Il nuovo iMac è nato

Apple lancia il nuovo Mac consumer, che si rinnova con display più grandi, case in alluminio e accessori. Debuttano anche le nuove suite iLife '08 e iWork '08. Il punto di Domenico Galimberti

Roma - "Il computer desktop più incredibile che abbiamo mai prodotto". Con queste parole il CEO di Apple, Steve Jobs, ha annunciato formalmente il lancio lo scorso 7 agosto della nuova e a lungo attesa linea di computer iMac.

Caratterizzati da display widescreen da 20 e 24 pollici incorniciati da un case in alluminio e vetro, i nuovi iMac includono i più recenti processori Core 2 Duo, una nuova tastiera in alluminio ultra sottile (8 millimetri di spessore), la videocamera integrata iSight e la neonata suite iLife '08. Queste caratteristiche rendono il nuovo iMac adatto non solo all'utenza consumer, che da sempre è il suo target di riferimento, ma secondo Apple anche a quella di molti professionisti che operano in campo grafico e multimediale.

L'iMac 20" ha ora un prezzo base di 1.199 euro, ovvero 300 euro in meno rispetto al precedente modello con display di equivalente misura, mentre l'iMac 24" ha invece un prezzo base di 1.749 euro, di oltre 200 euro inferiore a quello del precedente modello da 24".
Il nuovo iMac ridefinisce il design all-in-one che da sempre distingue i sistemi consumer di Apple e integra l'intero computer in un case di alluminio con cover di vetro. I nuovi display widescreen degli iMac 20" e 24" hanno una superficie lucida e, secondo Apple, sono ancor più nitidi e luminosi dei precedenti.

Sotto il case del nuovo iMac, disponibile in tre differenti configurazioni base, si trovano processori Core 2 Duo con frequenza da 2 a 2,8 GHz e 4 MB di cache L2 condivisa, fino a 4 GB di memoria DDR2 SDRAM a 667 MHz, schede grafiche ATI Radeon HD 2600 PRO con 256 MB di memoria GDDR3 o ATI Radeon HD 2400 XT con 128 MB di memoria GDDR3, hard disk da 250 o 320 GB, masterizzatore DVD SuperDrive 8x e connettività wireless AirPort Extreme 802.11n e Bluetooth 2.0+EDR.

I dettagli dei tre modelli disponibili, due da 20" e uno da 24", sono riportati in questa pagina del sito italiano di Apple. Di seguito il punto sulle novità di Domenico Galimberti.
100 Commenti alla Notizia Il nuovo iMac è nato
Ordina
  • ma vi prego di volermi perdonare. Qui a casa uso Linux, e sostengo anche fortemente la filosofia del free software (naturalmente). Sebbene Windows e Mac siano sistemi chiusi, comunque c'è da rendere onore al Mac che da sempre, grazie ad un'accorta scelta hardware e ad un ottima stabilità, è superiore al Win (IMHO e non solo); con il Mac OSX, poi, che è uno Un*x-like, credo che l'affidabilità del prodotto sia assoluta o quasi, il che giustifica i prezzoi leggermente più alti. Per il futuro stavo valutando ci compare un Mac a mia figlia. E qui la domanda: scusatemi l'ignoranza. E' ancora possibile acquistare dei Mac *non* intel o adesso la sola piattaforma è quella? Credo (spero) di no, ma vorrei sentirmi rassicurare, visto che sul sito Apple, ho visto scritto solo Intel Dual Core di qua e di là.
    non+autenticato
  • in principio i mac nuovi nei canali ufficiali di vendita sono solo con cpu intel...con cpu PPC dovresti andare sull'usato xke dubito che gli stores apple abbiano nelle offerte refurb ancora (tanti) mac PPC
    non+autenticato
  • Cioè vuoi dire che Apple ha abbandonato l'architettura PPC (almeno per gli utenti domestici)?
    Mmmm :/
    non+autenticato
  • - Scritto da: pina
    > Cioè vuoi dire che Apple ha abbandonato
    > l'architettura PPC (almeno per gli utenti
    > domestici)?
    > Mmmm :/



    Oramai le i macintel sono talmente superiori a qualsiasi vecchia macchina PPC che nnon varrebbe la pena comprarela vecchia architettura.
    Da un lato anche io sono dispiaciuto, perchè sono convinto che l'architettura RISC IBM multicore sarebbe stata ancora superiore ai processori intel.
    Dall'altro accetto di buon grado, perchè Apple era obbligata ad una scelta del genere.
    Il "motore" è cambiato, ma le peculiarità dei mac rimangono.
    non+autenticato
  • > Da un lato anche io sono dispiaciuto, perchè sono
    > convinto che l'architettura RISC IBM multicore
    > sarebbe stata ancora superiore ai processori
    > intel.

    ancora con questi PPC?
    Apple stessa ha detto che i PPC sono leeeeenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Risc
    > > Da un lato anche io sono dispiaciuto, perchè
    > sono
    > > convinto che l'architettura RISC IBM multicore
    > > sarebbe stata ancora superiore ai processori
    > > intel.
    >
    > ancora con questi PPC?
    > Apple stessa ha detto che i PPC sono leeeeenti.

    Quanta ignoranza.
    non+autenticato
  • Guarda che Apple ha smesso di utilizzare i PPC perché IBM non voleva aumentare la produzione e quindi apple non poteva stare dietro alla domanda!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: liosandro
    > - Scritto da: Risc
    > > > Da un lato anche io sono dispiaciuto, perchè
    > > sono
    > > > convinto che l'architettura RISC IBM multicore
    > > > sarebbe stata ancora superiore ai processori
    > > > intel.
    > >
    > > ancora con questi PPC?
    > > Apple stessa ha detto che i PPC sono leeeeenti.
    >
    > Quanta ignoranza.

    Allora spiegami il perchè un mac book pro dual core intel è più veloce di un quad G5.. detto questo potrei anche darti ragione.

    http://forums.cgsociety.org/showthread.php?f=47&t=...
    non+autenticato
  • genietto il G5 alias PPC970 è da qualche anno che non è più stato aggiornato....il suo sviluppo è morto...infatti non è mai arrivato sui portatili

    bah
    non+autenticato
  • Quindi? ...
    Mi pare di ricordare... che anche quando è uscito i bench taroccati avevano fatto discutere.
    non+autenticato
  • dovresti rispolverare i tuoi ricordi...

    ciò non toglie che lo sviluppo del G5 si è azzoppato subito...infatti mai uscirono i G5 a 3ghz promessi e i G5 per portatile.
    non+autenticato
  • Ciao,
    per anni ho utilizzato windows, fino a quando un bel giorno (il giorno dell' uscita di Vista se non ricordo male) mi sono detto che ne avevo le scatole piene ed ho provato ad installare Ubuntu; mi sembra un sogno: funziona! ...anche se per certe cose mi ha fatto penare un po' per la configurazione!
    L' unico problema è che il PC è un po' quello di matusalemme quindi sto pensando di prenderne uno nuovo, che di sicuro non avrà windows come sistema principale, ma al massimo in dual boot per qualche gioco (se ho tempo).
    Posto questo e che sebbene sia in grado di farlo non ho molta voglia di sbattermi per configurare il computer che dite? E' meglio se mi prendo un Mac anche se costa un pochino di più del suo equivalente PC (nemmeno molto a dire il vero) oppure continuo col PC?
    Io ora come ora sono propenso per la seconda ipotesi...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 agosto 2007 16.23
    -----------------------------------------------------------
  • Beh, col Mac potresti usare tre sistemi operativi, no? Oltre alla caterva di programmi che sono installati più i tanti open source per Mac OS X che si trova su internet.
  • Vero, anche se non sono sicuro che Ubuntu (l' unica distribuzione di Linux che mi va di usare per il discorso di cui sopra dello sbattimento) supporti in pieno l' hardware... certo provare un live non costa nulla! Sorride
  • Ma si.. prendi pure un mac.. basta che sia un oggetto che soddisfi le tue necessità. Leggendo i vari interventi non capisco perchè se ne faccia una guerra di religione.. il mio è meglio del tuo.. il mio è più bello... e via discorrendo. A volte si perde il punto di partenza.. che sono oggetti.. macchine che usiamo. Se uno preferisce i pc.. si compri pure tutti i pc di questo mondo.. e se uno preferisce i mac.. faccia altrettanto... via su.. fate i bravi e non litigate.. altrimenti sono contretto a chiamare il presideSorrideSorride. Un saluto a tutti.. mac user, win user, linux user... pallottoliere user...
    non+autenticato
  • - Scritto da: concetto astratto
    > Ma si.. prendi pure un mac.. basta che sia un
    > oggetto che soddisfi le tue necessità. Leggendo i
    > vari interventi non capisco perchè se ne faccia
    > una guerra di religione.. il mio è meglio del
    > tuo.. il mio è più bello... e via discorrendo. A
    > volte si perde il punto di partenza.. che sono
    > oggetti.. macchine che usiamo. Se uno preferisce
    > i pc.. si compri pure tutti i pc di questo
    > mondo.. e se uno preferisce i mac.. faccia
    > altrettanto... via su..

    Ecco il problema e' questo: come fa uno a dire che "preferisce" i pc quando c'e' un regime di monopolio ???
    krane
    22544
  • se mi permetti non è una questione di solo monopolio (capisco comunque cosa tu voglia dire), ma forse il problema è altrove. forse alla mancanza di informazione? forse la pigrizia del consumatore che si accoda alle scelte altrui perchè lo rassicurano... bah... ma qui si parla di computer.. non vorrei scadere nella sociologia a buon mercato. consumate gente.. consumate.. e siate felici di quello che comprare... compro ergo sumSorride. Di nuovo un saluto a tutti
    non+autenticato
  • Su questo sono perfettamente d' accordo, non intendo scatenare guerre di religione, è solo che dopo anni mi sono stufato di divere combattere quotidianamente con Win... se poi un altro è contento che se lo tenga pure Win Sorride
  • Se ti prendi un Mac hai un ottimo sistema Unix (il nuovo OS Leopard è addirittura certificato come UNIX compliant) con la migliore interfaccia utente al mondo (senza esagerare) con installati i migliori programmi per la tua vita digitale (iLife) e ti puoi installare anche Windows in dualboot o come virtual machine

    e se vuoi, puoi fare anche un triplo boot e metterci Linux

    Con un PC potresti fare lo stesso?

    Senza contare che mediamente l'hardware Apple è di buon livello e meglio integrato con l'OS, fai un salto a qualche Apple Store e provalo con mano
    non+autenticato
  • Sono più o meno queste le considerazioni che mi spingono verso il mac... sai quando ero piccolo avevo l' amiga, non per fare troppo il nostalgico ma quello sì che funzionava che era una bellezza; il mac in qualche modo me lo ricorda anche se i tempi sono decisamente cambiati (e anche le mie esigenze!)
  • > avevo l' amiga, non per fare troppo il nostalgico
    > ma quello sì che funzionava che era una bellezza;

    si, bei ricordi avevo Amiga anche io, ma a quei tempi avevo sotto mano anche dei Mac professionali (II FX, Quadra, ecc...) e per quanto bella fosse l'Amiga per molte cose era dietro e per poche altre era (molto) avanti,

    Lightwave su Amiga era uno spettacolo, su Mac solo EIAS gli stava dietro ma costava una barca di soldi!
    non+autenticato
  • Io un mac non lo comprerei mai, perchè è il software che rende usabile un PC, e la disponibilità di software per windows è enormemente maggiore di quella per osx, inoltre ogni minima boiata di applicazione per il mac bisogna pagarla, e cara anche. A diventare un suddito della apple non ci tengo proprio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Io un mac non lo comprerei mai, perchè è il
    > software che rende usabile un PC, e la
    > disponibilità di software per windows è
    > enormemente maggiore di quella per osx,

    "il software"... non "la quantità" di software

    > inoltre
    > ogni minima boiata di applicazione per il mac
    > bisogna pagarla, e cara anche.

    certo... come no...

    > A diventare un
    > suddito della apple non ci tengo
    > proprio.

    invece fare da troll ti riesce bene
    non+autenticato
  • Sarà... ma resto della mia opinione, nonostante un mio conoscente tenti in tutti i modi di farmi comprare un mac, perchè spera di dividere la sua sventure con qualcun'altro, per soffrire di meno... Avesse almeno il coraggio di ammettere a se stesso che ha fatto un'acquisto sbagliato...
    non+autenticato
  • Le opinioni di ognuno vanno rispettate, le falsità no.

    Come ti viene in mente di dire che qualsiasi software per Mac OS X è a pagamento? Semmai il contrario, visto ciò che gira su Windows.

    Anzi, proprio perché Mac OS X è basato su UNIX, esiste tanto closed software come anche open, e forse tanto open quanto su Linux.

    Informati meglio, poi puoi opinare.
  • Ma ti sei mai chiesto qual'è la reale ragione per cui Linux, pur essendo GRATIS, ricco di applicazioni open-source (in quanto "clone" di UNIX), è stato (e resterà, se mi permetti) un s.o. di nicchia?
    Non che io sia un estimatore dello zio Bill, eh, ben inteso... solo che ammetto semplicemente che è quello lo standard de facto, sicuremente ottenuto a suon di furti di idee alla stessa apple, sicuramente ottenuto a suon di sporche mosse di mercato, ma comunque lo standard è quello, e l'80% del mondo lavora con quello, per cui usare un s.o. differente, con applicazioni differenti, equivale più a complicarsi la vita che a semplificarsela, dato che siamo tutti volenti o nolenti nel cosiddetto "villaggio globale".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Ma ti sei mai chiesto qual'è la reale ragione per
    > cui Linux, pur essendo GRATIS, ricco di
    > applicazioni open-source (in quanto "clone" di
    > UNIX), è stato (e resterà, se mi permetti) un
    > s.o. di
    > nicchia?

    Perchè è un patchwork di implementazioni ed è un disastro da configurare.
    Ecco perchè.

    > Non che io sia un estimatore dello zio Bill, eh,
    > ben inteso... solo che ammetto semplicemente che
    > è quello lo standard de facto, sicuremente
    > ottenuto a suon di furti di idee alla stessa
    > apple, sicuramente ottenuto a suon di sporche
    > mosse di mercato, ma comunque lo standard è
    > quello, e l'80% del mondo lavora con quello, per
    > cui usare un s.o. differente, con applicazioni
    > differenti, equivale più a complicarsi la vita
    > che a semplificarsela, dato che siamo tutti
    > volenti o nolenti nel cosiddetto "villaggio
    > globale".

    Non direi. Io posseggo SOLO macintosh e faccio tutto quello che fa un qualsiasi utente Win. Non ho limiti di nessun tipo, non ho problemi di compatibilità. Anzi, a dirla tutta, ormai la compatibilità è diventato un problema per Win più che per OSX. Vedi i filesystem gestibili...
    non+autenticato
  • > Perchè è un patchwork di implementazioni ed è un
    > disastro da
    > configurare.
    > Ecco perchè.

    uhm... io direi esattamente il contrario. Ti parlo da sviluppatore c++ su osx e win.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Risc
    > > Perchè è un patchwork di implementazioni ed è un
    > > disastro da
    > > configurare.
    > > Ecco perchè.
    >
    > uhm... io direi esattamente il contrario. Ti
    > parlo da sviluppatore c++ su osx e
    > win.


    Ah si?
    Allora prendi un disco qualsiasi di una qualsiasi distro di Linux e prova a chiedere a tuo padre di installarla su un PC qualsiasi. O su un Mac qualsiasi.
    Poi, quando stai lavorando a 640x480 perchè non viene riconosciuta la scheda video, digli di andare a cambiare il file di configurazione.
    Poi prova a farlo accedere ad internet...


    Oppure dagli un disco di OSX ed un Mac, e vediamo cosa significa la facilità nella configurazione.
    non+autenticato
  • guarda che non sono un tuo compagno di scuola..
    non+autenticato
  • ciò non toglie che abbia più senso la sua argomentazione della tua ultima
    non+autenticato
  • potrebbe essere vero se non avessi problemi con utenti osx e roba compilata con xcode che va sul 50% dei mac e non si sa dove sbattere la testa.. stesse macchine, osx installato da zero.. in alcuni va e in altri no... poi le chiacchere su quanto è bello, stabile .. le lascio al marketing della apple e ai suoi fans.
    non+autenticato
  • Salve, tempo fa decisi di compeare un portatile mac,tanto per diversificare i 2 pc,fisso (windows) e portatile (macosx).
    Devo dire che non mi trovo male,tutto sommato se non fai lo smanettone uno vale l'altro.
    Ma se smanetti iniziano le differenze...ad esempio sul mio pc di casa posso montare un processore da 200 euro e tirarlo senza problemi sino a superare il processore di punta della serie che ne costa 900...con mac posso fare la stessa cosa?non credo...sono blindatissimi perche' e' idea di apple non la STABILITA' ma la NON GESTIBILITA'..vogliono essere loro a dettare le regole e non viceversa.
    Quindi, per lavorare,giocare,smanettare,RISPARMIARE uso pc con wnZoz mentre per giare e fare il fighetto con l'oggetto dal design piu' fico uso apple...daltronde piu' che il S.O. e' il design della mela che tanto attira la gente,come per i cellulari ed altre diavolerie tecnologiche.
    Tanto per dire,con il costo di questo portatile ne comperavo uno assai meglio accessoriato non apple.
    Poi ci mettevo ubuntu 7.04 assieme al vecchio windows ed ero a posto.
    Un altro difetto e' proprio questo,troppo costosa per quello che offre,anche adesso che ha ritoccato i prezzi verso il basso.
    non+autenticato
  • Sara' il millionesimo identico commento sulla differenza tra mac e pc, sempre le stesse cose. Mac stabile ma non modificabile, evidentemente piace il design (gli altri si sa sono tutti superficiali), pc piu' economico e moddabile, con questo ci gico, l'altro lo sfoggio.......... ufff.
    non+autenticato
  • Ricky,
    mi permetto di non concordare con te. Sono un professionista dell'ITC e lavoro tutti i giorni su Winzoz, purtroppo, oltre che su Unix. Sicneramente non ne potevo più di un sistema operativo (WinXP) che ti costringe a resettare e reinstallare tutto quanto ogni 12 mesi, oppure con applicazioni che si piantano e piantino la macchina spesso e volentieri. Insomma, per casa volevo finalmente un sistema che mi permettesse di concentrarmi su quello che volevo ottenere, e non sui problemi di sistema. E sono passato all'iMac. Non è solo per fighetti, ma per lavorarci. Infatti ho anche convinto amici che lavorano nel montaggio professionale di video a passare a Mac e ne sono ben contenti.

    La politica di Apple, che può essere in parte discutibile, è quella di dare un sistema Stabile Funzionante (It just works!), anche se al prezzo di non poter sostituire più di tanto la componentistica interna. Comunque in un anno di uso intenso, il mio iMac non ha mai avuto segni di cedimento. E se qualche applicazione ogni tanto si pianta (capita con sw non apple...), si pianta solo quella Sorride

    Io continuo a consigliare ad amici, SOPRATUTTO i non informatici, di passare al mac. Il costo iniziale se lo ripagano in meno stress e telefonate x richieste di aiuto agli amici informatici!
    Marco
    non+autenticato
  • Il costo iniziale se lo ripagano in meno stress e telefonate x richieste di aiuto agli amici informatici!

    Sono in dubbio con questo concetto..

    Il mio amico aveva Windows XP ed è passato all'iMac.
    Ora mi chiama TUTTI i giorni per chiedermi se esiste quel programma nella versione per il Mac, come si fa a chattare con MSN (visto che a lui non gli va), come si possono ritoccare le foto, come si fa questo, come si fa quell'altro..
    E' una vera palla!

    (scusa luca ma è vero!)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky
    > Salve, tempo fa decisi di compeare un portatile
    > mac,tanto per diversificare i 2 pc,fisso
    > (windows) e portatile
    > (macosx).
    > Devo dire che non mi trovo male,tutto sommato se
    > non fai lo smanettone uno vale
    > l'altro.
    > Ma se smanetti iniziano le differenze...ad
    > esempio sul mio pc di casa posso montare un
    > processore da 200 euro e tirarlo senza problemi
    > sino a superare il processore di punta della
    > serie che ne costa 900...con mac posso fare la
    > stessa cosa?non credo...sono blindatissimi
    > perche' e' idea di apple non la STABILITA' ma la
    > NON GESTIBILITA'..vogliono essere loro a dettare
    > le regole e non
    > viceversa.

    Effettivamente la Apple ha il monopolio nella vendita dei Macintosh...
    la questione é: quanti si comprano un computer (a quanto sembra) solo per cambiargli i componenti un giorno, cioé "smanettano" e quanti chiedono un computer che lo tiri fuori dalla scatola, lo colleghi alla presa di corrente e ci puoi lavorare?

    > Quindi, per
    > lavorare,giocare,smanettare,RISPARMIARE uso pc
    > con wnZoz mentre per giare e fare il fighetto con
    > l'oggetto dal design piu' fico uso
    > apple...

    in ufficio (grafica) abbiamo una 15ina di powermac G5 da almeno 5 anni e mai nessuno ha dato un problema: direi che quel poco in più che sono stati pagati (se così é) é stato ampliamente ricompensato.

    > daltronde piu' che il S.O. e' il design
    > della mela che tanto attira la gente,come per i
    > cellulari ed altre diavolerie
    > tecnologiche.

    la gran parte della gente si compra un PC perchè al centro commerciale quello vede e quello prende; chi si compra un Mac lo prende perchè sa cosa vuole.

    > Tanto per dire,con il costo di questo portatile
    > ne comperavo uno assai meglio accessoriato non
    > apple.
    > Poi ci mettevo ubuntu 7.04 assieme al vecchio
    > windows ed ero a
    > posto.

    perchè non l'hai fatto?

    > Un altro difetto e' proprio questo,troppo costosa
    > per quello che offre,anche adesso che ha
    > ritoccato i prezzi verso il
    > basso.

    Trovami un'altro all-in-one da 1000 euro...
  • sei proprio un troll dei più ridicoli, oltre che malinformato... ti consiglio di comprarlo davvero un mac
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky

    > Ma se smanetti iniziano le differenze...ad
    > esempio sul mio pc di casa posso montare un
    > processore da 200 euro e tirarlo senza problemi
    > sino a superare il processore di punta della
    > serie che ne costa 900...con mac posso fare la
    > stessa cosa?

    Credo di si, in fondo il processore e' un Intel.

    > Quindi, per
    > lavorare,giocare,smanettare,RISPARMIARE uso pc
    > con wnZoz mentre per giare e fare il fighetto con
    > l'oggetto dal design piu' fico uso
    > apple...daltronde piu' che il S.O. e' il design
    > della mela che tanto attira la gente,come per i
    > cellulari ed altre diavolerie
    > tecnologiche.

    Per RISPARMIARE (Tutto maiuscolo come dici te) potevi evitare di comperare un PC che non usi, ora che ce l'hai anche se usi wnZoz (Come dici te) non risparmi una beneamata favaSorride
    Se veramente hai bisogno di un Apple che non usi per fare il figo, comperati un pezzo di cartone bianco e incollaci sopra lo sticker di una mela. Nessuno se ne accorgera'. E tu potrai continuare a credere di essere un fighetto.
    11237
  • Forse non sono stato chiaro...
    Ho 2 pc che uso...e siccome il mac ep un portatile lo uso MENO del fisso che e' quello piu' potente e piu' gestibile.
    Un ALL IN ONE come dite voi a meno di 1000 euro lo si trova comodamente e molto piu' potente di uno pari MAC.
    Si batte sempre sulla grafica come se la gente lavorasse solo con quella ma alla fine i mac sono pochi i pc infinitamente di piu'.
    Come mai?Eppure i mac esistono da anni...
    Comunque sia il mio pc windows ha cambiato hardware nel tempo e si e' allineato con poca spesa e restado pienamente compatibile,come si usa i casa mac.
    Solo che ho speso infinitamente di meno...
    Windows si pianta a chi fa casino e non sa' blindare il proprio OS,a Me personalmente non ha mai dato problemi,da windows 2000 sino a VISTA che non mi sta' dando problemi ed e'pure la versione a 64 bit...scuramente meno supportata in assoluto dai produttori sia software che hardware.
    Dove lavoro abbiamo pc ancora P3 con win 2000 che DA ANNI funzionano con un minimo di 10 software di vario livello installati ed aggiornati,i problemi sono per lo piu' legati agli hd che dopo un tot di anni ci lasciano.
    Quindi?
    Quindi guardate un mac...e ditemi cosa vi colpice.
    L'ESTETICA...arma potente con cui apple ha venduto molto piu' di quello che avrebbe dovuto.
    Lavoro e mi diletto con entrambi i mondi...win e osx e possi dirvi che per lavorare ,escluse peculiarita' di quello o quell'altro os, sono validi entrambi.
    Sul resto il divario e' evidente,compresi i costi.
    A me non stanno simpatici ne Microsoft ne Apple, quindi finitela col dire che sono di parte.
    L'unica cosa che non sono ancora riuscito a quantificare e' il costo di una rete aziendale ,con tutti i servizi del caso, con win e con osx.Chi da' il miglior rapporto prezzo/prestazioni.
    Sino ad oggi ho potuto solo vedere reti MISTE, sarei grato a chi potesse darmi questa informazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky
    > Forse non sono stato chiaro...
    > Ho 2 pc che uso...e siccome il mac ep un
    > portatile lo uso MENO del fisso che e' quello
    > piu' potente e piu'
    > gestibile.
    > Un ALL IN ONE come dite voi a meno di 1000 euro
    > lo si trova comodamente e molto piu' potente di
    > uno pari
    > MAC.

    Falso.
    Mostramelo, pls.

    > Si batte sempre sulla grafica come se la gente
    > lavorasse solo con quella ma alla fine i mac sono
    > pochi i pc infinitamente di
    > piu'.

    Usi la macchina fotografica digitale? Allora usi la grafica. Grafica mica significa solo photoshop, eh?

    > Come mai?Eppure i mac esistono da anni...

    Semplice: perchè a suo tempo IBM riuscì a piazzare le sue macchine negli uffici. E ci mise MS-DOS. E le aziende addestrarono migliaia di dipendenti all'uso di MS-DOS. E quando si trattò di aggiornare i sistemi, in una concatenazione di eventi, MS-DOS fu sostituito con il sistema MS che si poteva installare sulle stesse macchine nelle quali girava DOS. E quando si trattò di aggiornare l'hw, le aziende comprarono quelle su cui girava sw MS, per evitare di dover formare le persone ogni volta su un sistema differente. E queste stesse persone, che ormai conoscevano i PC e Win, quando si poterono permettere di comprare un computer per casa scelsero la comodità di comprare i computer che già conoscevano. Non fu una scelta. Fu opportunismo.
    Tutto questo discorso è andato bene per chi usava i computer essenzialmente come un terminale. Per chi aveva bisogno di qualcosa di più di una macchina di calcolo, la scelta è caduta sui mac. Guarda caso le agenzie pubblicitarie, le redazioni di giornali, le aziende di ricerca medica, hanno scelto i mac, ambiti dove le macchine della mela sono la maggioranza.

    > Comunque sia il mio pc windows ha cambiato
    > hardware nel tempo e si e' allineato con poca
    > spesa e restado pienamente compatibile,come si
    > usa i casa
    > mac.
    > Solo che ho speso infinitamente di meno...
    > Windows si pianta a chi fa casino e non sa'
    > blindare il proprio OS,a Me personalmente non ha
    > mai dato problemi,da windows 2000 sino a VISTA
    > che non mi sta' dando problemi ed e'pure la
    > versione a 64 bit...scuramente meno supportata in
    > assoluto dai produttori sia software che
    > hardware.


    Bene: tu sei un meccanico che può fare manutenzione alla tua macchina da corsa estrema.

    Il 99% delle persone non è un meccanico, e gli serve un elettrodomestico da accendere ed usare senza dover chiamare ogni 15 giorni qualcuno che sistemi magagne.

    > Dove lavoro abbiamo pc ancora P3 con win 2000 che
    > DA ANNI funzionano con un minimo di 10 software
    > di vario livello installati ed aggiornati,i
    > problemi sono per lo piu' legati agli hd che dopo
    > un tot di anni ci
    > lasciano.

    Io ho in casa circa 50 processori su cui gira win con vari sw ad alta richiesta di risorse. Sono costretto, anche solo per far funzionare la rete in maniera decente, ad avere un IT, che mi tenga aggiornati gli antivirus e controlli che la mia rete non venga aperta troppo spesso dall'esterno.

    Ho anche 20 processori su cui gira OSX: l'IT non ne sa nulla, perchè non gli serve di conoscerlo. Non hanno mai problemi di nessun genere, non deve tenere aggiornati gli antivirus e quando un cliente mi arriva con il suo mac, non ho il timore che mi passi qualche malware, non devo seguirlo per entrare in rete o per usare una stampante sharata.

    > Quindi?
    > Quindi guardate un mac...e ditemi cosa vi colpice.
    > L'ESTETICA...arma potente con cui apple ha
    > venduto molto piu' di quello che avrebbe
    > dovuto.
    > Lavoro e mi diletto con entrambi i mondi...win e
    > osx e possi dirvi che per lavorare ,escluse
    > peculiarita' di quello o quell'altro os, sono
    > validi
    > entrambi.

    Tu sei EVIDENTEMENTE uno che il computer in azienda lo usa e basta. Non ne devi fare manutenzione o aggiornamenti vari. Allora vedresti che, dal punto di vista imprenditoriale, il fatto che i mac siano virtualmente immuni dai problemi abituali di win è un vantaggio enorme per l'azienda. mezza giornata di fermo macchina per aggiornare ed ottimizzare un sistema costa.

    > Sul resto il divario e' evidente,compresi i costi.

    Io ho un IT che pago 1500euro al mese solo per i PC. Non mi parlare di costi dei PC paragonati ai mac. L'efficienza dell'HW e del SW Apple è enormemente superiore.
    Con un PCwin hai una f1 che fa si 350 kmh, ma che ogni 600km ha bisogno di manutenzioni oscene.
    COn un Mac vai a 300 kmh, ma lo fai per 10000km senza dover aprire il cofano. chi produce di più?
    Io ogni mese devo praticamente comprare un nuovo PC per poter far funzionare quelli che ho.

    > A me non stanno simpatici ne Microsoft ne Apple,
    > quindi finitela col dire che sono di
    > parte.
    > L'unica cosa che non sono ancora riuscito a
    > quantificare e' il costo di una rete aziendale
    > ,con tutti i servizi del caso, con win e con
    > osx.Chi da' il miglior rapporto
    > prezzo/prestazioni.
    > Sino ad oggi ho potuto solo vedere reti MISTE,
    > sarei grato a chi potesse darmi questa
    > informazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: liosandro
    > - Scritto da: Ricky

    > > Come mai?Eppure i mac esistono da anni...
    >
    > Semplice: perchè a suo tempo IBM riuscì a
    > piazzare le sue macchine negli uffici. E ci mise
    > MS-DOS. E le aziende addestrarono migliaia di
    > dipendenti all'uso di MS-DOS. E quando si trattò
    > di aggiornare i sistemi, in una concatenazione di
    > eventi, MS-DOS fu sostituito con il sistema MS
    > che si poteva installare sulle stesse macchine
    > nelle quali girava DOS. E quando si trattò di
    > aggiornare l'hw, le aziende comprarono quelle su
    > cui girava sw MS, per evitare di dover formare le
    > persone ogni volta su un sistema differente. E
    > queste stesse persone, che ormai conoscevano i PC
    > e Win, quando si poterono permettere di comprare
    > un computer per casa scelsero la comodità di
    > comprare i computer che già conoscevano. Non fu
    > una scelta. Fu
    > opportunismo.

    Io tra l'altro ho perso il conto di quelli che mi dicono "é bello e stabile il Mac... ma non posso giocarci"
  • è interessante come la storia viene modificata...
    i pc ibm hanno avuto successo SOLO ED ESCLUSIVAMENTE perché costavano poco, il resto sono speculazioni da nerd-wikipedia-linuxaro-qualcosa, se non l'avete vissuta non parlate perché leggete su wikipedia
    io c'ero, e vi garantisco che l'unico motivo per cui uno comprava un pc e non un mac è perché costava MOLTO di meno (si parla di ordini di grandezza quasi, un pc decente 2-3 milioni, un mac 6-7-15!!, andiamo su)
    il mac fino ad osx faceva schifo, l'unico programma che ci girava senza crashare era photoshop, prima che la apple diventasse un azienda di design (ovvero prima che la mela diventasse bianca) nessuno dava retta ai mac, avevano si e no l'1% del mercato (forse di meno), il boom c'è stato quando la apple ha deciso di diventare un azienda di design e di cavalcare le mode del momento (ipod sparato in tutti i video musicali)
    non+autenticato
  • Leggo sempre con interesse le vostre notizie e vorrei integrare qualcosa detta dallo stimato Galimberti che saluto.
    Leggo nella confezione iLife 8 e riporto: Requisiti - Computer Mac con un processore Intel, PowerPC G5 o PowerPC G4 ecc.
    Come mai (se ho letto bene) si dice che sono esclusi i G4?
    Grazie e cari saluti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Roberto Celano

    > Leggo nella confezione iLife 8 e riporto:
    > Requisiti - Computer Mac con un processore Intel,
    > PowerPC G5 o PowerPC G4 ecc.
    > Come mai (se ho letto bene) si dice che sono
    > esclusi i G4?

    I G4 non sono "esclusi" da iLife, ma solo da iMovie.
    Non ho sottomano la confezione, ma i requisiti di sistema per le singole applicazioni li puoi leggere direttamente qui <http://www.apple.com/it/ilife/systemrequirements.h...;

    cit:
    "[iLife richiede] Computer Mac con processore Intel, PowerPC G5 o PowerPC G4.
    iMovie richiede un computer Mac con processore Intel, Power Mac G5 (dual a 2,0GHz o superiore) oppure iMac G5 (a 1,9GHz o superiore)"

    ciao
  • > iMovie richiede un computer Mac con processore
    > Intel, Power Mac G5 (dual a 2,0GHz o superiore)
    > oppure iMac G5 (a 1,9GHz o
    > superiore)"
    >
    > ciao

    io non ci ho capito niente con questi requisiti di sistema, secondo me sono solo fumo negli occhi di chi ci crede.
    ho visto fare montaggi professionali su mac mini intel con 2G di ram, la velocità è uguale o migliore di quella di un Power PC G5 con 2G.
    Tutti sono convinti che servano requisiti hard immensi, ma oltre allo spazio e al processore e ad un minimo di ram e di scheda video non serve altro. Parlo di final cut, e imovie. la potenza di un attuale mac mini basta e avanza.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)