WebRunner, il Firefox per le web application

Mozilla Foundation sta sviluppando un browser web ai minimi termini basato su Firefox ma ottimizzato per eseguire le applicazioni web, quali webmail, calendari e ambienti desktop web-based

Mountain View (USA) - Molti ritengono che nel prossimo futuro le applicazioni web-based siano destinate a rimpiazzare buona parte delle attuali applicazioni desktop. Il problema è che i tradizionali web browser, infarciti di funzionalità d'ogni genere, sono poco adatti per svolgere il ruolo di ambienti di esecuzione di applicazioni web. Mozilla Foundation sostiene di aver colmato questa lacuna sviluppando WebRunner, un browser ai minimi termini specificamente pensato per far girare applicazioni online.

Basato sul codice di Firefox, con il quale condivide il motore di rendering e la tecnologia d'interfaccia XUL, WebRunner è un browser che fa a meno dei menù, delle toolbar e dei finimenti di un normale web browser. I suoi sviluppatori definiscono WebRunner un Site Specific Browser (SSB), ossia un'applicazione "con un browser integrato progettata per far girare una sola applicazione web".

Rispetto a Firefox e ad altri browser, WebRunner si distingue anche per una migliore integrazione con il desktop, che gli permette di mostrare icone personalizzate per le singole applicazioni e di visualizzare notifiche, e la capacità di far girare ogni applicazione in un processo separato, così che il crash di una istanza del browser non causi la chiusura a catena delle altre web application.
WebRunnerMozilla ha spiegato che gli sviluppatori che desiderino personalizzare WebRunner per le proprie web application non sono costretti a ridistribuire versioni modificate del programma: possono semplicemente creare estensioni o script di dimensioni molto compatte.

L'elenco completo delle funzionalità implementate nell'attuale versione preliminare di WebRunner, e quelle di prossima implementazione, sono elencate in questo wiki. Qui si trova anche il link per scaricare WebRunner 0.5 per Windows, Mac OS X e Linux, la cui installazione comprende già i profili di esecuzione (con estensione ".webapps") di GMail, GCalendar, GDocs e GGroups.

Il modo più semplice per creare un nuovo profilo è quello di aprirne uno esistente con un editor di testo e modificare pochi parametri, tra i quali l'indirizzo (locale o remoto) della risorsa. Il collegamento ai profili può infine essere copiato sul desktop, così che lanciare una web application risulti non dissimile dall'eseguire un qualsiasi altro software (a patto di disporre di una connessione ad Internet a larga banda).
19 Commenti alla Notizia WebRunner, il Firefox per le web application
Ordina
  • ma come si imposta il proxy...
    senza impostarlo non e' che serva a molto st'app....

    ho provato con prefs.js ma nisba, non mi caga proprio. Magari con le prossime versioni.
    ciko
    367
  • - Scritto da: ciko
    > ma come si imposta il proxy...
    > senza impostarlo non e' che serva a molto
    > st'app....
    >
    > ho provato con prefs.js ma nisba, non mi caga
    > proprio. Magari con le prossime
    > versioni.

    Credo le modifiche le devi fare in:
    webruner-prefs.js

    Controlla come salva le impostazioni riguardanti il proxy firefox.
  • - Scritto da: ciko
    > ma come si imposta il proxy...
    > senza impostarlo non e' che serva a molto
    > st'app....
    >
    > ho provato con prefs.js ma nisba, non mi caga
    > proprio. Magari con le prossime
    > versioni.

    Nel file webrunner-pref.js aggiungi queste righe:
    pref("network.proxy.http", "[tuo-proxy]");
    pref("network.proxy.http_port", [tua-porta]);
    pref("network.proxy.type", 1);
    non+autenticato
  • non sarebbe male poter lanciare le webapp già con username e password. Inoltre, ho provato a impostare un collegamento in modo che si aprisse a finestra "Ingrandita", ma niente da fare. Cmq molto interessante.
  • non è possibile.
    mi hanno fregato pure questa!
    io l'avevo pensata almeno un paio d'anni fa appunto per un chiosco...
    (sono un pirla: non ho mai iniziato a svilupparla)

    In lacrime In lacrime In lacrime

    un'altra volta!

    ...a quest'ora sarei ricco tra tutte le cose...

    bah, ora son curioso di vedere quale sarà la prossima idea che mi scipperanno.
    Arrabbiato


    ps: cmq sta cosa è una gran ficata!
  • ahahahahah metteti all'opera per questa tua idea, prima di fartela fregare ancoraCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • non ti amareggiare l'idea esiste praticamente da quando esiste mozilla, quindi molto piu' di due anni, cerca xul (che e' il linguaggio per la costruzione di interfacce grafiche via browser) e ti potrai consolare.
    ciao
  • ...avrebbe bisogno di una cura dimagrante, perché comunque al pronti-via si mangia senza colpo ferire circa 14 MB di Ram

    Purtroppo o per fortuna su macchine attempate il buon vecchio Internet Explorer, ripulito da barra indirizzi, collegamenti, etc. etc. continua a pesare di meno e per l'utilizzo in _Intranet_ con web application è ancora preferibile
    non+autenticato
  • Ma tu hai capito le potenzialità di questo strumento?

    Hai idea di che significa un linguaggio interno di scrittura di estensioni e personalizzazione dell'interfaccia e del motore di rendering?

    IExplorer è un browsr STOP!

    Questo webrunner è ben altro...
  • Sì le stesse che Microsoft aveva introdotto da diversi anni con HTA per le web application...

    - Scritto da: Mechano
    > Ma tu hai capito le potenzialità di questo
    > strumento?
    >
    > Hai idea di che significa un linguaggio interno
    > di scrittura di estensioni e personalizzazione
    > dell'interfaccia e del motore di
    > rendering?
    >
    > IExplorer è un browsr STOP!
    >
    > Questo webrunner è ben altro...
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > ...avrebbe bisogno di una cura dimagrante, perché
    > comunque al pronti-via si mangia senza colpo
    > ferire circa 14 MB di
    > Ram
    >
    > Purtroppo o per fortuna su macchine attempate il
    > buon vecchio Internet Explorer, ripulito da barra
    > indirizzi, collegamenti, etc. etc. continua a
    > pesare di meno e per l'utilizzo in _Intranet_ con
    > web application è ancora
    > preferibile

    Non credo Firefox potrà mai competere con IE come "memoria visualizzata dal task manager" visto che IE è precaricato nel sistema operativo. (e pezzi di mem probabilmente non vengono riportati nel suo processo. correggetemi in caso)

    Dovresti fare un confronto terminale Linux-based vs terminale Windows, da questo punto di vistaCon la lingua fuori.
    . e credo un terminale basato su un sistema Linux adattato allo scopo di essere minimalista, per far girare le WebApplication con tutte le funzionalità, possa essere molto più efficiente nell'utilizzo delle risorse.
    non+autenticato
  • Concordo: è necessario, magari anche come versione alternativa a Firefox e non necessariamente in questo specifico applicativo, sviluppare un browser molto leggero che possa rispondere alle necessità di quelle utenze che posso offrire ben poche risorse a un browser.
    E' vero che già esistono dei browser con simili caratteristiche, ma nessuno vanta un usabilità accettabile per un utilizzo continuativo e magari in ambito lavorativo.
    non+autenticato
  • Per essere interessante è interessante. Mi riferisco in particolare a quella applicazioni intranet in cui non è possibile obbligare gli utenti a passare a firefox per la propria applicazione WEB. Se cambiare browser per alcuni è impensabile (in genere perché non hanno le OO di stare a switchare da un browser all'altro per le varie applicazioni Intranet ognuna con il suo browser preferito) è probabilmente più fattibile installare webrunner con delle icone sul desktop per ogni applicazione web che lo richiede.

    Una soluzione alternativa, che è quella che adotto io, è quella di usare firefox con IETab configurato per usare IE nella finestra di firefox solo per le applicazioni che lo richiedono... ma questa cosa di webrunner potrebbe in effetti essere molto interessante.
  • Scusa, ma in un'azienda gli utenti non decidono il browser... qualcuno sceglie per loro!

    - Scritto da: Alphonse Elric
    > Per essere interessante è interessante. Mi
    > riferisco in particolare a quella applicazioni
    > intranet in cui non è possibile obbligare gli
    > utenti a passare a firefox per la propria
    > applicazione WEB. Se cambiare browser per alcuni
    > è impensabile (in genere perché non hanno le OO
    > di stare a switchare da un browser all'altro per
    > le varie applicazioni Intranet ognuna con il suo
    > browser preferito) è probabilmente più fattibile
    > installare webrunner con delle icone sul desktop
    > per ogni applicazione web che lo
    > richiede.
    >
    > Una soluzione alternativa, che è quella che
    > adotto io, è quella di usare firefox con IETab
    > configurato per usare IE nella finestra di
    > firefox solo per le applicazioni che lo
    > richiedono... ma questa cosa di webrunner
    > potrebbe in effetti essere molto
    > interessante.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ---
    > Scusa, ma in un'azienda gli utenti non decidono
    > il browser... qualcuno sceglie per
    > loro!

    Dipende. Questo lo puoi fare se tale azienda non è obbligata ad accedere a servizi pre-esistenti (leggasi pagine ASP.NET sviluppate con i RAD M$ che hanno, di default, gravi carenze negli standard W3C).

    Nel caso l'azienda necessiti di accedere a servizi preesistenti che richiedono IE (per incompatibilità varie) ovviamente non gli puoi imporre FireFox, non gli puoi imporre di spendere soldi per riparare quelle applicazioni (e spesso non è nemmeno fattibile) e non puoi nemmeno obbligarli ad usare due browser (uno per applicazione).

    Una soluzione molto comoda che ho trovato è l'uso di IETab all'interno di Firefox... in pratica dici a FF di aprire in un tab IE incorporato dentro FF determinati indirizzi che sai essere incompatibili con il browser opensource.

    Con Webrunner le opzioni aumentano e puoi decidere che le applicazioni WEB FF-compatibili siano usate come vere e proprie applicazioni desktop lasciando l'utente IE o il browser a cui è meglio abituato per tutto il resto.

    Ricordati inoltre che entrare in un ambiente di lavoro e "sconvolgerlo" non è mai cosa buona e giusta... la gente ha bisogno di abituarsi, di reimparare... e questo in genere non è visto di buon occhio... anche perché i ritardi e le frustrazioni che gli utenti incontrano vengono poi ingiustamente affibbiate al tuo lavoro anche se magari è eccellente.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)