DTT graziato da Bruxelles: ok ai bonus italioti

La Commissione Europea ha stabilito che i bonus previsti dal governo Prodi sono legittimi. A detta di Bruxelles sono aiuti che rispettano la neutralitÓ tecnologica, non come quelli del governo precedente

Roma - Tira aria di sollievo nella capitale dopoché la Commissione Europea ha fatto sapere di aver assolto il Governo italiano per l'ultima tranche degli aiuti di stato all'acquisto dei decoder per la tivù digitale. Una indagine in questo senso era stata avviata ormai da tempo e si è conclusa nel migliore dei modi per l'Esecutivo italiano, dopo la bocciatura che era giunta per i 220 milioni di incentivi voluti dal precedente Governo per i decoder del DTT.

Bruxelles ha dunque terminato la sua indagine spiegando che i bonus voluti dal ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni sono corretti. "La detrazione fiscale fino a 40 milioni di euro - spiega la Commissione - è neutrale sotto il profilo tecnologico e proporzionata all'obiettivo di promuovere il passaggio al digitale e all'interoperabilità.

Secondo il commissario al Mercato e alla Concorrenza Neelie Kroes, la decisione di Bruxelles "dimostra non soltanto l'impegno della Commissione nel promuovere il passaggio alla TV digitale e l'interoperabilità ma anche che lo Stato può contribuire al raggiungimento di questi obiettivi nel rispetto delle norme sugli aiuti di Stato".
A giocare a favore delle detrazioni sono due elementi: il primo è che siano previste per l'acquisto di televisori con decoder integrato o sistemi di ricezione digitali (qualsiasi genere di decoder digitale), il secondo è che, nel complesso, la detrazione prevista costituisca il 20 per cento rispetto alle spese stimate del consumatore per quel genere di acquisto. "Il provvedimento - sottolinea la Commissione - rispetta il principio di neutralità tecnologica in quanto il contributo è accordato a prescindere dal fatto che il decoder sia usato per ricevere canali televisivi terrestri, via cavo o satellitari".

L'aver graziato i bonus 2006 si traduce nel via libera anche ai fondi della Finanziaria 2007 previsti per l'acquisto di televisori con decoder satellitare, digitale terrestre o cavo nativo.

Il più felice per la decisione della UE è stato naturalmente proprio il ministro Gentiloni che ha espresso "particolare soddisfazione" per la scelta di Bruxelles. "╚ una scelta - ha spiegato - che accelera la
transizione alla TV digitale, nel rispetto del principio di neutralità tecnologica. Sulla base del via libera della UE alla norma, il Ministero varerà il regolamento di attuazione che renderà operativo il provvedimento".
5 Commenti alla Notizia DTT graziato da Bruxelles: ok ai bonus italioti
Ordina
  • Tutte le volte che si parla di Commissione Europea come ente "super partes" mi viene da ridere.

    I commissari sono scelti dai politicanti italiani + tedeschi + xy che risiedono nel parlamento europeo.

    Oggi i politicanti italiani chiedono a quelli tedeschi di favorire gli interessi del fratello di un noto politicante italiano, domani restituiranno il favore...
    non+autenticato
  • Gli incentivi del passato erano soldi veri che si evitavano di pagare sul prezzo finale del decoder terrestre interattivo. Incentivi da 50-70 euro.
    Gli incentivi attuali ti fanno pagare il prezzo pieno, ma generano uno sconto sulla dichiarazione dei redditi e valgono per tv con decoder digitale terrestre incorporato. (tv con decoder sat incorporato non esistono). Incentivi fino a 200 euro.
    Come diavolo è possibile che non sia stata violata la neutralità tecnologica?
    Sempre il dtt si finanzia.

    Non è che la Commissione Europea abbia le idee chiare...

    Altro punto di cui l'articolo non parla: i vecchi incentivi non andavano bene, si parlava di qualche multa, che fine ha fatto? Che è successo? Di multe non parla più nessuno, presumo quindi che in realtà nemmeno gli altri incentivi violassero la neutralità tecnologica.
    non+autenticato
  • Bonus e incentivi per migliorare le esperienze di televoto alla prossima maria de filippi... e lo chiamano sviluppo tecnologico?

    E chi ci guadagna poi? Ovviamente quelli che trasmettono criptato in PPV. Quindi per sfruttare meglio le tasse che pago dovrei comprarmi la carta Mediaset e vedermi quella specie di sport degli undici pupazzi che si muovono su fondo verde. Fantastico davvero.

    MALEDETTI!!!! E intanto centinaia di paesini non hanno manco un pezzo di ADSL...
  • Per sfruttare l'incentivo non servirà che il televisore sia compatibile con l'interattività (quindi PPV -> Mediaset).

    Quindi tutti i TV con sintonizzatore digitale saranno soggetti a questo incentivo, anche quelli senza interattività.
    non+autenticato
  • - Scritto da: BoothbY
    > Per sfruttare l'incentivo non servirà che il
    > televisore sia compatibile con l'interattività
    > (quindi PPV ->
    > Mediaset).
    >
    > Quindi tutti i TV con sintonizzatore digitale
    > saranno soggetti a questo incentivo, anche quelli
    > senza
    > interattività.

    tanto l'interattività con il modem 56k non la usa nessuno (ma perchè l'hanno messa?)

    certo, con il wifi si potrebbe fare qualcosa di più simpatico..

    chissà se faranno qualche accessorio ddt per il nintendo wii?
    non+autenticato