Gaia Bottà

Microsoft: pronti a competere con Google

Servizi Web, advertising, software per la telefonia mobile: BigM impegna Google su tutti i fronti, anche ora che Bill Gates inizia a cedere il timone della società

Roma - Già nei mesi scorsi il responsabile della progettazione software Microsoft, Ray Ozzie, aveva inquadrato Google come uno stimolo per lanciare l'azienda di Redmond su fronti ancora poco esplorati. Le strategie e le parole di Microsoft, schermaglie legali a parte, sembrano dimostrare l'intenzione di competere con Google ad armi pari e senza timori, anche ora che Gates si appresta ad allontanarsi dall'azienda, per consegnarla al triumvirato Ballmer-Ozzie-Mundie.

Una delle direttrici in cui Microsoft si muove con determinazione è l'ampliamento del suo core business. Senza rinunciare all'obiettivo del miliardo di Windows installati e al rilascio di Windows 7 entro i prossimi tre anni, in casa Microsoft si inizia ad ammettere qualche variazione sul tema. Nel corso del Financial Analyst Meeting è stato lo stesso Gates a prospettare una diversificazione della strategia aziendale proponendo un approccio combinatorio tra il profittevole modello di business Microsoft, e il software as a service delle applicazioni Google, in vista di una reale convergenza centrata sull'utente. Il Web sarà la piattaforma, secondo la formula coniata da Tim ÒReilly, per offrire servizi Web complementari con il tradizionale "software in scatola" offerto da Microsoft. Software che, a parere di WebProNews manterrà il dominio incontrastato sul mercato, pur restando tutt'altro che gratuito per l'utente, contrariamente a quanto avviene per le innumerevoli Google App. Non mancano però in Microsoft i tentativi di ricalcare la strategia di BigG: ZDNet ha raccolto indiscrezioni riguardo alla prossima release di Microsoft Works, che si prevede gratuita e foraggiata dalla pubblicità.

Allo stesso modo, Microsoft inizia a proporsi come inseguitore di Google nell'ambito pubblicitario. Mentre BigG si affanna nel tentativo di riemergere dall'affaire antitrust innescato dall'acquisizione di DoubleClick, a detta di Google stessa, entusiasta della crescita della competitività, Microsoft si è adoperata per racimolare accordi e assorbire compagnie. Prima mossa, l'acquisizione di aQuantive. Seguono, nell'ordine, l'accordo che ha assicurato alla piattaforma pubblicitaria in-game Massive Network la gestione del product placement per cinque titoli Electronic Arts; l'accordo per veicolare la pubblicità su Digg e l'acquisizione di AdECN, azienda che opera come raccordo tra editori e inserzionisti nell'ambito del display advertising. Una strategia che, gestita e supportata dal neocostituito gruppo di lavoro Internet Services Research Center (ISRC), potrebbe far decollare la piattaforma adCenter, guidando Microsoft a diventare la "potenza dell'advertising" in cui crede Ballmer.
È il New York Times, in una lunga intervista a Bill Gates, a configurare un altro fronte sul quale Microsoft e Google potrebbero trovarsi a competere: il mercato degli smartphone, nel quale BigG sembra essersi mossa sul fronte software, nonostante il proliferare di rumors che sembravano anticipare l'avvento di un vero e proprio dispositivo GPhone. Anche in questo caso Microsoft ostenta sicurezza: Gates prevede che Google non abbia possibilità di insidiare il solido 10% di mercato detenuto da Microsoft con Windows Mobile e sembra ritenere ingenui coloro che si aspettano un futuro della telefonia gratuito e targato Google, che Gates definisce come un'azienda che "ha sviluppato una trentina di prodotti, di cui uno solo profittevole".

È in questo contesto stimolante che il chairman di Microsoft si prepara ad abbandonare progressivamente gli incarichi per votarsi alla beneficenza. Uno scenario di transizione che Craig Mundie e Ray Ozzie, di comune accordo con Gates, ritengono rappresentare la congiuntura giusta perché il cofondatore del colosso di Redmond ceda loro il passo. Ma è lo stesso New York Times a raccogliere le dichiarazioni di Gates, che, forse incapace di rinunciare a giocare un ruolo di peso in questo panorama pregno di sfide, "programma di rimanere profondamente coinvolto in alcune aree dell'azienda".

Gaia Bottà
16 Commenti alla Notizia Microsoft: pronti a competere con Google
Ordina
  • Microsoft in settori nuovi (per lei) come questi ha collezionato un flop dopo l'altro.
    Flop la Xbox, flop Live.com, flop la pubblicità online perché M$ ha usato un approccio tradizionale offrendo spazi pubblicitari in siti partner invece che proponendosi come acquirente di spazi da siti di tutti coloro che pensavano di avere un discreto traffico.

    Sparate come queste sono pura propaganda per tranquillizzare gli azionisti.
    non+autenticato
  • Ma dove vanno...Google trova pure "l'ago nel pagliaio". A zappare Gates, a zappare.
    non+autenticato
  • O.t. discreta l'articolista! Complimenti!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dante
    > O.t. discreta l'articolista! Complimenti!

    a me per una cazzatiella cosi' m'hanno icsato.
    e che e', si fanno figli e figliastri? chi e' sto dante, un utente PAY?????
  • ...Intendevi discretamente brava o caruccetta ?!?
    A parte queste fandonie, questi articoli ad ampio respiro sulla "web society" sono ben fatti, interessanti e nettamente da preferire alla "riff-news da blogger"
  • Google, iPod, PS2, Wii, Youtube... Tante Waterloo per MS.
    MS non ha fantasia, sa che dovrà presto integrare con altre fonti di reddito quella di Office, destinata ad un forte ridimensionamento.
    Ma non sa inventarsi cose nuove, cerca di infilarsi in abbeveratoi già esistenti e occupati dalle vacche altrui e prende sonore facciate, anche quando arriva seconda, lo fa a carissimo prezzo. E tuttora solo Windows e Office continuano a generare utili significativi.
    MS è troppo grande per fallire, ma ogni volta che "toppa" vede ridimensionato il suo potere di persuasione ed influenza sul mondo IT.
    Una volta l'uomo comune considerava Bill Gates una specie di divinità, ma ora l'informazione in rete gli è prevalentemente ostile e pure quella sui media tradizionali, da quando ha incautamente pestato i piedi a diverse major con mosse che sono ad esse sembrate espansionistiche.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Categorico
    > Google, iPod, PS2, Wii, Youtube... Tante Waterloo
    > per
    > MS.
    > MS non ha fantasia, sa che dovrà presto integrare
    > con altre fonti di reddito quella di Office,
    > destinata ad un forte
    > ridimensionamento.
    > Ma non sa inventarsi cose nuove, cerca di
    > infilarsi in abbeveratoi già esistenti e occupati
    > dalle vacche altrui e prende sonore facciate,
    > anche quando arriva seconda, lo fa a carissimo
    > prezzo. E tuttora solo Windows e Office
    > continuano a generare utili
    > significativi.
    > MS è troppo grande per fallire, ma ogni volta che
    > "toppa" vede ridimensionato il suo potere di
    > persuasione ed influenza sul mondo
    > IT.
    > Una volta l'uomo comune considerava Bill Gates
    > una specie di divinità, ma ora l'informazione in
    > rete gli è prevalentemente ostile e pure quella
    > sui media tradizionali, da quando ha incautamente
    > pestato i piedi a diverse major con mosse che
    > sono ad esse sembrate
    > espansionistiche.

    Più che altro ragiona ancora da monopolista: non considera minimamente il consumatore e ogni volta che crea un prodotto lo fa con la supponenza di chi pensa di essere il migliore e quindi di sbaragliare facilmente la concorrenza (vedi Zune "1.000.000 di Zune entro il 2035" e Microsoft Surface: 90% inutile)
  • > Più che altro ragiona ancora da monopolista: non
    > considera minimamente il consumatore e ogni volta
    > che crea un prodotto lo fa con la supponenza di
    > chi pensa di essere il migliore e quindi di
    > sbaragliare facilmente la concorrenza (vedi Zune
    > "1.000.000 di Zune entro il 2035" e Microsoft
    > Surface: 90%
    > inutile)

    Quoto! e pensare che Surface, tanto spacciata come idea innovativa MS, in realtà è l'ennesima copiata di idee già sperimentate con linux (non dico fandonie, ci sono i video che lo dimostrano).
    non+autenticato
  • - Scritto da: John Kent
    > > (vedi Zune
    > > "1.000.000 di Zune entro il 2035"

    Zune ha già venduto 1.200.000 di pezzi. Direi che è un bel numero anche se non paragonabile all'iPod.

    > Quoto! e pensare che Surface, tanto spacciata
    > come idea innovativa MS, in realtà è l'ennesima
    > copiata di idee già sperimentate con linux (non
    > dico fandonie, ci sono i video che lo
    > dimostrano).

    Tu hai visto dei video che mostrano alcune interazioni a livello di interfaccia utente. Surface è un prodotto con applicazioni. Una differenza notevole.

    E quanto alle aree di guadagno vi ricordo che il settore server va benissimo (ci sono dentro tutti quei prodotti come SQL, Biztalk, Exchange, ecc.). E Sharepoint ha avuto un revenue di 800 M$ e quest'anno supererà il 1 G$. Non male visto che Office, secondo voi, dovrebbe essere in crisi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Capperi fritti
    > - Scritto da: John Kent
    > > > (vedi Zune
    > > > "1.000.000 di Zune entro il 2035"
    >
    > Zune ha già venduto 1.200.000 di pezzi. Direi che
    > è un bel numero anche se non paragonabile
    > all'iPod.

    Stavo esagerando... ma alla sua uscita l'hanno chiamato "ipod killer", quando non é nemmeno un "Creative killer"

    > > Quoto! e pensare che Surface, tanto spacciata
    > > come idea innovativa MS, in realtà è l'ennesima
    > > copiata di idee già sperimentate con linux (non
    > > dico fandonie, ci sono i video che lo
    > > dimostrano).
    >
    > Tu hai visto dei video che mostrano alcune
    > interazioni a livello di interfaccia utente.
    > Surface è un prodotto con applicazioni. Una
    > differenza
    > notevole.

    Quali applicazioni? Per qualche cyber-pub o qualche Hotel di lusso?
    o applicazioni di Lasonil sul collo per i dolori dovuti al suo uso?
  • - Scritto da: soulista
    > > Zune ha già venduto 1.200.000 di pezzi. Direi
    > che
    > > è un bel numero anche se non paragonabile
    > > all'iPod.
    >
    > Stavo esagerando... ma alla sua uscita l'hanno
    > chiamato "ipod killer", quando non é nemmeno un
    > "Creative
    > killer"

    Ha fatto più di tanti concorrenti. Io, se vendessi così tanto in così poco tempo, sarei contento!

    > Quali applicazioni? Per qualche cyber-pub o
    > qualche Hotel di
    > lusso?

    Hotel sicuramente ma più che quelli di lusso quelli di business (che in Italia praticamente non esistono). E negozi. Sono dei settori interessanti poco esplorati. Per altre applicazioni devi aspettare il display LCD multitouch che Microsoft sta studiando.
    non+autenticato
  • > E negozi. Sono dei settori
    > interessanti poco esplorati.

    Rotola dal ridere ma davvero? e chi te lo ha detto? secondo quello che vedo tutti i giorni al lavoro a me risulta il contrario (parlo di grandi catene nazionali e internazionali ovviamente non il salumiere sotto casa)

    il marketing sui POS è da sempre una frontiera molto combattuta nelle grandi aziende, mica aspettando Surface..

    > Per altre
    > applicazioni devi aspettare il display LCD
    > multitouch che Microsoft sta
    > studiando.


    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere già prima aspettano che Apple lo tiri fuori sui nuovi Mac e poi lo copieranno come hanno sempre fatto...

    leggiti questi due articoli su Surface capirai meglio come stanno le cose:

    http://www.roughlydrafted.com/RD/RDM.Tech.Q2.07/BE...

    http://www.roughlydrafted.com/RD/RDM.Tech.Q2.07/21...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Capperi fritti
    > - Scritto da: soulista
    > > > Zune ha già venduto 1.200.000 di pezzi. Direi
    > > che
    > > > è un bel numero anche se non paragonabile
    > > > all'iPod.
    > >
    > > Stavo esagerando... ma alla sua uscita l'hanno
    > > chiamato "ipod killer", quando non é nemmeno un
    > > "Creative
    > > killer"
    >
    > Ha fatto più di tanti concorrenti. Io, se
    > vendessi così tanto in così poco tempo, sarei
    > contento!
    >
    Non stai semplificando un po' troppo?
    Io se avessi investito miliardi e ricavato poche centinaia di milioni, lorde per di più, non sarei contento neanche un po'.
    Zune è in passivo nettissimo e a questi ritmi di vendita sarà un costoso fiasco, come XFlop1.
    non+autenticato
  • - Scritto da: John Kent

    > Quoto! e pensare che Surface, tanto spacciata
    > come idea innovativa MS, in realtà è l'ennesima
    > copiata di idee già sperimentate con linux (non
    > dico fandonie, ci sono i video che lo
    > dimostrano).

    Con il massimo rispetto per MS, ma non ha inventato nulla particolare, ne il desktop, ne il browser ne il foglio elettronico se non ricordo male sono "nate" in MS
  • - Scritto da: Optimus
    > - Scritto da: John Kent
    >
    > > Quoto! e pensare che Surface, tanto spacciata
    > > come idea innovativa MS, in realtà è l'ennesima
    > > copiata di idee già sperimentate con linux (non
    > > dico fandonie, ci sono i video che lo
    > > dimostrano).
    >
    > Con il massimo rispetto per MS, ma non ha
    > inventato nulla particolare, ne il desktop, ne il
    > browser ne il foglio elettronico se non ricordo
    > male sono "nate" in
    > MS

    nemmeno il DOS è nato in M$
    non+autenticato