Petizione: difendere i siti web

Una mobilitazione contro i sequestri e le sparizioni dei siti web e dei blog

Roma - Quanto accaduto con il blog di Piero Ricca e il clima di censura online che prende anche l'Italia nella sua morsa hanno spinto alcuni utenti a dar vita ad una petizione per la depenalizzazione del reato di opinione.

Nella petizione, indirizzata al Governo, i firmatari chiedono anche che si riconosca "il mezzo Internet ed il mezzo blog quali manifestazioni del pluralismo dell'informazione e della libertà di parola". "Oggi - sottolineano - non ha più senso bloccare siti Internet personali e blog a causa di una possibile diffamazione".

L'idea di fondo è che in caso di denuncia per diffamazione il sequestro preventivo non debba aver luogo: se sequestro ci deve essere questo può derivare solo quando l'eventuale colpevolezza del diffamante viene comprovata. "Un sito Internet personale o un blog sono vere e proprie manifestazioni di libertà di pensiero - si legge ancora nella petizione - e il loro oscuramento preventivo o blocco preventivo sono manifestazioni della limitazione di tale libertà".
La Petizione per la Depenalizzazione del reato d'opinione può essere letta e sottoscritta a questo indirizzo
18 Commenti alla Notizia Petizione: difendere i siti web
Ordina
  • in caso di possibile diffamazione, cioè dichiarazioni "pesanti", la persona oggetto di tali affermazioni:
    1. è informata di tali affermazioni in tempo utile
    2. gli è dato diritto di replica sullo stesso sito che l'ha "colpito"
    Solo a queste condizioni elimineri il reato di opinione sul web.
    Se le 2 condizioni sono soddisfatte allora niente tribunali in caso contrario decide il giudice.
    La diffamazione è una cosa seria...
  • - Scritto da: iwbakh
    > in caso di possibile diffamazione, cioè
    > dichiarazioni "pesanti", la persona oggetto di
    > tali
    > affermazioni:
    > 1. è informata di tali affermazioni in tempo utile
    > 2. gli è dato diritto di replica sullo stesso
    > sito che l'ha
    > "colpito"
    > Solo a queste condizioni elimineri il reato di
    > opinione sul
    > web.
    > Se le 2 condizioni sono soddisfatte allora niente
    > tribunali in caso contrario decide il
    > giudice.
    > La diffamazione è una cosa seria...

    Nessuno nega che sia una cosa seria! Difatti nessuno vuole eliminare i tribunali, si vuole solo evitare che determinati contenuti vengano oscurati PRIMA della decisione del giudice. Le questioni che sollevi sono pertinenti e da voce alla mia richiesta di modificare la legge sul reato d'opinione.

    Pero' un conto è oscurare/bloccare e poi affermare che i contenuti sono illegali, ben altro conto è oscurare/bloccare preventivamente...
  • - Scritto da: aniceweb

    > Le questioni che sollevi sono pertinenti e da voce
    > alla mia richiesta di modificare la legge sul
    > reato
    > d'opinione.

    DANNO ... non da ..Sorride
  • - Scritto da: aniceweb
    > - Scritto da: iwbakh
    > > in caso di possibile diffamazione, cioè
    > > dichiarazioni "pesanti", la persona oggetto di
    > > tali
    > > affermazioni:
    > > 1. è informata di tali affermazioni in tempo
    > utile
    > > 2. gli è dato diritto di replica sullo stesso
    > > sito che l'ha
    > > "colpito"
    > > Solo a queste condizioni elimineri il reato di
    > > opinione sul
    > > web.
    > > Se le 2 condizioni sono soddisfatte allora
    > niente
    > > tribunali in caso contrario decide il
    > > giudice.
    > > La diffamazione è una cosa seria...
    >
    > Nessuno nega che sia una cosa seria! Difatti
    > nessuno vuole eliminare i tribunali, si vuole
    > solo evitare che determinati contenuti vengano
    > oscurati PRIMA della decisione del giudice. Le
    > questioni che sollevi sono pertinenti e da voce
    > alla mia richiesta di modificare la legge sul
    > reato
    > d'opinione.
    >
    > Pero' un conto è oscurare/bloccare e poi
    > affermare che i contenuti sono illegali, ben
    > altro conto è oscurare/bloccare
    > preventivamente...

    in caso di verificata diffamazione però obbligherei il possessore del sito ad indicare nella pagina che prima conteneva la diffamazione, la verità accertata in sede giudiziaria e con un minimo di permanenza di quella pagina di 5 anni.

    in caso di verificata VERITA' del sito, invece, vorrei che fosse fornito uno strumento ufficiale di convalida giudiziaria. Ovvero, dato che ti sei sciroppato un processo, perlomeno che ti resti un "bollino" da appiccicare come "questa pagina è stata sottoposta a verifica dietro querela di tiziocaio per diffamazione. Il fatto è stato accertato in sede giudiziara come VERO".

    questo sarebbe eccellente, in modo che chi ha paura dei fatti ci pensi 2 volte prima , sia di sparare cazzate, sia di querelare uno che dice la verità.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xenon2
    >
    > in caso di verificata diffamazione però
    > obbligherei il possessore del sito ad indicare
    > nella pagina che prima conteneva la diffamazione,
    > la verità accertata in sede giudiziaria e
    > con un minimo di permanenza di quella pagina di 5
    > anni.
    >
    > in caso di verificata VERITA' del sito, invece,
    > vorrei che fosse fornito uno strumento ufficiale
    > di convalida giudiziaria. Ovvero, dato che ti sei
    > sciroppato un processo, perlomeno che ti resti un
    > "bollino" da appiccicare come "questa pagina è
    > stata sottoposta a verifica dietro querela di
    > tiziocaio per diffamazione. Il fatto è stato
    > accertato in sede giudiziara come
    > VERO".
    >
    > questo sarebbe eccellente, in modo che chi ha
    > paura dei fatti ci pensi 2 volte prima , sia di
    > sparare cazzate, sia di querelare uno che dice la
    > verità.

    La reputo davvero una buona idea!

    Ehi! Ma qui si sta delineando un disegno di leggeA bocca aperta
  • >
    > La reputo davvero una buona idea!
    >
    > Ehi! Ma qui si sta delineando un disegno di legge
    >A bocca aperta

    di buone idee buttate lì così te ne faccio quante vuoi quando vado al bagno.
    ma vi fa schifo la parola LIBERTA'?
    la libertà è LIBERA, al 100%, altimenti è diritto.
    E' idiota dire "sei libero di dire quello che vuoi tranne offendere", è un totale controsenso.
    dovremmo dire in quel caso "hai il diritto di dire questo e quello ma non x e y"
    reati come quello di opinione, di diffamazione e simili semplicemente non dovrebbero esistere.
    Che skifo.. la legge sempre tra le palle , fra un po' ci sarà pure da temere le manette per scaccolamento sul posto di lavoro.
    non+autenticato
  • Al mondo ci sono opinioni diverse ed è giusto così, però non si può ammazzare una persona socialmente e nella reputazione perchè ti sta antipatica o per secondi fini.
    La parola LIBERTA', che chiami in causa, ha senso solo nelle società civili e la diffamazione non fa parte della società civile, anche se ormai è diffusa a tutti i livelli.
  • - Scritto da: nome cognome

    ............
    > E' idiota dire "sei libero di dire quello che
    > vuoi tranne offendere", è un totale
    > controsenso.
    .............
    > Che skifo.. la legge sempre tra le palle , fra un
    > po' ci sarà pure da temere le manette per
    > scaccolamento sul posto di
    > lavoro.

    Guarda che la TUA liberta' di dire quello che vuoi finisce dove comincia il MIO diritto di non essere offeso-diffamato.
    non+autenticato
  • Sono completamente d'accordo sui concetti che esprimi però pensa che occorrono anni prima di avere sentenze passate in giudicato e la diffamazione ha bisogno di molto meno tempo per colpire.
    Purtroppo è uno di quei casi in cui la teoria si scontra con la pratica Triste
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 23 luglio 2007 12.46
    -----------------------------------------------------------
  • se servono anni per una sentenza il sequestro preventivo è tanto potenzialmente benefico per un diffamato quanto malefico per chi è stato denunciato solo per ripicca
    non+autenticato
  • > se servono anni per una sentenza il sequestro
    > preventivo è tanto potenzialmente benefico per un
    > diffamato quanto malefico per chi è stato
    > denunciato solo per ripicca

    Penso che la seconda eventualità prospettata da te abbia una incidenza numerica di molto inferiore alla prima, anche se per avere dati precisi bisognerebbe fare una ricerca presso le procure italiane.
    Il vero problema è che a beneficiare del sequestro preventivo sono solo i "soliti privilegiati" e non i cittadini comuni che magari sono bersagliati nella reputazione da:
    - spasimanti respinti
    - squilibrati
    - ragazzini viziati
    - vicini rancorosi
    - eccetera eccetera
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 31 luglio 2007 10.37
    -----------------------------------------------------------
  • Un ringraziamento a Punto Informatico che ha raccolto la segnalazione ed un grazie a chi darà voce alla petizione!
  • Hai perfettamente ragioneSorride

    Ho firmato tra l'altro
    non+autenticato
  • Ma siamo fuori??

    Da quando la libertà di opinione è penalizzabile???

    Noi dobbiamo firmare una petizione per depenalizzare una cosa che non rappresenta reato???

    L'Italia..
    non+autenticato
  • Che vergogna, l'Italia è ridotta al livello della Cina.

    Reato d'opinione? La mia opinione è che se c'è un reato come questo, l'Italia è una merda.

    Hey mettetemi dentro ora.
    non+autenticato
  • > Da quando la libertà di opinione è
    > penalizzabile???

    In Italia da DECENNI


    > Noi dobbiamo firmare una petizione per
    > depenalizzare una cosa che non rappresenta
    > reato???

    Non hai chiara la normaTriste
    non+autenticato
  • - Scritto da: stako
    > Ma siamo fuori??
    >
    > Da quando la libertà di opinione è
    > penalizzabile???
    >
    > Noi dobbiamo firmare una petizione per
    > depenalizzare una cosa che non rappresenta
    > reato???
    >
    > L'Italia..

    http://www.altalex.com/index.php?idnot=10386
    non+autenticato