TV, Sony apre l'era OLED

Tre settimane prima di Natale Sony lancerà sul mercato giapponese il primo televisore OLED del mercato, dando così avvio ad un business che, nel prossimo decennio, sembra destinato a superare quello dei televisori LCD

Tokyo (Giappone) - Tra due mesi quasi esatti Sony si prepara ad aprire ufficialmente l'era dei televisori con display OLED (Organic Light Emitting Diode). All'inizio di dicembre, in Giappone, il colosso lancerà infatti il suo primo televisore OLED da 11 pollici, lo XEL-1, inaugurando così una linea di prodotti che si affiancherà ai suoi famosi televisori LCD BRAVIA.

Se è vero che in passato sono già stati presentati diversi prototipi di televisori OLED, XEL-1 è attualmente il solo modello di cui è stata annunciata l'imminente commercializzazione. Il suo display, sottile circa 3 millimetri, ha una diagonale di 11 pollici ed è in grado di raggiungere la risoluzione di 940 x 540 punti ed un rapporto di contrasto di un milione a uno. In un paio di chilogrammi il televisore include anche una porta Ethernet, una USB ed una HDMI, oltre ad un tuner digitale per la TV giapponese. L'interfaccia di rete serve per connettere l'apparecchio ad un dispositivo conforme alla specifica Digital Living Network Alliance (DLNA), così da condividere i contenuti digitali.

XEL-1 sarà venduto al prezzo di 200mila yen, pari a circa 1.220 euro.
Come si è appreso ad aprile, i televisori OLED marchiati Sony saranno prodotti da ST Liquid Crystal Display, una joint venture fra la mamma di PlayStation e Toyota attiva fin dal 1997. Sony, in particolare, ha iniziato la produzione in volumi di display OLED nel 2004, ma fino ad oggi si è limitata ad applicare questa tecnologia nella produzione di piccoli schermi, come quelli utilizzati su telefoni cellulari e player MP3. Ad oggi, infatti, il mercato OLED è in gran parte costituito dai dispositivi mobili.

Il prossimo anno Sony ha già pianificato il lancio di un modello da 27 pollici con caratteristiche tecniche simili al fratello minore ma con supporto al Full HD (1080p).

"Non sarà facile per i televisori OLED rimpiazzare i televisori LCD, ma siamo intenzionati a fare di OLED un nuovo grande business", ha affermato Katsumi Ihara, executive deputy president di Sony.

Va ricordato che attualmente Sony è il primo fornitore al mondo di televisori LCD, una posizione strappata proprio di recente a Samsung. Quest'ultima è per altro attivissima anche nel settore OLED, dove nel 2005 mostrò un prototipo di televisore da 40 pollici.

Gli esperti affermano che la tecnologia OLED offre numerosi vantaggi rispetto a plasma e cristalli liquidi: il primo è dato dalla capacità dei materiali polimerici con cui sono costruiti i display OLED di emettere luce propria, una caratteristica che consente la produzione di schermi privi di componenti per la retroilluminazione e, di conseguenza, più sottili (eventualmente piegabili), meno esosi a livello di energia elettrica e capaci di produrre immagini più contrastate e brillanti. A ciò va aggiunto il fatto che i display OLED hanno un impatto ambientale molto ridotto e possono essere stampati su una grande varietà di materiali, anche flessibili, utilizzando tecnologie a basso costo come la stampa a getto d'inchiostro. Infine, gli schermi OLED offrono generalmente un angolo di visione più elevato e una minore latenza nel disegno delle immagini rispetto agli LCD, caratteristica che li rende particolarmente adatti al gioco e alla riproduzione video.

Per contro, i display OLED hanno generalmente una longevità inferiore rispetto a quella delle tecnologie concorrenti, dovuta al deterioramento dei materiali organici di cui sono costituiti. I produttori devono inoltre fare i conti con gli ancor elevati costi di produzione, che divengono persino proibitivi quando si parla di diagonali oltre i 40 pollici.
21 Commenti alla Notizia TV, Sony apre l'era OLED
Ordina
  • Da anni si parla della tecnologia oled, descrivendola come intrinsecamente più economica di quella LCD. Tuttavia sono convinto del fatto che ancora per diversi anni i prezzi dei Televisoni Oled verranno tenuti artificiosamente più alti rispetto a LCD e Plasma.
    non+autenticato
  • Ci ricordiamo quanto costavano i primi monitor LCD desktop e che qualità di immagine avevano?
    Roba da far accapponare la pelle...
    :)
  • La tecnologia LCD è sempre stata imperfetta.

    Sono stato quasi costretto a prendere un monitor LCD per questioni di spazio pur sapendo che la qualità CRT, una tecnologia che ha 60 anni, è molto superiore.
    Il prossimo monitor che prenderò non sarà di sicuro un LCD e probabilmente sarà un OLED.
    Appena cominceranno a girare a prezzi accessibili modelli da 19 a 40 pollici sia per tv che per monitor da pc sarà la fine degli LCD e dei plasma.
    E devo dire che questo non mi dispiace affatto.
    non+autenticato
  • Secondo PC World la longevità dichiarata è di 30.000 ore.
    http://www.pcworld.com/article/id,137884-pg,1/arti...

    Quindi non si tratta di una tigre di carta, almeno dal punto di vista tecnologico. Perchè come risoluzione e diagonale è un po' ridicola come TV.
    Tanto è vero che Sharp, che recentemente ha criticato stizzita la mossa di Sony e decantato la superiorità degli LCD, sta già stringendo accordi per lo sviluppo di OLED-TV.

    Il prox. anno commercializzeranno il prototipo full-HD da 27'' e allora si farà sul serio...Occhiolino
  • Bel passo avanti: appena usciti gli oled arrivavano a 3000 ore.

    GT
  • Sicuramente notevole, anche se il dato va approfondito.
    Il problema potrebbe essere che le tre componenti RGB degradano con velocità diverse. Provocando un cambiamento della corrispondenza cromatica nel tempo.

    Per il resto sembra veramente il display definitivo.
    Gli LCD probabilmente non raggiungeranno mai queste prestazioni.
    Per il semplice fatto che dovrebbero avere come sorgente di retroilluminazione un pannello OLED.
    Il che, alla luce della mossa di Sony, sarebbe assurdo.
  • - Scritto da: miomao
    > Sicuramente notevole, anche se il dato va
    > approfondito.
    > Il problema potrebbe essere che le tre componenti
    > RGB degradano con velocità diverse. Provocando un
    > cambiamento della corrispondenza cromatica nel
    > tempo.
    >

    il vero problema è il burn-in, che speravo d'essermi tolto di mezzo con gli lcd (su alcuni c'è ancora ma è reversibile, non come sui CRT!).
    Questo rende gli oled non molto adatti all'uso informatico.
    A meno che dopo 2 anni d'uso non vuoi la barra di windows marchiata a fuoco in basso... (o equivalenti linare o macache).

    > Per il resto sembra veramente il display
    > definitivo.
    > Gli LCD probabilmente non raggiungeranno mai
    > queste
    > prestazioni.
    > Per il semplice fatto che dovrebbero avere come
    > sorgente di retroilluminazione un pannello
    > OLED.
    > Il che, alla luce della mossa di Sony, sarebbe
    > assurdo.

    gli lcd sembrano migliori alla luce del sole.
    Sembra assurdo ma in realtà è semplice da capire, specialmente in schermi studiati ad hoc per la luce, questa penetra i cristalli liquidi, viene riflessa da uno strato opportunamente posto (tipico nei cosiddetti schermi transreflective), e ritorna ripassando dai cristalli. Questo migliora un po' la visibilità alla luce, cosa che sugli oled sembra un tallone d'achille.
  • il design a "lampada"... ma dov'è che l'avevo visto già qualche anno fa?
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > il design a "lampada"... ma dov'è che l'avevo
    > visto già qualche anno
    > fa?
    Qualche anno fa, nell'Apple iMac G4.
    ruppolo
    33147
  • Per contro, i display OLED hanno generalmente una longevità inferiore rispetto a quella delle tecnologie concorrenti, dovuta al deterioramento dei materiali organici di cui sono costituiti.


    Sostituire "per contro," con "un ulteriore vantaggio per i produttori è che"
  • - Scritto da: codroipo
    > Per contro, i display OLED hanno
    > generalmente una longevità inferiore rispetto a
    > quella delle tecnologie concorrenti, dovuta al
    > deterioramento dei materiali organici di cui sono
    > costituiti.

    >
    >
    > Sostituire "per contro," con "un ulteriore
    > vantaggio per i produttori è
    > che"

    nessuno ti vieta di inventare un polimero che abbia oltre alle consuete caratteriste durate maggiori, poi lo brevetti e ci fai un sacco di soldi.
    non+autenticato
  • Ma sì dai, è chiaro, metteranno sulla scatola un bel "best before (data)" o "consumare preferibilmente entro (data)". Et voilà, il televisore "deperibile" è servito, se poi sarà anche riciclabile ci saranno le "campane" in strada dedicate alla raccolta differenziata, non male, non male...A bocca aperta
    non+autenticato
  • Gli OLED non scadono, semplicemente si "degradano" nell'uso, come i fosfori dei plasma e dei tubi catodici. A oggi per il giallo si arriva anche a 50K ore, ma per il blu' solo poche migliaia di ore. Va bene per un cellulare o un lettore mp3 (dove sono gia' molto usati), per un televisore e' presto, ma
    le potenzialita' sono infinite. Ci sono prototipi di display
    flessibili e trasparenti!
    non+autenticato
  • - Scritto da: acno
    > Gli OLED non scadono, semplicemente si
    > "degradano" nell'uso, come i fosfori dei plasma e
    > dei tubi catodici. A oggi per il giallo si arriva
    > anche a 50K ore,
    Il giallo? Tu si che sei esperto...

    > ma per il blu' solo poche
    > migliaia di ore.

    dopo il giallo, il blu', più blu del blu.

    Ecco perché su cellulari usano il blu...
    ruppolo
    33147
  • Il giallo, esatto, il primo colore messo in vendita
    per gli oled e il piu' affidabile. In realta' e' un giallo
    che tende un po' al verde, comunque sempre giallo e'.
    Ho giusto un paio di display di questo colore sulla scrivania, sono due 128x64 4 bit per pixel, li sto usando come interfaccia utente per uno strumento di misura.
    Quelli che ho esposto erano gli estremi, dal migliore al peggiore.
    Prima di parlare (attaccare), controllare che il cervello
    sia connesso.... Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: acno
    > Il giallo, esatto, il primo colore messo in
    > vendita
    > per gli oled e il piu' affidabile. In realta' e'
    > un
    > giallo
    > che tende un po' al verde, comunque sempre giallo
    > e'.
    > Ho giusto un paio di display di questo colore
    > sulla scrivania, sono due 128x64 4 bit per pixel,
    > li sto usando come interfaccia utente per uno
    > strumento di
    > misura.
    > Quelli che ho esposto erano gli estremi, dal
    > migliore al
    > peggiore.
    > Prima di parlare (attaccare), controllare che il
    > cervello
    > sia connesso.... Occhiolino

    Visto che l'argomento riguarda i TELEVISORI A COLORI, del giallo non ce n'e' puo' fregare di meno. Forse devi controllare le tue sinapsi...
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Visto che l'argomento riguarda i TELEVISORI A
    > COLORI, del giallo non ce n'e' puo' fregare di
    > meno. Forse devi controllare le tue
    > sinapsi...

    Il verde del televisore e' una variante del giallo,
    E la mia risposta era volta a chi pensa che gli OLED
    abbiano un scadenza.
    Ma e' inutile continuare.
    Nervoso?
    Hai troppi forum da seguire per attaccare briga?
    non+autenticato
  • in realta' il problema del blu e' gia stato superato da diversi laboratori, la tecnologia OLED non ha piu' questo problema. Tocca vedere pero' se su questo modello e sui prossimi in uscita hanno adottato tale soluzioni ( non ho idea di quanto siano vantaggiose o meno per i produttori ).
  • - Scritto da: acno
    > Gli OLED non scadono, semplicemente si
    > "degradano" nell'uso, come i fosfori dei plasma e
    > dei tubi catodici. A oggi per il giallo si arriva
    > anche a 50K ore, ma per il blu' solo poche
    > migliaia di ore. Va bene per un cellulare o un
    > lettore mp3 (dove sono gia' molto usati), per un
    > televisore e' presto,
    > ma
    > le potenzialita' sono infinite. Ci sono prototipi
    > di
    > display
    > flessibili e trasparenti!

    prima di tutto mi devi spiegare a che serve il giallo in un sistema RGB.
    Poi per quanto riguarda la durata, il problema è praticamente superato, la durata del blu che è quello che "dura di meno" è ormai di 40000 ore il che vuol dire più di 10 anni di funzionamento, dopo dei quali potrebbe iniziare la degradazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: demi
    > - Scritto da: acno
    > > Gli OLED non scadono, semplicemente si
    > > "degradano" nell'uso, come i fosfori dei plasma
    > e
    > > dei tubi catodici. A oggi per il giallo si
    > arriva
    > > anche a 50K ore, ma per il blu' solo poche
    > > migliaia di ore. Va bene per un cellulare o un
    > > lettore mp3 (dove sono gia' molto usati), per un
    > > televisore e' presto,
    > > ma
    > > le potenzialita' sono infinite. Ci sono
    > prototipi
    > > di
    > > display
    > > flessibili e trasparenti!
    >
    > prima di tutto mi devi spiegare a che serve il
    > giallo in un sistema
    > RGB.
    > Poi per quanto riguarda la durata, il problema è
    > praticamente superato, la durata del blu che è
    > quello che "dura di meno" è ormai di 40000 ore il
    > che vuol dire più di 10 anni di funzionamento,
    > dopo dei quali potrebbe iniziare la
    > degradazione.
    Infatti il punto è questo: chi spende 1500 euro per un televisore di solito lo tiene meno di 10 anni, non per il degrado, ma perché ama rincorrere l'ultima novitàSorride