Alfonso Maruccia

IsoHunt chiude le porte agli americani

Il popolare tracker di torrent decide di escludere gli utenti americani per evitare di dover fornire i loro dati alla MPAA. Nuova vittima eccellente della guerra delle major al P2P non autorizzato

Roma - Si sapeva che sarebbe stata solo questione di tempo e infine anche isoHunt, "il più grande motore di ricerca su BitTorrent e P2P" come recita la homepage, segue TorrentSpy sulla strada del divieto di accesso e condivisione ai torrentisti USA.

I due indicizzatori di torrent erano caduti in disgrazia a seguito della decisione del giudice federale Jacqueline Chooljian che, obbligando i due portali a tenere puntigliosa registrazione delle attività degli utenti, aveva di fatto costretto TorrentSpy a decidere per il ban preventivo degli accessi provenienti dagli Stati Uniti.

Impossibilitato a difendere la privacy dei condivisori, il tracker ha tagliato la testa al toro e bloccato all'origine la possibilità di rastrellare i dati a cui MPAA tanto agogna. Stessa cosa fa ora isoHunt, che con un messaggio pubblicato anche in homepage comunica di aver disabilitato l'accesso al tracker da parte degli utenti a stelle e strisce "fino a nuovo ordine".
"Succede questo a causa dell'ostilità degli Stati Uniti nei confronti delle tecnologie di P2P, e ci rendiamo conto che a causa della denuncia in tribunale che ci ha rifilato la MPAA, non siamo più in grado di garantire la vostra sicurezza e la privacy negli States" recita il messaggio.

La conseguenza per quanti si trovino in zone del mondo meno incattivite contro il file sharing è che le fonti da cui scaricare dovrebbero ora diminuire. Per questo lo staff di isoHunt incoraggia i torrentisti ad usare altri tracker non ancora finiti sulla lista dei caduti nella guerra del copyright.

Ovviamente, come suggerisce anche ZeroPaid, le possibilità di continuare ad usare isoHunt anche dagli States sono tante e variegate - Tor, proxy server, e chi più ne ha più scarichi. La faccenda serve soprattutto a riaccendere l'irrisolto dibattito sulla net neutrality e sulla "inclinazione del governo a regolare la Rete".

"Pensateci per un minuto - scrive Zp - Se qualunque altro paese del mondo provasse a fare una cosa del genere ad un site operator USA, avremmo una quantità infinita di dichiarazioni con tanto di bandiera in cui l'orgoglio e la sovranità americane la farebbero da padroni. Mentre al contrario essa viene ora descritta come una sorta di campagna di civilizzazione in funzione della protezione dei posti di lavoro americani".

Alfonso Maruccia
19 Commenti alla Notizia IsoHunt chiude le porte agli americani
Ordina
  • Alfonso, non solo è fico, ma è pure bravo.

    Ha un fisicaccio per cui potrebbe fare il calciatore... e invece è anche bravo!

    si! bravo!!

    ti sposo!!!
    non+autenticato
  • Un po' come ho fatto con Kad sto perimentando anche il funzionamento del DHT per vedere come si comporta, comincio a figurare quali sono i suoi limiti e gli inghippi ma ormai sono certo che il passo ormai e' molto breve; basta dare un colpetto ed ecco che i tracker diventano non piu' necessari.

    Se volete fare qualche prova usate questi metodi:

    Se avete altri torrent in scarico lanciatene uno nuovo, apritene uno nuovo , editatelo subito eliminando la lista di tutti i tracker poi asistete a quello che succede, funziona bene, no?

    Se non avete nulla in scarico avviate il torrent, assicuratevi che vi siate connessi ad almeno uno o due peers e poi potete eliminare i trackers dalla vostra lista.

    E questo e' uno dei punti deboli dei torrent, l'avvio che chiede di essere gia' connessi ad altri peer, mentre il secondo riguarda i lrequisito del file .torrent necessario e che diventerebbe irreperibile se chiudessero i vari motori che li indicizzano.

    Per questo pero' bisogna spostarsi all'approcio usato da Azureus di cui NON SONO UTILIZZATORE ma comunque mi tengo informato, e dei suoi plugin conetenti funzioni che in futuro potrebbero essere utilizzati negli altri client bittorrent.
    Correggetemi se sbaglio:
    Uno dei plugin utilizza la rete Kademlia non per scaricare o per fondersi con la rete di emule ma solo per contattare i peers in assenza totale di qualsiasi comunicazione con altri peers e di qualsiasi tracker.
    L'altro mi pare no nsia un plugin ma gia' supportato da questo e altri client e si chiama magnet link (tempo fa lo sperimentai e dopo una certa attesa funziono'), per cui passando una lunga stringa al client che usavo in quel mometo e che mi sfugge (non era Azureus ma in passato ho provato anche quello), il client fu in grado di reperire da un altro client che supportava il protocollo di presumo ottenere tutte le informazioni contenute nel torrento eventualmente downloadarsi il torrent (ma questa parte dell'esecuzione non ci interessa).
    Questo dimostra che la rete bittorrent ha le funzionalita necessarie per essere in grado di operare senza tracker e torrent anche se tuttavia siamo solo agli inizi.
    Se l'industria riuscisse a far fuori i principali tracker una soluzione del genre diverra' obbligo infatti la mia preoccupazione e' il fatto che l'industria ha volto la sua attenzione agli isp e quindi anche ai fornitori di connettivita'.
    Non riusciranno certo a bloccare il traffico utenza p2p ma credo che abbiano buone probabilita' di rendere inaccessibili i tracker come gia' in italia si fa con il dns poisoning per le pagine di Gambling e ora avvelenando anche le tabelle dei router nel caso dei siti di pedoporno.

    Qualcuno di voi dira' che e' anticostituzionale o anti-quello-che-e' , nma lo stesso discorso non valeva anche per i tracker negli stati uniti e i server ed2k in Germania?

    I fatti dimostrano che loro hanno i soldi ma il p2p ha le tecnologia e quindi e' uno scambio di colpi che va avanti....

    io penso che a lungo termine tutto cio' che e' fisso e' destinato a sparire (server, trackers, forum, indicizzatori, etc) mentre quello che non lo e' sara' impossibile da fermare.

    Arrivera' sicuramente una battaglia per imporre agli Isp il blocco totale delle connessioni agli utenti ma li i risultati saranno diversi perche' si troveranno ad affrontare alleati gli isp, gli utenti e i produttori di tecnologia contro i detentori di diritti e i loro alleati politici dove questi ultimi hanno anche dipendenze dagli utenti con il risultato che quella battaglia non riusciranno a vincerla, le altre forse si.

    io credo che il prossimo sforzo fra qualche anno andra' alla protezione di coloro che sviluppano il software legato al p2p.
    non+autenticato
  • >
    > io penso che a lungo termine tutto cio' che e'
    > fisso e' destinato a sparire (server, trackers,
    > forum, indicizzatori, etc) mentre quello che non
    > lo e' sara' impossibile da
    > fermare.

    piu ke altro, se continuano cosi, costringeranno molta gente ad entrare in (sempre piu grand) darknets... basate su freenet o su simpatici sistemi di vpn ecc.. e il gioco ricomincera' su un altro livello.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: fred
    > Un po' come ho fatto con Kad sto perimentando
    > anche il funzionamento del DHT per vedere come si
    > comporta, comincio a figurare quali sono i suoi
    > limiti e gli inghippi ma ormai sono certo che il
    > passo ormai e' molto breve; basta dare un
    > colpetto ed ecco che i tracker diventano non piu'
    > necessari.
    >
    > Se volete fare qualche prova usate questi metodi:
    >
    > Se avete altri torrent in scarico lanciatene uno
    > nuovo, apritene uno nuovo , editatelo subito
    > eliminando la lista di tutti i tracker poi
    > asistete a quello che succede, funziona bene,
    > no?
    >
    > Se non avete nulla in scarico avviate il torrent,
    > assicuratevi che vi siate connessi ad almeno uno
    > o due peers e poi potete eliminare i trackers
    > dalla vostra
    > lista.
    >
    > E questo e' uno dei punti deboli dei torrent,
    > l'avvio che chiede di essere gia' connessi ad
    > altri peer, mentre il secondo riguarda i
    > lrequisito del file .torrent necessario e che
    > diventerebbe irreperibile se chiudessero i vari
    > motori che li
    > indicizzano.
    >
    > Per questo pero' bisogna spostarsi all'approcio
    > usato da Azureus di cui NON SONO UTILIZZATORE ma
    > comunque mi tengo informato, e dei suoi plugin
    > conetenti funzioni che in futuro potrebbero
    > essere utilizzati negli altri client
    > bittorrent.
    > Correggetemi se sbaglio:
    > Uno dei plugin utilizza la rete Kademlia non per
    > scaricare o per fondersi con la rete di emule ma
    > solo per contattare i peers in assenza totale di
    > qualsiasi comunicazione con altri peers e di
    > qualsiasi
    > tracker.
    > L'altro mi pare no nsia un plugin ma gia'
    > supportato da questo e altri client e si chiama
    > magnet link (tempo fa lo sperimentai e dopo una
    > certa attesa funziono'), per cui passando una
    > lunga stringa al client che usavo in quel mometo
    > e che mi sfugge (non era Azureus ma in passato ho
    > provato anche quello), il client fu in grado di
    > reperire da un altro client che supportava il
    > protocollo di presumo ottenere tutte le
    > informazioni contenute nel torrento eventualmente
    > downloadarsi il torrent (ma questa parte
    > dell'esecuzione non ci
    > interessa).
    > Questo dimostra che la rete bittorrent ha le
    > funzionalita necessarie per essere in grado di
    > operare senza tracker e torrent anche se tuttavia
    > siamo solo agli
    > inizi.
    > Se l'industria riuscisse a far fuori i principali
    > tracker una soluzione del genre diverra' obbligo
    > infatti la mia preoccupazione e' il fatto che
    > l'industria ha volto la sua attenzione agli isp e
    > quindi anche ai fornitori di
    > connettivita'.
    > Non riusciranno certo a bloccare il traffico
    > utenza p2p ma credo che abbiano buone
    > probabilita' di rendere inaccessibili i tracker
    > come gia' in italia si fa con il dns poisoning
    > per le pagine di Gambling e ora avvelenando anche
    > le tabelle dei router nel caso dei siti di
    > pedoporno.
    >
    > Qualcuno di voi dira' che e' anticostituzionale o
    > anti-quello-che-e' , nma lo stesso discorso non
    > valeva anche per i tracker negli stati uniti e i
    > server ed2k in
    > Germania?
    >
    > I fatti dimostrano che loro hanno i soldi ma il
    > p2p ha le tecnologia e quindi e' uno scambio di
    > colpi che va
    > avanti....
    >
    > io penso che a lungo termine tutto cio' che e'
    > fisso e' destinato a sparire (server, trackers,
    > forum, indicizzatori, etc) mentre quello che non
    > lo e' sara' impossibile da
    > fermare.
    >
    > Arrivera' sicuramente una battaglia per imporre
    > agli Isp il blocco totale delle connessioni agli
    > utenti ma li i risultati saranno diversi perche'
    > si troveranno ad affrontare alleati gli isp, gli
    > utenti e i produttori di tecnologia contro i
    > detentori di diritti e i loro alleati politici
    > dove questi ultimi hanno anche dipendenze dagli
    > utenti con il risultato che quella battaglia non
    > riusciranno a vincerla, le altre forse
    > si.
    >
    > io credo che il prossimo sforzo fra qualche anno
    > andra' alla protezione di coloro che sviluppano
    > il software legato al
    > p2p.

    bella analisi, l'unica consa che non mi convince è che gli ISP facciano una qualche resistenza, forse rallenteranno il processo per potersi mettere al riparo prima dei danni commerciali che porterebbe ad un qualsiasi ISP il blocco totale delle connessioni P2P. (basta sguinzagliare qualche mente commerciale che rimoduli le offerte e di servizi ed ecco che nessuno di noi taglierebbe la linea in caso di blocco del mero P2P)…

    Hai sollevato bene la questione di chi sviluppa P2P, al di là di ciò che effettivamente è legale o meno io credo che i vari programmatori siano esposti enormemente alle pressioni delle lobby dell’entertainment…anche senza basi legali essere perseguitati da una serie di avvocati che attingono soldi da un conto senza fondo deve essere una bella pressione….

    Come giustamente ti è stato detto passeremo alle Darknet ma allora potrà essere fatta passare la legge che le renderà illegali (anche solo accedervi) causa terrorismo, pedofilia etc. etc. etc. ed allor amancehranno gli utenti

    Insomma secondo me se andiamo avanti per questa china non solo nel 2020 non ci sarà più P2P ma avremo anche creato dei precedenti tremendi (chissà forse pagheremo 3cent per ogni singolo ascolto di una certa canzone grazie al chip sottopelle) ed un irrigidimento delle major dell’intrattenimento su modelli di business assurdi (tipo appunto il chip sottopelle che ti fa pagare 3 cent ogni ascolto).

    A noi conviene trovare il modo di fare accordi che legalizzino la situazione piuttosto che irrigidirci ora sulle nostre posizioni….la mia speranza è qualche business-man con i soldi e le conoscenze giuste che riesca a trovare l’equilibrio facendo un botto di soldi così da eliminare il problema alla radice.
    non+autenticato
  • Demonoid è irraggiungibile. Qulcuno sa qualcosa?
    non+autenticato
  • La porta 80 rifiuta le connessioni;
    ho provato a vedere dove si trova l'ip 209.44.123.21 a cui punta il nome e il database ip-to-country mi dice che questo ip non e' conosciuto.
    Ha sempre avuto questo ip?
    non+autenticato
  • Written by Ernesto on September 25, 2007

    Demonoid.com, one of the most popular BitTorrent trackers has allegedly been taken offline by the Canadian Recording Industry Association (CRIA). Both the tracker and the website have been unresponsive for nearly 24 hours now.

    Demonoid Shut Down by the CRIAAs of now it is still unsure what exactly happened, but the popular Dutch news site nu.nl reports that the CRIA is responsible for the downtime.

    TorrentFreak contacted some of the Demonoid administrators, but they are not sure what happened either. It is certainly possible that Demonoid’s Canadian ISP pulled the plug after being pressured by the CRIA. The ISP said before that they would take it down if they would receive complaints.

    Right now, the Demonoid server is still pinging, but the ISP could have firewalled the everything after they received some serious legal threats. Deimos, the founder and the head admin of the site is unreachable and has not responded yet.

    This is not the first time Demonoid suffers major downtime due to pressure from the anti-piracy lobby. Demonoid had to move its servers from The Netherlands to Canada in June after The Dutch anti-piracy outfit BREIN filed a subpoena against Demonoid’s ISP. BREIN had asked the ISP to take Demonoid offline and hand over the administrator’s personal details, but Demonoid relocated their servers before any harm was done.

    Unfortunately, it now seems that Canada is not the “safe haven” as they expected it to be. It is likely that Demonoid has to relocate again, for the second time in three months.

    Demonoid tracks over a million .torrent files and is the second largest BitTorrent tracker after The Pirate Bay. The shutdown of the site and tracker is a huge blow for the BitTorrent community that lost 2 of the most popular BitTorrent trackers (TorrentBox was taken offline for US users a few hours ago) within 24 hours.

    More info soon!
    non+autenticato
  • Dividi et Impera

    vogliono separare le culture, i popoli e metterli gli uni contro gli altri
    non+autenticato
  • Volete capire che Bit Torrent è"Centralizzato",perché ha bisogno di un motoro di ricerca esterno?,se non hai i torrent non puoi scaricare niente!,basterà far chiudere tutti i grossi siti di Torrent,come stanno già facendo,è d'altronde una cosa che chiunque si poteva aspettare...

    ...usate p2p dentralizzato....usate eMule!!
  • Ma che cavolo dici?

    Il torrent non ha alcun bisogno che tu condivida altri file, per funzionare, non ha code millenarie, non ha motore di ricerca interno e l'upload è forzato solo per il file che stai scaricando in quel momento.

    Emule (lui sì che ha bisogno di un server! se no i file non li trovi) invece soffre esattamente di tutti i problemi che elenchi tu. Se non metti a disposizione molti file, non scarichi e la distribuzione del protocollo è di una lentezza impressionante.

    Solo la rete Kad è davvero decentralizzata, ma ha i suoi problemi lo stesso...
    non+autenticato
  • > Emule (lui sì che ha bisogno di un server! se no
    > i file non li trovi) invece soffre esattamente di
    > tutti i problemi che elenchi tu. Se non metti a
    > disposizione molti file, non scarichi e la
    > distribuzione del protocollo è di una lentezza
    > impressionante.
    >
    > Solo la rete Kad è davvero decentralizzata, ma ha
    > i suoi problemi lo
    > stesso...

    Se ti riferisci alla rete eDonkey sappi che l'hanno quasi completamente chiusa un paio di settimana fa con la chiusura dei Donkey Server,sai da me cosa è cambiato?,niente.
    La rete Kad ora fa da sola tutto il lavoro e l'unica differenza(Se vogliamo essere pignoli),è che le ricerche sono lente(Circa 4-5 secondi),ma a differenza delle ricerche della rete eDonkey,quelle della rete KAD possono dare tutti i risultati che trovano(Mentre una ricerca su rete eDonkey ti da solo 300 risultati).

    La rete KAD è perfettamente funzionante,e con la prossima versione di eMule probabilmente lo sarà ancora di più.

    Poi,se lo vuoi sapere,sono 2 giorni che cerco di scaricare un file da Torrent...ed ancora niente!,meno male che nei torrent non c'èrano le code millenarie,meno male...
  • - Scritto da: Hiei3600
    > > Solo la rete Kad è davvero decentralizzata, ma
    > ha
    > > i suoi problemi lo
    > > stesso...
    >
    > Se ti riferisci alla rete eDonkey sappi che
    > l'hanno quasi completamente chiusa un paio di
    > settimana fa con la chiusura dei Donkey
    > Server,sai da me cosa è
    > cambiato?,niente.
    > La rete Kad ora fa da sola tutto il lavoro e
    > l'unica differenza(Se vogliamo essere pignoli),è
    > che le ricerche sono lente(Circa 4-5 secondi),ma
    > a differenza delle ricerche della rete
    > eDonkey,quelle della rete KAD possono dare tutti
    > i risultati che trovano(Mentre una ricerca su
    > rete eDonkey ti da solo 300
    > risultati).

    a te dava solo 300 risultati, a me una ricerca globale sui server ne dava spesso molti di più.

    > La rete KAD è perfettamente funzionante,e con la
    > prossima versione di eMule probabilmente lo sarà
    > ancora di
    > più.

    Vedremo.

    > Poi,se lo vuoi sapere,sono 2 giorni che cerco di
    > scaricare un file da Torrent...ed ancora
    > niente!,meno male che nei torrent non c'èrano le
    > code millenarie,meno
    > male...

    Chi l'ha detto? Si vede che conosci poco Bittorrent. Qual è il rapporto seeds/peers di quel torrent? Il torrent è appoggiato su tracker stranieri o solo italiani (magari è stato anche esportato male o per niente). Calcola che anche a causa dei livelli ridicoli di upload che abbiamo in Italia, i torrent italiani stentano parecchio se ci sono pochi seed.

    Ci sarebbe anche da fare un discorso a parte sulla mentalità mulettara di molti utenti neofiti di Bittorrent, che mettono in scarico contemporaneo un fottio di torrent, con il risultato di scaricare pochissimo e a velocità basse (e poi si lamentano) e - ovviamente - così si strozza anche l'upload dei vari file.
    non+autenticato
  • eMule è un cesso.
    E' un programma scritto ad-cazzum e non ha la benché minima giustizia nelle leggi che gestiscono i trasferimenti.
    Su eMule ad esempio, puoi anche condividere il mondo intero che non conta un benemerito c*zzo.
    Perché? Semplice. Ottieni crediti verso le persone che ricevono il tuo upload, ma il punto è, chi se ne frega! Bisogna avere dei crediti verso le persone che stanno scaricando il tuo stesso file, ovvero, forse quando sei al 50% di un download e riesci ad uploadare qualcosa di significativo, ottieni abbastanza crediti per non fare partire il download dopo 50 minuti.
    E anche quando riesci a ottenere degli slot che succede? Ti trovi dei cazzoni che ti danno 3kb di banda in upload. Bello, davvero bello.

    La rete kad a ricerca è un cesso.
    Appena ti connetti non hai una gran sega di peers in swarm, perciò non trovi quasi nulla.
    Al limite era prima che si trovava TUTTO, usando la ricerca server GLOBALE.

    Con BT invece, scarichi subito, se non uploadi ti segano la banda di download e via discorrendo.
    Molto ma molto meglio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ronkas
    > eMule è un cesso.
    > E' un programma scritto ad-cazzum e non ha la
    > benché minima giustizia nelle leggi che
    > gestiscono i
    > trasferimenti.
    > Su eMule ad esempio, puoi anche condividere il
    > mondo intero che non conta un benemerito
    > c*zzo.
    > Perché? Semplice. Ottieni crediti verso le
    > persone che ricevono il tuo upload, ma il punto
    > è, chi se ne frega! Bisogna avere dei crediti
    > verso le persone che stanno scaricando il tuo
    > stesso file, ovvero, forse quando sei al 50% di
    > un download e riesci ad uploadare qualcosa di
    > significativo, ottieni abbastanza crediti per non
    > fare partire il download dopo 50
    > minuti.
    > E anche quando riesci a ottenere degli slot che
    > succede? Ti trovi dei cazzoni che ti danno 3kb di
    > banda in upload. Bello, davvero
    > bello.
    >
    > La rete kad a ricerca è un cesso.
    > Appena ti connetti non hai una gran sega di peers
    > in swarm, perciò non trovi quasi
    > nulla.
    > Al limite era prima che si trovava TUTTO, usando
    > la ricerca server
    > GLOBALE.
    >
    > Con BT invece, scarichi subito, se non uploadi ti
    > segano la banda di download e via
    > discorrendo.
    > Molto ma molto meglio.

    Se le impostazioni standard di eMule non ti piacciono,prova una delle tante MOD,magari una che ti permette di settare il numero di slot di Upload,o magari una che non ti permette di scaricare più di quanto non hai mandato,la rete Kad non sarà molto veloce nelle ricerche,ma almeno è decentralizzata,voi di BitTorrent come scambiate i Torrent se non con eMule o con qualche motore di ricerca su Internet(Che sarà presto chiuso)?

    Comunque si,sarebbe bello impostare la velocità di Upload ed il numero di Slot di Upload,su questo sono d'accordo,eMule è un programma per lo scambio in massa di file,non per scambiarsi i file fra due utenti(Per quello ci sono le E-Mail,e per gli allegati particolarmente grandi ci sono i siti di file hosting)).
  • Guarda mio carissimo Hiei3600, io eMule l'ho sempre usato con la mod MorphXT, che ritengo sia una delle più complete.
    Ad ogni modo, anche utilizzando la suddetta, non riesco a trovare la stessa efficienza di bittorrent nei download.

    Quello che tu dici di limitare l'upload in base all'download è possibile ok, ma mi spieghi cosa limito a fare se già non limitando nulla scaricherò materiale pari a un sesto della banda che offro in up?

    Cioè vedi, io non ce l'ho con eMule, per trovare lo zip con le foto di ma nonna e le puntate di naruto sottotitolate in mandarino va da Dio (anche se già questo non è quasi più vero, visto che era una peculiarità della rete ed2k non del kad di certo) ma va bene per quello... e BASTA.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hiei3600
    > Volete capire che Bit Torrent
    > è"Centralizzato",perché ha bisogno di un motoro
    > di ricerca esterno?,se non hai i torrent non puoi
    > scaricare niente!,basterà far chiudere tutti i
    > grossi siti di Torrent,come stanno già facendo,è
    > d'altronde una cosa che chiunque si poteva
    > aspettare...
    >
    > ...usate p2p dentralizzato....usate eMule!!

    basta usare e-mule per scaricare i torrent e poi scaricare i torrentSorride
    non+autenticato
  • > > ...usate p2p dentralizzato....usate eMule!!
    >
    > basta usare e-mule per scaricare i torrent e poi
    > scaricare i torrent
    >Sorride

    SpiritosoSorride
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)