Denunciato, Vajont.org si auto-oscura

Il celebre sito di richiamo internazionale dedicato ad uno dei fatti più drammatici della storia italiana opta per l'auto-censura e attende il processo per diffamazione

Longarone - Un ormai celebre webmaster da anni raccoglie materiali, link, testimonianze, ricordi e li pubblica su Vajont.org, il sito dedicato alla tragedia del Vajont, dove nell'ottobre del 1963 perirono quasi 2mila persone. Ora quel webmaster, Tiziano Del Farra, ha deciso di auto-oscurare il sito o, meglio, di pubblicare una ordinanza di sequestro del sito, cosa che per un vizio di forma avrebbe potuto evitare.

Una foto dopo il disastro - da Vajont.orgNei giorni scorsi, infatti, la Polizia Postale si è recata al suo domicilio per imporre la chiusura del sito a seguito di una querela per diffamazione a mezzo stampa presentata dal sindaco di Longarone. Il provvedimento di sequestro aveva però un vizio di forma e il legale di Del Farra ha prospettato la possibilità di impedirne l'applicazione. Lui, però, deciso a dimostrare l'assoluta innocenza del sito e desideroso di rispettare l'indicazione del magistrato e della polizia, ha deciso comunque di provvedere ad una sospensione delle pagine incriminate.

Accade così che recandosi sulla home page del sito si sia accolti da un annuncio, pubblicato dal webmaster, del Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni Friuli - Venezia Giulia - Sezione di Udine, in cui si annuncia che il sito web è sottoposto a sequestro preventivo in data 24 settembre 2007. L'auto-sospensione, in realtà, riguarda le sole pagine contestate.
"Ho voluto evitare scandali e situazioni imbarazzanti - racconta Del Farra - In ogni caso siamo pronti a ricorrere anche in Cassazione per tutelare la libertà di espressione garantita dalla nostra Costituzione".

"Sul sito - spiega - abbiamo sempre dato spazio a tutti, anche a chi non ha le nostre idee. Il disastro del Vajont non riguarda soltanto i comuni di Erto e Casso e Longarone, bensì il mondo intero. Per questo era giusto che tutti sapessero della guerra giudiziaria che ci è stata dichiarata".

Il nodo del contendere sono delle pagine dedicate di recente dal sito all'attuale sindaco del comune di Longarone, Pier Luigi de Cesaro, pagine che a suo dire sono, appunto, diffamanti. Nei prossimi giorni, intanto, il Tribunale del riesame valuterà il peso del ricorso effettuato da Del Farra e, dunque, stabilirà se le pagine auto-sospese possano legittimamente tornare ad essere accessibili.
106 Commenti alla Notizia Denunciato, Vajont.org si auto-oscura
Ordina
  • Oggi il sito di cui si parlava in questo articolo non esiste più.
    La potenza del potere si fa notare più sul digitale che sul cartaceo.
    Per quanto censurato e fatto chiudere un giornale di carta uscito anche 10 anni fa , avendone acquistata una copia al tempo d'uscita, oggi si sarebbe potuto consultare in originale senza problemi.
    Internet mette in pratica il tipo di censura della quale si occupava per lavoro Winston Smith, il protagonista di "1984" di George Orwell, scritto nel 1948.

    Oggi la storia può essere riscritta secondo ciò che viene stabilito da qualcuno.
    non+autenticato
  • mi vergogno di essere italiano,ci hanno tolto anche la speranza,ma questa
    vita finira'un giorno e saremo noi a ridere...
    non+autenticato
  • Vajont.info è un sito che offende molte persone, senza dar loro spazio di replica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario Rossi
    > Vajont.info è un sito che offende molte persone,
    > senza dar loro spazio di
    > replica.

    Oggi non esiste più. E' stato zittito con la forza ... della giustizia?
    non+autenticato
  • Cara Angela,da quando mi hai raccontato la tua storia, soffro molto per la tua situazione.
    Sono convinta che tu sia una madre amorevole e onesta e che prima o poi,troverai un pò di serenità e sollievo per questa situazione dolorosa che affligge te e i tuoi figli.
    Dio non ti abbandonerà. Forse qualcuno rifletterà riguardo la tua storia e ti aiuterà,e chissà non è detto che tuo marito non ripensi a tutto ciò che è accaduto e sul fatto che ha tre bellissimi figli e che sei stata tu a darglieli, e forse si renderà conto che voi meritate,sia dal punto di vista economico che affettivo.Forse si renderà conto di possederre una grande ricchezza.Spero che,
    qualche persona autorevole che conosce la tua storia si adoperi per te e per i tuoi figli! Un abbraccio, non sei
    sola!
                         VINCENZINA
    non+autenticato
  • Un saluto a tutti voi A bocca aperta


    Ciao Vicenzina ,
    scusami se ti ho risposto ora ma non riuscivo a leggere ciò che mi avevi scritto per poterti rispondere , anche se ciò che mi avevi scritto una mia amica sapendo che avevo rotto il compiuter di mia figlia me lo aveva stampato il tuo messaggio .
    Per quanto credere in DIO , tu lo sai che lo porto nel cuore a Dio insieme ai miei veri valori , che sono la ricchezza più bella che si possa avere .
    Poi per quanto riguarda il padre dei miei figli , se i miei figli avrebbe00ro un padre vero , non si comporterebbe come si comporta , che a elencare tutto non basterebbe un mese a scrivere .
    Poi ti ho fatto leggere anche cosa ha combinato sul libretto che era intestato a mè e a lui , dove io avevo messo dei soldi che i figli avevano avuto , attraverso amici e parenti , per battesimi , comunioni e cresime , erano soldi dei miei figli , di cui io inizialmente avevo aperto il libretto con 3.000,00 milioni , poi 2.500,00 milioni , li avevo investiti in enel che il guadagno e capitale doveva tornare sul libretto dei figli , lui dopo si è tenuto tutto e non bastando quello si è preso anche le 500,00 milalire del libretto dichiarando che lo aveva perso , se legge il padre dei miei figli , che vada a riaprirgli il libretto dei miei figli e gli metta tutto ciò che avevano inizialmente e per punirlo del gesto che ha tatto mentendo gli unisca come punizione e educazione di insegnamento per i figli che chi sbaglia deve pagare 30.000,00 euro , diecimilaeuro per figlio .
    in modo che i figli capiscano che gli sbagli vanno puniti e non premiati .
    poi che porti tutto ciò che appartiene alla casa coniugale di cui due sentenze me li hanno assegnati ma mai avuti , gentile avvocato che vuole ancora i soldi dopo che lo ho pagato , gli scriva al mio ex marito che per quelle due sentenze gliele avevo pagate e faccia rispettare ciò che le ha detto il giudice di farmi riavere tutto ciò che appartiene alla casa coniugale , per questo lo pagavo e non per altro .
    Ciao Vincenzina ti invio un abbraccio SorrideSorride

    dalla tua amica Imbriaco Angela

    Scala40 ..... per i veri valori che si portano nel cuore e nessuno ha il diritto di calpestare i diritti di figli minori a una madre , che questo vi rimanga a tutti voi senza coscienza e dignità e moralità

    WWWWW PER LA MAGISTRATURA ONESTA E PER TUTTI I CITTADINI ONESTI DI TUTTO IL MONDO WWWWW
    non+autenticato
  • Già uso alla pratica della diffamazione il buon webmaster è stato condannato.
    http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo...
    non+autenticato
  • Salve.
    "La verità è in cammino, e nulla la fermerà..."
    (Emile Zola)

    ==================
    (trascrizione della sentenza del 19/12/2008)
    «In nome del popolo italiano, il Tribunale di Ferrara, procedimento penale nei confronti di Dal Farra Tiziano e Trevisani Loredana.
    Il giudice [Dott. Francesco Maria Caruso] ha pronunciato la seguente sentenza.

    - Visti gli articoli [533 e seguenti ...] dichiara Dal Farra Tiziano responsabile del reato ascrittogli limitatamente alle espressioni «bulletto inconsistente senza storia e senza cervello» e riconosciute le attenuanti generiche, nonché l'attenuante per motivi di particolare valore morale [art. 62, n. 1...], prevalenti sull'aggravante, lo condanna a euro 500 di multa oltre le spese processuali.
    - Visti gli artt. [538 e seguenti], dichiara detta pena INTERAMENTE CONDONATA.

    - Visti gli artt. [538 e seguenti CPP...], condanna Dal Farra Tiziano al risarcimento dei danni in favore della parte civile De Cesero Pierluigi da liquidarsi in SEPARATO GIUDIZIO. Condanna Dal Farra Tiziano al pagamento delle spese di costituzione a difesa della parte civile che indico in 3.830 per esborso e anticipazioni per onorario e diritti, oltre spese generali, nella misura del 12,5%, imponibile IVA e CPA.
    Le motivazioni a 60 giorni.»


    Ad maiora.
    Tiziano Dal Farra, Udine.

    Ciao.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Altro querelante (amico del "sindaco")
    > Già uso alla pratica della diffamazione il buon
    > webmaster è stato
    > condannato.
    > http://gazzettino.quinordest.it/VisualizzaArticolo

    Giustissimo, VERO (in mia assenza)
    A Ferrara, invece (io presente):
    http://www.vajont.info/sentenzaFEmov19dic08.html
    E solo avessi detto "No, non è vero, non ne so nulla" - come scritto in sentenza - mi avrebbero assolto per isufficienza di prove. E questo la dice lunghissima sulle "indagini occorse" e sulla consistenza probatoria dello "illegale" processo coatto.
    Ma certi "processi" si qualificano da soli, e così i "querelanti"...
    Occhiolino)
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)