Alfonso Maruccia

OLPC, compri due prendi uno

Il portatile ultra-economico di Negroponte verrą presto offerto nei paesi ricchi con una speciale campagna: chi acquista due laptop se ne tiene uno solo

Roma - XO, il laptop da cento dollari, anzi duecento creato dal consorzio OLPC per la diffusione delle tecnologie informatiche nei paesi emergenti, ha bisogno di una spinta nella cumulazione degli ordini per andare a regime. Per questo, il patron Nicholas Negroponte ha confermato il preannunciato programma Give 1 Get 1, con cui far felici il consorzio promotore, la società produttrice e gli utenti da entrambe le parti del confine invisibile ma pesante del digital divide.

A partire dal 12 novembre prossimo e per due sole settimane, XO sarà disponibile per l'acquisto agli utenti statunitensi e canadesi al prezzo di 399 dollari: di questi, una parte serviranno per comprare il pc da ricevere a casa, mentre l'altra andrà a coprire le spese di acquisto di un XO destinato ai ragazzi meno abbienti.

"Immaginate il potenziale che potrebbe liberarsi dando ad ogni bambino del mondo gli strumenti che gli occorrono per imparare, non importa dove egli si trovi, non importa dove viva, non importa quanto poco abbia" recita il messaggio con in calce la firma di Negroponte per invogliare i consumatori benestanti ad approfittare dell'offerta. Un'occasione in cui la parte del "Give 1" potrebbe appunto interessare molto più del "Get 1", considerando che XO ha conosciuto un aumento progressivo di prezzo e che per il costo dell'offerta è possibile ottenere prodotti concorrenti forse più interessanti come Asus EeePC.
Il celebre N.N.Con poco meno di 3 milioni di ordini già piazzati, la società che produce il PC bianco-verde Quanta Computer Inc. dovrebbe cominciare l'assemblaggio in volumi il prossimo mese, ma Negroponte (nella foto) dice di attendere una "scintilla" che faccia aumentare di colpo le commesse. Il periodo limitato di tempo per la campagna è dettato dalla necessità di non incorrere in obblighi di tasse, ciò nonostante permetterà, secondo il tecnologo, di aumentare l'appeal del progetto OLPC.

Appeal che non se la passa nel migliore dei modi, considerando che anni fa si ipotizzavano ordinativi per molti milioni di macchine entro il 2006, stime rivelatesi decisamente troppo ottimistiche. E questo, forse, anche perché potenziali concorrenti nel frattempo si sono affacciati sul mercato, produttori che in quella fascia di prezzo, attorno ai 200 dollari, offrono in più la compatibilità con Windows invece che limitarsi al sistema operativo custom basato su Linux fornito di default da XO, sistema peraltro unico nel suo genere e pensato proprio per il mondo in via di sviluppo.

Tra chi è genuinamente convinto delle potenzialità del progetto OLPC c'è Miguel Brechner, gestore di un gruppo tecnologico in Uruguay finanziato dal governo. "Sono assolutamente convinto che questo PC cambierà il paese" ha dichiarato Brechner, che si aspetta di comprare un maggior numero di XO non appena il governo comincerà a rifornire tutti i 400mila studenti delle scuole inferiori con nuovi portatili.

Peccato che, di questi, non tutti saranno OLPC, avendo forse le istituzioni deciso - ipotizza Brechner - di fornire anche un'alternativa basata su Windows, che qualcuno nella stanza dei bottoni ritiene fondamentale per i ragazzi meno giovani, che potrebbero presto entrare nel mercato del lavoro.

Alfonso Maruccia
23 Commenti alla Notizia OLPC, compri due prendi uno
Ordina
  • Lasciando perdere il flame nordest etc...
    L'iniziativa potrebbe essere lodevole ... ma il problema principale per la stragrande maggioranza delle persone che vive nei paesi in via di sviluppo è quella di mangiare, di bere e combattere malattie che da noi sono state debellate 200 anni fa...e un pc non ci fai un granchè (se non rivenderlo se trovi un acquirente)...meglio un'iniziativa del genere:
    Compro un pc a 300 euro e la ditta che lo produce dona 100 euro a qualche associazione umanitaria o chicessia purchè i soldi o gli aiuti arrivino DAVERO a loro
    non+autenticato
  • io comprerei un olpc, che ricordo si tratta di un pc piu robusto e con la manovella casomai fossi senza batteria e mi serve il pc

    ma lo prendo solo se quello gratis va a un nipotino o figlio di una persona della mia zona che paga le tasse e che per questo non ha piu i soldi per prendere un pc al proprio figlio
    e ce ne sono tanti qui che non ce la fanno a fine mese e hanno figli

    invece dovrei dare un pc a uno che poi diventa un lavoratore low cost e ruba il posto ai miei figli perche gli basta un piatto di riso e non ha irap irpef ici iva da pagare come noi?

    ma vaff...
    non+autenticato
  • Scusa, amico veneto, evidentemente ti sfuggono alcune cose (o sfuggono a me): potresti essere più chiaro nel tuo discorso?
    Magari evitando i soliti toni scalmanati o cose tipo "Roma ladrona", "il Veneto tira avanti l'Italia", eccetera, eh?Sorride

    GrazieA bocca aperta

    P.S.: anche io sono del Veneto, e le tasse le pago perché è giusto pagarle (e anche perché, non essendo un libero professionista, non posso nemmeno scegliere di non pagarle)
    non+autenticato
  • bhè che Veneto e Lombardia mandano avanti l'Italia non è mica una favoletta...
    non+autenticato
  • dico che prima si deve pensare alla gente che dopo avere pagato anni di tasse ora si ritrova con una pensione bassa e fa fatica a comperare da mangiare e pagare le bollette del gas e luce.
    poi pensare anche alle famiglie di gente di qua, figli di chi ha sempre pagato tasse e pure loro tassati, che in certi casi fanno pure loro fatica a tirare avanti, specie se hanno figli e mandano i bambini a scuola con i libri fotocopiati perche non hanno 300 euro all'anno

    dare soldi ad altri, prima di risolvere queste vere situazioni, mi pare una grandissima cagata

    con altri intendo sia gente che sta in africa asia india eccetera, sia gli immigrati che appena arrivati vogliono subito cure e assistenza senza ne loro ne i loro genitori hanno mai pagato tasse

    e poi se le multinazionali fan diffonde la cultura informatica in africa o altri posti sottosviluppati, le multinazionali, quelle dei palazzoni di milano che assumono a stage a 800 lordi al mese i giovani, quelli li con i nuovi informatici hanno tanti piu immigrati gia istruiti da sfruttare e poi mandare a casa i nostri cittadini

    persone che magari 40enni e con famiglia a carico non possono vivere con 800 lordi o meno al mese, come loro che vivono anche in 10 abusivi in un appartamento da 4 persone, cose che si sanno ma nessuno va li a sgomberare tanto meno i proprietari che prendono molti euro di affitto
    se non ci credete ai 10 in appartamento da 4 consultate il gazzettino e la cronaca di una certa via di padova
    non+autenticato
  • Scusa ma non è che devi "dare soldi ad altri" eh: il progetto originale prevede che gli stati del terzo mondo si paghino i PC, ovviamente PC XO a prezzo estremamente conveniente (per quel che devono fare: noi non li prenderemmo, dato che senza un P4 a 4GHz con scheda grafica superaccelerata non possiamo vivere... altro che vecchietti con la minima).

    Il discorso del 2x1 vale "per quelli che si vogliono comprare un XO" (solo americani, per il momento, se ho ben capito): non è che TU devi aprire il portafoglio eh... tranquillo... Occhiolino

    Personalmente un XO lo comprerei per 3 motivi:
    1) per dare una mano a loro, che non hanno nemmeno la minima.
    2) perchè mi pare un oggetto interessante
    3) perchè non mi dispiacerebbe poter andare in giro con un aggeggio totalmente indipendente da fonti di corrente: farei un pò di esercizio e caricherei le batterie. A bocca aperta
    (ah già... 4) monta Linux A bocca aperta)
    888
  • Caro nordest, inorridisco alle tue parole...

    Non hai la minima idea di cosa voglia dire vivere in un Paese REALMENTE sottosviluppato.
    Non stiamo parlando di soldi sufficienti per dare la mancia ai nipoti, uscire una sera al mese a cena o farsi un week-end di vacanza (tutte cose che comunque un Paese sviluppato come l'Italia crede di essere dovrebbero essere possibili per tutti, o quasi...).
    Stiamo parlando di SOPRAVVIVENZA...

    E se il tuo sfrenato egoismo ti mantiene sulla tua strada, beh, pensa che se coloro che vengono a lavorare quasi gatis nel Paese che veneti e lombardi mantengono (?!?) togliendo lavoro a poveri Italiani che non vogliono faticare, fossero educati a un livello decente e potessero sfruttare un'economia efficiente nel loro Paese natale (e se fossero istruiti, la loro economia funzionerebbe meglio), beh, credo che quel giorno la smetteranno di emigrare...

    E vissero tutti felici e contenti...Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: peo
    > Caro nordest, inorridisco alle tue parole...
    >
    > Non hai la minima idea di cosa voglia dire vivere
    > in un Paese REALMENTE sottosviluppato.
    >
    > Non stiamo parlando di soldi sufficienti per dare
    > la mancia ai nipoti, uscire una sera al mese a
    > cena o farsi un week-end di vacanza (tutte cose
    > che comunque un Paese sviluppato come l'Italia
    > crede di essere dovrebbero essere possibili per
    > tutti, o quasi...).
    >
    > Stiamo parlando di SOPRAVVIVENZA...

    Beh... un attimo... io personalmente a Milano ho visto anziani che "rubavano" piccole cose al mercato o al supermercato... un pacco di pasta, un mazzetto di verdura... davvero delle scene da stringerti il cuore.
    L'OP penso, e spero, stesse parlando di queste persone...

    bye
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 settembre 2007 20.39
    -----------------------------------------------------------
  • prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

        * sia in tema e contribuisca alla discussione in corso
        * non abbia contenuto razzista o sessista
        * non sia offensivo, calunnioso o diffamante
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tasto
    > bhè che Veneto e Lombardia mandano avanti
    > l'Italia non è mica una
    > favoletta...

    Detta cosi' lo e'.
    L'Italia la mandano avanti i lavoratori onesti, che non sono solo in Lombardia e Veneto.
    E Lombardia e Veneto non sono certo esenti da evasione fiscale(anzi...)
    non+autenticato
  • Leggete qui..

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2007/0...

    Non mi fraintendete però, sia al sud che al nord la gente evade le tasse
    non+autenticato
  • io comprerei un olpc, che ricordo si tratta di un pc piu robusto e con la manovella casomai fossi senza batteria e mi serve il pc

    ma lo prendo solo se quello gratis va a un nipotino o figlio di una persona della mia zona che paga le tasse e che per questo non ha piu i soldi per prendere un pc al proprio figlio
    e ce ne sono tanti qui che non ce la fanno a fine mese e hanno figli

    invece dovrei dare un pc a uno che poi diventa un lavoratore low cost e ruba il posto ai miei figli perche gli basta un piatto di riso e non ha irap irpef ici iva da pagare come noi?

    ma vaff...
    non+autenticato
  • Sarebbe come dire il 2x1, l'opposto che fanno molti supermercati a livello promozionale. Si potrebbe riprendere l'idea in senso solidale... 2x1: un prodotto lo prendi tu, l'altro va ad aiutare qualcuno che non lo può comprare. Ma perché queste idee vengono solo dagli USA?!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eugenio Odorifero
    > Sarebbe come dire il 2x1, l'opposto che fanno
    > molti supermercati a livello promozionale. Si
    > potrebbe riprendere l'idea in senso solidale...
    > 2x1: un prodotto lo prendi tu, l'altro va ad
    > aiutare qualcuno che non lo può comprare. Ma
    > perché queste idee vengono solo dagli
    > USA?!
    Non vengono solo negli usa, ma anche in Italia. Tempo fa c'erano dei tizi al supermercato che raccoglievano alimenti che la gente voleva donare da destinare ai bisognosi del luogo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eugenio Odorifero
    > Sarebbe come dire il 2x1, l'opposto che fanno
    > molti supermercati a livello promozionale. Si
    > potrebbe riprendere l'idea in senso solidale...
    > 2x1: un prodotto lo prendi tu, l'altro va ad
    > aiutare qualcuno che non lo può comprare. Ma
    > perché queste idee vengono solo dagli
    > USA?!

    Probabilmente non conosci la Fondazione
    Banco Alimentare che si basa proprio su
    questo principio.

    http://www.bancoalimentare.it/

    LLP, Andrea
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 settembre 2007 12.40
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)