Mozilla e l'amore per Safari

Ne parla in una intervista Tristan Nitot, presidente di Mozilla Europe

Roma - "Il mio sogno è che loro (Apple, ndr.) scelgano la combinazione Mozilla - Gecko - Webkit e lascino perdere Safari. Noi vediamo Safari e Firefox alleati nel portare diversità al Web". Così Tristan Nitot, presidente di Mozilla Europe, in una breve intervista rilasciata a TechCrunch.

Il grande "nemico"? Microsoft ovviamente. "Non siamo contro Microsoft - specifica Nitot - siamo contro il monopolio di Microosft". A suo dire, parafrasando il film "Spiderman", "ai livelli più bassi di Microsoft ci sono persone proprio come me, gente che capisce la rete e la forza degli standard web, gente che capisce che, citando Spiderman, da un grande potere deriva una grande responsabilità".

E il DRM? "Non credo che il DRM abbia un futuro - spiega Nitot - trattare i propri clienti come ladri non fa bene agli affari. Oggi il cliente è il Re, ma (in quel caso, ndr.) vengono prima considerati dei ladri".
12 Commenti alla Notizia Mozilla e l'amore per Safari
Ordina
  • i programmatori mozilla sono proprio alla frutta, si sono ridotti a usare le frasi dei film di hollywood, come i professori di un tempo citavano in latino virgilio.

    che tristezza, e' proprio vero che nell'open source manca cultura.
    non+autenticato
  • Quando non si possono attaccare le idee o i progetti di una persona allora lo si attacca personalmente. Uno dei modi più meschini per cercare di screditare il lavoro altrui che a te, personalmente, non ruba un singolo centesimo di euro.
    non+autenticato
  • vorrei capire DOVE hann oattaccato! su punto informatico esistono solo dei windowsari che non fanno altro che lamentarsi dell'opensource e mac! ma se lo facessero in modo costruttivo...
    non+autenticato
  • Perché citare in latino significa non avere cultura ???
    non+autenticato
  • - Scritto da: leo
    > Perché citare in latino significa non avere
    > cultura
    > ???

    forse si voleva dire che le persone istruite usano frasi celebri di grandi scrittori del passato, i linari invece cresciuti a patatine e fumetti giapponese, non possono pescare nozioni da altro posto se non il mondo dei manga.
    non+autenticato
  • Nonostante l'offesa che potrei sentire sulla mia pelle, in quanto sono appasiionato di fumetti e sono un linuxiano, vorrei fasr notare che un'alternativa valida deve esserci per non lasciare il monopolio dei browser win32 ad un IE che ha un motore di rendering indistinguibile da quello di una patata lessa, questo non solo per motivi ideologici o anti-microsoft ma soprattutto antitrust. Infatti se una sola forza controlla la piazza del libero pensiero, come personalmente considero la rete, chi impedirà di "neutralizzare" i contenuti non graditi impedendone la visualizzazione? Citando il Giovenale "Quid custodiet ipsos custodes?"
    non+autenticato
  • "Il mio sogno è che loro (Apple, ndr.) scelgano la combinazione Mozilla - Gecko - Webkit e lascino perdere Safari. Noi vediamo Safari e Firefox alleati nel portare diversità al Web".

    In che modo sopprimere una alternativa incrementerebbe la diversità???
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 settembre 2007 18.24
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: mythsmith
    > "Il mio sogno è che loro (Apple, ndr.) scelgano
    > la combinazione Mozilla - Gecko - Webkit e
    > lascino perdere Safari. Noi vediamo Safari
    > e Firefox alleati nel portare diversità al
    > Web".
    >
    > In che modo sopprimere una alternativa
    > incrementerebbe la diversità???

    se Apple adottasse Firefox, la diffusione di FF aumenterebbe e di conseguenza la sua importanza, anche perché sarebbe il browser "ufficiale" di MacOS quindi sarebbe ancora più difficile per un soggetto della rete non supportarlo.
    La diversità è rispetto a Internet Explorer, e in questo caso è meglio avere un'alternativa forte che due alternative deboli.
    Si può essere d'accordo o meno, ma il suo ragionamento credo sia questo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mythsmith
    > In che modo sopprimere una alternativa
    > incrementerebbe la
    > diversità???
    >

    ...infatti la frase è fondamentalmente insensata: lasciare perdere del tutto Safari non sarebbe consigliabile per Apple. Certo, poi andando a vedere di che si tratta, Safari esce semplicemente distrutto da un confronto con Camino (per chi non lo sapesse, un Firefox con l'interfaccia scritta in cocoa); dunque è palese come NON sia il miglior browser per un utente mac. E men che meno per un utente windows. Dal punto di vista funzionale, il consiglio non è del tutto insensato: Apple, lascia perdere il TUO motore di rendering, adotta Gecko e impegnati piuttosto in un browser che integri quel motore in OS X in maniera perfetta (cioè, un Camino migliorato). Dal punto di vista della diversità di opzioni... beh, parliamone. Sorride
    non+autenticato
  • ok, ma non capisco cosa c'entri webkit: è proprio il motore di rendering di safari (e di molte altre parti dell'os)!
  • come non detto: capito.

    in pratica webcore è il motore di rendering di safari, webkit il framework che lo rende disponibile a tutto il sistema. in pratica vorrebbe sostituire gecko a webcore, cosa che potrebbe anche non essere male…
  • Mah........stanno rosicando perchè la apple non aveva scelto Gecko per il suo browser.... Poi dovrebberò stare zitti loro, visto che Google teneva artificiosamente incompatibili, i suoi servizi con Opera e Safari.....
    Sgabbio
    26177