DebianEdu porta Linux a scuola

E' nato un nuovo progetto, chiamato DebianEdu, che mira a fare di Debian la migliore distribuzione Linux per il settore didattico. Un'iniziativa che potrebbe dare man forte a chi si batte per l'introduzione del software libero nella scuola

DebianEdu porta Linux a scuolaRoma - Qualche giorno fa è ufficialmente nato DebianEdu, un progetto che la cui missione è quella di "rendere Debian la migliore distribuzione disponibile per la didattica". E' questo uno dei maggiori sforzi, da parte della comunità del free software, per lo sviluppo di una distribuzione Linux specificamente pensata per l'education, un settore oggi ancora largamente dominato da Microsoft e Apple.

"Spero che la nascita di un sottoprogetto ufficiale di Debian - ha affermato in un post Raphael Hertzog, uno dei responsabili del progetto - ci permetta di riunire molte iniziative nate attorno al tema della didattica".

Di fatto DebianEdu è la naturale evoluzione, su una scala più ampia, del progetto francese Debian Education varato da Logidee insieme ad un gruppo di insegnanti chiamato Linux & Pedagogie.
Il progetto ha già proposto alla comunità di sviluppatori la creazione di vari moduli, chiamati "metapackages", da integrare nella distribuzione DebianEdu: fra questi uno dedicato all'astronomia, all'elettronica, alla grafica, alle lingue, ai giochi logici, alla matematica, alla musica, alla fisica e ai desktop environment Gnome e KDE.

Il progetto, a cui si può partecipare iscrivendosi alla mailing-list debian-edu-request@lists.debian.org, collaborerà con molte altre iniziative open source che operano nel campo della didattica (fra cui SkoleLinux, Seul, Ofset, KdeEdu, FSF Education, ecc.) e integrerà in DebianEdu diversi pacchetti free sviluppati da terze parti. La comunità stretta attorno a DebianEdu si propone anche di migliorare i pacchetti esistenti, fra cui il Debian-Installer, in modo che possano risultare di utilizzo più intuitivo per quelle persone che hanno poca esperienza con Linux e con i computer in generale.

Punto focale del progetto sarà anche la stesura di una buona documentazione, possibilmente tradotta nella principali lingue, che possa essere utilizzata con profitto sia dai docenti che dagli studenti.

DebianEdu potrebbe divenire un ottimo strumento a favore dei molti gruppi - qui in Italia si può citare Linuxdidattica.org e SoftwaLibero.org - che da tempo si battono per l'introduzione nella scuola di Linux e del software libero.
135 Commenti alla Notizia DebianEdu porta Linux a scuola
Ordina
  • Lo so, Vi faccio spesso arrabbiare.
    Ma credetemi, quello non è il mio pensiero.
    Lo faccio solo perchè scatenare le polemiche mi fa sentire importante.
    In realtà io adoro LINUX

    *** Linux, il miglior s.o. del mondo ***
    non+autenticato
  • Ma il padre disse ai servi: portate qui il vestito più bello e vestitelo e mettetegli un anello alla sua mano e calzari ai suoi piedi e portate i più bei frutti e pane e olio e vino, mangiamo e rallegriamoci. Infatti, questo mio figlio era morto ed è tornato in vita, era perso ed è stato ritrovato. E cominciarono tutti a far festa.
    non+autenticato
  • L'iniziativa DebianEdu è sicuramente degna di nota e si inquadra tra gli strumenti di diffusione di una cultura informatica evoluta ed alternativa nella scuola, in particolare in quella dell'obbligo. Ricordo che i Verdi, con il senatore Fiorello Cortiana in prima persona, si sono battuti per proporre un emendamento alla proposta di riforma Moratti del sistema scolastico, per l'adozione di software e sistemi operativi non proprietari in ambito scolastico. Purtroppo Microsoft ha esercitato fortissime ed indebite pressioni su governo e parlamentari ed ha di fatto comprato la benevolenza di molti presidi proponendo pacchetti gratuiti per la scuola. Alla fine si è giunti, tra Governo ed opposizione, ad un compromesso circa la scelta sistemi e software proprietari, da un lato, ed Open Source, dall'altro, nel percorso formativo scolastico.
    MmB
    non+autenticato


  • - Scritto da: Manuel M. Buccarella

    > Purtroppo Microsoft ha esercitato fortissime
    > ed indebite pressioni su governo e
    > parlamentari
    questo è possibile

    > ed ha di fatto comprato la
    > benevolenza di molti presidi proponendo
    > pacchetti gratuiti per la scuola.

    Faccio il preside da anni, mai visto in regalo neppure 1 copia di MSDOS. E per tutti i miei colleghi è la stessa cosa.

    I Pacchetti Microsoft si pagano, meno che quanto li paga il pubblico, ma si pagano.

    Saluti.

    Roberto
    non+autenticato
  • - Scritto da: ZioBill

    > Torta in basso a destra

    Bello, tel'hanno gia' detto quanto contano quelle cifre.

    Torna nel tuo buco.
    non+autenticato
  • un genio...zio bill tu si che sei figo....chissà che lavoro fai(se lavori).....
    non+autenticato
  • accidenti, che notizia, sento gia il rumore in lontananza degli utenti mac che vedendo la torta stanno correndo nei negozi per cambiare istantaneamente computer e sistema operativo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: qweasdzxc

    > accidenti, che notizia, sento gia il rumore
    > in lontananza degli utenti mac che vedendo
    > la torta stanno correndo nei negozi per
    > cambiare istantaneamente computer e sistema
    > operativo...

    Che ti aspetti da uno come lui? E' probabilmente l'utonto di uno stupidissimo wintel che si crede che il mondo dell'informatica sia solo quello. Vai a fargli capire che c'e' una marea di computer che una ricerca su google non la faranno mai, che magari sono quelli che contano di piu' nel contesto in cui operano. E' inutile, non ci arrivera' mai, perche' la sua incompetenza e' enorme tanto quanto la sua presunzione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ZioBill
    > Torta in basso a destra

    Allora comprati anche la *Stilo*
    E' la macchina piu' venduta della sua categoriaSorride

    Terra2
    non+autenticato


  • - Scritto da: ZioBill
    > Torta in basso a destra

    che infatti ha come titolo:

    "Operating Systems Used to Access Google - July 2002"

    ora mi spieghi come sai che questo risultato abbia un qualche risultato significativo dal punto di vista statistico?

    Di solito ad ogni risultato che si voglia dare un qualche senso, si deve aggiungere COME è stato ottenuto, con quali criteri, con quale tolleranza la singola misura è accertata, ecc.

    Stiamo aspettando questi rilievi.

    Per ora da te abbiamo solo una simpatica torta.



    non+autenticato


  • HAI RAGIONE! Chissa' quali storture statistiche hanno usato per far figurare 95 Win e 1 Linux e non, come e' in realta', 95 Linux e 1 Win.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Lol
    >
    >
    > HAI RAGIONE! Chissa' quali storture
    > statistiche hanno usato per far figurare 95
    > Win e 1 Linux e non, come e' in realta', 95
    > Linux e 1 Win.


    ironia inutile, la tua. Senza dati certi e verificabili si può dire tutto e il contrario di tutto.

    la verità è che tu magari stai davanti a un desktop windows-like, mentre io sto davanti a KDE su mandrake o Debian. Da questi numeri tu non riesci a fare statistica, e neanch'io. Eppure ad entrambi il mondo dei computer potrebbe sembrare solo windows (per te) o solo LINUX (per me).

    Senza un metodo certo per verificare i dati non si ha nessuna possibilità di avere un reale polso della situazione. L'unica cosa certa è che il di questa assenza di dati certi ne approfitta chi ne trae vantaggio, come ad esempio l'azienda che ha il monpolio del mercato su desktop, che potrà dare tutti i numeri che vuole senza possibilità di smentita (così almeno crede)



    non+autenticato

  • Bello, quelli di google sanno fare anche le torte .. Sorride
    ma google e' un "Claaaster" di macchine windzozz ?

    eh eh eh eh eh eh eh


    - Scritto da: ZioBill
    > Torta in basso a destra
    non+autenticato
  • Nemmeno di macchine AIXSorride)))

    - Scritto da: AixForever
    >
    > Bello, quelli di google sanno fare anche le
    > torte .. Sorride
    > ma google e' un "Claaaster" di macchine
    > windzozz ?
    >
    > eh eh eh eh eh eh eh
    >
    >
    > - Scritto da: ZioBill
    > > Torta in basso a destra
    non+autenticato
  • e l'uso dei sistemi informativi e le basi dell'informatica, perchè peggio di un winaro o un linuxaro ecc... c'è solo lo smanettone.

    cosa significa smanettone persona che gestisce un sistema e che ha imparato quello che sa solo per aver pistolettato per anni sul sistema medesimo, infatti le conoscenze che possiede sono solo di natura empirica (prove ed errori).

    La differenza che intercorre tra uno smanettone e un laureato (al massimo diplomato in informatica) e la stessa che intercorre tra uno schiamano e un medico, per il solletico ai piedi va anche bene uno schiamano, ma per una colica renale è meglio un medico.

    non+autenticato
  • > cosa significa smanettone persona che
    > gestisce un sistema e che ha imparato quello
    > che sa solo per aver pistolettato per anni
    > sul sistema medesimo, infatti le conoscenze
    > che possiede sono solo di natura empirica
    > (prove ed errori).

    questa è una classica boiata detta da invorniti che non sanno di cosa parlano.
    Uno "smanettone" come lo chiami tu legge, studia, impara dalle docs, dalle rfc, dagli howto; non credere che si possa imparare tutto con prove empiriche...

    > La differenza che intercorre tra uno
    > smanettone e un laureato (al massimo
    > diplomato in informatica) e la stessa che
    > intercorre tra uno schiamano e un medico,
    > per il solletico ai piedi va anche bene uno
    > schiamano, ma per una colica renale è meglio
    > un medico.

    la differenza tra uno smanettone e un laureato (almeno la maggior parte dei laureati, purtroppo) è basilare ma di fondamentale importanza: il laureato pensa di poter risolvere i problemi con le misere conoscenze che già possiede e non ha un metodo per affrontare problemi *reali*, uno smanettone, al contrario, in anni di studio serio e personale dell'informatica *reale* (perchè all'università non ti insegnano informatica...sia ben chiaro) ha messo a punto un metodo efficiente per affrontare problemi sempre nuovi. Un geek (chiamiamolo così magari...) sa quasi istantaneamente dove e come reperire le informazioni di cui ha bisogno ed è molto piu' veloce ad apprenderle ed usarle.
    Non pretendo che tu sia d'accordo, spero solo che tu rifletta un attimo su quello che ho scritto prima di procedere ad una velenosa risposta per difendere la tua (nostra per tua info) laurea.
    non+autenticato
  • ha ragione microtost.
    Io non sono laureato, ma ho frequentato per qualche anno.
    gli howto etc sono scritti da qualcuno che ha sperimentato e sbagliato.
    All'uni non insegnano gli howto insegnano
    modelli astratti da applicare, l'howto e' obsoleto nel momento in cui viene scritto.
    Sarà una esperienza personale anomala
    ma raramente ho visto uno smanettone fare
    una bella analisi, creare strutture dati,
    disegnare schemi ER, UML, usare termini appropriati
    al software engeneering... soprattutto guadagnare quanto chi li fà.

    massimo rispetto per gli smanettoni ma secondo me fanno un lavoro meno creativo.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Polemico
    > ha ragione microtost.
    > Io non sono laureato, ma ho frequentato per
    > qualche anno.
    > gli howto etc sono scritti da qualcuno che
    > ha sperimentato e sbagliato.

    mica vero: la documentazione molte volte è scritta da persone fortemente coinvolte nel progetto, se non dagli stessi sviluppatori. Esistono comunque casi di cui parli

    > All'uni non insegnano gli howto insegnano
    > modelli astratti da applicare, l'howto e'
    > obsoleto nel momento in cui viene scritto.

    Su questo sono ovviamente d'accordo

    > Sarà una esperienza personale anomala
    > ma raramente ho visto uno smanettone fare
    > una bella analisi, creare strutture dati,
    > disegnare schemi ER, UML, usare termini
    > appropriati al software engeneering...

    Mah, sai, le esperienze le hanno tutti... io per esempio conosco moltissimi laureati o studenti dell'uni che non capiscono una beneamata ceppa di informatica. Ma ovviamente è una mia esperienza Sorride

    > soprattutto
    > guadagnare quanto chi li fà.
    >
    > massimo rispetto per gli smanettoni ma
    > secondo me fanno un lavoro meno creativo.

    Qui non ho capito bene cosa intendevi...
    saluti
    non+autenticato
  • > > soprattutto
    > > guadagnare quanto chi li fà.
    > >
    > > massimo rispetto per gli smanettoni ma
    > > secondo me fanno un lavoro meno creativo.
    >
    > Qui non ho capito bene cosa intendevi...
    > saluti

    il mio lavoro e' : il cliente mi chiede la gestione di un certo tipo di informazioni secondo alcuni criteri.
    per portare a termine il caro lavoro ho bisogno
    di :
    1. analisi delle informazioni
    2. scelta dei criteri che gestiranno le informazioni
    3. sviluppo
    4. test

    mi sembra che nessuna di queste attività dipenda
    dal SO dalla marca di DB(sempre che siano relazionali), dal linguaggio usato(meglio uno che viaggi su tutti i sistemi)...
    Nel tempo libero mi piace pasticciare con i desktop environment di linux e allor aleggo gli HOW-to

    il lavoro degli smanettoni lo vedo piu' come:
    "scusa non riesco a stampare...", "si arrivo
    ho appena studiato 2 ore come fare andare la stampante con linux in rete"

    non+autenticato


  • > per portare a termine il caro lavoro ho
    > bisogno
    > di :
    > 1. analisi delle informazioni
    > 2. scelta dei criteri che gestiranno le
    > informazioni
    > 3. sviluppo
    > 4. test
    >
    > mi sembra che nessuna di queste attività
    > dipenda
    > dal SO dalla marca di DB(sempre che siano
    > relazionali), dal linguaggio usato(meglio
    > uno che viaggi su tutti i sistemi)...
    A dire il vero TUTTE queste attività dipendono in genere ANCHE dal SO e dal sw a corredo, anche se per la 1 dipendenza spesso e' molto blanda. Non venirmi a dire, pero', che nella scelta dell'architettura o nelle scelte di sviluppo non tieni ben presente la (o le) piattaforma di riferimento e/o il sw a disposizione. Secondo me ci vuole una miscela equilibrata di astrazione e di concretezza, di teoria e pratica.

    > Nel tempo libero mi piace pasticciare con i
    > desktop environment di linux e allor aleggo
    > gli HOW-to
    saggio passatempo... basta, come sempre, non esagerare!

    ciao
    non+autenticato
  • Scusa per caso vorresti dire che i programmi di studio universitari sono aggiornati e mai obsoleti??????????????????????????????????? -Ma dove hai studiato, alla Nasa? O la Nasa l'hai usata solo per tirare un po' di polverina prima di postare?????
    non+autenticato
  • l'analisi matematica non soffre di una obsolescenza precoce e se te la fanno studiare
    c'e' un motivo ben preciso.
    allenare il cervello all'astrazione, ai modelli,
    lo abitua ad un certo tipo di approccio nella soluzione dei problemi.
    Non a caso gli studenti provenienti dal classico
    sono piu' in forma degl'altri all'università.(vengo dallo scientifico)





    non+autenticato


  • - Scritto da: microtost

    > e l'uso dei sistemi informativi e le basi
    > dell'informatica, perchè peggio di un winaro
    > o un linuxaro ecc... c'è solo lo smanettone.

    Dipende dallo smanettone.

    > cosa significa smanettone persona che
    > gestisce un sistema e che ha imparato quello
    > che sa solo per aver pistolettato per anni
    > sul sistema medesimo, infatti le conoscenze
    > che possiede sono solo di natura empirica
    > (prove ed errori).

    Cioe` la classica 'esperienza pluriennale' che le aziende chiedono a chiunque prima di assumerlo.

    > La differenza che intercorre tra uno
    > smanettone e un laureato (al massimo
    > diplomato in informatica) e la stessa che
    > intercorre tra uno schiamano e un medico,
    > per il solletico ai piedi va anche bene uno
    > schiamano, ma per una colica renale è meglio
    > un medico.

    Si`, per alcuni smanettoni e` cosi`, e sono d'accordo che molti non usano UML o altre tecniche simili per progettare un sistema o un software.

    Ma pensa se un medico avesse a disposizione una popolazione intera (qualche centinaio di migliaia di persone) su cui 'fare lo smanettone'. Sicuramente imparerebbe di piu` di quanto hanno fatto i medici in molti anni di ricerche senza poter fare esperimenti su esseri umani.

    Naturalmente lasciando da parte i discorsi di etica.

    Ecco, uno smanettone informatico e` come un apprendista medico che ha avuto a disposizione tali strumenti (che sono computer e software, invece di esseri umani) su cui provare, fare esperimenti, sbagliare e aggiustare. E puo` arrivare a conoscere piu` del laureato.

    Un laureato avra` sempre il vantaggio di avere un 'metodo', ma non una conoscenza superiore.
    E se un giorno tale metodo risultasse sbagliato, puo` darsi che lo smanettone si adegui piu` velocemente del laureato al cambiamento.

    Con questo naturalmente non voglio sminuire i laureati, che sicuramente hanno un bagaglio superiore di cultura di base di quanto non abbia uno smanettone (basta pensare alla complessita` computazionale, di cui il 70% degli smanettoni non sa niente), ma nemmeno trovo giusto demonizzare gli smanettoni che si sbattono per anni per imparare quello che sanno, a volte magari producendo nel comtempo quei libri di testo che poi i laureati futuri useranno per imparare.
    non+autenticato
  • > Con questo naturalmente non voglio sminuire
    > i laureati, che sicuramente hanno un
    > bagaglio superiore di cultura di base di
    > quanto non abbia uno smanettone (basta
    > pensare alla complessita` computazionale, di
    > cui il 70% degli smanettoni non sa niente),
    > ma nemmeno trovo giusto demonizzare gli
    > smanettoni che si sbattono per anni per
    > imparare quello che sanno, a volte magari
    > producendo nel comtempo quei libri di testo
    > che poi i laureati futuri useranno per
    > imparare.
    secondo me fanno lavori diversi.
    i laureati che conosco non sanno un beneamato nulla su linux windows aix e bla bla.
    chi mi ha insegnato la programmazione strutturata
    mi ha detto di spegnere il computer (per primitivo
    e pragmatico fosse lo scopo del corso) e prendere
    carta e penna e cominciare a disegnare e scrivere.
    l'informatico fico,a mio parere, usa il pc per leggere la posta se non ha ancora un palmare.
    lo smanettone si sbatte anni per imparare cose
    che hanno una vita breve.
    per la mia prima istallazione di linux del '98
    ho studiato mille howto appuntilinux del caso etc.
    6 mesi fa ho picchiato il cd nel lettore e
    dopo 20 min avevo tutto funzionante.
    ora potrei anche un libro su cosa ho combianto nel 98 ...ma quale laureato lo leggerebbe?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Polemico

    > secondo me fanno lavori diversi.
    > i laureati che conosco non sanno un
    > beneamato nulla su linux windows aix e bla
    > bla.

    Pure il tuo ragionamento si potrebbe ribaltare così: i laureati che conosco sanno fare questo e questo e poi quest'altro....
    Non è mica vero che TUTTI i laureati sappiano lavorare bene nell'informatica.

    > chi mi ha insegnato la programmazione
    > strutturata
    > mi ha detto di spegnere il computer (per
    > primitivo
    > e pragmatico fosse lo scopo del corso) e
    > prendere
    > carta e penna e cominciare a disegnare e
    > scrivere.
    > l'informatico fico,a mio parere, usa il pc
    > per leggere la posta se non ha ancora un
    > palmare.
    > lo smanettone si sbatte anni per imparare
    > cose
    > che hanno una vita breve.

    Ho la vaga impressione che il tuo concetto di smanettone sia diverso dal mio: per intenderci, lo smanettone per me non è quello che va ad aggiustare la stampante all'amico. E' semplicemente un autodidatta, che impara attraverso la documentazione e, perchè no, anche empiricamente quello che si impara anche all'università. Il vantaggio dell'universitario è quello di avere un metodo più o meno rigoroso(dipende poi moltissimo dai docenti e dall'uni), il vantaggio dello smanettone è quello di trovarsi subito in un ambiente "reale", riservandosi la possibilità di poter approfondire gli argomenti anche con un metodo rigoroso

    > per la mia prima istallazione di linux del
    > '98
    > ho studiato mille howto appuntilinux del
    > caso etc.
    > 6 mesi fa ho picchiato il cd nel lettore e
    > dopo 20 min avevo tutto funzionante.
    > ora potrei anche un libro su cosa ho
    > combianto nel 98 ...ma quale laureato lo
    > leggerebbe?

    Chissà, magari lo pubblichi e ci fai un pacco di soldi coi laureati Sorride
    saluti
    non+autenticato
  • http://www.iht.com/articles/70026.html

    "The resulting groundswell could soon make the Linux-based desktop more prevalent in Europe than anyone could have predicted even a year ago. Dan Kusnetzky, an analyst for International Data Corp., said Linux had a 3.9 percent share of desktops worldwide, outpacing Macintosh's 3.1 percent"
    [...]
    "And Microsoft Corp.'s unpopular license-fee revamping has contributed to a general re-evaluation of IT purchasing criteria: Some tech managers say their feasibility studies of Linux migration may be justified by reasoning that, at a minimum, the results are ammunition for negotiations with Microsoft"
    [...]
    "James Jarvie, IT manager of the Central Scotland Police, said the £245,000 ($380,000) they saved on licensing fees with StarOffice paid for more police on the streets"
    [...]
    "Unless Microsoft makes significant concessions in its new Office licensing policies," Gartner Inc. said in a research report, "StarOffice will gain at least 10 percent market share at the expense of Microsoft Office by year-end 2004."
    [...]
    "Last year, SuSE implemented its SmartClient architecture on Linux for Debeka-Gruppe, a German insurance and financial services group.
    More than 3,000 workstations in 230 German locations are administered from its corporate headquarters in Koblenz. Where governments deal with issues of open-source culture and monopoly-busting, small companies indicate three main reasons for taking the plunge: reliability, security and cost"

    Come vedete, MS ha buoni motivi per essere preoccupata.
    non+autenticato
  • mah
    non+autenticato
  • - Scritto da: ZioBill

    > http://www.google.com/press/zeitgeist.html

    Conta poco.
    non+autenticato
  • prova a guardare le offerte di lavoro di google...
    non+autenticato


  • - Scritto da: ZioBill
    > http://www.google.com/press/zeitgeist.html

    Caro ZioBill,
    girando sui forum di PI ho notato che, solo oggi, è almeno la terza volta che posti questo link. Mi ricordo anche di avertelo già visto postare in passato.
    Ora la mia domanda è: sei come quel ridicolo client di posta che si incantava e postava, postava, postava, postava, postava, postava...?
    Oppure sei così sfigato da non aver altro da fare che passare tutto il giorno a trolleggiare?
    non+autenticato


  • - Scritto da: troll killer
    > Caro ZioBill,
    > girando sui forum di PI ho notato che, solo
    > oggi, è almeno la terza volta che posti
    > questo link. Mi ricordo anche di avertelo
    > già visto postare in passato.
    > Ora la mia domanda è: sei come quel ridicolo
    > client di posta che si incantava e postava,
    > postava, postava, postava, postava,
    > postava...?
    > Oppure sei così sfigato da non aver altro da
    > fare che passare tutto il giorno a
    > trolleggiare?

    la tua domanda... la tua risosta...
    non+autenticato
  • volevo fare il figo e ho anche scritto maleSorride)

    la tua domanda... la tua risposta... (2)
    non+autenticato


  • - Scritto da: ZioBill
    > http://www.google.com/press/zeitgeist.html

    non c'entra una mazza.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)