Dario D'Elia

Voldemort boicotta l'ultimo Potter?

Come proteggere i diritti di copyright dell'ultimo romanzo della saga di Harry Potter? Denunciando tutti, chi pubblica i link al file pirata e anche chi si limita a parlarne. Altro che maghi, qui sono tutti legulei

Roma - I legali di J.K. Rowling, la multi-milionaria autrice della saga di Harry Potter, si sono strasformati in emuli di Bianconiglio. A pochi giorni dal lancio ufficiale dell'ultimo romanzo, Harry Potter and the Deathly Hallows", si sono lanciati in una corsa contro il tempo per denunciare ogni genere di spoiler, pubblicazione anticipata e violazione di copyright. L'ora x, l'ora del lancio ufficiale sul mercato, ormai incombe: domenica allo scattare della mezzanotte l'armata di azzeccagarbugli saprà se sarà riuscita ad alimentare a sufficienza l'hype mediatico e contemporaneamente arginato la diffusione incontrollata di materiale protetto.

La prima denuncia è stata depositata oltreoceano, dai cugini statunitensi. L'editore Scholastic Corp., che cura le edizioni di Harry Potter nelle ex colonie, ha deciso di intraprendere un'azione legale contro il distributore Levy Home Entertainment e contro DeepDiscount.com. Non avrebbero rispettato i tempi di commercializzazione. Un gruppo di appassionati lettori, infatti, avrebbe iniziato a ricevere i preziosi volumi già da martedì scorso in barba a tutti gli accordi. Fortunatamente, come ha istantaneamente sottolineato Scholastic, si tratterebbe di "circa un centesimo dell'1%" delle 12 milioni di copie a breve vendute.

Tic-tac-tic-tac. Il tempo scorre, ed ecco materializzarsi online foto delle pagine del libro. Nessun commento di Scholastic al riguardo, ma parlano le carte. Anzi le centinaia di lettere intimidatorie spedite alle testate cartacee e online che hanno svelato l'esistenza del libro sui circuiti P2P. Punto Informatico ha accennato solo alla disponibilità online del file fotografico, ma su TechCrunch dove è stata citata The Pirate Bay, senza link, è scattato l'allarme. Dopo neanche 24 ore è stata recapitata una richiesta di immediata censura del post. Altro che mail babbane, avranno usato i gufi...

Ma non è finita qui, perché anche la Rowling ha deciso di scendere in campo. "Ignorate le informazioni errate riguardanti il plot presenti in Rete e sulla stampa", ha tuonato la scrittrice dal suo sito ufficiale. "Vorrei chiedere a tutti coloro che si dicono fan di Potter di aiutare a preservare la segretezza del racconto per tutti coloro che hanno intenzione di leggere il libro rispettando la data di lancio. A breve saprete tutto!".

Ma anche questa esternazione non è servita, perché su Gaia Online, sito di social networking famoso fra i teenager, un utente si è divertito a postare immagini ufficiali del libro. "Gaia Online ha immediatamente rimosso il link pubblicato dall'utente... inoltre abbiamo deciso di bannarlo per 14 giorni", si legge nel comunicato ufficiale del Gruppo gestore. In verità non vi era via di uscita: una Corte californiana aveva concesso la subpoena a Scholastic per far fronte al problema. Va da sé che chiunque oggi volesse conoscere cose come il finale del libro non ha che da smanettare un po', poco davvero, in rete. Checché ne dica Lord Voldermort.
Dario d'Elia
56 Commenti alla Notizia Voldemort boicotta l'ultimo Potter?
Ordina
  • ma secodno questi qui se uno è appassionato di questa saga se li viene raccontata la fine o legge qualche pagina in anteprima non compra più il libro?

    ma siamo pazzi? lo sanno cosa stanno vendendo o no?

    un libro non è mica la frasetta finale o nemmeno la sua trama, bisogna leggerlo pagina per pagina per gustarlo ed è ciò che cercano le persone che lo compreranno.

    nessuna anticipazione farà vendere loro nemmeno un volume in meno.

    avrei potuto capire le denunce selo avessero pubblicato per intero sul P2P, anche seobietterei che leggere un lbro sullo schero o doverselo stampare non mi sembrano alternative all'acquisto del volume originale.
    non si tratta mica di un divx che anche se ha qualità scarsa può essere fruibile.

    Io ho l'impresisone che siamo all'isteria collettiva. un tempo unapiccola anticipazione di un prodotto così atteso avrebbe fatto la fortuna dell'autore e sarebbe stata considerata pubblicità aggrattis, ora denunciano.

    non mi sembra una logica commerciale. a Voi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: nuclearstre ngth
    >
    > nessuna anticipazione farà vendere loro nemmeno
    > un volume in
    > meno.

    Ma magari un po' di sconquasso mediatico (anche su internet) gliene farà vendere qualcuno in piùCon la lingua fuori
    2678
  • è strano come gira adesso il mondo, imponenti forze di sicurezza attorno ad un libro, tutti per scoprire un finale, in genere sappiamo tutti come finisce qualsiasi finale con un PUNTO.
    la cruda realtà sembra sia che attorno ad un libro si sia concentrata più attenzione del dovuto, se è la paura di pirati o meno che mettono servizi di sicurezza in anteprima, allora che faranno dopo? perchè comprato appena 1 libro niente impedisce ocr e traduzioni in altre lingue.
    a mio giudizio è solo pubblicità intorno a niente o cercare di vendere e far risultare il libro come il sacro graal o la pietra filosofale, e questo è grave che ognuno di noi ha bisogno di comprare il maghetto per sognare e vivere avventure fantascientifiche?? se non siamo capaci di farlo allora la nostra anima è arida ed incapace di volare con la mente e dire che questa opportunità la abbiamo sin da bambini senza per questo affidarci ad un romanzetto.
    non+autenticato
  • ... di quanto sembri.
    Sono stati spesi milioni di dollari ed euro per proteggere il segreto fino alle 0.01 del 21 luglio: magazzini sorvegliati, trasporti scortati, spostamenti monitorati col GPS, conservazione sottochiave alla destinazione... e il tutto è stato mandato all'aria da uno sfigato con una fotocamerina che ormai si compra al supermercato per pochi euro.

    D'accordo, in fondo è solo un romanzo, il mondo non finirà per questo (e ve lo dico da fan della saga). Ma se anzichè un libro in una libreria si fosse trattato di una serie di intercettazioni telefoniche di ignari cittadini "protette da imponenti misure di sicurezza" trafugate con un banale HD esterno collegato alla porta USB (fra poco basterà una chiavetta) e divulgate su internet dallo sfigato di turno?

    Nsomma... internet esiste. qualcosina andrebbe ripensato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Albus Dumbledore
    > ... di quanto sembri.
    > Sono stati spesi milioni di dollari ed euro per
    > proteggere il segreto fino alle 0.01 del 21
    > luglio: magazzini sorvegliati, trasporti
    > scortati, spostamenti monitorati col GPS,
    > conservazione sottochiave alla destinazione... e
    > il tutto è stato mandato all'aria da uno sfigato
    > con una fotocamerina che ormai si compra al
    > supermercato per pochi euro.
    >
    >
    > D'accordo, in fondo è solo un romanzo, il mondo
    > non finirà per questo (e ve lo dico da fan della
    > saga). Ma se anzichè un libro in una libreria si
    > fosse trattato di una serie di intercettazioni
    > telefoniche di ignari cittadini "protette da
    > imponenti misure di sicurezza" trafugate con un
    > banale HD esterno collegato alla porta USB (fra
    > poco basterà una chiavetta) e divulgate su
    > internet dallo sfigato di
    > turno?
    >
    > Nsomma... internet esiste. qualcosina andrebbe
    > ripensato.

    più una procedura è complessa, comprende un alto numero di persone, spostamenti e organizzazione e più è facile che si verifichino causalità del genere.

    un conto infatti è scrivere una procedura sulla carta, un altro è la realizzazione della stessa nella realtà:
    tanto per citare di nuovo il vecchio hakim bey
    anarchismo ontologico, ovvero nella realtà si verifcano cose diverse da quelle che verificano nel mondo delle idee e della logica.


    che c'è di strano?
    mai sentito parlare dei topi che si mangiano i fascicoli in tribunale?
    mai sentito il detto: tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare

    le misure di sicurezza ahnno funzionato proprio perchè ci è risucito solo un ragazzin ocon fotocamera e non una banda di esaltati con scanner ed OCR

    cheers,
    nuclear
    non+autenticato
  • - Scritto da: Albus Dumbledore
    > ... di quanto sembri.
    > Sono stati spesi milioni di dollari ed euro per
    > proteggere il segreto fino alle 0.01 del 21
    > luglio: magazzini sorvegliati, trasporti
    > scortati, spostamenti monitorati col GPS,
    > conservazione sottochiave alla destinazione... e
    > il tutto è stato mandato all'aria da uno sfigato
    > con una fotocamerina che ormai si compra al
    > supermercato per pochi euro.
    >
    >
    > D'accordo, in fondo è solo un romanzo, il mondo
    > non finirà per questo (e ve lo dico da fan della
    > saga). Ma se anzichè un libro in una libreria si
    > fosse trattato di una serie di intercettazioni
    > telefoniche di ignari cittadini "protette da
    > imponenti misure di sicurezza" trafugate con un
    > banale HD esterno collegato alla porta USB (fra
    > poco basterà una chiavetta) e divulgate su
    > internet dallo sfigato di
    > turno?
    >
    > Nsomma... internet esiste. qualcosina andrebbe
    > ripensato.

    ma chi se ne frega del libro su harry potter e di quella furbastra della rowling
    se avessi lo spoiler lo pubblicherei qui pensa un po'
    non+autenticato
  • imho:
    un ragazzo, magari al primo impiego, penserà maggiormente a fare il figo con gli amici perchè è "riuscito" a fottere il sistema mentre un guardiano di metri cubi di intercettazioni telefoniche, ed abbondiamo, anche con le trascrizioni (anch'esso sottopagato come il ragazzo al primo impiego visto il lavoro di responsabilità che ricopre), dopo i primi due giorni (per quello che è possibile) a guardare cosa custodisce, non sarà più interessato al contenuto od alla segretezza del custodito...
    a patto che non gli venga commissionato di leggere...
    non+autenticato
  • I libri non li consiglierei ai bambini di età superiore a 5 anni. Ho provato a leggere il primo , dopo 10 pagine ho smesso, mi sembrava un peccato sprecare così il mio tempo.
    Ho visto tutti i film. La trama è ripetitiva, direi sempre uguale, però la fattura e gli effetti speciali alzano il livello e rendono il tutto divertente.
    La cosa veramente eccezionale e come da libri mediocri, scritti con pocge idee, si riesca, con qualche decina di milioni di euro di computer grafica, a forgiare un prodotto + che accettabile. Una curiosità Radcliffe è affetto da una fastidiosa acne giovanile, ben visibile in teatro, dove tra l'altro recita nudo. Nei film l'acne scompare. La pulizia della pelle elettronica è ormai una costante in tutte le produzioni.

    A
    non+autenticato
  • Benvenuto nel mondo consumista
    non+autenticato
  • - Scritto da: Altan
    > I libri non li consiglierei ai bambini di età
    > superiore a 5 anni. Ho provato a leggere il primo
    > , dopo 10 pagine ho smesso, mi sembrava un
    > peccato sprecare così il mio
    > tempo.

    Beh, a me sembra che siano dei libri scritti bene, con un grande potere descrittivo. Inoltre mi sembra di inventiva ce ne sia parecchia, avendo creato un mondo "immaginario" molto dettagliato...

    Non sono d'accordo con la tua affermazione, tu quanti anni hai? Secondo me per un ragazzo/a di 10-12 anni può essere un ottimo libro. La trama è abbastanza complessa, e stare dietro a tutto è molto difficile, ma è una delle peculiarità del libro. Il primo ti bombarda di informazioni che ti sembrano inutili, ma poi (quando hai letto gli altri) se lo rileggi ti rendi conto di tanti piccoli dettagli che in prima lettura ti passano "sotto il naso".
    Inoltre se proprio pensi che non ne valga la pena, fai uno sforzo e prova a leggerlo in lingua originale: rende molto di più.

    Beh, il film (come ogni film) nn rende neanche la metà. Concordo sulla questione degli effetti speciali, ma è come il Signore degli Anelli.... le battaglie erano impressionanti al cinema, ma lo erano di più nella mia fantasia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: viashino

    > Beh, il film (come ogni film) nn rende neanche la
    > metà.

    Oddio, non generalizzerei. lo shining di kubrick fa il culo allo shining di king. lo stesso regista l'ha sempre definito libro mediocre.
    non+autenticato
  • Approvo, benino il Signore degli Anelli, Profumo - Storia di un assassino meglio del libro, La fabbrica di cioccolato ed     
    Il nome della rosa non sono venuti male, gli esempi ci sono, ma sempre limitati
  • non perché l'ha detto... ma perchè sarei un vero imbecille a rovinarmi un libro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: DODO
    > non perché l'ha detto... ma perchè sarei un vero
    > imbecille a rovinarmi un
    > libro.

    La cosa inquietante è che neanche lei l'ha letto ancora per non rovinarsi il finale!
    non+autenticato
  • - Scritto da: white black
    > - Scritto da: DODO
    > > non perché l'ha detto... ma perchè sarei un vero
    > > imbecille a rovinarmi un
    > > libro.
    >
    > La cosa inquietante è che neanche lei l'ha letto
    > ancora per non rovinarsi il
    > finale!

    :D
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)