo Searchnomics 2007 i motori di ricerca sono i responsabili di circa il 20% del traffico dei siti di video. Insomma, una bella fetta di utenti passa sicuramente attraverso Google per giungere su YouTube... A gennaio la sua impennata difficilmente può trovare altre giustificazioni.
In quattro mesi di rilevazione sono stati registrati circa 110.775 termini che rimandavano alle varie categorie dei 65 siti di video più famosi. Un anno fa i termini non andavano oltre quota 23.696. E non si è trattato solo di un incremento sterile del numero di ricerche, ma soprattutto di un vistoso aumento del traffico in uscita dai motori verso le piattaforme video - valutato in un +300% rispetto al 2006. "Chiaramente ottimizzare i video per la ricerca è importante tanto quanto decidere di metterli online", ha scritto Prescott sul suo blog.

Una piattaforma video, quindi, a meno che non decida di compiere una scalata ai motori di ricerca, è destinata a giocarsi ogni carta sui contenuti e servizi offerti. MySpace, ad esempio, come riporta il New York Times, tenterà la via dell'Olimpo del video-sharing con MySpaceTV.com, uno spin-off basato su Flash dall'indole piuttosto commerciale. Se inizialmente, almeno al di fuori dei confini statunitensi, potrà sembrare una copia di YouTube, col tempo tenterà di svincolarsi dai contenuti auto-prodotti per traghettare l'utenza verso la fruizione di materiali licenziati dalle major e dai network televisivi - Sony, NBC Universal e Fox in testa.

Dario d'Elia
11 Commenti alla Notizia I rivali di YouTube? Sono dei microbi
Ordina
  • qualcuno mi spiega quali sono i ricavi con siti come youtube?

    non mi sembra che ci sia pubblicità...
  • Ciao e grazie per aver fornito dati e non opinioni.
    Secondo me questa è informazione e non disinformazione.

    A presto.

    Nilok
    http://informati.blog.tiscali.it/
    Nilok
    1925
  • se youtube ti rifiuta un video, oppure lo fa rimuovere sotto pressione di qualcuno (viacom, tanto per dirne uno), ti puoi rivolgere a qualche portale molto meno in vista.
    ho trovato veoh molto buono: interfaccia comoda e nessun limite di tempo per i filmati.
  • ... cancellano account, rimuovono video.. se continuano così non dureranno molto.
    E YouTube non ha alcun profitto reale in pratica.
    Solo un pò di pubblicità, il resto è pura speculazione finanziaria.
    non+autenticato
  • - Scritto da: chojin
    > ... cancellano account, rimuovono video.. se
    > continuano così non dureranno molto.

    Durerebbero di piu' affrontando le cause per il copyright?
    Figuriamoci...
    non+autenticato
  • A si chojin, di minchiate ne hai scritte talmente tante che ormai io mi metto a ridere solo quando vedo il tuo nick...

    Proprietari di copyright?
    Ma se ormai sono loro i primi a mettere spezzoni e presentazioni di film e programmi.

    Ormai si sono resi conto che quello che fanno gli utenti è tutta pubblicità gratuita e osteggiano solo i casi estremi.

    Poi tu professi la morte di Youtube, ma noi perché siamo qui?
    A scrivere che Youtube morirà in una notizia che lo vede sovrano incontrastato con oltre il 60% non è solo da ignoranti, è proprio da scemi...

    E il tuo preferito MSN Video dove sta? Al 2,09%... Rotola dal ridere
    Stavolta Micro$oft ha perso il treno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Roberto
    > A si chojin, di minchiate ne hai scritte talmente
    > tante che ormai io mi metto a ridere solo quando
    > vedo il tuo
    > nick...
    >
    > Proprietari di copyright?
    > Ma se ormai sono loro i primi a mettere spezzoni
    > e presentazioni di film e
    > programmi.
    >
    > Ormai si sono resi conto che quello che fanno gli
    > utenti è tutta pubblicità gratuita e osteggiano
    > solo i casi
    > estremi.
    >
    > Poi tu professi la morte di Youtube, ma noi
    > perché siamo qui?
    >
    > A scrivere che Youtube morirà in una notizia che
    > lo vede sovrano incontrastato con oltre il 60%
    > non è solo da ignoranti, è proprio da
    > scemi...

    YouTube e GoogleVideo osteggiano tutti i casi, ti rimuovono l'account anche per piccoli video.
    YouTube non genera introiti.. tutta pubblicità... ma pubblicità di cosa ? Il sito è tutto meno che pieno di pubblicità, non rientreranno mai degli 1.6miliardi di dollari che lo hanno pagato.


    > E il tuo preferito MSN Video dove sta? Al
    > 2,09%...
    > Rotola dal ridere
    > Stavolta Micro$oft ha perso il treno.

    Decidi tu cosa preferisco io ? Classica mentalità noglobal... E' gente come te che adora Microsoft quando santifica Apple o Google/YouTube e GNU/Linux che producono il nulla, solo speculazione finanziaria.
    non+autenticato
  • >Decidi tu cosa preferisco io ? Classica mentalità noglobal... E' >gente come te che adora Microsoft quando santifica Apple o
    >Google/YouTube e GNU/Linux che producono il nulla, solo speculazione >finanziaria.

    questa chi te l'ha suggerita? la scimmietta col cappellino rosso e i piatti del circo? mi spiace dirtelo, ma microsoft sono anni che arriva sempre dopo nel campo dello sviluppo IT, limitandosi al tentativo, riuscito o meno, di emulare i rivali (o di inglobarli); purtroppo per lei sono tutti tentativi che lasciano il tempo che trovano (msnspaces vs myspace, msnvideo vs youtube, msn search vs google, hotmail vs yahoo etcc), l'unico campo in cui è riuscita in qualche modo a sopraffare la concorrenza è stato quello dell'IM dove è stata in grado portare un'alternativa VERAMENTE VALIDA a quella dei concorrenti, e il mercato le ha dato ragione. questo per dirti che non sarà di certo il copyright a for "morire" youtube, solo il mercato ormai è in grado di farlo.
    condivido inoltre il discorso sulla apple... quando si troverà un marchio più figo di apple/ipod/iphone e cazzi vari tutto cambierà per lei, per quanto riguarda GNU/Linux invece, dire che produce il nulla è una cazzata grande come una casa, sia perchè la concorrenza in generale produce sviluppo sia perchè GNU/Linux è direttamente portatore di sviluppo e di soldi intorno a RedHat, Novell/Suse e via dicendo ne girano e anche parecchi.

    p.s. la pubblicità che non c'è su youtube c'è su google... quando cerchi un video invece di andare su youtube conviene cercare direttamente da google (dato che hanno indicizzato anche i video di youtube dopo l'acquisizione) e lì la pubblicità c'è eccome.

    saluti
  • produrrà una cippa, ma sono decisamente grato che esista. molte "vaccate" che ci sono li dentro sono davvero meritevoliCon la lingua fuori.

    ben vengano altri prodotti che non "producono nulla"Con la lingua fuori .
    non+autenticato
  • ... se si fanno 2 conti e si prende un blog medio nemmeno tanto aggiornato tipo http://daniele.resetmultimedia.com/ scopri che su 10 video 8 sono del network google/ytube---
    un caso?!?
    non+autenticato