UE: confermata multa Microsoft

L'attesa decisione della Corte Europea sul ricorso presentato dall'azienda contro la megamulta comminata dall'Antitrust comunitario è arrivata

Bruxelles - Microsoft dovrà pagare 497 milioni di euro come richiesto dall'Antitrust europeo. Lo ha stabilito pochi minuti fa il Tribunale di prima istanza, in una decisione attesa da molte ore e che, nei fatti, conferma quanto stabilito nel 2004 dalla Commissione Europea.

La sentenza del Tribunale non chiude il lungo braccio di ferro tra il big di Redmond e la Commissione Europea ma rappresenta un punto fermo, anche perché con una sola eccezione tutte le richieste dell'Antitrust sono state accolte.

L'unica ad essere bocciata, come aveva peraltro richiesto Microsoft, è l'idea di nominare a spese di Microsoft un esperto indipendente che avrebbe dovuto valutare il comportamento dell'azienda per quanto attiene al rispetto delle disposizioni antitrust.
Ora Microsoft ha due mesi per appellarsi alla Corte europea di Giustizia contro la decisione del Tribunale.
43 Commenti alla Notizia UE: confermata multa Microsoft
Ordina
  • Non pensa di poter essere utile anche agli altri il sig. GATES?
    non+autenticato
  • Se veramente volevno trovare una soluzione l'avrebbero gia' fatto.

    Nel 97 avrebbero detto, hai 3 anni per mettrti in regola, se non lo fai il tuo SO e' fuori dal mercato.
    Nel 2000 avrebbero controllato la situazione e chiuso Milano.
    Nel 98 poi proponevano una cosa del tipo: dal 2002 tutti iSO per computer della PA devono essere basati su certi standard, chi non li support o e' incompatibile, va fuori.

    Il problema e' che in questo modo gli avvocati avrebbero perso anni di lavoro.
    Molto facilmente se io fossi avvocato/legale avrei fatto la stessa cosa, anni di lavoro su un singolo cliente ( ma vuoi mettere).

    Sicuramente in questo periodo ( come suo diritto ) MS tirera' fuori dei cavilli legali in modo da tirare avanti per altri anni la causa e ..... vai di legali.

    Leggo dai commenti:

    > beh vista la fine che ha fatto Netscape...

    se ha avuto una politica commerciale da kamikaze non e' colpa della MS.

    > Windows e funzionare nella stessa frase sono un ossimoro.

    fino a qualche tempo fa era vero, ma dal 99 ( windows 2000) si puo' dire che funziona ( non sara' perfetto, ma considerando che e' un prodotto MS ... ).

    > Di sistemi operativi fantastici ce ne sono stati 2
    > oltre a Linux (e ai vari *BSD compreso MacOSX),
    > erano OS/2 e BeOS

    purtroppo con un supporto HW/SW/Altro nullo o quasi.

    Win95, a costo di fare porcherie, si e' messo in testa che il supporto a queste cose era fondamentale.

    > perché ricattati da questa di aumento del prezzo o
    > revoca delle licenze OEM.

    fino a quando esiste la possibilità di fare accordi di esclusiva, questo sara' legale.
  • In un primo tempo non aspettavo altro che questa multa, di vedere e sentire le parole che Microsoft doveva pagare le sue scorrettezze.Ora è passato del tempo, ho avuto modo di vedere meglio la situazione, di rifletterci e purtroppo l'unica colpa che Microsoft può addossarsi è il monopolio, lo scopiazzamento di roba di altri per farselo proprio.
    Sulla questione Windows Media Player credo ci sia un giro di motivi ben più validi, almeno spero...Windows Media Player viene dato con Windows ma la scelta del player da usare c'è sempre stata, c'è sempre stato modo di toglierlo Media Player e usare qualunque altro software per ascoltare musica o vedere film.Inoltre qua non è colpa di Microsoft se Windows è su tutti i pc...sono gli altri che hanno deciso di supportare Windows e di ostacolare in ogni modo Linux, molti driver ci sono per Windows ma non per Linux, come programmi, giochi ecc.
    La Microsoft ha dato Windows con l'indispensabile per permettere all'utente finale di usare subito, almeno nelle parti più semplici, il computer, sono i suoi partner (HP,Acer...) che hanno favorito il monopolio di Windows, che hanno deciso di favorire Windows e basta.
    Microsoft non ha mai impedito a nessuno di usare qualcosa di diverso, dico VLC e i programmi opensource su Windows girano, non ha mai sbarrato la strada a nessuno.
    Io credo che la colpa non sia solo di Microsoft ma anche dei suoi partner.Molti appena uscito Vista (HP E' UNA) hanno sbarrato Windows XP, tagliato fuori subito.
    Non si può tagliare la strada ed il supporto a Windows XP così su due piedi, anche se è uscito un nuovo sistema operativo!
    Inoltre non è Windows Vista ad andare male, da quello che ho visto ci sono problemi di compabilità fra programmi, giochi, driver ma credo che la Microsoft abbia fornito quantomeno le specifiche per permettere a tutti di fare le cose funzionanti su Windows Vista, se ci sono problemi è perchè gli altri non si sono mossi perchè o volevano aspettare e vedere come era la situazione, o perchè non c'è stato tempo sufficiente per offrire software, hardware compatibile con Vista.Windows XP funziona ma perchè dopo 5 anni lo si conosce e capisce quindi anche come muoversi per risolvere problemi, stessa cosa è per WinVista.Non è Windows che va in panne, sono i programmi terzi che fanno del macello su Windows...Linux è aperto e quindi è chiaro che la roba opensource su Linux vada meglio ma giocano due fattori: 1)Linux è aperto e tutti possono fare le cose molto meglio; 2)Linux non è usato dal 90% degli utenti e quindi i virus writer come i partner ms, non hanno molto interesse verso Linux ma solo su Windows, questo non si significa però ostacolarne la crescita e l'utilizzo.
    Un'altro punto a favore della Microsoft è la diffusione via P2P di Windows, che lo hanno sicuramente favorito nel suo ruolo (è brutto dirlo ma vabbè...) di monopolista .Io dal canto mio posso solo dire che multare microsoft per la questione media player è assolutamente un motivo da discutere, poi non so se dietro c'è qualcosa di più (che sicuramente ci sarà spero!!) ma qua devono farsi avanti i concorrenti per farci capire meglio la reale situazione, quel che è certo è che fare software compatibile per Windows senza le dovute informazioni, è un prenderci.
    Concludo che mi dispiace per Microsoft, spero sia un esempio per tutti che giocare sporco o usare metodi non proprio onesti, prima o poi la verità viene a galla.
    Io userò sempre Windows, Office ecc, ma non voglio finire sottotorchio, spiato, controllato in qualunque cosa, come avviene in WinVista ed è l'unica cosa per cui multerei Microsoft e tutte le major e softwarehouse che fanno così.
    Coraggio Ray Ozzie, coraggio Bill Gates...io credo ancora in voi...
  • Hemmm HP, Acer ed altri produttori hanno deciso di appoggiare Micro$oft perché ricattati da questa di aumento del prezzo o revoca delle licenze OEM. Se ti aumento anche di pochi dollari le licenze di Win ti obbligo ad aumentare il prezzo dei tuoi PC che automaticamente diventano anticoncorrenziali in gare d'appalto e sugli scaffali dei mediamarket accanto a quelli di concorrenti che invece sono lieti di sottostare al ricatto.

    Dell e i suoi dirigenti anche europei hanno affermato questi comportamenti anche pubblicamente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Msdead
    > Ora è
    > passato del tempo, ho avuto modo di vedere meglio
    > la situazione, di rifletterci e purtroppo l'unica
    > colpa che Microsoft può addossarsi è il
    > monopolio, lo scopiazzamento di roba di altri per
    > farselo
    > proprio.
    > Sulla questione Windows Media Player credo ci sia
    > un giro di motivi ben più validi, almeno
    > spero..

    controllare il sistema di riproduzione dei contenuti multimediali del futuro significa avere in mano tutta la televisione e la musica del futuro (che passerà dentro un computer).

    Prendi i grandi broadcaster televisivi (FOX, CBS, Universal, BBC, RAI, Mediaset, ecc...) prendi le mayor discografiche (EMI, ecc...) prendi tutte le radio (RDS, DJ, ecc...) prendi anche le mayor di Hollywood (20th, MGM, Disney)... adesso immaggina che tutti questi signori dovranno un giorno fare i conti magari con la M$ perché media player è il player di default di Windowz e non c'è altra scelta (come lo è stato per Explorer per molto tempo)

    Se conosci l'inglese leggi questo articolo è lungo ma fa capire che sono anni che M$ osteggia e boicotta (al punto di sabotarlo volontariamente) il player della Apple QuickTime, perché M$ sa benissimo quali sono i vantaggi di avere un media player unico:

    http://www.roughlydrafted.com/RD/RDM.Tech.Q1.07/5F...

    Fan AppleFan Linux
    non+autenticato
  • Sarebbe meglio costringere le aziende di hardware che vogliono vendere in europa i loro prodotti a renderli pienamente compatibili con windows e con linux in modo che sia l'utente a scegliere. Così come si obbliga un produttore a rispettare le norme di sicurezza per poter vendere in UE.

    Avere in windows wmp non ha mai impedito a nessuno di provare o usare 1000 altri player.

    Mentre lo scoglio della non compatibilità hardware scoraggia molti. E questo indipendentemente dal fatto che microsoft abbia ragione o torto.


    http://altagradazione.blogspot.com/
    Alta Gradazione
    non+autenticato
  • Amen! Questo è vangelo!
  • Però una legge fatta così, senza una base, uno studio tecnico alle spalle, finirebbe vicina alle boiate che sparano Frattini e co. tutti i giorni.
    Va bene fare la legge che obbliga i produttori di hardware a scrivere driver (non starebbe male anche una legge per i 2 anni di garanzia senza scaricarne metà sui rivenditori) ma ci vorrebbe anche la contro risposta al solito vecchio problema che questi produttori rivolgerebbero: "per quale distro scriviamo ed ottimizziamo i nostri driver ?".
    Pensare di obbligarli all'open source, ad aprire i sorgenti dei loro driver, vuol dire prendersi un maxi calcio in culo ancora che l'UE è tutto meno che comunista quindi la soluzione sarebbe venire in contro ai produttori promuovendo degli standard nello sviluppo delle distro, standard però che dovrebbero essere promossi dalla comunità...
    non+autenticato
  • LINUX HA SOLO DA PERDERCI DA QUESTA SENTENZA, se passa infatti il concetto che non e' LEGALE creare monopoli forzati, diventera' illegale l'obbligo di instalare su inux solo programmi gpl3.

    A pagare la multa questa volta sarano pero' i cittadini perche' si sa' linux non fa a capo a nessuno e la comunita' ne e' clpevole,


    linux ha fallito, due volte. anzi tre
    non+autenticato
  • Cheee?

    Linux non ha un padrone, e neppure i media player e programmi GPL integrati in Linux.
    Per cui chiunque vuole può far integrare il proprio software in una distribuzione Linux dalla comunità.
    I driver ATI e Nvidia anche proprietari sono integrati anche se in repository non-free appositi.

    Da questa sentenza hanno da guadagnarci aziende come quelle che producono PowerDVD, VLC (che è libero) e altri player. Ma anche Mozilla foundation e chiunque voglia vendere software come quelli che Micro$oft preinstallava.
    Tra l'altro la causa antitrust non era solo riguardo WMP ma ad una rosa di comportamenti anti-concorrenziali compreso il non rilasciare specifiche sulle API del sistema operativo per impedire integrazione e prestazioni ai software di terze parti.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)