Dario D'Elia

La tv? Fa male ai giovani

Uno studio neozelandese indica che che molte ore di televisione possono danneggiare i bambini che, da adolescenti, rischiano di soffrire di disturbi dell'attenzione

Roma - L'ultimo studio sui danni provocati dalla televisione giunge dalla lontanissima terra dei Maori. Secondo un team di esperti della University of Otago di Dunedin (Nuova Zelanda), la fruizione di più di due ore al giorno di televisione, in età infantile, può provocare problemi di attenzione durante l'adolescenza.

"I ragazzi che guardano più di due ore di televisione al giorno durante l'infanzia, e in particolare quelli che superano le tre, hanno sintomi di disturbo dell'attenzione nell'adolescenza al di sopra della media", ha scritto Erik Landhuis, ricercatore neo-zelandese, in un articolo pubblicato sulla testata specializzata Pediatrics.

Per problemi della soglia dell'attenzione generalmente si intende una certa facilità alla distrazione e difficoltà nella concentrazione. I ricercatori, inoltre, sono convinti che questa "patologia" non trovi giustificazione in fattori correlati all'intelligenza, alle condizioni socio-economiche della famiglia o ad altri elementi generici.
"Quest'ultimo studio completa il quadro di indizi che dovrebbe suggerire ai genitori di limitare i consumi televisivi dei propri figli", ha aggiunto il ricercatore Bob Hancox. Come riporta New Scientist, il gruppo neozelandese ha studiato attentamente le abitudini e i comportamenti di più di mille bambini di Dunedin, tra l'aprile del 1972 e il marzo del 1973. Ai tempi venne rilevato che i bimbi tra i 5 e 11 anni guardavano la tv non più di 2,05 ore alla settimana; quelli tra i 13 ai 15 anni circa 3,1 ore al giorno. I bambini che erano abituati ad un gran consumo televisivo hanno poi continuato negli anni. Ed anche se hanno interrotto la loro "dipendenza" - sempre secondo lo studio - sono stati rilevati comunque gli stessi effetti.

"Questo suggerisce che gli effetti collaterali possono protrarsi a lungo", ha suggerito Landhuis. Le ipotesi che si nascondono dietro a questa relazione fra tv e disturbi sono molte: una è che il rapido alternarsi di scene possa sovra-stimolare lo sviluppo del cervello dei bambini, rendendo di conseguenza la realtà "noiosa". "Proprio per questo motivo i bambini che guardano molta tv possono diventare intolleranti nei confronti della attività ordinarie, come ad esempio i compiti", ha aggiunto Landhuis.

La seconda ipotesi è che la fruizione televisiva possa sostituire le altre attività che stimolano la concentrazione, come la lettura, i giochi, lo sport. L'abitudine alla passività televisiva potrebbe influire sul resto.

Landhuis ha voluto però sottolineare che questo studio non basta a dimostrare con certezza che i problemi di attenzione siano generati dalla tv; potrebbero essere gli stessi bambini con problemi a subire più facilmente il fascino catodico. E dunque? Il ricercatore si dice certo che, di base, grandi quantità di televisione facciano male. Un'affermazione a cui, forse, può giungere il buon senso dei genitori più responsabili.

Dario d'Elia
28 Commenti alla Notizia La tv? Fa male ai giovani
Ordina
  • E' verissimo !! E' molta la gente che anche dopo pochi minuti non riesce a farne a meno e , a mio parere la cosa è MOLTO grave!! Rischia di diventare una m,alattia ! STIAMO ATTENTI!


    sofia
    non+autenticato
  • se influisce i metodi per riparare completamente i problemi quali potrebbero essere? stare molto meno in tv e al pc? altre?
    non+autenticato
  • Anche il computer scaturisce questi tipi di problemi? molti al computer passano 3. 4 o 5 ore.. influisce allo stesso modo, di meno o per niente?
    non+autenticato
  • Già...risciano di diventare più scemi di chi è cresciutoin tempi in cui il televisore non c'era. Solo che...non è che mi sembrano tanto normali i vecchi di oggi.
    Herman Hesse diceva che la psicanalisi è utile per scrivere libri, ma non è attraverso essa che si può giungere al cuore di un uomo. Oggi, poi, che gli psicanalisti sono opinionisti e star...chettelodicoaffà a che serve
    non+autenticato
  • Io da tanto combatto con mia madre (70 anni) che pur essendo sana e lucida, vive la sua vita a guardare la gente che litiga (per finta) in televisione.

    Le mia soluzione è semplice:

    LA TELEVISIONE A PEDALI !!!

    Se non pedali, l'immagine piano piano si scurisce sempre di più. Questo evita la passività cerebrale così dannosa nella fruizione televisiva. Inoltre, con questo sistema, la televisione la guardi solo se ti interessa quel che vedi e non, come capita spesso, perché non hai voglia di fare niente altro. Questa attività motoria farebbe anche bene alla salute e il calo di patologie cardiovascolari porterebbe ad un risparmio di farmaci e di spese mediche.
    E' geniale, e quindi non verrà mai adottata!

    Un altro sistema è il canone televisivo "a fruizione". Più guardi e più paghi. Sarebbe anche uno strumento di giustizia sociale per chi giustamente la TV la guarda con misura. Ci sono dei problemi tecnici nel realizzarla, ma tutt'altro che insormontabili.

    Vabbè ciao.
    Vado a preparare lo striscione per il V-Day.
  • la tv a pedali c'è già su iwantoneofthose
    non+autenticato
  • - Scritto da: PedroMaltese
    > Un altro sistema è il canone televisivo "a
    > fruizione". Più guardi e più paghi. Sarebbe anche
    > uno strumento di giustizia sociale per chi
    > giustamente la TV la guarda con misura. Ci sono
    > dei problemi tecnici nel realizzarla, ma
    > tutt'altro che
    > insormontabili.

    Benissimo BRAVO! ora hai dato un'altra idea per spillarci soldi... complimentoni....

    Non è giusto che tutti paghino per gli errori/disturbi di persone senza cervello che si rimbambiscono davanti alla tv...

    ok a parete il fatto che io tv ne guardo quasi 0 potrebbero far lo stesso con i pc (del resto è risaputo che chi fa uso intenso di tecnologie quali pc cellulari ecc. ha disturbi nella memoria)
    ti va bene lo stesso la tua proposta? ma sì poi dato che ci sono incidenti sulle strade facciamo che oltre alla benzina devi pagare un tot ogni km fatti su strade statali, il doppio se viaggi di notte... e poi perché no? mettiamo che l'alcohol costa 10 euro al centilitro... e via dicendo....
    NONSENSO

    Il cervello ce l'abbiam e dobbiamo usarlo almeno un poco...
    mi spiace solo del fatto che chi non ce l'ha venga poi "USATO" dai mass media... sob
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)