Italia.it costerà molto di più

Il conto totale arriverà a quota 58 milioni di pubblici euro. Lo dice il Governo. Che punta a ripresentare il più costoso sito italiano mai realizzato il prossimo febbraio 2008

Roma - Dopo l'intervista di Punto Informatico a Lelio Alfonso in cui si accennava alla vicenda di Italia.it, il blog Scandaloitaliano, che da sempre segue la vicenda molto da vicino, ha sottoposto al responsabile della comunicazione di Governo alcune domande circostanziate, per ottenere precisi dati sullo stanziamento dei fondi. Luca Carlucci, tra gli autori del blog, armato di tastiera e pazienza ha preparato ed inviato un meticoloso riassunto dei fatti ed ecco cosa è emerso dai riscontri di Alfonso, dati che anche rettificano molte precedenti dichiarazioni.

Secondo i calcoli di Scandaloitaliano, integrati da Alfonso, gli stanziamenti destinati al progetto Italia.it promosso dall'ex ministro Lucio Stanca, ammontano a 58,1 milioni di euro. La somma ad oggi impegnata è di 35,9 milioni di euro (di cui 23,1 alle regioni). Restano perciò 22,2 milioni di euro da impegnare, di cui circa 11, secondo quanto dichiarato, saranno utilizzati espressamente per il Portale. A queste cifre si potrebbero aggiungere eventuali altri stanziamenti, molto improbabili, ma tecnicamente possibili.

Alfonso afferma anche: "La doverosa premessa è che solo pochi giorni fa, a Trieste, il Ministro Rutelli ha annunciato che il portale Italia.it "nella sua versione definitiva e validata" sarà disponibile per la Borsa Internazionale del Turismo del 2008 (BIT 2008), chiarendo dunque che si è ancora in una fase operativa piuttosto lunga".
Questo cosa significa? Innanzitutto che molto probabilmente non c'è ancora un progetto tecnico operativo, e ancor più probabilmente non c'è mai stato. Nel 2004 si è partiti con l'idea, in sé molto lungimirante, di fare un colossale investimento sulla promozione turistica via web, ma si è finiti con una cosa all'italiana, fra amici, tarallucci e vino, che col passare degli anni è diventato aceto. Cambiato governo, cambiati gli intenti, è rimasto l'aceto. Ed è così che lo stesso Rutelli, lo scorso febbraio, lo presenta in pompa magna. E se al primo assaggio non ci ha creduto nessuno, la speranza del Governo è che alla BIT del 2008 le cose vadano diversamente.

Fin dal primo brindisi del febbraio 2007, come ben sanno i lettori di Punto Informatico, sono scoppiate proteste che hanno avuto grande eco, culminate in una petizione e nell'istituzione ad aprile di quest'anno di una commissione d'inchiesta da parte del Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella P.A. Luigi Nicolais. Le commissioni d'inchiesta, si sa, sono un pallino della politica italiana. Ma secondo le dichiarazioni di Alfonso a Scandaloitaliano questa volta "appena la Commissione presenterà al ministro le risultanze dell'inchiesta, farò in modo che ci sia una comunicazione trasparente di quanto emerso". Il segnale è indubbiamente positivo. Ma i dubbi restano. Soprattutto sui soldi già impegnati (circa 36 milioni). La fetta più importante è data dai 23 milioni destinati alle regioni, che dovrebbero utilizzarli per produrre contenuti ad hoc e rendere quelli attualmente presenti in rete interoperabili con la piattaforma di Italia.it.

A coordinare tutto dovrebbe pensarci il Comitato del Portale (composto dai rappresentanti delle regioni, dei Ministeri e delle categorie interessate degli enti locali, ANCI e UPI). Sul fatto che si riesca a mettere d'accordo 20 diverse amministrazioni su un progetto unitario (tra l'altro non ancora pubblicato), c'è forse la stessa probabilità che quest'estate Di Pietro e Mastella vadano in vacanza assieme. Ma si può sperare, impostando il dialogo su quella linea di correttezza mostrata da Alfonso in questa vicenda e prendendo spunto da quei progetti del web istituzionale seriamente strutturati.
Una cosa è certa. Alla BIT 2008 saranno in molti col bicchiere pronto, e pochi accetteranno un altro calice d'aceto costato milioni di euro.

Luca Spinelli
Per contattare l'autore clicca qui
133 Commenti alla Notizia Italia.it costerà molto di più
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 28 discussioni)